Show Posts
Pages: [1] 2 3
1  International / Generale / Re: Il mio sistema domotico di casa con Arduino. on: January 06, 2014, 02:51:43 pm
Complimenti khriss75, io sto ristrutturando casa ed ho fatto mettere all'elettricità dei corrugati più grandi dei normali proprio per avere spazio per passare in futuro i cavi per i segnali. Volevo sapere se ci sono limitazioni sulla lunghezza dei cavi segnale e se in caso devo prevedere l'installazione di più Arduini.

Grazie!
2  International / Generale / Re: individuare formiche. on: April 17, 2012, 12:49:38 pm
Potresti usare un display grafico con la foto di Bruno Vespa...

 smiley-razz smiley-razz smiley-razz

Qui si scherza volentieri come avrai capito, non te la prendere!

Emanuele.

3  International / Megatopic / Re: pila ad idrogeno on: February 09, 2012, 04:10:42 am
Confermo quanto detto da Astrobeed per ciò che riguarda l'autotrazione alimentata ad idrogeno. Ho lavorato per la mia tesi proprio sui materiali per stoccare idrogeno (simili ai nanotubi in carbonio postati poco sopra) ma non sono competitivi con l'autotrazione elettrica.

Difatti la citroen è già pronta a mettere sul mercato la prima city car 100% elettrica (si chiama C-0 mi sembra). Il che significa che 10 anni sono una stima plausibile per vedere finalmente macchine rifornirsi ai "distributori di elettricità".

Se una grande casa automobilistica mette sul mercato un modello di auto 100% elettrica possiamo finalmente dire che il grosso è fatto. E per fortuna che le compagnie che vendono carburanti continuano ad aumentare i prezzi (vedi la speculazione di questi giorni sull'emergenza meteo in Italia) così non faranno altro che accelerare la diffusione di queste auto elettriche!

4  International / Generale / Re: Hardware debounce... necessito controllo. on: January 10, 2012, 02:00:47 pm
Io ho fatto come ti ha suggerito astrobeed, ho messo uno schmitt trigger invertente (74LS14). Ho 6 pulsanti che gestiscono il menu: quattro di direzione/incremento e due di set e reset.

Ma mi sa che stiamo facendo lo stesso progetto..... smiley smiley smiley smiley Più tardi posto il circuito che ho usato. Funziona perfettamente; ad ogni pressione corrisponde un solo impulso.

Emanuele.
5  International / Generale / Re: Rilevamento pompa azionata da Arduino on: January 10, 2012, 12:04:08 pm
E' vero uwe, con un pressostato in mandata puoi rilevare che il circuito è in pressione, ma può darsi che ci sia una valvola chiusa da qualche parte quindi flusso nullo e pompa comunque in moto (vale solo però se la pompa è centrifuga). Di solito il pressostato in mandata serve per spegnere la pompa quando rileva una pressione abbastanza alta che significa proprio circuito interrotto ed energia totalmente sprecata. Grazie per la puntualizzazione!

@cristianc: che tipo di pannelli termici usi? Te lo chiedo perchè anche io ho un pannello termico che vorrei "monitorare" con arduino, anzi, a dirla tutta è stato proprio questa "fantasia" a farmi conoscere questo mondo. Dopo più di un anno però è ancora tutto su carta....

Emanuele.
6  International / Generale / Re: Rilevamento pompa azionata da Arduino on: January 10, 2012, 06:14:16 am
Ciao,

se vuoi misurare l'energia immessa (o meglio la potenza) oltre al delta T dell'acqua devi misurare necessariamente anche la portata di acqua.

Se hai una pompa volumetrica è facile, la portata non dipende dal circuito in cui la pompa è inserita, ma solo dalle caratteristiche della pompa e dal numero di giri del motore.
Se hai una pompa centrifuga è un po' più complicato....

Puoi dare informazioni in più sul circuito, così per curiosità!  smiley

Emanuele.
7  International / Generale / Re: Sensore bagnatura foliare con NE555 on: January 10, 2012, 04:24:23 am
Si non costano poco, considerando anche che bisogna aggiungere la spedizione.

Potrei provare a rifare su eagle il sensore con il circuito di controllo "embedded", così si può pensare di incapsularlo ed isolarlo dall'acqua, con soltanto i due fili che escono.

Poi però dovresti stamparlo te, perchè io non sono attrezzato...che ne dici?

Emanuele.
8  International / Generale / Re: Sensore bagnatura foliare con NE555 on: January 09, 2012, 04:13:23 pm
Non molto, ne ho presi 3 pagati circa 4 euro l'uno. Li ho presi qui.
9  International / Generale / Re: Rilevamento pompa azionata da Arduino on: January 09, 2012, 02:45:15 pm
Oppure puoi mettere un pressostato sulla mandata della pompa. La misura sarebbe immediata, ma comunque richiede di modificare il circuito dell'acqua, come per il flussimetro.

10  International / Generale / Re: Sensore bagnatura foliare con NE555 on: January 09, 2012, 01:33:33 pm
Il sensore l'ho acquistato online, è quello con la placcatura dorata.

Sto pensando di farmelo da solo, ma non saprei proprio come proteggere le piste dall'ossidazione. Secondo me l'unica cosa è proprio farle ossidare del tutto. Sperando che quando sono ricoperte di acqua
riescano a condurre qualcosa, anche un minimo, attraverso l'acqua. Tanto poi quello che conta non è il valore assoluto della resistività (spero di aver utilizzato il termine giusto smiley smiley) ma la variazione tra asciutto (resistività teoricamente infinita) e bagnato (che si spera sia un po' meno anche con piste completamente ossidate).

Boh...bisogna provare...solo che io ho soltanto basette con placcatura dorata quindi cara Daniela, se vuoi, stampane una con il tuo metodo ormai infallibile e lasciala in acqua per un po' di tempo...poi la proviamo e vediamo che succede (sempre se riuscirò un giorno ad allegare lo schema).

Per quanto riguarda lo schema, sto tentando di allegarlo ma non ci riesco. Vorrei allegare anche il foglio di calcolo che ho usato per scegliere i valori del C e delle due R, che magari può tornare utile a qualcuno.

Non me li fa allegare. Mi dice "the uploader is full...." ecc.. ecc... Mi sembra un problema comune di questi giorni. Appena si potrà lo allego.

Emanuele.
11  International / Generale / Re: saldare case TQFP on: January 09, 2012, 01:21:23 pm

Ma esattamente delle 3 cosa mi consigli ? Poi fai conto che di attrezzi e amenita' varie per l'smd ne so zero, se hai tempo e pazienza magari ti disturbo in mp. Avrei proprio bisogno di vedere cosa mettere in lab.


Di consigli ne avrei bisogno anche io....per ora mi sono dotato di pinzetta e trecciola dissaldante, utilissima per eliminare i ponticelli fra i piedini degli integrati. Io sono partito dal dissaldare e risaldare sugli stessi pad i componenti più semplici, come resistenze, condensatori e led. La dimensione minima che è ancora gestibile secondo me è la 0805 (per le resistenze e i condensatori). Intanto se vai su google e scrivi "package smd" ti rendi conto delle dimensioni (se non le sai già) dei componenti.

@astrobeed: grazie per la delucidazione sui vapori metallici!

Emanuele.
12  International / Generale / Re: saldare case TQFP on: January 09, 2012, 10:40:05 am
Io ho una Aouye multifunzione (saldatore a stilo e stazione ad aria calda). Per ora mi sono limitato a dissaldare e saldare qualche componente smd e ti assicuro che non è una operazione difficilissima, anzi secondo me una volta presa la mano è davvero più facile e veloce saldare i componenti smd rispetto ai PDIP.

Per provarla per bene aspetto di far stampare il mio primo PCB che sto facendo, ma mi ci vorrà del tempo.

Ah, dimenticavo, io l'ho presa anche (e forse sopratutto) per l'aspiratore di fumi....l'idea di respirarmi i vapori di stagno e piombo mi dava parecchio fastidio. Ora sto molto più tranquillo perchè aspira benissimo i fumi.

Edit: mentre stavo scrivendo, astrobeed ti ha linkato proprio la stazione saldante che ho preso io, la Aoyue 968, presa proprio da robot italy.

13  International / Generale / Re: Sensore bagnatura foliare con NE555 on: January 07, 2012, 10:50:49 am
Riesumo questo post dopo sei mesi per dirvi che ho dato una "sistemata" al circuito con il 555....cioè l'ho rifatto da capo smiley smiley

Dopo aver studiato un po' come funziona l'integrato NE555 ho capito che il circuito del link che trovate qualche post sopra è inutilmente complicato (per le mie esigenze).

Non riesco ad allegare le immagini, quindi vi posto il link di un tutorial sul NE555
link tutorial NE555

Brevemente cerco di spiegare quello che ho fatto:

ho utilizzato la configurazione astabile, e tramite un foglio di calcolo mi sono calcolato i valori delle due R e del C per avere una variazione decente della frequenza quando il sensore è bagnato.

Con i seguenti valori ottengo una frequenza pari a circa 67 Hz a sensore asciutto ed una frequenza pari a circa 130 Hz a sensore bagnato.
I valori delle resistenze sono R1 = 10 kohm e R2 = 100 khom. Il condensatore è da 0.1 uF.

Il sensore (circuito a pettine) è inserito in parallelo ad R2 ed ho aggiunto una resistenza in serie al sensore di 100 kohm. Così se si utilizzano cavi lunghi (ed è probabile per via della presenza di acqua) la resistenza del cavo incide pochissimo. Dalle misurazioni che ho fatto siamo sui 2 o 3 kohm per più di un metro di cavo, quindi rientriamo abbondantemente nelle tolleranze delle resistenze (5% di solito).

Visto che stanno nascendo vari topic su serre, germinatoi ecc. spero che questo serva a qualcuno.

Se ci riesco posto il circuito così è più facile discuterne, e magari potrete darmi ancora altri suggerimenti!

Emanuele.
14  International / Generale / Re: Secondo Eagle on: December 19, 2011, 06:37:21 am
Ciao Daniela,

ma per caso stai facendo una mini-serra o qualcosa del genere?

Te lo chiedo perchè ci sto lavorando anche io, ma procedo molto più lentamente di te!

Emanuele.
15  International / Generale / Problema con cavi lunghi on: November 22, 2011, 07:46:40 am
Ciao a tutti,

sto ancora lavorando sul progetto della mini serra che avevo descritto in questo topic.

Descrivo brevemente il progetto:

si tratta di una miniserra, con controllo di temperatura dell'aria, temperatura del terreno e bagnatura foliare (in questo topic ci sono le informazioni sul sensore).

Arduino inoltre controlla anche due servi e due ventole . I servi sono controllati in PWM, le ventole tramite mosfet.

Poi c'è l'elettrovalvola, controllata tramite relais ed il cavo riscaldante, sempre sotto relais.

Inoltre ci sono un display digitale in I2C e 6 pulsanti. Ogni pulsante è collegato ad un pin digitale di arduino ed è sotto debouncing hardware tramite un Inverter di Schmidt (74HC14).

Ho avviato il tutto la scorsa settimana ed ho iniziato ad avere problemi dopo qualche ora di funzionamento. Ho pensato che fosse dovuto alla presenza di acqua ed ho isolato meglio i due sensori di temperatura (LM35) con della guaina termorestringente. Il problema consiste in letture della temperatura sfalsate: il periodo di lettura della T è di circa 500 ms ed ottenevo qualche misurazione sballata, ad occhio una ogni 4 o 5 misurazioni. I due sensori hanno una resistenza di 10K in serie ed un condensatore di 10nF in parallelo.

Il problema continua anche dopo aver messo le guaine termorestringenti. Inoltre si è aggiunto anche il sensore di bagnatura foliare a dare problemi con letture sfalsate.

Devo ancora isolare per bene il sensore di bagnatura foliare; inizio però a pensare che vista la lunghezza dei cavi (più di 1 metro) posso avere problemi di questo tipo. Ma non capisco però perchè la maggior parte delle misurazioni è comunque giusta.

Cerco suggerimenti su come muovermi per fare un debug del sistema.

Scusate la lunghezza del post, spero comunque di aver inserito abbastanza informazioni.

Grazie,

Emanuele.
Pages: [1] 2 3