Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 21
1  International / Hardware / Re: collegamento sonda PT100 3 fili ad Arduino on: November 12, 2012, 10:43:30 am
Ciao,

puoi vedere questi link nel sito di Maxim Integrated dove trovi spiegazioni e circuiti di esempio (che utilizzano i loro circuiti integrati ovviamente, ne trovi altri da altri produttori)

High-Accuracy Temperature Measurements Call for Platinum Resistance Temperature Detectors (PRTDs) and Precision Delta-Sigma ADCs
http://www.maximintegrated.com/app-notes/index.mvp/id/4875

Positive Analog Feedback Compensates PT100 Transducer
http://www.maximintegrated.com/app-notes/index.mvp/id/3450

Se poi vuoi una soluzione che ti dia un output digitale, allora vi e', ad esempio, il MAX31865 (con interfaccia SPI)
http://www.maximintegrated.com/datasheet/index.mvp/id/7900

Dipende anche dall'accuratezza della misura che vuoi ottenere.

Stai anche attento a non tenere sempre alimentata la sonda di temperatura perche' altrimenti si riscalda.

Ciao,
Marco.


2  International / Hardware / Re: Valvola solenoide 12v - velocità apertura/chiusura on: November 07, 2012, 07:53:58 pm
Ciao,

puoi fare qualcosa di analogo a quello descritto in questo sito (progetto con controllore Arduino per generare gocce d'acqua)
http://dansphotographyblog.wordpress.com/category/camera-controller/part-2-parts-list/

Lui utilizza una micro elettrovalvola Shako PU220AR (che ha un tempo di apertura/chiusura massimo di circa 20 ms).
Un'alternativa possono essere le microelettrovalvole della SIRAI che hanno un tempo di chiusura/apertura piu' veloce (dai 5 ai 20 ms e garantite per almeno 20 milioni di cicli).
Certo costano, ma forse se ne riescono a trovare usate (sono utilizzate, ad esempio, nei sitemi di comando di  valvole per acqua per acquedotti... quando si incrostano le buttano via... in realta' vendono i pezzi di ricambio e si possono anche pulire con un po' di pazienza e far rifunzionare).
Vi sono tanti produttori di questo tipo di elettrovalvole come Parker, ACL, Asco Numatics (che fa parte del gruppo Emerson come SIRAI), ecc. .

Il solenoide per azionarle lo si trova in genere a 12 V o 24 V, ma volendo c'e' pure quello a 6 V.

Hai bisogno di una valvola a due vie normalmente chiusa (NC).

Ci sono anche le valvole pinzatubo, ma non ne conosco la velocita' di apertura/chiusura (in genere hanno pero' il vantaggio di costare molto meno).

In alternativa al circuti con optoaccopiatore, mosfet o, ... puoi utilizzare un rele' allo stato solido come, per esempio, AVAGO ASSR-1510 o ASSR-1511 (integrano all'interno fotoacoppiatore, mosfet, diodi, ..). Costano circa 4 - 5 Euro.

In alternativa potresti utilizzare un iniettore benzina o diesel usato ed adattarlo allo scopo.

Ciao,
Marco.
3  International / Generale / Re: twi multi master con microcontroller Atmel on: June 14, 2012, 06:55:27 am
Ciao,

I2C multi master, come diceva Leo, e' implementato nella libreria, ma e' mal documentato.

Alcuni esempi di utilizzo si trovano qui

http://www.arduino.cc/cgi-bin/yabb2/YaBB.pl?num=1248239313
http://digitalcave.ca/resources/avr/arduino-i2c.jsp

Ciao,
Marco.
4  International / Generale / Re: rilevare terremoti con arduino on: June 11, 2012, 04:41:22 am
Ciao,

per chi fosse interessato all'utilizzo degli accelerometri segnalo il Quake-Catcher Network (QCN).

http://qcn.stanford.edu

Utilizzano varie tipologie di accelerometri MEMS che si trovano in alcuni computer portatili oppure circuiti appositi collegati via USB ai computer.
Hanno un software, che si avvale del software per il calcolo distribuito BOINC, per l'invio dei dati (confrontano la differenza di accelerazione del sensore rispetto a quella dei 60 secondi precedenti e l'utilizzano come trigger).
Il server centrale controlla per una certa area i dati inviati dai sensori remoti e scarta i "falsi positivi".

Qui si trovano dei dati sulle performance dei vari sensori che utilizzano
http://qcn.stanford.edu/sensor-performance

Nella sezione pubblicazioni vi sono le pubblicazioni scentifiche sui risultati ottenuti in confronto a quelli ottenuti dalle stazioni delle reti sismometriche dei vari servizi geologici nazionali.

http://qcn.stanford.edu/research/publications

Ultimamente hanno aggiunto come sensore il USB Phidget Spatial 1056.
Sapete mica quale accelerometri utilizza?

Si realizzarne anche un modello con Arduino che immagazzina i dati in locale e poi li trasferisce al pc (o in  rete direttamente).

Ciao,
Marco.

Ciao,
Marco.
5  International / Generale / Re: Pilotare Relè 24v dc 6.5va on: June 02, 2012, 04:44:51 am
Ciao,

ma non fai prima a utilizzare solo un optoisolatore con output adeguato per pilotare i rele' ed elimini l'integrato ULN2803A?

Ne trovi anche con input basso con circuito Darlington interno.

Altrimenti puoi mettere degli optoisolatori fra Arduino e input ed alimentare l'input del ULN2803A coi 24 V e GND separata da quella dell'Arduino.

Ciao,
Marco.
6  International / Generale / Re: I2C 2 dispositivi master? on: April 27, 2012, 05:47:30 am
Ciao,

se guardi agli esempi di questo link vedi come si fa a utlizzare I2C sia in configurazione master /slave che multimaster.
http://digitalcave.ca/resources/avr/arduino-i2c.jsp

Vi e' un esempio master / slave ed uno multi master.
Nell'esempio multi master il codice e' lo stesso (vanno solo invertiti gli indirizzi dei dispositivi).
Tutti e due gli Arduino si iscrivono come slave (Wire.begin(indirizzo)) e definiscono la funzione che gestisce la risposta ad una richiesta da parte di un master I2C (Wire.onReceive(receiveEvent)).

Se tu ti registri un dispositivo nella rete I2C come slave, questo puo' assumere il ruolo di master nel momento che inizi una comunicazione verso uno slave.

Ciao,
Marco.
7  International / Generale / Re: I2C 2 dispositivi master? on: April 26, 2012, 03:29:07 pm
Ciao,

il protocollo I2C e' un protocollo multi master.

Puoi vedere i seguenti link.
http://www.arduino.cc/cgi-bin/yabb2/YaBB.pl?num=1248239313
http://digitalcave.ca/resources/avr/arduino-i2c.jsp
http://blog.unthinkmedia.com/2010/05/05/multi-master-arduino-setup-using-i2c/

Ciao,
Marco.

8  International / Generale / Re: trasmissione dati lunghe distanze on: April 26, 2012, 06:40:15 am
Ciao,

la banda 868 e' una banda di frequenza armonizzata a livello di Unione Europea, e quindi anche in Italia, e libera da licenze (ovviamente vi sono delle restrizioni di potenza, utilizzo, ecc).

Ciao,
Marco.
9  International / Generale / Re: trasmissione dati lunghe distanze on: April 26, 2012, 04:38:24 am
Ciao,

puoi anche vedere i moduli in banda ISM 868 MHZ (e 869 MHz).
Chiedi ai produttori le limitazioni d'uso per l'Italia.
Comunque per l'uso che vuoi farne tu non dovresti avere problemi ('duty cycle' molto basso).

Ad esempio:
Telit PowerOne (max 16 km)
http://www.telit.com/en/products/short-range-rf.php?p_id=238&p_ac=show&p=55

Amber AMB8355
http://amber-wireless.de/63-1-AMB8355.html#fragment-5

Aurel TX 869 BOOST
http://www.aurelwireless.com/moduli-rf-lunga-distanza/

In alternativa puoi usare, come hai scritto, altri tipo di moduli con antenne direzionali.

Ciao,
Marco.
10  International / Generale / Re: Siti per acquistare Arduino e componenti on: April 25, 2012, 03:51:46 am
Ciao,

gli Arduino si trovano pure da
Mouser http://it.mouser.com
Digikey http://www.digikey.it

Poi c'e' anche Pololu, che produce anche delle schede per controllare robot che si chiamano Orangutan (a 20 MHz) e kit robot 3pi. Questi possono anche essere programmati con l'IDE Arduino e vi sono anche alcune librerie specifiche.

Ciao,
Marco.
11  International / Generale / Re: Sensori Umidità / Temperatura / Perdita Acqua / Fumo on: April 24, 2012, 04:22:01 am
Ciao,

il DHT22 lo trovi in Italia da Robot Italy
http://www.robot-italy.com/product_info.php?products_id=1695

Se cerchi qualcosa di piu' accurato e con filtro di protezione, allora vi e', ad esempio, il sensore di temperatura e umidita' della IST, che e' una societa' svizzera specializzata nella produzione di sensori a film sottile, HYT 221 (accuratezza: temperatura +-0,2 °C, umidita' +-1,8% + errore residuo Tk. Output digitale I2C).
Su Conrad lo trovi a Euro 26,18 (Conrad ha spese di spedizione basse)
http://www.conrad.com/DIGITAL-HUMIDITY-SENSOR-HYT-221.htm?websale7=conrad-int&pi=505671&Ctx={ver%2F7%2Fver}{st%2F3ec%2Fst}{cmd%2F0%2Fcmd}{m%2Fwebsale%2Fm}{s%2Fconrad-int%2Fs}{l%2Fint%2Fl}{sf%2F%3Cs1%3Eist%3C%2Fs1%3E%2Fsf}{p1%2Fe493595cfbee16db0c5290bb9e4f55d3%2Fp1}{md5%2F4eaf6eb9728d48a9f59c02b29909df74%2Fmd5}

Ciao,
Marco.
12  International / Generale / Re: E' possibile realizzare un quadricottero che abbia un autonomia di 500 km ? on: April 23, 2012, 05:58:32 am
Ciao,

di modellini di aeroplano solari che possono volare giorno e notte (senza guadagnare quota di giorno per planare la notte) li hanno gia' realizzati alcuni anni fa.
http://www.sky-sailor.ethz.ch/

Puoi sempre fare un velivolo misto, ad esempio dirigibile/quadricottero :-)

Ciao,
Marco.
13  International / Generale / Re: Arduino ethernet/sensore di umidità/ventola 12v on: April 21, 2012, 06:23:18 am
Ciao,

l'errore ultimo che hai (send e receive) e' dovuto al fatto che con Arduino IDE 1.0 per l'I2C "send" e' diventato "write" e "receive" e' diventato "read". .

Ad ogni modo potevi correggere il problema della libreria LibHumidity sostituendo wiring.h con Arduino.h

Ad ogni modo non capisco perche' stai utilizzando due librerie diverse per leggere lo stesso tipo di sensore, in totale tenti di leggere 4 diversi sensori (tre con la libreria Ports di Jeelabs modificata e uno con la libreria di LiquidWare).

Se utilizzi la libreria Ports di Jeelabs (modificata per utilizzare il sensore SHT21) tieni conto che e' una implementazione del I2C che non utilizza l'I2C hardware del ATmega, ma e' utilizza la tecnica del bit-bang.

Code:
//3 sensors
SHT21 hsensor1 (1);
SHT21 hsensor2 (2);
SHT21 hsensor3 (3);

I numeri 1, 2 e 3 fra parentesi si riferiscono al numero del port utilizzato (nel JeeNode, un clone di Arduino vi sono 4 connettori, denominati port 1, 2, 3 e 4.
Per vedere la corrispondenza coi nomi dei pin Arduino (e ATmega) vedi questo link.
http://jeelabs.net/projects/hardware/wiki/JeeNode#bfheader-8c4c7dcbc21fd8d0d4f6494595def0ba

Per semplificare l'utilizzo della libreria Ports, l'autore ha introdotto una modifica al codice, per cui ha introdotto un "port" in piu', chiamato 0, che utilizza i pin analogici Arduino 4 e 5 come pin per l'I2C (pur utilizzand osempre il bit-bang.
Vedi http://jeelabs.org/2010/03/15/software-and-hardware-i2c/

Per vedere che prestazioni ha questa implementazione dell'I2C puoi vedere
http://jeelabs.org/2012/01/03/bit-banged-i2c-timing/

Vi e' una versione nativa per SHT11 nella libreria Port originale (che trovi qui).
https://github.com/jcw/jeelib

Ciao,
Marco.



14  International / Generale / Re: Componenti elettronici: dove comprare? on: April 16, 2012, 03:14:18 am
Ciao,

c'e' anche Conrad http://www.conrad.com , di certo non e' fornito come Digikey, Mouser o Farnell. non e' un negozio specializzato, ma vende un po' di tutto dal computer al pannello solare.
Ci si trovano cose interessanti e ha bassi costi di spedizione.

Ciao,
Marco.
15  International / Generale / Re: Progetto Follow Camera on: April 12, 2012, 08:24:09 am
Ciao,

puoi utilizzare piu' soluzioni, ma forse la piu' veloce e semplice da realizzare e' quella di utilizzare delle fotocellule.
Se ne utilizzi 2 (o piu') di una puoi anche misurare la (le) velocita' lungo la rampae far muovere la telecamera di conseguenza.

Se poi vuoi invece fare il tracking dell'atleta, allora puoi utilizzare sistemi basati su riprese video (trovi molti algoritmi e software in giro, anche GPL).

Ciao,
Marco.
Pages: [1] 2 3 ... 21