Show Posts
Pages: 1 2 3 [4] 5
46  International / Generale / Trasformatore Amperometrico Vs. Arduino....AREF??? on: February 27, 2013, 05:10:45 pm
Salve a tutti ragazzi, nel ringraziarvi per l'aiuto finora datomi anche silenziosamente (leggendo le vostre risposte su altri topic) pongo un mio nuovo quesito, dopo giorni di estenuanti ricerche sono finalmente riuscito a trovare un trasformatore amperometrico con uscita in tensione diretta...
l'amperometrico verrà implementato in un'impianto domotico autocostruito con arduino...il problema è adesso interfacciarlo appunto con quest'ultimo, ovviamente il trasformatore verrà impiegato in impiantistica civile e quindi con correnti massime di 16A, ed eroga 1,6V a 16A con una precisione superiore allo 0,1%... quindi la mia intenzione è quella di collegarlo ad un ingresso analogico di arduino, da quello che so gli ingressi analogici hanno una risoluzione di 1024, dove 0 sta per 0V e 1024 sta per 5V...(correggetemi se sbaglio), data l'erogazione massima dell'amperometrico di 1,6V mi chiedevo se fosse possibile (tramite lm317) fornire all'ingresso AREF una tensione appunto di 1,6V e quindi sapere l'impostazione che va fatta sullo sketch, inoltre volevo sapere se applicando il AREF avrei ugualmente una risoluzione di 1024 (0=0V e 1024=1,6V) o verrebbe diminuita...poi un'ultima domanda.... posso collegare direttamente l'amperometrico al pin di arduino mettendo le masse in comune? grazie in anticipo per l'aiuto...Un Saluto
47  International / Generale / Re: info acquisto Strip LED RGB on: February 27, 2013, 04:45:09 pm
guarda qui se trovi qualcosa... smiley http://www.aliexpress.com/wholesale?SearchText=ws2801&CatId=0&manual=y&SortType=price_asc&filterCat=200002296%2C200003076%2C200003207&groupsort=1&page=3
48  International / Generale / Re: memorizzazione eventi con data e ora on: February 23, 2013, 03:04:39 pm
Secondo me se trasformi tutto in UnixTime (http://en.wikipedia.org/wiki/Unix_time) con un singolo uint32 = 4 bytes hai la risoluzione di un secondo e vai avanti per 1600 anni prima di andare in overflow.
Nella libreria di Leo trovi le funzioni per trasformare da data e orario in secondi e viceversa.

Inoltre è facilissimo fare i conti per calcolare ad esempio differenze di orario senza ricorrere al calcolo sessagesimale e relativi controlli.

OOOk....grazie a tutti per l'aiuto...ora mi è molto più chiaro e mi metto a lavoro per fare qualcosa...se ho qualche problema o dubbio posto qui... PaoloP...non complichiamoci la vita.....è da implementare nel sistema antifurto di una abitazione...quindi... smiley va benissimo così...grazie ancora a tutti voi smiley-wink
49  International / Generale / Re: [Concorso] - Regalo 10 MAX7129 a chi fa il miglior pcb on: February 23, 2013, 05:22:44 am
io parteciperei anche... smiley ma non mi dite che ce la dobbiamo sbrogliare pure...smiley-lol c'è il master della mega in giro???
50  International / Generale / Re: memorizzazione eventi con data e ora on: February 23, 2013, 05:16:41 am
emh... smiley non ho capito la questione dell'indice..l'indice a che servirebbe?
51  International / Generale / Re: memorizzazione eventi con data e ora on: February 22, 2013, 09:40:56 am
Grazie a tutti per le risposte....per la eeprom esterna dispongo di alcune 24c64 che sono i2c da 64Kb...per quanto riguarda i byte sono riuscito a capire....quello che ancora non capisco è la tecnica di memorizzazione....mettiamo caso che il programma legga la carta RFID con il comando readCard, e per l'orario ho dichiarato ora, minuti, secondi, giorno, mese, anno, per scrivere i dati sulla eeprom cosa dovrei fare?
EEPROM.write(readCard, ora, minuti, secondi, giorno, mese, anno)????
se li dispone in automatico oppure devo dividerli io e specificare le celle in cui vanno inseriti?
se non chiedo troppo mi fareste vedere un esempio di codice?...
52  International / Generale / Re: memorizzazione eventi con data e ora on: February 20, 2013, 07:59:29 pm
Grazie innanzi tutto per le risposte....in pratica non ho mai scritto e letto sulla EEPROM, ed è questo appunto il mio problema, i dati vengono dalla seriale...(pin 0, 1 di arduino) non appena arduino riconosce il dato sulla seriale deve poter salvare sulla EEPROM il numero di carta RFID letta e relativa data e ora...e poi prevedere un'autocancellazione dopo 48 ore...la domanda esattamente è: come faccio?...ho cercato un pò in giro...ma non sono riuscito a capire moltissimo...ovviamente devo inizializzare la libreria EEPROM.h e fin qui ok... poi per fargli salvare ciò che è stato letto come posso fare?... premetto che il codice della RFID si presenta nel seguente modo: esempio 26 65 0F 44 09 28... cioè quello che realmente non sono riuscito a capire è quanto spazio ho in ogni cella della eeprom? come riesco a salvare i 6 byte se ogni cella contiene massimo 1 byte? come faccio a memorizzare l'identificativo sopra con ora e data e poi a richiamarli??...l'unica cosa che so è che si usa EEPROM.write per scrivere e EEPROM.read per leggere....penso che per la lettura non ci sia problema...mi è sembrata facile...è la scrittura che non riesco a comprendere...
53  International / Generale / memorizzazione eventi con data e ora on: February 20, 2013, 12:42:45 pm
Salve a tutti ragazzi, ho un quesito da porvi, praticamente ho realizzato un controllo accessi con sensore RFID ID-20 ed ho bisogno di verificare chi entra e a che ora memorizzando sulla eeprom il numero della scheda letta, orario e data e prevedendo una cancellazione automatica dopo 48 ore...per l'orario ho già previsto un modulo RTC con relativa batteria di backup, DS1307 e quarzo...per quanto riguarda la lettura, viene inviata ad un chip standalone di arduino tramite porta seriale....spero che riusciate ad aiutarmi...grazie 1000...ciaoooo
54  International / Generale / Re: progetto standalone Arduino Uno SMD Rev3 on: February 19, 2013, 01:21:46 pm
Hai caricato il bootloader sul nuovo atmega...???
55  International / Generale / Re: 4 Arduino Master Slave in RS485 on: February 10, 2013, 03:10:36 pm
Ottima idea quella della SoftwareSerial... quindi procediamo in questo senso...abbiamo bisogno di altra gente che si aggreghi però...qui di lavoro ce n'è....ma il mio tempo è molto limitato purtroppo...quindi quando posso butto giù qualche idea....fattevi avanti anche voi...con pezzi di codice...a pezzo a pezzo buttiamo giù qualcosa di concreto...
56  International / Generale / Re: 4 Arduino Master Slave in RS485 on: February 10, 2013, 09:01:50 am
dimenticavo....ovviamente nel void setup()

Code:
Serial.begin(9600); //inizializzo la porta seriale e la imposto a 9600 baud...
57  International / Generale / Re: 4 Arduino Master Slave in RS485 on: February 10, 2013, 08:52:56 am
Ok dai, quindi siccome vogliamo fare un SimpleProtocol propongo di fare questa tabellina in un file.h da includere nel sorgente, il problema reale che ho riscontrato nei sorgenti che si trovano in giro nel web è appunto il non capire a che serve quella determinata stringa che magari sta solamente dichiarando cosa deve fare quel comando....quindi propongo di semplificare al massimo e lasciare all'utente che va a modificare il codice sorgente soltanto decidere cosa eseguire su quel pin ecc....che ne dici?...un sorta di brutta copia del Wire...
58  International / Generale / Re: 4 Arduino Master Slave in RS485 on: February 09, 2013, 06:57:33 pm
Ragazzi, vi prego di scusare la mia assenza a causa di svariati impegni lavorativi....dunque creiamo una base di partenza...e partiamo dal master....mettendo per ipotesi che noi vogliamo creare un protocollo semplice utilizziamo 6 byte... e quindi
Code:
byte data [6]
// il primo byte è il classico NULL, inviato per primo come meno significativo 0x00
byte Address; // il secondo byte è quello di indirizzo del dispositivo che invia
byte SlaveAddress; // il terzo byte è quello di indirizzo del dispositivo che riceve
byte Data; // il quarto byte richiama la funzione da eseguire...nel caso di invio di lettura digitale entrambi i byte di data riportanto il valore di 10 bit
byte Data2; // il quinto byte specifica cosa eseguire
byte Checksum; // l'ultimo byte invia un feedback al master indicando che l'operazione è stato eseguita
correggetemi se scrivo castronerie...(Leo72 aiutami tu che vedo che sei il più esperto qui...)
poi....
Code:
#define Address  xx; //impostiamo l'indirizzo del dispositivo
const int PinRS485Enable = 02; //impostiamo l'abilitazione del trasferimento dati sul pin 2 ( i pin 0 e 1 sono utilizzati per la comunciazione seriale)
const int ErrorComLed = 03; //reputo molto utile l'utilizzo di un led che ci segnali eventuali errori di comunicazione

poi sul void setup() scriveremo:
Code:
pinMode(PinRS485Enable, OUTPUT); // settiamo il pin di controllo della trasmissione come output
pinMode(ErrorComLed, OUTPUT); // settiamo il pin del led di errore come output


59  International / Generale / Re: 4 Arduino Master Slave in RS485 on: February 05, 2013, 09:27:49 am
Dovreste creare una serie di livelli di sicurezza. Se l'operazione è banale, come ad esempio accendere un faretto quando inizia a fare buio, potete usare un livello basso, spedendo al master la lettura del sensore ed attendendo che il master spedisca il comando.
Ma se il livello di sicurezza è alto, lo slave è abilitato ad invertire la sequenza: operare in proprio attivando una certa cosa ed informando il master del problema.

Cosa consigli???
60  International / Generale / Re: 4 Arduino Master Slave in RS485 on: February 04, 2013, 01:10:36 pm
Allora dopo tutto questo parlare peché non ci uniamo in u n unico gruppo e iniziamo
a mettere le basi per un "simple protocol" da usare per un Arduino Master che
collegato con due slave esegue un controllo dello stato pin dei due slave in scansione e in continuazione e appena riceve uno stato High dei pin input 2,3,4 di ogni slave esegue un digitalWrite High dei suoi Pin Output 2,3,4  5,6,7  8,9,10


Slave1 pin2,3,4 ---- segue  Master pin2,3,4
Slave2 pin2,3,4 ---- segue Master pin5,6,7
Slave3 pin2,3,4 ---- segue Master pin8,9,10

Da dove iniziamo??

Pietro...l'idea mi piace...scrivere qualcosa noi da mettere a disposizione di tutti (visto che si trova davvero poco) quello da cui partire sarebbe inventarci il protocollo

rispondendo a Vittorio...
la mia idea di avere un codice in esecuzione all'interno degli slave è solo per i comandi delle luci e per il sensore gas sostanzialmente...ciò per avere un'affidabilità maggiore e un tempo di risposta immediato, la sirena del sensore gas in questo caso è allocata all'interno dello slave in questione...nel caso di una fuga di gas..lo slave dovrebbe rilevare il gas, inviare il comando di accensione della sirena al master e il master dovrebbe restituirlo allo slave dicendo di attivare la sirena...mettiamo caso ci fosse un errore di comunicazione o qualsiasi altro problema per cui il segnale non riesce ad arrivare al master...la sirena non si attiva...è solo una questione di affidabilità, praticamente lo slave mi esegue il codice inviando solo un feedback al master alla prima interrogazione...comunque se vogliamo fare un codice insieme sono a disposizione...cominciamo a buttare giù qualcosa...
Pages: 1 2 3 [4] 5