Arduino Forum

International => Italiano => Hardware => Topic started by: alex87r6 on May 21, 2013, 09:38 am

Title: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 21, 2013, 09:38 am
Ciao a tutti, vi spiego il mio dubbio:
dovrei comandare una pompa collegata ad un pozzo per innaffiare un orto abbastanza grande. Quello che mi serve è dirgli di accendersi ad una tale ora e spegnersi dopo tot tempo (oppure ad una certa ora, dovrei vedere la soluzione più semplice)... Il display nn è importante, solo che dovrei poter cambiare l'orario (tramite scheda sd o cavo usb, nn sarebbe un grosso problema) In questo pozzo è già pronto un interruttore per accenderla manualmente, quindi basta staccare e collegare 2 fili (ovviamente parliamo della 220v).

Quello che mi chiedo è:
1)qual'è la soluzione più economica? Ho pensato anche ad un Attiny85, solo che se dovessi cambiare l'orario come faccio?
2)ho visto questo progetto che si chiama "Prezzemolo", solo che nn ho a disposizione una stampante a laser.. Riuscirei a farlo anche su una millefori? http://forum.arduino.cc/index.php?topic=102401.0 (http://forum.arduino.cc/index.php?topic=102401.0)
3)vorrei crearmi io fisicamente il circuito, se possibile anche con il microprocessore, ma nn ho conoscenze per poterlo fare :D vorrei iniziare da qualcosa di già pronto, anche solo per allenarmi nella saldatura ecco perchè ho pensato a "prezzemolo" :smiley-sweat:

Qualsiasi suggerimento è gradito, vi ringrazio già da adesso
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 12:29 pm
duenque, hai bisogno di un RTC (ovvero un piccolo orologio), un relè (per la 220v, da mettere in parallelo al pulsante ed in grado di reggere la potenza richiesta dalla pompa), un transitor (perchè il micro non riesce a comandare direttamente il relè), qualche resistenza (per il transistor).

per programmare ovviamente usi un arduino, con i vari collegamenti su bread-board. Quando hai il circuito funzionante, guarda "arduino on a bread-board" oppure "arduino stand-alone", il circuito per rendere indipendente il chip di arduino (ma anche i sui "figliocci") è veramente semplice.

Se puoi riprogrammare via USB, allora aggiungi un chip usb-rs232, così puoi programmare il chip con i nuovi orari collegandoci il PC; un esempio sono tutte le board arduino nano e micro che hanno il chip programmatore esterno (costa 10/15€)

Di già pronto ci sono tante cose, per esempio "prezzemolo", però come tu stesso puoi vedere è una complessita molto diversa dalla tua, oltre al fatto che impari ben poco.

Secondo me, un arduino, relè, transitor con le giuste resistenze, un RTC e sei a posto.

Per dimensionare correnttamente il transitor, bisogna dimensionare il relè, per dimensionare il relè dobbiamo conoscere quanta potenza (volt e ampere) si "mangia" la pompa. Molto probabilmente c'è scritto sopra, oppure sul sito del produttore trovi i documenti tecnici (datasheet)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 21, 2013, 12:42 pm
Prima di tutto di ringrazio molto della risposta :)

Mi piace quello che hai detto, diciamo che è alla mia portata, non costa molto e imparo qualcosa :D

Per quanto riguarda l'rtc ho già collegato con successo un ds1307 ad arduino, quindi potrei utilizzare quello.

Vado a vedere le caratteristiche della pompa per dimensionare il tutto :)

Grazie ancora!
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 21, 2013, 01:24 pm
Forse potresti essere interessato a sapere che esistono programmatori settimanale, con display già pronti, basta acquistarli e installarli.
Se invece vuoi comunque procedere a sviluppare il progetto con arduino ti è sempre utile guardare qualche programmatore commerciale.

Ad esempio non serve un relè di potenza,basta un relè in grado di commutare un carico di 1Amper, i contatti di questo andranno a pilotare la bobina di un relè o teleruttore più potente che normalmente non assorbe più di 500mA.

Il teleruttore va messo vicino alla pompa e riceve la tensione di eccitazione dal relè del programmatore settimanale.

Per un inpiantista commutare il carico in prossimita di questo è un dato di fatto, ma io non riesco a spiegarti perchè, quindi prendi questa come una regola.

Il relè che commuta il carico (es motore) va posto in prossimità del motore stesso, cioè circa 1 o massimo 2 metri dal motore. Il segnale di comando sarà a 220 volts e questi ti permette di mettere il programmatore lontano dal motore anche 100 metri.

Il motore dovrebbe avere una cassetta con all'interno un interruttore magnetotermico e teleruttore, queste cassette le vendono giù pronte assemblate.

Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: liso on May 21, 2013, 01:27 pm
non voglio fare il solito disfattista...ma io c'ho provato... e c'ho rinunciato :D e ho risolto senza arduino...
anche io ero partito con lo stesso sistema consigliato da lesto...ma poi dovevo di continuo aggiustare gli orari (sia inizialmente per capire i tempi, sia d'estate e inverno...)
allora ho risolto con un claber video 6 che invece di aprire l'elettrocalamita mi attrae un finder che fa partire la pompa.
forse alla fine la spesa è la solita
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 01:48 pm

...
Per un inpiantista commutare il carico in prossimita di questo è un dato di fatto, ma io non riesco a spiegarti perchè, quindi prendi questa come una regola.
...


... probabilmente perché le "correnti" in gioco con pompe di irrigazione di certe dimensioni ... non sono proprio trascurabili e quindi, più vicino hai il teleruttore alla pompa e meglio è ;)

Guglielmo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 01:55 pm
Quote
Ad esempio non serve un relè di potenza,basta un relè in grado di commutare un carico di 1Amper, i contatti di questo andranno a pilotare la bobina di un relè o teleruttore più potente che normalmente non assorbe più di 500mA.


come? il relè di potenza serve lo stesso, hai sostituito il transistor con un relè "piccolo".. e secondo me dal punto di vista affidabilità e costo vince il transistor a man bassa.

Quote
Per un inpiantista commutare il carico in prossimita di questo è un dato di fatto, ma io non riesco a spiegarti perchè, quindi prendi questa come una regola.

Il relè che commuta il carico (es motore) va posto in prossimità del motore stesso, cioè circa 1 o massimo 2 metri dal motore. Il segnale di comando sarà a 220 volts e questi ti permette di mettere il programmatore lontano dal motore anche 100 metri.

uhmm io invece direi che l'arduino deve essere vicino al relè, per evitare che il cavo di comando sia soggetto ad interferenze esterne (vedi "la pompa fantasma")

Quote
che invece di aprire l'elettrocalamita mi attrae un finder che fa partire la pompa

attualmente stiamo già parlando di attivare una pompa, la soluzione dell'elettrocalamita (forse intedi una elettrovalvola?) non so da dove spunti

Quote
claber video 6[...]forse alla fine la spesa è la solita

Quote
vorrei crearmi io fisicamente il circuito
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 01:57 pm

... probabilmente perché le "correnti" in gioco con pompe di irrigazione di certe dimensioni ... non sono proprio trascurabili e quindi, più vicino hai il teleruttore alla pompa e meglio è ;)

Guglielmo


puoi ampliare il discorso? non vedo che effetti possono entrare in gioco (lo so, sono un ignorante in elettronica/elettrotecnica)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 21, 2013, 02:09 pm


...
Per un inpiantista commutare il carico in prossimita di questo è un dato di fatto, ma io non riesco a spiegarti perchè, quindi prendi questa come una regola.
...


... probabilmente perché le "correnti" in gioco con pompe di irrigazione di certe dimensioni ... non sono proprio trascurabili e quindi, più vicino hai il teleruttore alla pompa e meglio è ;)

Guglielmo


Ecco appunto, anche e non solo, ma va benissimo così, cioè prendiamola come regola a seguito della spiegazione che hai dato. Per esempio la corrente viene assorbita solo dalla linea e sotto traccia non hai altri cavi che trasportano correnti importanti.

@lesto
Una tensione di 220VAC che eccita una elettrocalamita di un relè o teleruttore è un sistema di trasmissione dati di certo funzionamento, questa tensione di comando la fai commutare ad un relè piccolo posto nella scheda accando ad arduino o al 328, le correnti che scorrono nei contatti del relè posto nella scheda sono minime e ci sono minori probabilità di malfunzionamento. Occhio che il relè deve sempre essere pilotato da opportuno trasistor o driver il perchè lo abbiamo già stabilito e non è in discussione, quindi relè e transitor sono da considerare una sola entità, come per motore DC e ponte H.

Ciao.


Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 02:38 pm
Quote
Una tensione di 220VAC che eccita una elettrocalamita di un relè o teleruttore è un sistema di trasmissione dati di certo funzionamento

ottimo, ora capisco, però si parla di una 220v che pilota un motore, non un'elettrocalamita:

Quote
dovrei comandare una pompa collegata ad un pozzo

quindi non è un segnale dati ma una semplice trasmissione di potenza e dunque non soggetta ad errori. ( o meglio non sono cruciali)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 03:25 pm

...
puoi ampliare il discorso? non vedo che effetti possono entrare in gioco (lo so, sono un ignorante in elettronica/elettrotecnica)


Entra in gioco il fatto che stai lavorando con "cavi reali" e non linee teoriche come quelle che si "disegnano" sui progetti e ... tutto ciò che è reale ... ha, seppur minima (... ma neanche tanto), una resistenza (che cala con la sezione del cavo, ma aumenta con la lunghezza).

Ora ... applica la legge di Ohm (... con le correnti in gioco di una pompa autoadescante bella grossa) e capisci il perché ... ;)

Guglielmo

P.S. : I cavi di rame COSTANO  XD ... Inutile fare andare avanti e indietro cavi di potenza ... meglio commutarla in loco pilotando il tutto con un cavettino economico. Naturalmente poi molto dipende da dove ti arriva la corrente, che giri devi fare con i cavi, ecc. ecc. ;)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 21, 2013, 04:03 pm
@MauroTec: si lo so che esistono, ma vorrei costruirmelo io :D

Poi una cosa, forse nn mi sono spiegato bene io nel dirlo: la pompa che devo comandare è sommersa, due persone difficilmente riescono a tirarla su da soli, ce ne vuole una terza e il livello del pozzo praticamente non rimane mai costante,quindi per mettere arduino vicino alla pompa dovrei schermarlo per far rimanere il tutto ermeticamente chiuso. Tutto questo si deve sposare con circa 20mt di pozzo e la possibilità di non dover tirare su la pompa per regolare il timer.

Ecco perchè vi ho detto che è già predisposto un interruttore (differenziale, sono andato a leggere la sigla ma è mezza cancellata.. ho letto solo il case Schnaider Electric e sull'interruttore cod.R28 220v) e volevo attaccare l'arduino tra il cavo e l'interruttore (o studiare una soluzione per cui se voglio azionare la pompa manualmente non devo necessariamente scollegare arduino...

@gpb01: i cavi "di potenza" sono già predisposti, dalla pompa all'interruttore (messo appena fuori dal pozzo), quindi lo so che costano, ma mio padre, a suo tempo, voleva controllarla manualmente e basta :D

Per il resto non ho capito molto bene il discorso.. I dati della pompa non riesco a leggerli in giornata, ho bisogno di qualche giorno che trovo un paio di persone disposte ad aiutarmi eheheheh :smiley-yell:

Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 04:08 pm

...
@gpb01: i cavi "di potenza" sono già predisposti, dalla pompa all'interruttore (messo appena fuori dal pozzo), quindi lo so che costano, ma mio padre, a suo tempo, voleva controllarla manualmente e basta :D
...


Ma io stavo rispondendo alla questione di Lesto, NON a te XD XD XD

E comunque ... tuo padre, come vedi, lo ha messo "appena fuori dal pozzo" (... quindi il più vicino possibile alla pompa, ma pur sempre facilmente accessibile) e non lo ha portato fin dentro casa ... da dove magari era ancora più comodo controllarla ... proprio per le vari ragioni di cui si parlava ;)

Guglielmo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 21, 2013, 04:22 pm

Ma io stavo rispondendo alla questione di Lesto, NON a te XD XD XD

E comunque ... tuo padre, come vedi, lo ha messo "appena fuori dal pozzo" (... quindi il più vicino possibile alla pompa, ma pur sempre facilmente accessibile) e non lo ha portato fin dentro casa ... da dove magari era ancora più comodo controllarla ... proprio per le vari ragioni di cui si parlava ;)

Guglielmo
Pensavo centrasse con la mia questione :D

Però c'è una bella differenza tra metterlo vicino alla pompa (1-2 metri) e fuori dal pozzo (10-15 metri). Dentro casa nn ci arriverà mai, nn mi serve :)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 04:26 pm

...
Però c'è una bella differenza tra metterlo vicino alla pompa (1-2 metri) e fuori dal pozzo (10-15 metri). Dentro casa nn ci arriverà mai, nn mi serve :)


Certo, certo, e sicuramente, chi ha fatto l'impianto, avrà guardato l'assorbimento dei quella pompa ed avrà calcolato correttamente la sezione del cavo. ;)

Guglielmo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 04:36 pm

Entra in gioco il fatto che stai lavorando con "cavi reali" e non linee teoriche come quelle che si "disegnano" sui progetti e ... tutto ciò che è reale ... ha, seppur minima (... ma neanche tanto), una resistenza (che cala con la sezione del cavo, ma aumenta con la lunghezza).

Ora ... applica la legge di Ohm (... con le correnti in gioco di una pompa autoadescante bella grossa) e capisci il perché ... ;)

Guglielmo


ok, ma lui i cavi li ha già tutti. io ho suggerito di mettersi in parallelo all'interruttore (o sostituirsi ad esso, ma perdi il l'accensione completamente manuale in caso rottura della scheda/chip), quindi immaginavo una cosa che stesse tutta nello stesso scatolotto dell'interruttore.

@alex: che sfiga, se almeno riuscissi a capire quanti ampere regge il differenziale, possiamo dar per scontato che sia stato dimensionanto correttamente e possiamo usare quello come valore per il relè. però a questo punto mi pare un pò bruttino bypassare il salvavita.. anzi, ci aggiungerei un magnetotermico contro i cortocircuiti. Quelli staranno a monte, sempre accesi, poi il rele+un altro differenziale in parallelo per la gestione automatica e manuale.

Costicchia molto come soluzione, ma hai un salvavita e anti-cortocircuito dedicati alla pompa, che essendo immersa.... non fa mai male.

(ripeto che sono un ignorante di elettronica, se ho detto baggianate correggetemi!!)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 21, 2013, 04:49 pm
@lesto: sei l'unico che mi dai carica, grazie hihihihi  :D (senza offesa per gli altri, si scherza :smiley-sweat:)
Se tenessi l'interruttore che ho sempre acceso e creassi un bottone manuale sull'arduino così che se voglio accenderla manualmente premo il pulsante, altrimenti va con il timer.. Che ne dici? Così il salvavita mi rimane e lo sfrutto, mentre l'arduino lo metterei tra l'interruttore e la 220v :)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 04:55 pm

...
ok, ma lui i cavi li ha già tutti. io ho suggerito di mettersi in parallelo all'interruttore (o sostituirsi ad esso, ma perdi il l'accensione completamente manuale in caso rottura della scheda/chip), quindi immaginavo una cosa che stesse tutta nello stesso scatolotto dell'interruttore.
...


@Lesto : Si, ma infatti il discorso era nato dalla domanda sul perché era meglio che gli interruttori/teleruttori stessero prossimi al carico .... quindi in via generale. Nel caso specifico abbiamo già tutto e quindi, sicuramente, la cosa più ovvia è mettersi in parallelo all'esistente interruttore ! ;)

Guglielmo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 05:05 pm
Quote
@lesto: sei l'unico che mi dai carica, grazie


il progetto è semplice, certo c'è il rischio perchè si lavora con la 220V, e peggio ancora in un ambiente a rischio, però non si discosta molto dall'accende la lampada col clap etc.. Il probelma è che spesso ci si perde nella teoria e si perde di vista la richiesta e i vincoli iniziali (succede spesso anche a me eh..)

Quote
Se tenessi l'interruttore che ho sempre acceso e creassi un bottone manuale sull'arduino

quello che ho sempre detto, è una buona soluzione fichè non si frigge l'arduino. potresti PARZIALMENETE bypassarlo collenado il pulsante tra transistor e 5v (quindi senza leggere il pulsate dall'arduino), in parallelo con il pin arduino che comanda il transistor, così anche se si frigge il chip il tutto funziona.

Il punto di fail rimane però il regolatore di tensione che produce i 5v, fritto quello non va nè arduino nè il pulsante, però puoi prevedere di non saldarlo sulla board finale ma di "agganciarlo" in qualche modo, e lasciarne un paio di emergenza per fare lo scambio in un attimo. (tanto sono componenti da neanche un euro, e che se trattati nelle specifiche hanno tempi di vita di anni.

Poi volendo si può pensare di usare arduino a 3.3v, con sleep aggressivi sfruttando la possibilità di svegliarsi con interrupt esterni e la possibilità di molti RTC di inviare un impulso ad un'ora prefissata (esattamente come una sveglia!), transistor NPN, relè bistabile (e quì bisogna prevedere un sistema di feed-back per far capire ad arduino lo stato del relè) così da rendere il tutto a consumo quasi nullo, roba che con un pannellisno solare e una batteria tampone diventi indipendente al 100%
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 05:26 pm
Scusa, ma la cosa più semplice non è :

1. chiedi a tuo padre quant'è l'assorbimento della pompa (... se ha messo lui l'interruttore lo avrà scelto in funzione dell'assorbimento)

2. compri un "teleruttore" adatto a commutare quella potenza e lo metti in parallelo all'attuale interruttore

3. Piloti il "teleruttore" tramite un piccolo relè gestito da Arduino

... mi sembra la via più diretta ... :smiley-roll:

Guglielmo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 21, 2013, 06:53 pm
@lesto: Intendi mettere un interruttore tra i due pallini rossi della foto? (scusa la mia niubbaggine)
Per la seconda parte del messaggio ho capito in linea di massima il procedimento, ma lo userei se proprio mi brucia un regolatore di tensione al mese :D E cambiarne uno ogni tanto non m'importerebbe, sempre se parliamo di un paio all'anno  :smiley-roll:

@gpb01: mio padre ha comandato un tipo di farlo, solo che è successo abbastanza tempo fa e nel frattempo il tipo è morto... Non succede niente, mi armo di un pò di forza lavoro e controlliamo la pompa "fisicamente" XD
Il teleruttore scusa ma quanto costa? Giusto per farmi un calcolo della spesa e di cosa mi conviene di più :) :) Grazie a tutti, siete molto gentili
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: gpb01 on May 21, 2013, 07:07 pm

...
Il teleruttore scusa ma quanto costa? Giusto per farmi un calcolo della spesa e di cosa mi conviene di più :) :)


Bé ... ovviamente dipende dalla potenza che deve commutare e dalla marca/qualità ... dai ...10/15 € a salire ... :smiley-roll:

Una volta che sai la potenza esatta, passa in un negozio di elettricità e domanda ... ;)

Guglielmo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 21, 2013, 09:02 pm
Quote
Però c'è una bella differenza tra metterlo vicino alla pompa (1-2 metri) e fuori dal pozzo (10-15 metri). Dentro casa nn ci arriverà mai, nn mi serve smiley


Il rischio alto di frintendimento mi dice che combinerai un papocchio, io mi tiro fuori, anche perchè si lavora con la 220Vac e anche una cosa banale come stringere i morsetti del teleruttore con un cacciavite non adatto porta conseguenze disastrose, ne ho viste cassette carbonizzate io.

Fai il lavoro di progettazione ma il lavoro di installazione fallo fare ad un elettricista competente. Non è un lavoro che possono fare tutti.

@Lesto
Non lo so, se sono io che non mi so spiegare o tu che non mi capisci, ma non è importante stabilirlo, ciò che risulta evidente che non ci capiamo. :D
Un bit è un dato? si
Un bit dove il bit alto corrisponde a 220Vac e quello basso a ~0Vac è considerabile come un bun segnale? si
Il relè 5 volts che commuta 1A 220Ac che lavorerà con corrente non superiore a 500mA, porta più o meno disturbi di un rele con bobina 12Vdc che può commutare 15A a 220VAC. Porta meno disturbi ed evita la necessità di usare un alimentatore 12 1A.

@alex87r6
Quote
@lesto: Intendi mettere un interruttore tra i due pallini rossi della foto? (scusa la mia niubbaggine)

No, devi mettere un interruttore in parallelo ai contatti del relè, ovviamente se lo comandi manuale escludi il programmatore automatico.

Incognita, è trifase il motore della pompa?

Anche se la pompa è grande di dimensioni non vuol dire che ha un motore potente, le pompe sommerse quelle tutte in acciao che costano
anche 5 mila € sono pluristadio che occupa spazio, e normalmente sono posti uno sull'altro più stadi così la pompa assume la forma a siluro di altezza di circa 2 metri. Stimo una potenza non superiore ai 2KW e ci vuole un teleruttore da 15A categoria AC3 o 25A Cat AC1.

Ti puoi fare una idea della potenza elettrica se sai quanto profondo è il pozzo rispetto alla superficie, seguendo questo link http://www.ksb.it/prodotti.aspx?parent=Captazione&idParent=90&id=27 (http://www.ksb.it/prodotti.aspx?parent=Captazione&idParent=90&id=27)

Ciao.

Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 21, 2013, 10:57 pm
Quote
Il relè 5 volts che commuta 1A 220Ac che lavorerà con corrente non superiore a 500mA, porta più o meno disturbi di un rele con bobina 12Vdc che può commutare 15A a 220VAC. Porta meno disturbi ed evita la necessità di usare un alimentatore 12 1A.

sinceramente non ne ho idea. però non ho capito perchè hai tirato fuori la differenza tra 5 e 12v,non ho mai parlato di tensioni di lavoro del relè, che comunque a quantoo ho è stato escluso in favore di un teleruttore, che sono andato a leggermi su wikipedia (è un inizio dai), e mi pare molto più adatto.

Quote
ma lo userei se proprio mi brucia un regolatore di tensione al mese

se bruci un regolatore direi che c'è da rivedere il circuito, sinceramente in un paio d'anni che gioco con l'elettronica non ne ho mai bruciato uno, e ti assicuro che non li ho trattati bene  :smiley-roll-sweat:

Quote
anche perchè si lavora con la 220Vac e anche una cosa banale come stringere i morsetti del teleruttore con un cacciavite non adatto porta conseguenze disastrose, ne ho viste cassette carbonizzate io.

motivo in più per cui, secondo me, i tuoi interventi in discussione valgono tantissimo
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 22, 2013, 12:00 am
@gpb01: Ok, appena ho i dati ve li comunico, grazie! Ottima soluzione la tua, il contattore è quello che mi servirebbe :) Più o meno ho visto le pompe e dovrebbe poter reggere una corrente tra i 10 e i 25 Ampere, ma aspetto di essere più sicuro :)

@MauroTec: se proprio devo ho l'elettricista di fiducia che mi aiuterebbe, ma vorrei farlo io, con tutte le dovute precauzioni!
Grazie per l'appunto sul modo di collegamento del bottone :)

Quote
se bruci un regolatore direi che c'è da rivedere il circuito, sinceramente in un paio d'anni che gioco con l'elettronica non ne ho mai bruciato uno, e ti assicuro che non li ho trattati bene  smiley-roll-sweat
Allora speriamo di buttar giù qualcosa di decente e duraturo :D hihihih
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 22, 2013, 12:21 am
Quote

sinceramente non ne ho idea. però non ho capito perchè hai tirato fuori la differenza tra 5 e 12v,non ho mai parlato di tensioni di lavoro del relè, che comunque a quantoo ho è stato escluso in favore di un teleruttore, che sono andato a leggermi su wikipedia (è un inizio dai), e mi pare molto più adatto.


Si lo so, ma la tensione del relè devi comunque sceglierla e se possibile è meglio un relè da 5Vdc. Si può pensare usare un relè da 20A la cui bobina viene eccitata dalla corrente che scorre nel collettore di un transistor. Ma il relè da 20A non lo trovi con bobina a 5VDC, perchè serve molto energia per muovere e tenere a contatto la meccanica dei contatti e se la tensione è bassa ovviamente deve salire per forza di cose la corrente, e questo significa trasistor e diodi più potenti ed alimentatore più potente con il rischio di creare sporcizia alla tensione di 5Vdc che è condivisa con il microcontroller, allora passi alla bobina da 12Vdc e la corrente di bobina potrebbe sempre essere alta e c'è la necessità di usare un trasformatore da 12, quando basterebbe uno da 9 per alimentare il regolatore a tutto vantaggio del calore disperso da questo.
Ma cosa più importante è che se commutiamo correnti importanti vicino ad un microcontroller ne dobbiamo proprio avere un buon motivo, in tal caso anche il carico (es motore) è nelle vicinanze. Questa necessità si verifica raramente e basta allontanare il relè di 20cm per evitare problemi, ma mai andarseli a cercare.

Nel disegno:
MT:       Magneto Termico
TRT:      Teleruttore
B:          Bobina telerruttore 220Vac
IM:         Interruttore intervento manuale esclusione programmatore remoto
CR:        Comando Remoto.

Ma ripeto è lavoro che deve fare un professionista e lo deve fare essendo sul posto e valutando le eventuali varianti del caso.

Ciao.

Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 22, 2013, 12:01 pm
@MauroTec: Grazie della spiegazione! Siccome sono duro di capoccia, potresti controllare se lo schema "grafico" che ho fatto va bene?
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 22, 2013, 01:44 pm
Sembra ok, non mi torna quel 9V Arduino. I due fili connessi all'interruttore IM vanno ai contatti del relè montato nella scheda vicino ad arduino.

Per il resto, tipo l'alimentazione di arduino non deve comparire, quello che devi fare è rendere il quadretto remotabile e basta lo schema che ho disegnato io o quello che tuo, però tu hai forse fatto meglio, cioè IM dovrebbe interrompere il neutro che di solito è di colore azzurro, mentre la fase è marrone o nera, i fili di ritorno dal carico solitamente sono rossi, questo portano corrente che passa attraverso la resistenza del carico, però qui ci vuole l'impiantista, magari @testato, perchè io non sono impiantista e non sono aggiornato sui colori.

Ai due fili che ho chiamato remote puoi collegare un interruttore oltre ad IM per provare che funziona, poi ci collegherai i file del relè montato su scheda e occhio che sui contatti hai comunque una fase 220V che deve stare lontana dal circuito a bassa tensione.

La millefori è buona per la sperimentazione ma c'è il rischio di fare corto tra la fase e la gnd o +5vdc, con ovvie conseguenze, terminata la millefori conviene proteggere le saldature e tutti i fili, verniciando tutto o proteggendo la superfice con un pezzo di plastica sottile, poi la condenza è una rogna e allora non mettere nienti a diretto contatto con la superficie dove ci sono fili scoperti, perchè il miglior isolante è l'aria.

Dove avresti intensione di posizionare arduino con la sua scheda relè?
Non dentro la cassetta in cui c'è il telerruttore verò.

Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 22, 2013, 01:57 pm
Quote
Ai due fili che ho chiamato remote puoi collegare un interruttore oltre ad IM per provare che funziona, poi ci collegherai i file del relè montato su scheda e occhio che sui contatti hai comunque una fase 220V che deve stare lontana dal circuito a bassa tensione.


ecco, sottolineerei questo punto; i due contatti hanno lo stesso la 220Vac, solo che praticamente non hanno carico, quindi sono pilotabili con un comune relè 5V che potrebbe non necessitare di transistor. Quindi occhio a quello che fai, hai la 220Vac che gira per il circuito, e sicuramente sono tensioni che una breadbord, e magari anche una millefori, non reggono.

Quote
non mi torna quel 9V Arduino

credo sia l'alimentazione, che arriverà da un trasformatore immagino a monte del teletuttore, magari tra teleruttore e magnetotermico.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 22, 2013, 02:49 pm
No il transistor ci va sempre, è culo e camicia, e c'è anche il diodo di ricircolo, insomma lo schema è sempre quello.

Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 22, 2013, 04:51 pm
Ok grazie a tutti :) Mi avete aiutato molto :)

@MauroTec: il 9v l'ho messo tanto per, in principio nn mi sono nemmeno posto il problema e pensavo di attaccarci una batteria... Però visto che mi avete creato il problema dovrò risolvere anche sta cosa  :(

Volevo procedere così:
1) Mi munisco di un relè 5v-220v per accendere e spegnere una lampadina, così capisco bene come funziona (ovviamente prendo un transistor e un diodo adatti)
2) Aggiungo un interruttore a questo circuito per il controllo manuale dell'accensione-spegnimento della lampadina
3) Una volta che tutto funziona dimensiono il relè+transistor (e il teleruttore) per la pompa
4) Butto giù una bozza del circuito finale da realizzare nella millefori
5) Mi creo il problema dell'alimentazione di arduino
6) Cerco una soluzione ermetica per racchiudere arduino
7) Realizzo il circuito
8 ) Mi faccio aiutare dall'elettricista di fiducia per il montaggio :)

Che ne dite? Procedo?

Quote
credo sia l'alimentazione, che arriverà da un trasformatore immagino a monte del teletuttore, magari tra teleruttore e magnetotermico.
Grazie, me ne ricorderò appena arrivo alla fase 5 :D ihihih
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 22, 2013, 05:19 pm
per la scatola, i fornitori come ABB e simili hanno delle scatole IP qalcosa. quel qualcosa sono 2 numeri che identificano il grado di protezione fornito dalla scatola: http://it.wikipedia.org/wiki/International_Protection
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 22, 2013, 05:45 pm

relè bistabile (e quì bisogna prevedere un sistema di feed-back per far capire ad arduino lo stato del relè)


Questa è una domanda che ho già fatto e a cui non ho avuto risposta. Come potrebbe essere questo circuito di feedback? So che potrei controllare la corrente a valle del relé ma vorrei capire se c'è un modo per controllare lo stato del relé.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 22, 2013, 05:57 pm
dunque, a questo punto il relè lo prendi monostabile, e lo stesso per il teleruttore. Rimane da capire se il circuito è chiuso dall'interruttore;se usi un interruttore a 5v in parallelo al pin arduino, allora puoi leggere il suo stato mettendo in parallelo anche un pin usato come input.

non so se esistono teleruttori/relè con feedback, ma dubito
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 22, 2013, 06:16 pm
Per il monostabile non ci sono problemi. E' il bistabile che vorrei capire come sapere del suo stato.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: marinaio67 on May 22, 2013, 06:30 pm
Bisognerebbe trovare un bistabile con doppio contatto... uno lo usi per interrompere la fase e uno come contatto puro per fare il feedback...
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 22, 2013, 07:16 pm
Giusto!
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Etemenanki on May 22, 2013, 07:27 pm

...
non so se esistono teleruttori/relè con feedback, ma dubito


Be', non esattamente pensato come un feedback ... ma per quanto ricordo di quando li usavo, tutti i teleruttori che usavo avevano due contatti ausiliari in bassa tensione (di solito in basso vicino ai morsetti della bobina) uno NA ed uno NC, che in genere vengono usati per i circuiti di autoritenuta e di interlock, quindi si potrebbe usare uno di questi come feedback ;)

Rele con feedback, decisamente no, al massimo hanno un feedback "visivo" (una piastrina di plastica arancio o rossa che si sposta in posizioni diverse quando il rele e' eccitato o diseccitato) ... ma dato che ci sono anche a 4 scambi, i contatti da usare come feedback non mancano ;)

EDIT: dimenticavo, rele' bistabili li trovi a 2, 3 e 4 contatti, sia a bobina singola (inverti la polarita' per cambiare stato) sia a doppia bobina (una attacca ed una stacca)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 22, 2013, 07:39 pm
Grazie, chiarissimo!
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 22, 2013, 07:39 pm
Si è accavallata la mia discussione con la domanda sul feedback del relè dell'utente "zoomx". Dubito che a lui serva un teleruttore ihhihihi :D

Cmq anche se nn lo avevo domandato io ho avuto dei chiarimenti interessanti, grazie  ]:D
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 22, 2013, 07:47 pm
Stavo ragionando sull'assorbimento di corrente della pompa sommersa... Visto che so che nell'impianto elettrico (della casa dove si trova il pozzo, non è la mia abitazione ma una casa in campagna) l'allaccio è di 3kW, posso fare le proporzioni sapendo questo dato? Ipotizzando che la pompa al massimo assorbe 3000W di potenza, ponendo 230V mi viene 13A circa... Quindi basterebbe dimensionare il teleruttore a circa 16A, così come il relè e il relativo transistor e sto apposto. Non mi serve alzare la pompa e leggere il datasheet... Ho ragionato in modo giusto o faccio un errore di cui ignoro l'esistenza?

Semmai ho già una lista di componenti da comprare da sottoporre a verifica :D ahahahah
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 22, 2013, 08:24 pm
Ma una bella foto della attuale cassetta interrutore montata la puoi postare.

Tu non hai necessità di mettere questo programmatore settimanale dentro un androne, scala, magazzino, tettoia ecc, non c'è la possibilità per comodità di montare il programmatore in un altro posto?

Il telerruttore è una bella bestia, la elettrocalamita interna produce un bel pò di campo magnetico, se la scheda arduino deve vivere nella stessa scatola/cassetta/quadretto si devono prendere delle precauzioni.

L'ideale sarebbe un unico PCB, quindi un microcontroller 328 + tutto il resto montato su una scheda di PCB specificamente progettata.
Se vuoi usare arduino tieni in conto tutti i problemi che possono portare l'instabilità degli header con gli spinotti.

Le fasi che io ti farei seguire sono:
1 ) Compra teleruttore adatto, Bobbina 220Vac, contatti AC3 bipolare + uno Ausiliario.
2 )Lampada spia da pannello, anche più di una. 1 indica presenza rete e va dopo il magneto termico, l'altra messa sul contatto ausiliario per  segnalare che il telerruttore e la bobina funzionano, ma se il motore non girà allora capisci che i contatti si sono rotti e il tele e da cambiare.

Comprare quadretto a norma din, con guide din su cui allogiare magnetoT, teleruttore, interruttore IM, morsetti di derivazione, spie che devono essere con alloggio din.

3 Alimentare la bobina del telerruttore a 220V per costatarne il funzionamento, si sente un rumore e se il tele è pogiato in modo precario, si muove per vie delle masse interne messe in movimento dall'elettromagnete.
4 assemblare tutto dentro il quadro din.
5 controllare il cablagio e fornire alimentazione al magneto termico.
6 Accendere il magneto e testare l'accensione spia
7 premere l'interuttore IM e constatare l'accensione della spia e l'intervento del teleruttore.
8 collegare lampada nei contatti del teleruttore a simulare la presenza del motore.
9 testare il funzionamento
10 pronti per installare il quadretto.

Se arduino deve per forza stare dentro il quadretto saltare la fase 10, procedere a installare arduino + la scheda relè o nel caso di standalone installare la scheda.
1 comprare un allogio din di dimensioni sufficienti a contenere arduino e la scheda relè il display, i pulsantini ecc o standalone completo.
2 montare il tutto dentro l'allogio din, tranne l'alimentatore.
fornire tensione di alimentazio ad arduino 9 to 12Vdc per provare tutto a banco.

Ora c'è il problema alimentatore:
Misurare tensione di rete con tester di qualità, avere la certezza che l'enel mantiene la tensione entro i valori garantiti, cioè 230Vac +/-10%
e allora comprare trasformatore adeguato per fare in modo che sul secondario raddrizzato e filtrato ci siano max 10V.

Oppure fregarsene e comprare un alimentare a commutazione con uscita 9Vdc, non spendere poco, le dimensioni non devono essere esagerate perchè deve entrare dentro il quadro din.

Comunque questo è un problema da risolvere per ultimo, tanto per le prove un alimentatore per alimentare arduino devi averlo.

Poi fare un versamento sul mio contocorrente da almeno 500€, in PVT di do il numero di conto.  ]:D

Quando  vai a comprare il teleruttore è molto probabile che taglie da 12 A non ne trovi e nemmeno da 15A quindi devi prendere quello che hanno, e sicuramente il 25A lo trovi e va bene, sia AC1 che AC3 che costa di più, tu richiedi un 15A AC3.

Il relè basta uno da 5Vdc capace di interrompere una corrente 1 Amper a 220Vac, molto probabile che troverai conveniente un 5V 5A, cerca su RS components.

Ciao.


Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 22, 2013, 08:49 pm

Si è accavallata la mia discussione con la domanda sul feedback del relè dell'utente "zoomx". Dubito che a lui serva un teleruttore ihhihihi :D

Veramente la domanda sul teleruttore (burp!) l'avrei pure. Perché sto valutando di realizzare un volgare timer con telecomando per far funzionare una vecchissima pompa trifase per acqua per 5 minuti perché non ho trovato nulla di pronto. Ho capito che per la trifase ci vuole proprio un teleruttore.
Per il bistabile invece sono a posto!

MauroTec,
ma se uno prende uno di quegli alimentatori che funzionano sia a 220V che a 115V? Cos'è un alimentatore a commutazione? Quello non switching con un grosso trasformatore e l'elettronica di livellazione e filtrazione?
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 22, 2013, 08:58 pm


Si è accavallata la mia discussione con la domanda sul feedback del relè dell'utente "zoomx". Dubito che a lui serva un teleruttore ihhihihi :D

Veramente la domanda sul teleruttore (burp!) l'avrei pure. Perché sto valutando di realizzare un volgare timer con telecomando per far funzionare una vecchissima pompa trifase per acqua per 5 minuti perché non ho trovato nulla di pronto. Ho capito che per la trifase ci vuole proprio un teleruttore.
Per il bistabile invece sono a posto!

MauroTec,
ma se uno prende uno di quegli alimentatori che funzionano sia a 220V che a 115V? Cos'è un alimentatore a commutazione? Quello non switching con un grosso trasformatore e l'elettronica di livellazione e filtrazione?


L'ideale sarebbe un alimentatore installabile su barra din, ma dubito riesca a trovare qualcosa a costo accessibile.
L'alimentatore a commutazione è quello che in inglese viene chiamato alimentatore switching.
Quelli tradizionali sono poco efficienti, ingombranti, ma se lo hai dentro e ci entra e funziona e se lo ecc insomma uno quello che ha usa
ma non sempre è la soluzione adatta e preferibile.

Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 22, 2013, 09:23 pm

L'alimentatore a commutazione è quello che in inglese viene chiamato alimentatore switching.

Mi sento uno stupido. Switching->commutazione in italiano. E dire che ce lo avevo davanti! L'ho sempre trovato scritto in inglese. Li preferisco anche io.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 23, 2013, 12:56 am
però se non erro lo switching ha lo svantaggio di creare campi magnetici fastidiosi, proprio per la sua natura accendi/spegni
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 23, 2013, 08:23 am
Ormai tutti gli alimentatori consumer sono realizzati in questo modo.
Quelli realizzati male inserivano disturbi sulle linee alimentate e su quelle da cui prendevano energia.
Se parliamo di disturbi irradiati non credo siano un grosso problema, si possono schermare.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 23, 2013, 11:49 am
I campi magnetici alternati vengono prodotti da trasformatori, bobine soggette a correnti alternate, gli alimentatori a commutazione generano radio frequenze che come si sa tendo a propagarsi nello spazio, per fortuna esiste il modo di schermare queste radio frequenze, ma comporta una progettazione attenta e un costo, questo evidentemente ha comportato l'introduzione sul mercato di porcherie commercializzate solo per fare soldi. I televisori hanno più di un alimentatore a commutazione, il PC ha un alimentatore a commutazione, i PC portatili hanno un caricabatteria/alimentatore a commutazione, le lavatrici, e in genere i grandi elettrodomestici sono dotati di alimentatori a commutazione e per risparmiare alcune case produttrici non schermano l'alimentatore ma mettono il micro 10Cm lontano dallo switching sulla stessa scheda, tanto il telaio dell'elettrodomestico è di metallo connesso a terra.

Quindi l'alimentatore a commutazione è sufficientemente maturo da essere impiegato ovunque, e il fatto che alcuni abbiano riscontrato malfunzionamenti a causi dell'alimentatore a commutazione non vuole dire che tutti gli alimentatori a commutazione sono da evitare e che quindi e meglio questo o quello analogico ecc. Molti delle anomalie emerse dagli utenti di questo forum dipendono da cattivo cablagio, cattivo layout del PCB e anche scadente alimentatore o un suo uso scorretto.

Ho percaso detto che l'alimentatore tradizionale è inferiore all'alimentatore a commutazione, no giusto non l'ho detto e non
lo voglio sentir dire dagli utenti del forum.

Certo che l'alimentatore a commutazione ha dei vantaggi, allora perchè non sfruttarli, si però i disturbi .... si ma il pc che usi ha un alimentatore a commutazione da 400W eppure non ci sono reset, mo arriva qualcuno e dice: non è vero il mio pc si resettava e dopo aver cambiato l'alimentatore tutto è andato a posto. Ovviamente era guasto e quindi da sostituire.

Io ho un alimentatore marca life che non vale i soldi che ho speso, se in commercio avessi trovato un buon alimentatore a commutazione dal prezzo di 50€ l'avrei comprato e lo sfrutterei, mentre ho speso solo 11€ e l'alimentatore è li buttato a prendere polvere.

Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 23, 2013, 11:59 am
Scusate un'informazione: vorrei autocostruirmi un arduino da mettere su una millefori. Ho dei dubbi sull'alimentazione e sul modulo di collegamento rs232.

Ho visto l'ABC per implementare il modulo max232, dite che ce la faccio a implementarlo nel mio progetto o è meglio comprare un modulo già fatto? Poi non mi è chiara una cosa... Una volta che mi sono costruito questo modulo serial/usb poi posso collegarlo al pc e il software arduino me lo riconosce come fosse un vero arduino?

Poi un'altra cosa.. Questo jack va bene per alimentare l'arduino? http://www.mouser.com/ds/2/209/KC-300975-192186.pdf (http://www.mouser.com/ds/2/209/KC-300975-192186.pdf)

Grazie
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 23, 2013, 12:20 pm

@alex87r6
Conviene comprarlo.
http://store.arduino.cc/it/index.php?main_page=product_info&cPath=11_12&products_id=143 (http://store.arduino.cc/it/index.php?main_page=product_info&cPath=11_12&products_id=143)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 23, 2013, 12:28 pm


@alex87r6
Conviene comprarlo.
http://store.arduino.cc/it/index.php?main_page=product_info&cPath=11_12&products_id=143 (http://store.arduino.cc/it/index.php?main_page=product_info&cPath=11_12&products_id=143)

http://www.ebay.it/itm/USB-2-0-to-Serial-TTL-with-Dual-3-3V-and-5V-Output-and-Leads-suits-RPI-/111023766941?pt=UK_BOI_Electrical_Components_Supplies_ET&hash=item19d9883d9d (http://www.ebay.it/itm/USB-2-0-to-Serial-TTL-with-Dual-3-3V-and-5V-Output-and-Leads-suits-RPI-/111023766941?pt=UK_BOI_Electrical_Components_Supplies_ET&hash=item19d9883d9d)?
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: Maurotec on May 23, 2013, 01:09 pm
No quello no, è cinese, non c'è lo schema, non è open source, e fai male ad acquistarlo.
Non mi dirai che per 6€ fallisci, dai smettiamola, poi se non ti funziona, o non sai come collegarlo viene a chiedere qui, e noi senza schema
dovremmo anche saperti dire qualcosa di sensato, no e poi no, guarda che mi inc..zo ]:D

Ciao.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 23, 2013, 02:06 pm
ahahahahah  :D Grazie :D

Per quanto riguarda l'alimentazione di arduino questo jack va bene? http://www.mouser.com/ds/2/209/KC-300975-192186.pdf (http://www.mouser.com/ds/2/209/KC-300975-192186.pdf)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: zoomx on May 23, 2013, 02:28 pm
Veramente a me sembra che abbia un PCB molto commentato. Io ho quello con il chip Prolific e funziona. Però bisogna stare attenti ai chip cloni dei Prolific in quanto negli ultimi driver per Windows sembra abbiano implementato qualcosa per riconoscerli per cui non partono  e becchi un errore 10.
E questo su eBay sembra si fermi a XP.
In fondo è solo un convertitore USBseriale, lo puoi sostituire benissimo con altro.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 24, 2013, 02:19 pm
@lesto: Mi sono andato a rileggere quello che mi avevi consigliato nel secondo post (di cui mi ero dimenticato :D ).. Per riprogrammare il mio progetto penso di metterci uno zoccolo sulla board con tutti i collegamenti già fatti per ospitare un arduino nano e lo riprogrammo così :)
Grazie ancora :)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 24, 2013, 03:08 pm
ricorda di lasciare libreri i pin digitali 0 e 1 (segnati come rx e tx) perchè sono usati dal programmatore
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 24, 2013, 04:05 pm

ricorda di lasciare libreri i pin digitali 0 e 1 (segnati come rx e tx) perchè sono usati dal programmatore
Perfetto grazie :)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 26, 2013, 04:25 pm
Sto facendo la lista dei pezzi che mi servono. Vorrei mettere un led per capire quando un relè è acceso. In teoria ho capito che va messo tra il transistor e il relè, in serie, quello che nn riesco a capire è il dimensionamento della resistenza.

Il led ha caratteristiche: 2,1V e 20mA come valori tipici
Il transistor è un BC33725BU: questo è il datasheet http://www.mouser.com/ds/2/149/BC337-193546.pdf (http://www.mouser.com/ds/2/149/BC337-193546.pdf)
Il relè in questione è: http://www.mouser.com/ds/2/418/NG_DS_RZ_0910-166204.pdf (http://www.mouser.com/ds/2/418/NG_DS_RZ_0910-166204.pdf)

Io ci metterei una resistenza da 220ohm, sbaglio?
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: leo72 on May 26, 2013, 05:30 pm
La formuletta classica per la R sulla base è:
I=(V-Vf)/R
V è la tensione di alimentazione, Vf la tensione di giunzione del led, R la resistenza e I la corrente.
Rigirandola, R=(V-Vf)/I  quindi x=(5-2,5)/0,02=125. Una 220 va perciò bene.

Segui uno schemino come questo.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 27, 2013, 11:28 am
Grazie mille, molto gentile e schema chiaro :)
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 28, 2013, 09:11 pm
Sto facendo la spesa di alcuni componenti che mi servono per comporre la parte relè e della piattaforma arduino stand-alone... Ci dovrei attaccare un Arduino Nano che nn compro su Mouser, ma a parte... Visto che oltre i 65 euro ho le spese gratuite ho messo insieme un pò di pezzi, per esperimenti futuri... Gli date un'occhiata? Grazie
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: BaBBuino on May 28, 2013, 11:46 pm
Cosa vuoi sapere?

Mouser non è il posto migliore per gli acquisti di un privato.
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 29, 2013, 10:19 am
Bè in realtà ho già comprato da mouser proprio all'inizio da niubbo.. ho trovato i prezzi migliori (avevo preso arduino+sensori+resistenze quasi come fosse un kit di prototipazione) e mi hanno spedito il pacco dal texas in 1giorno e mezzo, nemmeno chi spediva dall'Italia mi ha mai trattato così...

Adesso volevo ricomprare da loro perchè volevo un bel pò di resistenze, led, ci prendo anche i relè, dei pezzi per mettere arduino su una millefori e qualche altra cosetta... Siccome il prossimo ordine vorrei farlo da ebay così prendo il pezzo singolo che mi serve volevo sapere se più o meno ero coperto su sperimentazioni future... Scusate la lunghezza, vi posto semmai la lista completa con le sigle e il relativo componente :)

Ecco la lista semplificata
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: brunello22 on May 29, 2013, 11:07 am
Microcontrollori AtMega328P-PU

Cristalli 16MHz Quel modello e' in SMD

Resistenze da 1/4W: 47; 100; 150; 220; 330; 470; 1k; 2,2k; 4.7k; 10k; 100k; 330k; 1M; 10M
e non lesinare sulle qta fino a 10K

Potenziometro 10k Anche trimmer, perche' prima o poi un LCd lo vorrai collegare

Transistor BC639 non e' molto meglio del BC337, cerca qualcosa con maggiore corrente

Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 29, 2013, 11:50 am
Grande, grazie :))

Non sapevo esistesse un atmega328p... Mi sono informato ed è più semplice da programmare, quindi oook!

Quote
Cristalli 16MHz Quel modello e' in SMD
ho risolto con un radiale :D

Quote

Resistenze da 1/4W: 47; 100; 150; 220; 330; 470; 1k; 2,2k; 4.7k; 10k; 100k; 330k; 1M; 10M
e non lesinare sulle qta fino a 10K
da 2.2k ce l'avevo, ma posso aggiungerle :)

Quote
Potenziometro 10k Anche trimmer, perche' prima o poi un LCd lo vorrai collegare
Non ho capito che vuoi dire.. Per l'lcd a suo tempo avevo preso questo e sembra funzionarmi  :smiley-eek: http://it.mouser.com/ProductDetail/Bourns/PTV09A-4020F-B103/?qs=Qzws7J6gxqx9VaKCiVoniw== (http://it.mouser.com/ProductDetail/Bourns/PTV09A-4020F-B103/?qs=Qzws7J6gxqx9VaKCiVoniw==) Ne volevo un altro per dei futuri progetti..
Questo andrebbe bene? http://it.mouser.com/ProductDetail/BI-Technologies/36WR10KLF/?qs=sGAEpiMZZMvygUB3GLcD7vZHP9msGk2EyQkghz0nLxU%3d (http://it.mouser.com/ProductDetail/BI-Technologies/36WR10KLF/?qs=sGAEpiMZZMvygUB3GLcD7vZHP9msGk2EyQkghz0nLxU%3d)

Quote
Transistor BC639 non e' molto meglio del BC337, cerca qualcosa con maggiore corrente
Questo è troppo poco? http://it.mouser.com/ProductDetail/Fairchild-Semiconductor/KSC2328AYBU/?qs=sGAEpiMZZMshyDBzk1%2fWi8oN7VHZ91OkJBrT%252b7bBvRg%3d (http://it.mouser.com/ProductDetail/Fairchild-Semiconductor/KSC2328AYBU/?qs=sGAEpiMZZMshyDBzk1%2fWi8oN7VHZ91OkJBrT%252b7bBvRg%3d)

Grazie
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: lestofante on May 29, 2013, 01:35 pm
i potenziometri, occhoi che co sono lineari e lohgaritmici. se non sai la differenza:
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Logarithmic_Scales.svg
(http://en.wikipedia.org/wiki/File:Logarithmic_Scales.svg)

Quote
Non sapevo esistesse un atmega328p... Mi sono informato ed è più semplice da programmare, quindi oook!

veramente il P è quello di default sugli arduino, e mi pare che quello "liscio" non sia supportato di default dall'IDE, devi modificare il file board.txt e forse qualche altra chicca. se cerchi sul forum trovi molto, in particolare leo72 aveva preparato dei file
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: brunello22 on May 29, 2013, 02:01 pm
Trimmer.
Quello linkato e' molto "vintage". Forse e' meglio prendere un paio di multigiri

Transistor
Io pensavo a qualcosa in contenitore TO220. Da una decina di Ampere. Es. il classico BDX53
Se ci vuoi comandare un motorino o altro
Title: Re: Progetto semplice: mi aiutate?
Post by: alex87r6 on May 29, 2013, 02:18 pm

i potenziometri, occhoi che co sono lineari e lohgaritmici. se non sai la differenza:
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Logarithmic_Scales.svg
(http://en.wikipedia.org/wiki/File:Logarithmic_Scales.svg)

Quote
Non sapevo esistesse un atmega328p... Mi sono informato ed è più semplice da programmare, quindi oook!

veramente il P è quello di default sugli arduino, e mi pare che quello "liscio" non sia supportato di default dall'IDE, devi modificare il file board.txt e forse qualche altra chicca. se cerchi sul forum trovi molto, in particolare leo72 aveva preparato dei file
Grazie, non lo sapevo

Per quanto riguarda i potenziometri, capisco la differenza, nn sapevo ce ne fossero di logaritmici (fighissimi LOL) ]:D

Quote
Trimmer.
Quello linkato e' molto "vintage". Forse e' meglio prendere un paio di multigiri
Trimmer multi giri tipo questo? http://it.mouser.com/ProductDetail/BI-Technologies/67YR10KLF/?qs=sGAEpiMZZMvygUB3GLcD7jZSyzxDqivkSnMdBRSpD38%3d (http://it.mouser.com/ProductDetail/BI-Technologies/67YR10KLF/?qs=sGAEpiMZZMvygUB3GLcD7jZSyzxDqivkSnMdBRSpD38%3d)

Quote

Transistor
Io pensavo a qualcosa in contenitore TO220. Da una decina di Ampere. Es. il classico BDX53
Se ci vuoi comandare un motorino o altro
Al transistor Darlington nn c'avevo pensato :D
Questo? http://it.mouser.com/ProductDetail/Fairchild-Semiconductor/BDX53CTU/?qs=sGAEpiMZZMshyDBzk1%2fWi%252blxCMP0aEaT2g2z4l4ofIA%3d (http://it.mouser.com/ProductDetail/Fairchild-Semiconductor/BDX53CTU/?qs=sGAEpiMZZMshyDBzk1%2fWi%252blxCMP0aEaT2g2z4l4ofIA%3d)