Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 6
1  International / Hardware / Re: Corretta carica di una batteria on: April 26, 2013, 03:14:52 am
wow grazie, ottima spiegazione smiley
2  International / Hardware / Re: Corretta carica di una batteria on: April 26, 2013, 02:41:35 am
visto che mi sono reso conto di aver male interpretato le formule, potresti dirmi come calcolo la potenza di una resistenza? devo tenere conto della tensione e corrente massimi che vi scorrono attraverso o il calore da dissipare è basato solo sui 3volt di dropout (12batteria - 9dei led) ?

nell'atto pratico, dovrò moltiplicare la corrente assorbita (240mA) per 3, 9 o 12 volt per conoscere i watt della resistenza da usare?
3  International / Hardware / Re: Corretta carica di una batteria on: April 25, 2013, 06:10:21 pm
non saprei proprio come cercare il datasheet dei led perchè non hsnno sigle ne' marchi del fabbricante, li ho vomprati su ebay dove l'unica info era che funzionano a 3volt

ho pensato anch' io di fare file da tre led in serie, purtroppo ho già bruciato due led
spiegami una cosa
4  International / Hardware / Re: Corretta carica di una batteria on: April 25, 2013, 06:03:31 am
ok devo aver fatto un bel pò di casino con il calcolo delle resistenze  smiley-cry per ora ho un banco di condensatori elettrolitici in parallelo all' entrata che reggono 16volt 8.120uF e un diodo da 5 o 10 Ampere (non ricordo) in serie tra negativo e negativo del pannello e dei condensatori e gnd-in del boost, una resistenza da 8,2ohm 20watt e un diodo da 10A in uscita, rispettivamente sul gnd e sul pos, come batteria ho comprato una 12v 7Ah al piombo

inoltre ho costruito un faretto con 48 led bianchi 5mm normali da 3 volt, in configurazione 4 in serie per 12 file, in questo modo ho 12 file da 12 volt e 40/50mah ciascuna, quindi dovrebbe essere un faretto da 480/600mah giusto?

giusto oggi avevo intenzione di uscire a comprare una resistenza per il faretto a led, magari un potenziometro per regolarne la luminosità, ma sono in dubbio perchè da alcuni calcoli non dovrei metterne perchè funziona a 12 volt, ma ho paura di bruciarli senza resistenza per l'assorbimento

per quanto riguarda i condensatori ceramici, non sono obsoleti in questa occasione? In fondo il cambiamento di tensione/corrente è basato sulla luminosità ambientale e a meno di aerei o uccelli non cambia così velocemente da dare problemi, credo

5  International / Hardware / Re: Corretta carica di una batteria on: April 18, 2013, 11:25:40 am
ho fatto alcune prove a vuoto con il boost e per ora tutto ok, devo ancora comprare la batteria, ma prima volevo chiedervi:

che resistenza devo mettere tra boost e batteria? per queste potenze (13 volt e mezzo per max 3ampere) quale devo cercare? di che valore e tipo?

 il diodo rettificatore posso metterlo solo tra batteria e boost o serve anche tra boost e pannello?

nel boost ci sono già due condensatori, serve ugualmente un ulteriore condensatore all' ingresso e o all' uscita del boost?
6  International / Generale / Re: Newbie assoluto - motorino elettrico on: April 18, 2013, 05:49:11 am
ripensandoci il grasso della catena potrebbe rendere inutilizzabile la barriera ir, credo sarebbe meglio usare un hall (o un reed )e un magnete attaccato alla corona, anche la parte software dovrebbe essere più facile

per il resto dipende da te, se hai dubbi, chiedi

dipenderà tutto dalle caratteristiche di ciò che ti procurerai e dei problemi che troverai, per ora non so come altro aiutarti
7  International / Generale / Re: Newbie assoluto - motorino elettrico on: April 18, 2013, 05:23:21 am
a occhio penso che un Uno potrebbe bastare, per l'alimentazione potresti usare una batteria 9volt oppure 6 Stilo AA in serie per aumentare la capacità e quindi la durata.

il motore da utilizzare puoi recuperarlo da un trapano, frullatore o altro elettroutensile domestico che abbia una discreta potenza (non i phon che anche se hanno 2000 watt la maggior parte è utilizzata dai filamenti di riscaldamento)

probabilmente potresti aver bisogno di abbassare la velocità di rotazione ed aumentare la coppia, ma lo si fa tranquilamente con un gioco di ingranaggi

personalmente compro da internet perchè nei negozi non trovo quasi mai ciò che cerco o lo trovo a prezzi assurdi, ebay è un ottimo posto dove cercare

il sensore a forcella è un semplice sensore in cui sono presenti un emettitore di infrarossi ed un ricevitore, in mezzo c'è uno spazio che può essere attraversato da qualcosa, il fascio di ir si interrompe, il ricevitore non riceve più nulla, arduino se ne accorge. l'ostacolo se ne va, il fascio ir non è più interrotto, stimola il ricevitore nuovamente, arduino se ne accorge (come ostacolo pensa a un dente della corona). puoi anche costruire un sensore a forcella da solo con un led ir, un fototransistor ir e qualche resistenza. nelle biciclette si usa un sistema simile ma magnetico invece che ottico, utilizzando un magnete su un raggio della ruota e un sensore che lo rileva quando passa (sensore hall)

attento, questi sensori sono fissi, non in movimento, rilevano la velocità di un oggetto rispetto a loro stessi, quindi ruota o corona rispetto al telaio, dove penso sia meglio vengano attaccati
8  International / Generale / Re: Newbie assoluto - motorino elettrico on: April 18, 2013, 04:37:12 am
supponendo che non si useranno cambi, si potrebbe usare un sensore a forcella o comunque una barriera infrarossi per leggere il passaggio dei denti della corona tra emettitore e sensore e poi tramite software calcolarne la velocità tenendo conto ovviamente della misura della corona e del numero di denti, questo per la  velocità

per il battito cardiaco bisognerebbe adattare un cardiofrequenzimetro, ma il come dipende dal modello e comunque esula dalle mie capacità quindi lascio ad altri la risposta

per il tempo trascorso ti basterà utilizzare il comando millis che è già insito in arduino per tenere conto del tempo trascorso dall'accensione

i sensori di temperatura si trovano facilmente ovunque, ma non so se sono affidabili per sentire il corpo umano, comunque ne esistono di diversi tipi con diversi range e precisione

credo ti servirà anche un lcd per leggere i dati in tempo reale, anche questi si trovano facilmente su internet, se sono "modello hitachi" poi non avrai problemi a interfacciarli con arduino né a trovare guide al riguardo
9  International / Generale / Re: Newbie assoluto - motorino elettrico on: April 18, 2013, 04:13:28 am
credo di aver capito: vuoi costruire una ciclette per la ginnastica passiva o comunque assistita, la cui velocità sarà regolata analogicamente da una manopola e arduino dovrà essere utilizzato per confrontare i diversi dati come velocità della pedalata, battito cardiaco, magari temperatura corporea e tempo trascorso

se ho capito bene allora non c'è problema perchè funzionerebbe svincolato dal circuito motore-tensione di rete
10  International / Generale / Re: Newbie assoluto - motorino elettrico on: April 18, 2013, 03:54:50 am
se vuoi regolare la velocità tramite manopola credo che non avrai bisogno di arduino, ma di un semplice potenziometro per quelle potenze. Inoltre arduino dovrebbe essere "adattato" con molti altri componenti per non venire bruciato dalla 230 che per giunta è alternata e non continua, e per poter comandare un motore simile.

sinceramente se vuoi agire sul motore in via analogica non capisco a cosa ti serva un microprocessore...
11  International / Hardware / Re: attrito-fisica-macchinina bluetooth-comandata on: April 18, 2013, 03:32:05 am
quoto erpomata

inoltre quei battistrada sono ottimi sulla terra, ma su superfici lisce non hanno praticamente nessuna superficie a contatto col suolo, perciò l'attrito non è sufficiente
12  International / Hardware / Re: attrito-fisica-macchinina bluetooth-comandata on: April 17, 2013, 01:37:12 pm
in effetti anche io sono dell'idea che non si debbano inchiodare le ruote.
non ho ben capito una cosa, i motori sono azionati da dei relè?
13  International / Hardware / Re: attrito-fisica-macchinina bluetooth-comandata on: April 17, 2013, 06:29:47 am
se il problema dello slittamento è tra ruote e suolo può essere sufficiente ricoprire le ruote di un materiale morbido per aumentare l'attrito, altrimenti potresti ricreare il comportamento di un abs che nelle automobili è stato introdotto proprio per ridurre slittamento e spazio di frenata. Per fare ciò il modo più semplice è diminuire l'energia erogata al motore gradatamente anzichè staccarla di colpo.
non ti consiglio di appesantirla perchè aumentando la massa aumenterà anche l'inerzia da contrastare quando vorrai accelerare e decelerare, ancor di più se vuoi frenare
14  International / Hardware / Re: Leggere una corrente con Arduino on: April 15, 2013, 10:28:54 am
mi sono espresso male, intendevo il circuito di cui parlavate prima che intervenissi io, vorrei capire come riesce a dare all' analog un segnale di tensione X data una corrente Y che lo attraversa
15  International / Hardware / Re: Arduino -> Modulo Tx on: April 15, 2013, 09:40:24 am
in tutta sincerità un quadricottero è un progetto molto complesso, non so comunque quale sia la vostra preparazione in materia ma se non ricordo male in megatopic se ne è parlato a lungo, hai provato a dare un' occhiata lì?
Pages: [1] 2 3 ... 6