Show Posts
Pages: 1 ... 109 110 [111] 112 113 ... 155
1651  International / Generale / Re: RFID e sicurezza on: September 05, 2011, 09:19:50 am
Ciao

Quote
Ma che differenza c'è tra i moduli innovations ID-12 e ID-20?

il range!
ID-12: 10cm
ID-20: 20cm

Quote
prodotti economici ne ho visti pochi
questo:
http://www.watterott.com/index.php?page=product&info=1007
è economico.
(non è disponibile, ma questo:
http://www.watterott.com/en/Electronic-brick-125Khz-RFID-Card-Reader
è sostanzialmente la stessa cosa)

Quote
Per avere un range di 1-2mt che antenne ci vorrebbero?

mi sa che ti ci vogliono tag attivi, e qui i costi dei lettori salgono ancora di più.
1652  International / Generale / Re: Rilevamento di AC 220V da Arduino on: September 05, 2011, 06:55:44 am
@Testato

Quote
scusa ma questo topic e' risolto, il circuito da me proposto, va bene cosi' come e'

non lo metto in dubbio, ho chiesto a mia volta un parere riguardo ad un'altra soluzione in topic.
1653  International / Generale / Re: Rilevamento di AC 220V da Arduino on: September 05, 2011, 05:56:52 am
Ciao,
ho riesumato un vecchio sito che guardavo con estrema curiosità ed ignoranza, anni fa (anche se ora poco è cambiato  smiley-grin):
http://www.webalice.it/crapellavittorio/electronic/varisch2.htm
..c'è proprio la richiesta di rilevare AC.

http://www.webalice.it/crapellavittorio/electronic/varisch2.htm#spi
http://digilander.libero.it/i2viu/varisch4.html#sencur

nel primo per accendere un led, nel secondo un altro carico.
Concettualmente non si potrebbe sfruttare questa idea?

Quindi un toroide con da un lato avvolgimento della 220, e dall'altra avvolgimento con IN su pin Arduino?
1654  International / Generale / Re: Arduino pronto per la NASA on: September 05, 2011, 05:19:54 am
Quote
tra poco ci sarà veramente un atmega328 nello spazio!!! http://tj3sat.wikidot.com/
..se ne era già parlato qui:
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,66189.0.html

Interessante, come sviluppo.
1655  International / Generale / Re: RFID e sicurezza on: September 05, 2011, 03:46:07 am
Quote
Considerato che, la chiave dovrei comunque portarla con me, per poi accendere l'auto che tra le altre cose è a chiave codificata, vorrei solo che il kit arduino+RFID emulasse la pigiatura del pulsante sulla chiave. TAG RFID a distanza di 50cm? apro l'auto e disattivo l'allarme, mi allontano metto l'allarme ON e chiudo le portiere.

questo dovrebbe essere fattibile, in quanto l'antenna del lettore ha range limitato, pertanto non appena riesce a leggere il tag, potrebbe aprire la portiera.
Potresti poi avere un altro lettore, con antenna mooolto meno potente, che rilegge il tag quando lo metti nel portaoggetti/cruscotto, facendo avviare l'auto.
Riguardo al processo contrario.... con il lettore e tag che ho utilizzato io, è necessario resettare il lettore perchè venga azzerata la lettura precedente.
Mi spiego: se mi avvicino con un tag, lo legge. Ma anche se lascio il tag lì, non viene riletto - per ottenere questo, devo allontanare e riavvicinare il tag, oppure resettare il lettore.

Quote
Il problema sicurezza, nessuna paura che possano rubarmi l'auto, come ho detto prima ha la chiave codificata, quindi senza chiave non si accende. Però potrebbero aprirla. Dalle prime risposte capisco che il sistema è abbastanza sicuro

dico la mia, perchè mi ero informato tempo fa.
RFID non è sicuro.
E' sufficiente che una persona ti passi di fianco con uno scanner/spoofer (per nulla complicato da realizzare anche in casa) per clonarti l'id.

A mio avviso, i sistemi più sicuri son quelli che si basano su 2 elementi:
- una cosa che HAI - un tag rfid/un token/un device bt (hanno un MAC, pertanto sono univoci), altro..
- una cosa che SAI - un codice

1656  International / Generale / Re: Robot aspirapolvere on: September 05, 2011, 03:10:22 am
Quote
ragazzi io come progetto ho ben in mente un robot che fa la pianta della casa

su gioblu avevo letto qualche articolo sull'argomento:
http://www.gioblu.com/tutorials/robotica/217-robot-cartesiano-e-odometria-con-arduino

magari possono essere spunto per approfondimenti...

Riguardo alle spazzoline raccogli-briciole: vanno bene SOLO per le briciole...
In caso di capelli o polvere, le spazzole rimangono sporche...

Alcuni robottini aspirapolvere (quelli + economici) hanno una sorta di panno, sotto.
Non si tratta di panni elettrostatici, ma panni che per semplicemente per contatto raccolgono (e pure spingeno) lo sporco.

Penso ci sia inoltre da considerare che per questi robottini vale lo stesso concetto dei robottini tagliaerba: perchè il lavoro sia fatto bene, è necessario che vadano regolarmente.


1657  Community / Bar Sport / Re: [OT-SPAM-VENITE A MANGIARE] Lo spamm bar on: September 02, 2011, 10:03:19 am
..eddai...

Quote
nono, gentoo vien meglio di debian perchè sei sicuro che sulla macchina c'è SOLO lo stretto indispensabile, niente server grafici o menate varie

Senza aprire flame:
debian quando lo installi non ha nessun server grafico.
L'installazione di base (che puoi naturalmente personalizzare) pesa poche centinaia di mb...

1658  International / Generale / Re: Aiuto codice 3 x 74HC595N on: September 01, 2011, 09:13:54 am
Quote
Ne avevo segnato uno che ne gestiva 15 ma non ricordo più quale fosse, se non sbaglio, e occupava 2 soli pin Arduino, ma forse mi sbaglio   

forse ti eri segnato il TLC5940:
http://arduino.cc/playground/Learning/TLC5940
solo che utilizza più di 2 pin!
1659  International / Generale / Re: Android ADK e Arduino on: August 23, 2011, 08:22:30 am
Quote
questi tablet hanno la porta usb come quella dei pc è scontato che sia un usb host??? se si posso quindi gestire un arduino normale (senza adk) facendo la solita comunicazione seriale come farei con un qualsiasi applicativo per pc???

confermo, ho un epad  smiley-lol e ci puoi attaccare chiavette usb, umts, altro.

Direi quindi che non abbia alcun problema con Arduino, perlomeno se si intende utilizzarlo via seriale over usb.
Io personalmente mi intefaccio con Arduino via browser (wifi), o via bt (anche se in questo nel tablet manca, devo provare con un dongle bt)
1660  International / Generale / Re: Multiplexer usati come Demultiplexer on: August 22, 2011, 09:25:32 am
Ciao,
giusto per conoscenza, nel mux shield viene utilizzato l'integrato CD74HC4067, che permette :
Quote
analog inputs/digital inputs/digital outputs (in combination)
1661  International / Generale / Re: WiFi per Arduino low cost on: August 22, 2011, 09:21:13 am
Ciao
Quote
Il costo in Euro dovrebbe essere attorno ai 35, iva e dogana inclusi, saranno disponibili la prossima settimana anche da Watterott.
qui se non sbaglio bisogna però utilizzare uno shield per alloggiare il modulo.
Se lo shield è lo stesso degli Xbee, per l'utilizzo finale ci son quindi da sommare alle spese anche un'altra ventina di eur... sempre che non lo si utilizzi con shield DIY o in altro modo...

Come ho già citato in altri post, al prezzo di 39 eur (prezzo promesso, poi vedremo  smiley-razz), il 15 settembre dovrebbe arrivare Carambola:
https://picasaweb.google.com/109696420029359039124/CarambolaPreviewArduinoCamp062011?authkey=Gv1sRgCPDRyq2KsI2OJQ#slideshow/5619451848602387698

..e pure lo shield wifi ufficiale dovrebbe costare attorno ai 50/60 eur, ma questo lo scopriremo non appena verrà annunciato...
1662  International / Generale / Re: Mandare e-mail tramite Arduino collegato col Wi-fi ad internet on: August 21, 2011, 05:13:02 pm
Ciao,
innanzitutto se hai eth shield la fonera NON ti serve.

Quote
Comunque cosa ne pensi del sistema ethernet shield-ripetitore wifi? Potrebbe funzionare?

se già hai un ap che permette di fare wds (tipo la fonera), allora fallo.

Altrimenti, se te lo devi procurare, acquisterei piuttosto uno shield WiFi.

Il RedFly, prodotto dalla Watterott, costa "solo" 65 eur, ma è prevista nel mese di settembre l'uscita di un altro shield wifi molto più economico, Carambola (è stato presentato all'ArduinoCamp).
Inoltre dovrebbe uscira a breve anche il nuovo wifi shield ufficiale (presentato anche questo all'ArduinoCamp), che come prezzi dovrebbe essere una media dei due sopra citati.
1663  International / Generale / Re: Mandare e-mail tramite Arduino collegato col Wi-fi ad internet on: August 20, 2011, 06:15:48 pm
Quote
C'è una cosa che non ho capito: con fonera è come con la ethernet shield, cioè faccio da server, oppure ottengo un semplice seriale wifi a cui posso connettermi da altri computer nella stessa rete, se fosse così sarebbe una fregatura perchè dovrei utilizzare anche un altro computer. Va bene che Fonera è come fosse un computer, però non posso programmarla.

ciao, per utilizzare la seriale della Fonera con Arduino, devi aggiornare il firmware della Fonera con un os linux based come OpenWrt (https://openwrt.org/) o dd-wrt (http://www.dd-wrt.com/site/index).
Sostanzialmente quel che devi fare è creare degli script php, perl, ruby, shell ... etc etc che vengano eseguiti sulla fonera, e che dialoghino con Arduino via seriale.
Nello stesso modo creerai delle interfacce web accessibili dalla rete interna o esterna (in questo caso appoggiandoti a servizi come dyndns o similia).

Direi però che per quel che vuoi fare tu è sufficiente l'Eth shield da sola.
Ci sono molti esempi nell'IDE, nonchè progetti in rete (basta cercare con google).

La soluzione più veloce e pulita (naturalmente secondo me), è questa:
- Arduino regolarmente effettua una get sul tuo sito su Altervista, passando dei parametri e relativi valori ad uno script php ad hoc, che si occuperà poi di salvarli su db mysql
Esempio stupido: Arduino come WebClient apre la url
http://tuosito.altervista.org/tuoscript.php?temp=23.5&ph=5.5
il tuoscript.php recupera il valore delle get, e le salva su db mysql

Per approfondimenti, guardati i seguenti link:
http://arduino.cc/en/Tutorial/WebClient
http://www.tizag.com/phpT/postget.php

Quindi non c'è bisogno che Arduino sia accessibile da internet (è sufficiente che Arduino possa andare in rete) e puoi far aggiornare da Arduino i dati con frequenza fissa o in caso di eventi particolari.

1664  International / Generale / Re: [OT] Team speak server di arduino.cc (Un-official) on: August 19, 2011, 07:17:18 am
@ratto93
un amico della tua zona si avvale dei servizi di e4a, sono economici, MCR (banda minima garantita) certificata, compresi un set di 8 ip pubblici e statici!
MCR fa la differenza, sulla qualità di una banda, e ip pubblici tornano sempre utili, soprattutto se hai servizi che gestisci "in casa" .

Io sinceramente non ho sentito parlare molto bene di Eolo, più che altro per quel che riguarda tempi e costi di startup.
Appropos di costi di startup: l'internet satellitare ha dei costi mooooolto alti..... (lasciando stare appunto la latenza, come ha osservato Guglio)
1665  International / Generale / Re: Ethernet shiled clone fai da te? on: August 18, 2011, 10:38:58 am
Ciao,
usare il chip w5100, dato il package, non risulta semplice.
Le alternative per dummy sono:
- utilizzo di moduli Wiznet che montano il W5100 + elettronica di controllo, il tutto su pcb con comodi strip pin, tipo il WIZ812MJ - sostanzialmente il suggerimento di Federico;
- utilizzo di  ENC28J60 - il progetto da te postato è un punto di riferimento;

Se vuoi utilizzare un ENC28J60 ma su shield - e quindi avere sotto una classica Arduino, devi prendere spunto da questi prodotti:
http://www.thaieasyelec.net/index.php/Arduino/Ethernet-Arduino-Shield-ENC28J60/p_128.html
(se ne trovano di diversi, in rete), ma in questo caso devi avere la fortuna di trovarne una versione con il package DIP.

Oppure ancora puoi partire dal progetto trovato su instructables, e modificare il pcb in modo da ricavarne uno shield...
Pages: 1 ... 109 110 [111] 112 113 ... 155