Go Down

Topic: Casa domotica, quali componenti? (Read 529 times) previous topic - next topic

davide12

Ciao a tutti, vorrei realizzare un progetto con Arduino che mi permetta di comandare tramite un Arduino "master" diversi Arduino collocati in tutta casa. Ogni Arduino lavora in modo indipendente ma vorrei che comunicassero con Arduino master (invio dati e recezione comandi). Come posso fare per mettere in comunicazione questi Arduino? Avevo pensato di collegarlo tramite seriale ma essendo distanti da 3m a 10m il più lontano il segnale della seriale fa fatica ad arrivare. Ci sono alternative valide economiche?
Vorrei anche collegare diverse striscie led di diversa potenza, considerando un consumo massimo dei led di 4A quali transistor potrei usare (permettendo il controllo in pwm)?
Infine avevo intenzione di inserire un grande display per leggere vari valori, esistono in commercio (di almeno 10 pollici, non mi interessa che sia molto risoluto)?
Grazie!

gpb01

#1
Dec 04, 2017, 10:21 am Last Edit: Dec 04, 2017, 10:22 am by gpb01
... solo al fine di evitare possibili discussioni ed incomprensioni future, ti rammento il  REGOLAMENTO, punto 15, con particolare attenzione al punto 15.3 .

Quindi, se vuoi leggere temperature, umidità, controllare strip-led, e quant'altro in "bassissima tensione", va benissimo, ma NON porre domande relative all'interfacciamento con l'impianto elettrico di casa e con oggetti operati a 220V, perché NON sono ammesse.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

gpb01

#2
Dec 04, 2017, 10:25 am Last Edit: Dec 04, 2017, 10:26 am by gpb01
Detto questo, se vuoi collegare i vari Arduino tra di loro e puoi passare dei cavetti, puoi raggiungere tutti i vari punti collegando le varie schede in RS-485 (tramite gli appositi adattatori Seriale TTL <--> RS-485) sia in modalità half-duplex che full-duplex.  Se invece disponi di una rete WiFi che copre tutta casa, puoi pensare ad utilizzare schede per il collegamento con il WiFi (es. ESP8266 che sono molto economiche).

Come software per la connessione master/slave prova a guardare la libreria PJON scritta da un utente del forum, affidabile e molto utilizzata.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

fabpolli

#3
Dec 04, 2017, 10:32 am Last Edit: Dec 04, 2017, 10:33 am by fabpolli
Ho un work in progress che collega alcuni arduino tra loro tramite il BUS485 e la libreria PJON, i moduli costano poco, la libreria sembra ottima (non ho ancora potuto provarla sul campo) e dovrebbe garantirti la necessaria affidabilità.
Per il PWM sui led puoi partire dai classici IRL540 (Occhio non IRF540 che non sono logic level) oppure cercare qualcosa con rds-on ancora più bassa. Per uno schema di base pui usare questo
Argomento display è più ostico, non ne conosco da 10 pollici facilmente interfacciabili, prova a guardare i Nextion che arrivano a 7 pollici ma offrono grande facilità di programmazione ed interfaccia, sicuramente qualcuno potrà consigliarmi meglio. Dal canto mio potrei suggerirti di utilizzare anzi un tablet e di accedere ad una piccola applicazione web che mostri i valori inviati dall'arduino master, ma li dipende molto dal progetto e dalle tue capacità/volontà di gestire anche questa cosa
P.S. = mi ha anticipato di poco gpb01 per il discorso 485

davide12

... solo al fine di evitare possibili discussioni ed incomprensioni future, ti rammento il  REGOLAMENTO, punto 15, con particolare attenzione al punto 15.3 .

Quindi, se vuoi leggere temperature, umidità, controllare strip-led, e quant'altro in "bassissima tensione", va benissimo, ma NON porre domande relative all'interfacciamento con l'impianto elettrico di casa e con oggetti operati a 220V, perché NON sono ammesse.

Guglielmo
Sono consapevole di questo fatto, il mio progetto lavora ad un massimo di 12V

Detto questo, se vuoi collegare i vari Arduino tra di loro e puoi passare dei cavetti, puoi raggiungere tutti i vari punti collegando le varie schede in RS-485 (tramite gli appositi adattatori Seriale TTL <--> RS-485) sia in modalità half-duplex che full-duplex.  Se invece disponi di una rete WiFi che copre tutta casa, puoi pensare ad utilizzare schede per il collegamento con il WiFi (es. ESP8266 che sono molto economiche).

Come software per la connessione master/slave prova a guardare la libreria PJON scritta da un utente del forum, affidabile e molto utilizzata.

Guglielmo
Potrei optare per la comunicazione tramite wifi, è ragionevolmente affidabile tale comunicazione? Nel senso si comporta bene con arduino?

Ho un work in progress che collega alcuni arduino tra loro tramite il BUS485 e la libreria PJON, i moduli costano poco, la libreria sembra ottima (non ho ancora potuto provarla sul campo) e dovrebbe garantirti la necessaria affidabilità.
Per il PWM sui led puoi partire dai classici IRL540 (Occhio non IRF540 che non sono logic level) oppure cercare qualcosa con rds-on ancora più bassa. Per uno schema di base pui usare questo
Argomento display è più ostico, non ne conosco da 10 pollici facilmente interfacciabili, prova a guardare i Nextion che arrivano a 7 pollici ma offrono grande facilità di programmazione ed interfaccia, sicuramente qualcuno potrà consigliarmi meglio. Dal canto mio potrei suggerirti di utilizzare anzi un tablet e di accedere ad una piccola applicazione web che mostri i valori inviati dall'arduino master, ma li dipende molto dal progetto e dalle tue capacità/volontà di gestire anche questa cosa
P.S. = mi ha anticipato di poco gpb01 per il discorso 485

Per quanto riguarda i transistor visto che mi servono urgentemente per un altro progetto nel caso in negozio non trovassi i IRL540 cos'altro posso utilizzare (sempre che mi garantiscano una corrente in uscita di almeno 4A)?
Ultima domanda, visto che i display di grandi dimensioni si faticano a trovare è possibile collegare più display allo stesso arduino?

Grazie ad entrambi per le risposte.

fabpolli

Ultima domanda, visto che i display di grandi dimensioni si faticano a trovare è possibile collegare più display allo stesso arduino?
Se usi una mega e display seriali anche tre o quattro ma l'effetto finale farebbe poca figura, i display anche se avvicinati il più possibile avrebbero inestetiche linee di demarcazione all'interno del quadro totale (un po' come gli schermi che si vedono in tv alle spalle dei giornalisti dove ci sono evidenti linee nere tra i display)

Go Up