Show Posts
Pages: 1 ... 73 74 [75] 76 77 ... 81
1111  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: il dorkbot di ieri sera 19.11.2009 on: November 21, 2009, 09:46:24 am
Dai, sembra una cosa carina e che si riesca a sviluppare in una giornata....mi sa che comincio a cercare qualche led e ricevitore IR
1112  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: il dorkbot di ieri sera 19.11.2009 on: November 20, 2009, 01:45:11 pm
 smiley-wink grazie a te e a a tutti quelli che hanno esposto qualcosa
1113  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: sezione progetti terminati? che ne dite? on: November 13, 2009, 06:40:36 am
ciao paverik, quella che dice cecco88 è una sezione del forum, quando apri la pagina del forum guarda bene che trovi la voce "Exhibition" ( http://www.arduino.cc/cgi-bin/yabb2/YaBB.pl?board=projects ), è una delle prime
1114  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: ARDUINO ETHERNET SOS on: November 04, 2009, 06:38:49 am
prova a distattivare nel router il dhcp, così assegni tu indirizzi ip statici
1115  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: amplificatore operazionale non invertente on: November 11, 2009, 06:37:42 am
si, se non è rail-to-rail va in saturazione prima di raggiungere la tensione di alimentazione, sei appunto circa 1.5V sotto.
Sono andato a vedere il datasheet del lm358 ( http://www.datasheetcatalog.org/datasheet2/4/093xjid05p1375u4p9p48t74qkwy.pdf ) e subito alla prima pagina, quinto punto delle Features ti dice che l'uscita può andare da 0V a Vcc-1.5V.
Putroppo io di opAmp non ne so moltissimo, per le esperienze che ho avuto, so che se li colleghi correttamente non hai problemi e funziona tutto subito. Se invece sbagli qualcosa nei collegamenti, può succedere che quell'errore possa deteriorare l'integrato.
Ti faccio un esempio: fai tutti i collegamenti corretti ma per sbaglio o tanto per provare metti l'uscita a massa, anche se sembra una cosa innocua, invece stai praticamente chiedendo all'opAmp di fornirti una corrente infinita (perchè non c'è nessuna resistenza), l'opAmp ci prova e si brucia.
1116  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: amplificatore operazionale non invertente on: November 04, 2009, 11:04:47 am
lo hai alimentato?
se scolleghi tutto e lasci collegati solo gnd e Vcc dovresti leggere su out un valore di circa 1,4V
1117  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: amplificatore operazionale non invertente on: November 04, 2009, 10:37:58 am
http://www.national.com/images/pf/LM358/00778702.pdf
questo è lo schema di come è fatto, un integrato contiene due opamp, a te ne serve solo uno, prova a fare i collegamenti con le resistenze per metterlo in configurazione non invertente.

Poi come noterai il pin 4 è GND e l'8 è Vcc che saranno i 5V.
Se come valore massimo in uscita non riesci a ottenere 5V ma sei sotto di circa 1,5V è perchè l'opamp non è rail-to-rail (indicazione che sta a dire che hai come dinamica l'intero range dell'alimentazione)
1118  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Utilizzare Arduino senza il pc on: November 10, 2009, 09:47:17 am
Se sviluppi la tua applicazione con l'IDE di Arduino, le istruzioni che scrivi saranno svolte interamente dal microcontrollore della scheda (l'ATMega).
Se sviluppi con Processing e Firmata, le istruzioni che scrivi le svolge il microprocessore del tuo pc, Arduino diventa solo "una cosa" che deve capire se deve leggere un ingresso o abilitare un'uscita.

Se la tua applicazione dovrà funzionare anche senza pc, allora devi usare l'IDE Arduino.
Non sono così esperto per dirti se c'è un reale vantaggio o svantaggio nello sviluppare in un modo o nell'altro, perchè anche se portano allo stesso risultato, sono due approcci diversi.
Forse se devi svolgere operazioni matematiche particolari (tipo logaritmi, radici, esponenziali) Arduino è sicuramente molto meno preciso della cpu di un computer.
Potresti sentir parlare anche di problemi di memoria di Arduino ma, provando a caricare sketch te ne accorgerai che è difficilissimo riempire la memoria Flash, oppure potresti sentir parlare di problemi legati alla RAM ma, anche in questo caso riguarda casi particolari, rari (vettori e stringhe lunghissimi e/o centinaia di variabili da gestire).

1119  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Utilizzare Arduino senza il pc on: November 10, 2009, 06:36:31 am
Il problema è che caricando Firmata sulla scheda Arduino, tu non stai caricando un vero e proprio programma che fa qualcosa ma un protocollo che ti consente di interfacciarti con Processing, le istruzioni della tua applicazione le hai scritte in uno sketch di Processing, che viene eseguito sul tuo pc.....in questo modo la scheda Arduino diventa una sorta di periferica del pc.

So che si possono scrivere versioni personalizzate di Firmata, ma non ho mai provato e non saprei se fa al caso tuo.

Faccio un esempio: scrivi la tua applicazione stand alone con Arduino, tra le varie funzioni ne prevedi una che, una volta attivata scambi dati con Processing usando la seriale. A questo punto decidi tu come e quando vengono scambiati i dati.
1120  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Utilizzare Arduino senza il pc on: November 10, 2009, 05:54:51 am
Ciao,
cosa intendi con programmare la scheda tramite l'ide di processing?

Comunque usando l'IDE Arduino, una volta caricato lo sketch, la scheda continua ad eseguire il loop ciclicamente fintanto che c'è alimentazione.
Dopo aver caricato lo sketch puoi usare l'usb per la sola alimentazione o anche per ricevere/mandare dati dal/al pc.
Se non hai previsto nessuno scambio di dati allora ti basta alimentarlo con un qualsiasi tipo alimentazione, se nel tuo programma è previsto uno scambio di dati allora ci dev'essere qualcosa che faccia comunicare arduino col pc.

Spero di essere stato utile
1121  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Espandere pin on: November 04, 2009, 11:44:21 am
partitore di tensione!!!! se preferisci in inglese "voltage divider"
E' un metodo base, partendo dalla Vin riesci ad ottenere delle tensioni inferiori con solo due resistenze.
Se di elettronica sei proprio a zero, io ti consiglio di andarti a vedere anche legge di Ohm e leggi di Kirchhoff
1122  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Espandere pin on: November 03, 2009, 01:51:11 pm
a me risulta strano, cmq:

- i bottoni collegali così:
http://www.arduino.cc/en/Tutorial/Button

- puoi collegare ad ogni piedino GND tutti i terminali gnd, dei bottoni o di altro, che vuoi.
1123  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Espandere pin on: November 01, 2009, 10:27:49 am
secondo me può bastare un 2009 sfruttanto i pin analogici come digitali (identificati come da 14 a 19), avresti quindi in totale 20 pin a disposizione.

premetto che non ho fatto alcuna esperienza con quanto sto per dire, quindi le cose potrebbero essere sbagliate o non del tutto esatte...provo a darti degli spunti in base a quello che mi è capitato di leggere/vedere:

- Esistono dei decoder che interpretano il numero binario che gli dai da arduino e accendono i segmenti giusti del display....soluzione che fa risparmiare pin (ad esempio: un decoder per un singolo display occuperà solo 4 pin di arduino anzichè 7del display).
Si chiamano decoder BCD ma non saprei quale consigliarti.

- Potresti usare una tastiera a matrice, una 4x4 la gestisci con 8 pin e ti mette a disposizione 16 tasti

Ho fatto invece esperienze con un display lcd, occupa 7/8 pin e hai a disposizione tutti i caratteri che ti servono.

Quindi credo che riesci a stare entro la soglia dei 20 pin
1124  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Misura tensione strain gauge on: November 03, 2009, 02:02:35 pm
secondo me, visto che ha tre fili potrebbe essere che ci sono due strain gauge collegate in serie e uno dei tre è il filo che è collegato tra le due strain gauge, quindi:
- prova a mettere il tester in modalità ohmetro e misura la resitenza a coppie.
- invece alimentandola direttamente potrebbe essere che avendo valori bassi di resistenza, la corrente che circola è abbastanza alta e la strain gauge si scalda, sballandoti la misura.
1125  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Misura tensione strain gauge on: November 03, 2009, 01:34:28 pm
premesso che non conosco il componente che stai usando, comunque la resistenza di una strain gauge varia molto poco, prova a fare una ricerca  sotto : "ponte di Wheatstone".
E' il metodo più semplice usato per fare queste misure.
Pages: 1 ... 73 74 [75] 76 77 ... 81