Go Down

Topic: ACS712 30A arduino (Read 161 times) previous topic - next topic

miky_police

Salve ragazzi.
Devo alimentare arduino con una lipo 2s da 7,4v... vorrei altrettanto misurare con un acs712 la corrente di assorbimento del progetto... quindi devo sia alimentare arduino che leggere quanta corrente assorbe... se non ho capito male dovrei collegare il positivo della lipo 2s su P+ dell'acs712 ed il P- (sempre dell'acs712) dovrei collegarlo ad arduino. Il GND invece diretto su arduino... È giusta come configurazione? Non so, è come se mi sfuggisse qualcosa...
Il vero stupido è colui che fa e rifa la stessa cosa aspettandosi risultati diversi. A.E.

Etemenanki

#1
Nov 18, 2017, 02:45 pm Last Edit: Nov 18, 2017, 02:49 pm by Etemenanki
L'ACS712 e' un sensore per l'alternata, quindi si, va collegato in serie all'alimentazione, ed il senso in cui lo colleghi in ingresso ha poca importanza per la polarita', mentre ovviamente ne ha per l'uscita (se lo usi in continua, collegato correttamente la tensione di uscita andra' crescendo da 2.5V a 0A, fino a 4.5V a 30A, se lo colleghi invertito, l'uscita andra' diminuendo da 2.5V a 0A, fino a 0.5V a 30A ... ma comunque non si brucia) ... ricorda solo che essendo appunto per alternata, con 0A non hai in uscita 0V, ma 2.5V ...

EDIT: questo e' il datasheet ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

miky_police

Grazie etem... sempre disponibilissimo... il datasheet l'ho imparato quasi a memoria, leggendo bene anche la parte del condensatore che va su "filter", infatti opteró per in 470nF ceramico.
I dubbi mi sorgono in quanto tutti gli esempi che vedo in giro mostrano che la misurazione del carico è di un circuito esterno ad arduino...mentre nel mio caso il "load" è proprio arduino con i suoi sensori...
che poi a dirla tutta misurerebbe l'assorbimento del v_reg.
Il vero stupido è colui che fa e rifa la stessa cosa aspettandosi risultati diversi. A.E.

Etemenanki

Non dovrebbe causarti alcun problema, perche' i terminali di misura della corrente sono galvanicamente isolati dal circuito che comunica con le logiche (un po piu di 2KV di isolamento, se ricordo bene), quindi puoi tranquillamente collegarlo in serie all'alimentazione ... semmai, quello che mi lascia un po perplesso e' l'usare un 30A per leggere il consumo di Arduino, forse e' leggermente esagerato ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

miky_police

.. semmai, quello che mi lascia un po perplesso e' l'usare un 30A per leggere il consumo di Arduino, forse e' leggermente esagerato ;)
hai ragione, ma siccome acquisterò il solo chip dall'aliex... puntavo appunto al 30A poiché non so cosa mi riservi il futuro.. :D
considera che ci sono delle batterie che sono 1A e scaricano anche a 10C continui e 15C/20C di picco... e altre che sono ben più grandi che hanno delle scariche molto più ingenti il cui acs712 da 30A non riuscirebbe nemmeno lontanamente a misurare...
hai suggerimenti in merito ad altri ic che misurano amperaggi maggiori? parlo in continua ovviamente.
Il vero stupido è colui che fa e rifa la stessa cosa aspettandosi risultati diversi. A.E.

Etemenanki

La Allegro ne ha due "classi", d isensori "integrati" ... da 0A a 50A e da 50A a 200A ... piu su, devi usare i nuclei toroidali con il sensore nel gap ... quelli per DC sono quelli marcati "unidirectional", di solito ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

miky_police

 :o
ma quante ne sai... grazie!
Il vero stupido è colui che fa e rifa la stessa cosa aspettandosi risultati diversi. A.E.

Go Up