Show Posts
Pages: 1 ... 12 13 [14] 15 16 ... 20
196  International / Software / Re: Problemi sul software per un progetto! on: December 11, 2012, 04:21:05 pm
il sensore è un LM35 collegato direttamente ad arduino!!!
Intendevo come stabilizzare il più possibile la temperatura per evitare concomitanze di varie azioni(es accensione dei led giallo/rosso)

è te l'ho detto: il metodo giusto è avere una temperatura di on diversa da quella di off... se hai per esempio una temperatura critica di 30° accendi il rosso quando superi i 30° e spegni il rosso quando scendi sotto i (30°- la soglia di isteresi... per esempio 29°) questo perchè le temperature bene o male cambiano continuamente di qualche mezzo grado...
si può inoltre nella procedura di lettura dell'lm leggere più volte l'analogica e fare una media dei valori letti...
sum =0;
for (i = 0; i < 10; i ++)
   sum = sum + analogread(pintemperatura);

valore= sum /10;

non mi hai detto che cosa regola questo arduino.

ps: l'lm35 è ottimo e molto facile da usare: non deve darti sbalzi strani di temperatura ma è bene controllare che la varia circuiteria che hai sparso (...servo) non beva tutti gli ampere dall'arduino determinandoti cadute di tensione. Se vuoi puoi "aumentare" la risoluzione del sensore con questo metodo che imposta una divera tensione di riferimento sull'analogica
http://learn.adafruit.com/tmp36-temperature-sensor/using-a-temp-sensor
197  International / Hardware / Re: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice on: December 11, 2012, 03:54:38 pm
Si certo,
L'alimentazione preferisco prendere un ali 24v 10A
Non voglio avere a che fare con la 220
Era solo per raccontare la mia esperienza smiley

Il mio dubbio ė, una resistenza di una stazione saldante, riesce a riscalda a 100 gradi la laminatrice?
Credo di si che cavolo!



dipenda da tanti fattori: in primis quanto calore disperde nell'ambiente e nel trasferimento il rullo, poi in secondo quanto tempo gli vuoi dare per scaldarsi e come la resistenza è connessa al corpo riscaldato....ma la vecchia resistenza è bruciata? e quanti ampere aveva?
198  International / Software / Re: Problemi sul software per un progetto! on: December 11, 2012, 01:53:38 pm
Ma vi pago anche una cena!!!comunque è un esame universitario....e il prof in pratica ci ha fatto comprare il pacchetto e ha detto semplicemente a voi le belle cose smiley-grin!!!!
comunque la temperatura non salta più come faceva prima!!!
Scusa se te lo faccio ripetere...ma devo fare??? Ho tentato di mettere ulteriori condizioni ma fa sempre così!!!!

... ma per gestire l'isteresi di cui parlavo prima? spiegati meglio di cosa vuoi.

per la cena io mangio solo pesce perchè ho avuto un problema cardiaco qualche anno fa... e vedi di non presentarti con i bastoncini findus  smiley-mr-green (...ps c'è "karma" a lato)

no invece per quanto concerne la temperatura: DEVE essere stabile se non è stabile mi devi assolutamente dire che tipo di sensore usi e come l'hai attaccato.
199  International / Hardware / Re: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice on: December 11, 2012, 01:42:37 pm
Un macchinario del genere costerebbe bei soldini.
Sinceramente la cosa non mi sembra tanto complicata
alla fine si tratta di un arduino, un ponte h una resistenza di calore e relativi sensori di temperatura.
come codice non ho particolari difficoltà
la cosa non mi sembra tanto complicata, devo solo risolvere la questione calore.
ho un po' di stilo di una stazione saldante 60W,
ieri ne ho smontata una e la resistenza ha già il circuito con tanto di serigrafie per la termocoppia e per la resistenza stessa,
Ho provato a dare 15V, la stilo se scaldata ma poi il mio alimentatore da banco è andato in protezione, segnalandomi un corto circuito e quindi  non erogando piu corrente,
credo che la cosa derivi dal fatto che la stilo sicuramente assorbe + dei 2 A che lui riesce ad erogare
è plausibile?
se cosi' non fosse, potrei mettere una resistenza capace di reggere il carico ad esempio 5W, per bypassare il problema no?


se lo stagnino fa 60W a 15volt sono 4A....ovvio che l'alimentatore si è seduto.
Fammi capire tu vuoi mettere una resistenza in serie alla resistenza scaldante di modo da aumentare gli ohm e diminuire il consumo?... se è così non mi piacerebbe azzoppare il corpo scaldante sinceramente... non riesci a fornire più corrente/tensione?... non riesci ad attaccarla alla 220 e regolarla con un triac? o un alimentatore più grande?
200  International / Software / Re: Problemi sul software per un progetto! on: December 10, 2012, 01:39:49 pm
Ciao e scusatemi per il ritardo!
Ho tolto i delay e lcd.clear() e li ho sostituiti con millis();
Inoltre mi ha riferito il prof che il servo deve fare un singolo movimento e basta.
Come posso impartergli questo comando???
Penso che facendo questo(cioè far attivare solo una volta il servo)non dovrei avere sbalzi di temperatura!!!!


millis-->quindi hai fatto come ti ha detto Leo con il ritardo... va bene  (anzi ha molta molta più esperienza di me). ti funziona vero?
il servo già si sposta di 90gradi avanti e quando l'allarme cessa torna in posizione di origine...in un unico movimento... secondo me già va bene così solo che tu non l'hai provato.
L'isteresi ce l'hai comunque... non centra come apri la saracinesca ma come passi da una zona all'altra... se hai per esempio zona critica a 30 gradi il programma prima di raggiungere i 30 gradi stabili ti passerà 200 volte da led giallo a led rosso con tutto quello che ci sta dietro per gestire l'isteresi devi attivare quando sale sopra i 30 e disattivare quando scende sotto i 28 per esempio stando fermi senza cambiare stato quando sei sui 29 e stessa cosa devi fare per il passaggio da verde a giallo.
... ma 'sto benedetto sensore va??? ti rimbalzava da 20 a 30 gradi...


Code:
Se vi serve qualche altra info chiedete pure!!!
se prendi 8 paghi ci paghi da bere? smiley-mr-green smiley-grin
comunque io di domande nel precedente thread te ne ho poste parecchie per capire se sta temperatura funzionava o meno... ma... permango nel mio dubbio... stasera starò tutto preoccupato per questa cosa e sicuramente dovrò prendere un Tavor prima di andare a dormire. smiley-mr-green
201  International / Hardware / Re: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice on: December 10, 2012, 10:26:41 am
proprio perchè ho difficoltà a capire che cavolo sono,
avevo pensato alla resistenza del saldatore.
alla fine una volta capito come farlo funzionante il resto con arduino è banale

..manca all'appello il sensore della temperatura... per me il fusibile non è un fusibile: non so che altro pensare...
quando hai misurato gli ohm del "fusibile" e del coso linkato li hai prima staccati dal circuito vero?
202  International / Hardware / Re: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice on: December 10, 2012, 05:53:35 am
scusami io sono abbastanza duro di comprendonio... abbiamo capito quale è la resistenza scaldante e quale è il sensore?
se si la resistenza scaldante quanti ohm ha?
se si la sonda come è fatta?
Dentro al tubetto di plastica c'era solo il fusibile? e quindi dove è il resto?

il sensore imho potrebbe essere o una NTC tipo PT100-PT1000 in metallo oppure una termocoppia... se è una termocoppia c'è qualche problema in più perchè la termocoppia genera una tensione molto piccola che viene poi di solito amplificata quindi hai bisogno di un amplificatore operazionale (di solito). invece con la ntc ed arduino si fa un semplice partitore di tensione e si misura la temperatura direttamente da arduino in modo abbastanza facile.

Detto questo io non darei per scontato di non poter aggiustare il circuito originale... però io non sto capendo... tu parli di lamella... ma io dalle foto non l'ho vista... c'è un relay? oppure c'è un triac?
203  International / Generale / Re: Clipping del segnale e EEG on: December 10, 2012, 04:07:59 am
@uwefed

Lascio a te il campo che si vede che ne sai più di me di strumenti medicali, ecc.

Ho sbagliato a scrivere EEG, avevo capito che si tratta di cervello e non di cuore. smiley-razz

Ciao.

infatti EEC è cervello... ECG è cuore... smiley-mr-green non che il cuore sia meno "particolare" come organo ma...più della "lettura" che vabbè...  mi spaventa il coso che emette... e mi chiedo che voglia fare il collaudo...
Io ditemi duro ma non ho capito una cosa: si vuole misurare l'encefalo mentre lo si sta friggendo (e perchè?) oppure si vuole misurare e friggere e rimisurare esattamente dallo stesso elettrodo/punto per valutare l'acceduto?


Si l'idea è di stimolare delle aree del cervello è registrare la risposta del cervello stesso tramite EEG, ovviamente EEG registra anche lo stimolo non solo la risposta. Per assurdo e da ignorante stimolando una zona anziché un'altra puoi avvertire odoro di pasta a forno oppure desiderio di fare sesso.

Ora lo stimolo avrà una durata oltre che una intensità è il cervello forse non aspetta che lo stimolo termini per cominciare a rispondere per cui si confondono i segnali.

Occhio che è tutto frutto della mia fantasia e ci sono buone probabilità di aver detto una infinità di insesattezze (stro...ate).

Ciao.


si ma... è sicura 'sta apparecchiatura? io non me lo farei fare per nessuna ragione al mondo: mi sa tanto da elettroshoc...ma poi vorrei capire cosa succede ai neuroni mentre sono colpiti dall'elettricità: voi dite che "DURANTE" la scossa loro si mettono a mandare segnali elettrici? secondo me in quel momento è già tanto che pensino a come restare vivi ed ogni segnale sarebbe comunque sovrapposto e soppiantato di brutto dalla stimolazione e quindi non avrebbe tanto senso... alternare la stimolazione ad un'immediata misura questo penso che si possa anche fare e probabilmente può avere un suo significato: però a me 'sto progetto spaventa non poco...

204  International / Hardware / Re: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice on: December 09, 2012, 04:07:21 pm
OK (e grazie)

Questo dovrebbe essere l'elemento riscaldante (sembra un tubicino di plastica e basta) smiley-grin
http://imageshack.us/photo/my-images/13/dscf2247fj.jpg/
 e questo "dpvrebbe" essere il termostato bimetalo a contatto
http://imageshack.us/photo/my-images/10/dscf2246n.jpg/

Approfitto per spiegarvi il problema della laminatrice,

praticamente il led di ready è sempre acceso,come se  rivelasse una temperatura alta e, quindi nn accende l'elemento riscaldante (il tubicino della foto credo)
non c'è un modo per bypassare il termostato?

più che di plastica dovrebbe essere di ceramica ma è stranamente storto... certo che anche tu potevi postare qualcosa più a fuoco: sembra che tu abbia fatto la foto di notte in mezzo ai campi della pianura padana... smiley
se il led è acceso come se avesse raggiunto la temperatura vuol dire che c'è un'anomalia di lettura e probabilmente la resistenza scaldante è tutto sommato ok. potresti controllare il funzionamento della ntc che rileva la temperatura misurando gli ohm: dovrebbe variare con il solo calore delle mani in modo piuttosto visibile... comunque secondo me è dopo che è saltato qualcosa.
La sostituzione con arduino non è difficile però dipende dalle tue conoscenze.
205  International / Hardware / Re: Arduino per sostituire l'elettronica di una Laminatrice on: December 09, 2012, 02:19:36 pm
Salve
oggi mi  si è rotta l'elettronica della mia laminatrice
ora volevo sostituirla con arduino
per i motori non ho problemi (spero)
il dubbio mio riguarda la resistenza di calore.
il materiale dovrebbe essere
resistenza (quella già in essere delòla laminatrice)
un sensore di temperatura (se nn c'è già  bho)
un relè

la mia laminatrice mi serve che produca circa  110°
ora il flusso dovrebbe essere
accendo la resistenza al max
leggo il valore della temperatura
se la temperatura >= 110°, tramite relè spengo la resistenza
è corretto?

p.s ma la resistenza di calore a quanto vanno alimentate? quella della mia laminatrice ha solo 2 fili, quindi deduco un + e un -
è corretto?




ma cosa intendi come resistenza di calore... quella che fa il caldo? di solito sono resistenze normali quindi apolari...
se invece intendi l'ntc che misura... be si comportano anche queste come resistenze normali....
il ciclo... boo.. si... insomma... dipende se ti basta così... così funziona come funzionerebbe un banale termostato stupido... se invece vuoi robe un po' migliori puoi usare relè statici o triac e modulare l'onda di modo da arrivare più precisi a 110
oppure potresti usare anche lm35 per avere letture  precise (però sei un po' al limite come temperatura d'esercizio perchè tengono fino a 150°...ti conviene una pt100 ) oppure aggiungere un display per settare la temperatura e vedere la temperatura attuale...
206  International / Hardware / Re: Problema sull'uso di un pulsante. on: December 09, 2012, 02:01:00 pm
Ciao a tutti, sono nuovo sia nel forum che nel mondo di arduino, infatti a quanto pare ho cominciato già a far danni  smiley-razz. Allora vi espongo il mio problema, ho acquistato un arduino Mega 256 r3 da poco, dopo aver provato ad a far lampeggiare un led (quello del pin 13) ho deciso di provare ad accenderlo con un pulsante, il problema è che essendo elettricista a intuito ho collegato il pin dei 5v tramite il pulsante al pin 7 digitale, ho dato qualche impulso ma niente, credevo che se non premo è 0 se premo e riceve i 5v è 1 smiley-lol. Ma a quanto pare non è così infatti nn ha funzionato, e per giunta cercando in rete oltre a trovare il modo giusto per usare un pulsante cn arduino ho letto anche che il modo usato da me è sbagliatissimo, ora vorrei sapere da voi cosa ho combinato in realtà a livello hardware, se ho bruciato qualcosa... anche se la scheda continua a funzionare e a vederlo il pin non sembrerebbe bruciato inoltre l'ho riprovato col giusto collegamento e funziona. Vi prego toglietemi questo dubbio!!! Grazie in anticipo.



cerca di essere ottimista non credo che tu l'abbia bruciato smiley
...semplicemente non funziona bene perchè ci sono correnti parassite: se tocchi il pin, non avendo una resistenza di pulldown che ti scarica a massa lui vede 1 anche se è 0... comunque non dovrebbe bruciare nulla perchè dentro hanno messo anche un diodino zener che eventualmente scarica l'eccesso se non si esagera.
a livello di sorgente dovresti assicurarti di non aver dichiarato il pin dell'interruttore come output: l'ideale sarebbe dichiararlo come input  ma se lo lasci da dichiarare (istruzione pinmode) dovrebbe di standard prendere l'input...
penso che tu abbia capito cosa devi fare: una resistenza tra pin e massa per scaricare a terra le spurie o l'uso della resistenza interna attivabile via software (che però funziona contraria)
http://arduino.cc/en/Tutorial/Button
http://arduino.cc/en/Tutorial/DigitalPins   

207  International / Generale / Re: Clipping del segnale e EEG on: December 09, 2012, 06:44:38 am
@uwefed

Lascio a te il campo che si vede che ne sai più di me di strumenti medicali, ecc.

Ho sbagliato a scrivere EEG, avevo capito che si tratta di cervello e non di cuore. smiley-razz

Ciao.

infatti EEC è cervello... ECG è cuore... smiley-mr-green non che il cuore sia meno "particolare" come organo ma...più della "lettura" che vabbè...  mi spaventa il coso che emette... e mi chiedo che voglia fare il collaudo...
Io ditemi duro ma non ho capito una cosa: si vuole misurare l'encefalo mentre lo si sta friggendo (e perchè?) oppure si vuole misurare e friggere e rimisurare esattamente dallo stesso elettrodo/punto per valutare l'acceduto?
208  International / Software / Re: Problemi sul software per un progetto! on: December 08, 2012, 03:44:38 pm
se stacchi il servo hai il salto lo stesso?

qui serve il famoso serial.print che ti dicevo di usare prima...DEBUG!!!!

sul ciclo loop devi fare una cosa del tipo

while (1)
     cicillo = analogread  (pintemperatura);
     serial.print cicillo;
    delay 100;
questo ti blocchera in un ciclo infinito l'arduino: non funzioneranno più led ne null'altro però poi con il serial monitor potrai monitorare per bene la situazione... quando va lo togli e ricarichi il programma..

picchigna il sensore con le mani: varia? hai messo una resistenza di pulldown? quanti ohm?
finquando non è stabile questo programma non si ha da andare avanti... nota che più che un programma stavolta ti ho messo uno pseudocodice manca di tutto e di più...colpa di leo:c'ha ragione: se te lo faccio io tu non impari...   smiley-grin smiley-mr-green

per il rimpallo dell'lcd... devi fare come ti ha detto leo qualche post fa: aggiornare solo quando serve... usi una variabile "oldTemp" e aggiorni il display (ed oldtemp) con il clear e con il print solo quando olttemp è diverso dalla temperatura appena letta.... sarebbe poi cosa abbastanza comune fare un ciclo di accumulo di letture su analogread e poi farne una media.

l'isteresi che dicevo prima è il palleggio che può accadere quando si passa da una fascia all'altra... e qua te la devi vedere da solo perchè se no leo si incazza  smiley-grin
209  International / Generale / Re: Comprare arduino neofita on: December 08, 2012, 12:51:25 pm
Per iniziare è meglio la UNO, è fatta apposta.
La Leonardo è una scheda particolare, viene usata in progetti in cui si dovrebbero simulare periferiche HID collegate al PC grazie al supporto USB nativo. Inoltre il suo chip non è lo stesso di quello della UNO per cui potrebbe darsi che qualche libreria o qualche shield non sia del tutto compatibile con la scheda.

si be ho avuto anche io qualche rognetta ma veramente nulla di che... in compenso lo trovo a 2 euro di meno (vabbè non mi faccio ricco ) ed ha diversi pwm e piedini a disposizione... a me è parso un bel cosetto e le anomalie che ho riscontrato sono secondo me solo dovute alla gioventù... anzi per esempio ho trovato discretamente interessante avere il Serial1 per la rs485 eccetera.
Comunque vero è che si trovano i kit sul uno e non sul leonardo... imho alla fine non cambia molto... magari compralo per secondo quando hai già il resto del kit.
210  International / Software / Re: Problemi sul software per un progetto! on: December 08, 2012, 12:20:28 pm
Ma quanti perchè!!! smiley-grin
Allora...quando ho testato lcd e lm35 soli la temperatura la calcolava bene!!!
Ora come ora sono tutte collegate(lm35, lcd, i 3 led, buzzer e servo) tramite i 5V di arduino, quindi ho comprato una batteria da 9V per alimentare a parte servo e buzzer.
La temperatura che si alza è quella dell' lcd, per esempio se la temperatura è di 22°, basta che si accenda il led giallo che la temperatura sale di 2 gradi. I led sono collegati ai 5V di arduino tramite resistori.
Cosa non ho gestito???
Ripeto sono alle prime armi con Arduino...quindi non ti sorprenderà sapere che io non sappia cosa siano le isteresi!!!!
Code:
lcd.print( (char) 223);                                    // <-------------------- perchè???
  lcd.print(" Celsius ");
  delay(1500);//delay(750)   ;                             // <--------------------QUI DIREI PERCHE' PERCHE' PERCHE'???
  lcd.clear();                                                     // <-------------------- perchè???
Il primo perchè è quello legato al simbolo °;
il secondo perchè il mio intento era quello di rilevare la temperatura ogni tot di tempo e non continuamente;
il terzo perchè il prof mi aveva consigliato di mettere lcd.clear() all'inizio e alla fine per pulire l' lcd.....
Spero di aver risposto ai tanti perche smiley-grin!!!




Se i consumi sono grossi potrebbe crollarti la tensione di riferimento e non leggerti più giusta la temperatura correttamente...con l'alimentazione separata dovrebbe risolversi....anche staccando il servo e basta...il buzzer... be ho messo una capsula piezo e problemi non ne ho avuti.


il delay non va bene perchè blocca su tutto come sempre quindi blocca lampeggi e tutto... lascia che vada veloce sto arduino che ti frega di azzopparlo.
non va bene dare il clear a fine lettura perchè se togli il delay come dovrai noterai solo un lampeggio...lascialo solo all'inizio prima della lettura poi scrivi e lascia scritto.
quel carattere da me non esce come zerino dato che hai scritto celsius insomma si capisce che sono gradi.

Pages: 1 ... 12 13 [14] 15 16 ... 20