Show Posts
Pages: [1] 2
1  International / Megatopic / Re: (Libreria) Souliss Home Automation on: November 24, 2011, 02:38:26 am
Davvero interessante. Mi piace l'approccio perchè (finalmente!) superiamo lo scoglio che ha rallentato terribilmente il proseguire della stimolante discussione dell'anno scorso sul vecchio forum (l'hai letta?), cui ho attivamente partecipato.

Da allora ho proseguito i ragionamenti e sono arrivato alla realizzazione di un sistema completo basato su arduino (e simili) e su nodi linux.

Proprio alla luce della oramai completa installazione (quasi 200 relè per il controllo di luce e riscaldamento di alcune decine di ambienti) nelle ultime settimane sto maturando la convinzione rimettere mano pesantemente alla logica di funzionamento del sistema, per impostare un modello simile a qaunto proponi: un peer to peer agnostico dell'hardware, inevitabilmente con diversi livelli di implementazione di un protocollo di fondo, comunque basato su TCP/IP (ora l'approccio è quasi completamente client-server, più per completare rapidamente sviluppo ed implementazione che per seria riflessione sulla questione).

Nei prossimi giorni studierò il tuo sistema e ti dico se possono esserci ambiti di interazione: io credo di si.

Sei già riuscito a realizzare un prototipo del sistema completo?

Per quanto riguarda il discorso dell'hardware Arduino dedicato, sfondi una porta aperta: è da secoli che ci penso, tanto che avevo anche aperto un forum per portarne avanti lo sviluppo

   http://domoduino.org

Purtroppo il sito è stato sommerso dallo spam ed io dal lavoro, per cui tutto langue da mesi. Hai voglia di aiutarmi a riattivare l'iniziativa?

Considera che io sono un valido programmatore, e me la cavo anche con l'elettronica, anche se il mio ambito di specializzazione resta il software. Sono in grado però anche di progettare la parte hardware, salvo che serve l'aiuto di un esperto elettronico per evitare problemi tipo quelli delle interferenze elettromagnitiche che mi hanno mandato in palla durante la realizzazione del prototipo di cui sopra...
2  International / Generale / Re: Domotica: programmare Arduino da.... un altro ? on: November 08, 2011, 12:02:52 pm
interessanti ragionamenti... quindi mi ci metto anche io (come solito, se si parla di domotica)!

qualche tempo fa mi sono imbatutto in questa cosa:

   http://bitlash.net/

non è esattamente quello di cui avete parlato finora, ma ci va molto vicino concettualmente (se facciamo della filosofia, facciamola!), e per come vedo io certe cose è perfino meglio.

più prossimo a quanto cerca andrenino è invece quanto indicato qui:

   http://blog.thiseldo.co.uk/?p=620

se avete dovuto scaricare la libreria più diffusa per il chip ethernet ENC28J60 (usato in molti shields -e affini- low cost), avrete notato che è una pagina del blog di chi la mantiene, quindi parrebbe qualcuno con un po' di voce in capitolo per dire che una cosa si può fare.


questi due commenti a caldo, giusto per alimentare il fuoco della discussione...
3  International / Generale / Re: Domotica...cerco collaborazioni... on: October 21, 2011, 12:28:39 pm
Grande Astroz!

Sono contento che il progetto sia proseguito nonostante il gruppo della scorsa estate si sia sfasciato... Secondo me è stato anche per la migrazione del forum sulla nuova piattaforma che ha imposto il congelamento della vecchia discussione.

Prima o poi mi rimetterò a leggerla.

Nel frattempo anche io sono andato avanti: ho implementato un sistema più piccolo del tuo, con "solo" 80 relè (una decina di stanze, ma non comandiamo le prese come te -- PAZZO! ;^}).

Invece degli Arduino ufficiali abbiamo usato dei giocattolini molto interessanti realizzati in un hackspace a Londra:

  http://www.nanode.eu/

Per scelta di progetto abbiamo messo solo un paio di pulsanti, e gestiamo le luci solo tramite sensori di presenza (non è una casa). Il vantaggio è che usiamo questa informazione anche per affinare il comportamento dell'impianto di riscaldamento.

In ogni stanza abbiamo però messo un piccolo touchscreen (linux based) dal quale si "comanda" la stanza, fungendo quindi sia da termostato che da interruttore, ma soprattutto come punto di attivazione dei programmi generali (tipo scenari). Assieme al touch c'è un altro po' di robetta: un arduino mini pro interfaccia il sistemino linux che gestisce il touch con sensori di luminosità e di temperatura, ed include microfono ed altoparlante aggiuntivo per funzioni di interfono/citofono.

Per la programmazione generale e la supervisione del sistema, un economico panelpc da 18 pollici (con sopra Ubuntu) la fa da padrone all'ingresso.


Ricordo che tu eri per un approccio un po' lontano dal mio, ma se c'è comunque modo di pensare "insieme" al protocollo di comunicazione fra i nodi e altre amenità strutturali, secondo me ne viene fuori qualcosa di interessante.


Scappo a cena, i pargoli chiamano: se la cosa interessa posso postare qualche altro dettaglio...


Ciao, e ben ritrovato!
4  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: January 21, 2011, 08:49:30 am
Ciao Stefano, ben ritrovato.

Io pensavo a cose MOLTO più embedded soprattutto perché ci sono dei cosini molto interessanti tipo questo:

http://bifferos.bizhat.com/

Che costano quanto un ethernet shield (38 euro) e, pur avendo un processore ridicolo, praticamente un 486, consentono di avere per la parta di networking qualcosa di -teoricamente- molto più solido di un chippino embedded da 4 socket massimo.

Non nego anche che da moltissimi anni lavoro con grandi soddisfazioni su macchine linux piccole e grandi, e quindi mi sento molto a mio agio nel networking in ambiente linux.

Infine quale matrimonio potrebbe essere migliore di quello tra Arduino e Linux (o varianti)?

Appena mi libero un pochino, conto di sostituire il mio termostato prototipale (Jeenode+vari plugs+serial lcd) con un nodo basato su questa soluzione.

Per quanto riguarda la distribuzione da adottare, ho usato recentemente una distro per sistemi embedded chiamata OpenWrt (pensata per router e cose del genere) che mi è sembrata poco esosa in termni di risorsa richieste. Certo vorrei qualcosa di, per quanto più possibile, read-only rispetto alla memoria flash da cui farò il bootstrap del sistema operativo, altrimenti il supporto andrebbe a quel paese molto presto (leggasi: wear-out).

Per compiti più tosti a livello computazionale, starei su soluzioni embedded basate su ARM, tipo BeagleBoard e simili: con soli 2W cè un sistema bello potente con eth, usb, audio in/out, una potenzialmente interessante interfaccia video, e con alcune versioni, pure wifi e bluetooth.

Poi lascerei sempre ad una Arduino (o sorelle) il collegamento con il mondo reale...
5  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: January 21, 2011, 04:08:09 am
Salve a tutti. Io sono sempre in ascolto, mentre cerco di restare a galla in questo fine 2010-inizio 2011 un po' travagliato sul fronte del lavoro quotidiano.

Sul fronte domotico ho proseguito solo mentalmente: in un paio di settimane al massimo dovrei riuscire a tirare fuori la testa dalla melma in cui sono da circa 3 mesi, e vorrei qualche parere sull'impostazione che e maturata nella mia testa in quest'ultimo periodo.

Già vi anticipo che l'utilizzo della ethernet come dorsale dell'impianto mi spinge fortemente su sistemini linux embedded al posto dell'ethernet shield: costano più o meno lo stesso, ma garantiscono stabilità e performance incomparabili con questo (nemmeno troppo affidabile sentendo Astroz) shield.

La cosa che mi spaventa di più non è tanto il fatto che qualche volta si pianta (problema risolto in parte con la più recente versione - astroz ha la prima, quella senza l'auto reset), quanto il fatto che il chip usato permette al massimo 4 socket contemporaneamente: e se, come riscontrato sempre da Astroz (record di citazioni!), qualche volta se ne può perdere uno per strada, possono nel tempo anche finire per esaurirsi...

Quindi la mi nuova idea sarebbe questa:

ETH <--> LINUX <--> ARDUINO <--> I/O DOMOTICO

Ciao!


ps: ho nel mio taccuino un bella paginetta di "riassunto delle puntate precedenti", quella che avevo promesso di mettere nel playground: appena scollino la riporto online...
6  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: December 06, 2010, 05:27:40 pm
avevo ben inteso le potenzialità di firmata, al punto che qualche tempo fa l'avevo usato per interfacciare arduino con flash... la cosa carina era che la libreria flash era sufficientemente evoluta da consentirmi di impostare delle funzioni di callback actionscript, invece di fare continuamente io il polling (che comunque avviene, ma in maniera trasparente alla programmazione fatta da me).

la libreria che mi hai indicato sembra interessante, se non altro perché mi pare sia più seguita delle altre cose che ho trovato io, visto che gli ultimi interventi sono "appena" di qualche mese fa (altre librerie sono in stallo da oltre 1 anno...).

come detto la mia idea sarebbe quella di usare al posto dell'ethernet shield un serverino linux embedded interfacciato con il mondo esterno (nel nostro caso, sensori e relé) tramite un arduino con il firmware firmata che parla con il serverino linux tramite programmini in python.

in tal modo arduino non risente dei limiti degli stack tcp/ip minimali (e a sentire l'esperienza concreta di astroz, pure poco affidabili) dei chip dedicati a soluzioni totalmente basate su microcontrollore.

in pratica, il meglio di due mondi: interfacciabilità hardware massima grazie ad arduino; con linux, networking avanzato, multitasking, riprogrammabilità totale, e molto altro.
7  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: December 06, 2010, 08:31:24 am
@pitusso
ESATTO!



Domandona un pochino off-topic, ma non troppo: cercando un modo per far parlare arduino con un computer, ho trovato il progetto "Firmata" (http://firmata.org).

E' perfetto per far fare ad Arduino il livello più basso di manipolazione di sensori e attuatori, lasciando la supervisione a qualcosa di più evoluto di un ethernet shild sul fronte dell'implementazione del TCP/IP: un serverino linux, di tipo embedded.

Per far parlare quest'ultimo con un arduino+firmata, vorrei usare qualcosa di facile da maneggiare a livello prototipale, e ho incontrato queste due librerie in python:

  http://bitbucket.org/tino/pyfirmata/src
  e
  http://code.google.com/p/pyduino/

Ho anche trovato molte cose non basate su firmata, tra cui:

  https://code.google.com/p/ioduino/

qualcuno li ha mai usati?
8  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: December 02, 2010, 11:07:49 am
interessante la soluzione di aggangio elettricamente diretto di arduino con la linea telefonica.

ma per "l'interfacciamento domotico" dell'impianto telefonico, nella sua accezione più ampia, io transiterei tramite un serverino linux centrale su cui sia installato il mitico asterisk, se necessario interfacciando poi questa macchina linux con arduino (via seriale/usb).

con questo piccolo sforzo, gli scenari che si aprono diventano molto interessanti:
- controllo locale scenari da linea interna
- controllo remoto della casa con una telefonata al numero voip riservato e comandi inviati via dtmf
- avvisi vocali sul cellulare per monitoraggio/anomalie/allarmi
- etc etc

in ogni caso mi sono già segnato il riferimento all'interessante chippettino segnalato nel filmato youtube.... grazie!

9  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 08, 2010, 10:25:18 am
ok ci sarò, ma non prima delle 21.30
10  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 08, 2010, 10:10:29 am
così però non mi fate lavorare... smiley-wink

questo è un test di quelle schedine più volte citate (per la cronaca basate sulle RBBB della modern devices):

  http://dl.dropbox.com/u/74903/_domoduino/IMG_0224.jpg

queste invece piaceranno a astroz:

  http://dl.dropbox.com/u/74903/_domoduino/IMG_0226.jpg
  http://dl.dropbox.com/u/74903/_domoduino/IMG_0230.jpg

l'ultima è un M6 presa da fernell, la prima un M4 presa in un brico...


sul fatto che il software sia compatibile con arduino non ci piove: la nostra SARA' un arduino, solo non nel nome e nella forma

11  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 08, 2010, 07:18:39 am
@astroz

sempre sui quaadri elettrici: hai detto che hai messo le arduino dentro scatole DIN. perfetto, ma di quanti moduli? e come ci sta un arduino mega con ethernet shield?

fo-to, fo-to, fo-to...
12  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 08, 2010, 07:16:53 am
scusa amedeo, ma pur sostenendo direttamente il raggruppamento esterno al forum, mi sembra si vada fuori rotta se si parla di consiglio direttivo e cose del genere.

siamo "gente della rete" e sappiamo che non servono "cariche" per guidare barchette come quella che stiamo trascinando noi...

mettiamoci al lavoro e basta, tanto la pragmaticità di mordor già traccia la rotta, ed è inevitabile che astroz sia da ascoltare con attenzione perché oltre ad aver già messo le arduino dentro la scatole di derivazione è anche così disponibile da raccontarci da più di due mesi come è andata...

brw, astroz: mandaci le foto che sono curioso come una scimmia di vedere un arduino dentro un quadro elettrico!

13  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 08, 2010, 06:26:39 am
+1 per l'interfaccia di comunicazione non inserita a priori, specie per la roba costosa, ma alla fine anche i chip rs485, pur costando davvero poco, andrebbero ad intaccare sensibilmente il costo del modulo base.

+1 per il sistema d'allarme separato: si tratta di cosa talmente delicata (=rogne legali o giù di lì) che secondo me è addirittura meglio lasciar fare a chi già fa queste cose, quindi a centraline specifiche

sarebbe però interessante individuare delle centraline antifurto con le quali poter dialogare per conoscere lo stato dei sensori, così che si possa pensare di usare quelle informazioni anche per altro

tipo:
allarme disattivato + nessuna presenza nella zona notte da 1 ora
---> riscaldamento giù di un paio di gradi
14  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 06, 2010, 09:30:46 am
condivido e supporto l'idea di uno spazio esterno, in cui in modo pratico e ordinato si possa mettere in fila le idee e poi tornare qui, e sul playground a raccontare come procede.

vedo coj piacere che comunque amedeo si è fatto vivo su

http://domoduino.org/forum

abbiamo tutti l'interesse a tenere la cosa open, sennò non saremmo qui con 330 post alle spalle.

per cominciare bene e concretamente, mi impegno personalmente (nei prossimi giorni) a provare a riportare sul playground quanto finora emerso qui dopo il suo ultimo aggiornamento.

15  Forum 2005-2010 (read only) / Italiano / Re: Domotica con Arduino on: November 05, 2010, 01:26:55 pm
@Ambrogio (sulla questione HTML+CSS+JS)

è molto più facile, e lungimirante, usare tablet o smartphone solo come interfaccia di accesso a delle pagine html che girano su di un serverino linux: da lì, con delle chiamate a programmini CGI, puoi far sì che il server faccia qualsiasi cosa sulle sue seriali (e tutto il resto).

per esempio lo scorso inverno ho giochicchiato con la caldaia, programmandola con un interfaccia html dall'ipod touch che non era altro che 1 pagina php che girava su questo aggeggino:

http://www.omnima.co.uk/store/catalog/Embedded-controller-p-16140.html
(hai letto bene, un server linux da 27 euro, con in omaggio uno switch "manageable" da 5 porte)

lo script php non faceva che delle chiamate HTTP su di una scheda ethernet con dei relé, ma nulla mi vietava di controllare direttamente un relè locale agendo sugli I/O del serverino (http://www.omnima.co.uk/forums/index.php?showtopic=110&hl=gpio), o mandare via seriale delle istruzioni ad una arduino.

non voglio andare off-topic, ma mi sembrava utile spigarti concretamente con un esempio cosa intendevo.
Pages: [1] 2