Arduino Forum

International => Italiano => Generale => Topic started by: NeXTWay on Sep 18, 2011, 12:16 pm

Title: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: NeXTWay on Sep 18, 2011, 12:16 pm
Salve a tutti :)
Vorrei costruirmi un Pomodoro (http://www.pomodorotechnique.com/). È praticamente un timer costantemente impostato su 25 minuti.
Una volta partito, deve arrivare fino alla fine e suonare/lampeggiare.
Premendo un pulsante, deve essere possibile annullare il conteggio; premendolo di nuovo, si fa ripartire il timer.
Pensavo di costruirlo con un MSP430 utilizzando gli interrupt ed il timer interno (non dev'essere preciso: un margine di più/meno un minuto su 25 è più che accettabile).
Ah già: vorrei farlo senza batterie. :)
I consumi del microcontrollore (MSP430, ma anche PIC, ATMega, ATTiny...) sono trascurabili rispetto a quelli del LED che dovrebbe avvisarmi una volta scaduto il tempo.
Utilizzo LED rossi da 20mA. Non sono necessari più di due/tre lampeggi del LED.
Una cella solare mi sembra sprecata, per un'applicazione del genere...
Qualche idea per l'alimentazione?
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: superlol on Sep 18, 2011, 12:31 pm
limone o patata per alimentare il pomodoro :)

addirittura puoi cercare di utilizzare le onde radio. ci ricavi anche 3v a 1ma nel migliore dei casi ci carichi un condensatore e via
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: NeXTWay on Sep 18, 2011, 12:36 pm

limone o patata per alimentare il pomodoro :)

Anche se suona davvero bene, sarebbe comunque una batteria :S
Volevo qualcosa che non andasse mai sostituito...
Una batteria a tampone da 3V, per un progetto del genere ci va abbastanza vicino, ma volevo vedere se qualcuno qui aveva idee geniali :D
Una ricerca su hackaday mi ha portato a questo: http://hackaday.com/2011/09/14/attiny-hacks-look-ma-no-batteries/
Non sembra molto portatile, ma più tardi me lo studio bene (:
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: uwefed on Sep 18, 2011, 01:13 pm
Se vuoi fare qualcosa senza batteria allora comprati una sveglia meccanica.

Le possibilitá per caricare un condensatore e usare la carica per fare andare l' orologio praticabili sono pochi.
* panello solare
* genaratore a manovella come alcune torce elettriche.
* generatore con magnetini che squoti (quello del link)

Non praticabili:
* termoelementi (peltier) usati per creare tensione
* piezoeletrico
* batteria atomica
* radiofrequenza ( servono antenne troppo grandi o un trasmettitore della Radio onde corte o lunghe da qualche centinaia di kW dietro casa)
* motore sterling e generatore

Comunque una batteria 3V al litio con un microcontroller ottimato a consumare poco durante il non utilizzo puó durare parecchi anni senza dover sostituire la batteria.


Ciao Uwe
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: lestofante on Sep 18, 2011, 01:31 pm

addirittura puoi cercare di utilizzare le onde radio. ci ricavi anche 3v a 1ma nel migliore dei casi ci carichi un condensatore e via


a me piace questa idea. Qualche tempo fa avevo trovato qualcosa al riguardo, ma non ricordo più il termine corretto per questa tecnologia. Secondo me attivando tuuti i sistemi di sospensione dell'arduino, pull-up sul reset gigantesca, e consumi ridotti al minimo ce la fai. Il problema sarebbe il piezo di allarme che consumerebbe un sacco..

[ricerca un attimo]
ecco i vari metodi possibili: http://en.wikipedia.org/wiki/Energy_harvesting
ed ecco in particolare quello dell'uso delle onde radio: http://www.rexresearch.com/tate/tate.htm
dice che produce milliwatt, ma dovrebbero essere abbastanza: ha alimentato un orologio digitale (led+RTC e circuteria varia), utilizzando 28mA a 1,5V, ovvero 42mW, più che sufficenti per l'arduino. magari un condensatore può fare da batteria per il piezo, l'importante è che si ricarichi in 25 minuti
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: NeXTWay on Sep 18, 2011, 03:28 pm

ecco i vari metodi possibili: http://en.wikipedia.org/wiki/Energy_harvesting
ed ecco in particolare quello dell'uso delle onde radio: http://www.rexresearch.com/tate/tate.htm
dice che produce milliwatt, ma dovrebbero essere abbastanza: ha alimentato un orologio digitale (led+RTC e circuteria varia), utilizzando 28mA a 1,5V, ovvero 42mW, più che sufficenti per l'arduino. magari un condensatore può fare da batteria per il piezo, l'importante è che si ricarichi in 25 minuti


Utilizza circa 30 metri di antenna... ed io che mi lamentavo per l'ingombro del tubo con i magneti dentro :P
Comunque è molto interessante: se non vivessi in un condominio, metterei su qualcosa.
Penso utilizzerò una batteria a tampone, per il pomodoro ed  acquisterò qualche cella fotovoltaica per progetti futuri.
Grazie a tutti :D
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: leo72 on Sep 18, 2011, 03:43 pm
Ma in buona sostanza.... cos'è 'sta tecnica del Pomodoro?  :P
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: menniti on Sep 18, 2011, 07:26 pm

Ma in buona sostanza.... cos'è 'sta tecnica del Pomodoro?  :P


Dal link:
Quote
The Pomodoro Technique® is a way to get the most out of time management. Turn time into a valuable ally to accomplish what we want to do and chart continuous improvement in the way we do it.

La grande capacità di dire tutto senza dire nulla o di non dire nulla dicendo tutto, non è da tutti :D

No, no, mi correggo, un pò più sotto è spiegato tutto:
Quote

1.Choose a task to be accomplished
2.Set the Pomodoro to 25 minutes (the Pomodoro is the timer)
3.Work on the task until the Pomodoro rings, then put a check on your sheet of paper
4.Take a short break (5 minutes is OK)
5.Every 4 Pomodoros take a longer break

Far finta di lavorare senza farlo o lavorare facendo finta di farlo ;)
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: uwefed on Sep 18, 2011, 09:51 pm
Il pomodoro é un timer da cuccina a forma di pomodoro.

@flameman si parlava anche di dotare i pacemaker di batteria nucleare.

Comunque la soluzione piú carina ritengo nel usare un piccolo generatore a manovella tipo
(http://forum.astrofili.org/userpix/6_torcia2_1.jpg)
o un generatore lineare come quello citato.
(http://hackadaycom.files.wordpress.com/2011/09/faraday-for-fun-an-electronic-batteryless-dice.jpg?w=470&h=353)

Prima del uso carichi il condensatore e poi via.

Ciao Uwe

Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: leo72 on Sep 18, 2011, 10:26 pm
@Uwe:
ma il generatore da scuotere con le terre rare, non so se hai notato, non dura assolutamente nulla   :D
I led, come si vede nel video, iniziano ad affievolirsi quasi subito. Per far durare un micro per 25 minuti dovrebbe scuotere quell'aggeggio per altrettanti minuti  :smiley-yell:

@Michele:
mi ricorda tanto Scientiology  $)
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: NeXTWay on Sep 19, 2011, 07:11 am

Il pomodoro é un timer da cuccina a forma di pomodoro.

@flameman si parlava anche di dotare i pacemaker di batteria nucleare.

Comunque la soluzione piú carina ritengo nel usare un piccolo generatore a manovella tipo
(http://forum.astrofili.org/userpix/6_torcia2_1.jpg)

Prima del uso carichi il condensatore e poi via.

Ciao Uwe



La torcia con la manovella è adorabile :)
Appena arrivano i LED (non ne ho più neanche uno O:) metto su il circuito, poi faccio qualche prova e vedo se attaccarci un motore con una manovella od usare una triste batteria a tampone (so che i motori DC sono reversibili, ma tirano fuori corrente continua od alternata?).
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: uwefed on Sep 19, 2011, 08:07 am
corrente continua; solo che Ti serve un ingranaggio per farli girare velocemente (ca i giri nominali).
Ciao Uwe
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: Johnny779 on Sep 19, 2011, 10:46 am


si parlava anche di dotare i pacemaker di batteria nucleare.


tra una batteria nucleare sottopelle
e una suola piezoelettrica infilata nella scarpa
bischerate per bischerate, direi la prima batte la seconda


E perche'?
Una volta i pacemaker ERANO a batteria atomica...

Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: uwefed on Sep 19, 2011, 01:25 pm
Erano delle proposte o meglio dire idee utopiche degli anni 70 dove si vedeva nel nucleare la soluzione di tutti i problemi. C'erano proposte di utilizzo pacifico di bombe nucleari (per fare dei canali per le navi) perfino di aerei di propulsione atomica.

Ciao Uwe
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: Johnny779 on Sep 19, 2011, 03:20 pm

Erano delle proposte o meglio dire idee utopiche degli anni 70 dove si vedeva nel nucleare la soluzione di tutti i problemi. C'erano proposte di utilizzo pacifico di bombe nucleari (per fare dei canali per le navi) perfino di aerei di propulsione atomica.

Ciao Uwe


Mi permetto umilmente di contaddirti. C'erano veramente, erano stati realizzati pacemaker a batteria nucleare (1967).

Si poi hai perfettamente ragione, volevano allargare il Canale di Panama con le bombe nucleari.
Vabbe' poi se pensi che volevano realizzare durante la Seconda Guerra Mondiale una portaerei con il ghiaccio e la fibra di legno!!!

E poi l'aliante di cemento!  :)
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: ratto93 on Sep 19, 2011, 03:44 pm
Basta un piccolo motoriduttore.... quando ti genera 50mA sono molto più che sufficienti :)
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: astrobeed on Sep 19, 2011, 04:05 pm

Mi permetto umilmente di contaddirti. C'erano veramente, erano stati realizzati pacemaker a batteria nucleare (1967).


E' vero, sono stati impiantati vari pacemaker a batteria nucleare, poi soppiantate dalle prime celle con tecnologia al litio.


Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: uwefed on Sep 19, 2011, 05:24 pm

Mi permetto umilmente di contaddirti. C'erano veramente, erano stati realizzati pacemaker a batteria nucleare (1967).

Quando ero nato io ....
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: GreggMellinger on Apr 12, 2014, 09:31 am

Salve a tutti :)
Vorrei costruirmi un Pomodoro (http://www.pomodorotechnique.com/). È praticamente un timer costantemente impostato su 25 minuti.
Una volta partito, deve arrivare fino alla fine e suonare/lampeggiare.
Premendo un pulsante, deve essere possibile annullare il conteggio; premendolo di nuovo, si fa ripartire il timer.
Pensavo di costruirlo con un MSP430 utilizzando gli interrupt ed il timer interno (non dev'essere preciso: un margine di più/meno un minuto su 25 è più che accettabile).
Ah già: vorrei farlo senza batterie. :)
I consumi del microcontrollore (MSP430, ma anche PIC, ATMega, ATTiny...) sono trascurabili rispetto a quelli del LED che dovrebbe avvisarmi una volta scaduto il tempo.
Utilizzo LED rossi energia (http://www.ovierasolar.it) 20mA. Non sono necessari più di due/tre lampeggi del LED.
Una cella solare mi sembra sprecata, per un'applicazione del genere...
Qualche idea per l'alimentazione?


sì, sembra che i rifiuti di applicazione e di energia .. ho lavorato su di esso e niente era guadagnato ..
Title: Re: "Fonti" di energia "alternative" per microcontrollori.
Post by: leo72 on Apr 12, 2014, 04:11 pm
Ciao e benvenuto.
Ti invito a leggere il regolamento (http://forum.arduino.cc/index.php?topic=149082.0).