Show Posts
Pages: 1 [2]
16  International / Hardware / Re: Zero crossing integrato o circuito separato? on: December 25, 2012, 01:21:54 pm
Ciao Uwe.

Grazie per la risposta.

Lasciamo perdere il fatto di commercializzarla, volevo solo sapere se è meglio usare un integrato già dotato di zero crossing
oppure sfruttare un circuito separato.
Poi per la certificazione sono già daccordo con un amico (professionista) solo che , diciamo, volevo cavarmela un po' da solo.
Credo di averlo già sommerso di richieste di aiuto.

Ciao van.
17  International / Hardware / Zero crossing integrato o circuito separato? on: December 24, 2012, 10:41:44 pm
Buon Natele!!!!

Salve a tutti , questo è il mio primo post, sul forum.

Sto realizzando un prototipo di una macchina per produrre buste di plastica,
la quale , una volta finita andrà in produzione  smiley.

Sono già a buon punto (display, tastiera,motori ,proximity, encoder e fotocellule sono perfettamente funzionanti),
ma adesso mi trovo a lottare cone le saldatrici (carico resistivo 800W) e le termocoppie (tipo J ,quindi avevo pensato di usare un AD594 , correggetemi se sbaglio).

Per le resistenze voglio usare un triac, ma per poterle "dimmerare" ho bisogno dello zero crossing (giusto?).
Ho già relizzato un circuito che grazie agli interrupt di arduino riesce a "leggere" il passaggio dallo zero della 220V ,
ma ho trovato in rete alcuni fotoaccoppiatori con lo zero cross integrato tipo il TLP3062 (http://www.datasheetcatalog.org/datasheet/toshiba/2287.pdf).

Quindi ecco la domanda:
Mi consigliate di usare questo tipo di componente (TLP3062) oppure un semplice MOC ed il circuito di zero crossing esterno?

Se mi dite di usare il TLP3062:
Come faccio a sincronizzare gli impulsi?

Grazie in anticipo.
Pages: 1 [2]