Show Posts
Pages: 1 2 3 [4] 5 6 ... 635
46  Community / Bar Sport / Re: [OT ITA] Lo spamm bar on: February 03, 2014, 11:18:07 am
Penso che quel modello sia molto silenzioso, vedo dal filmato che gli animali non ne sono spaventati (oppure usano molto lo zoom della videocamera ?!?)

Le riprese sono fatte con una GoPro, si nota molto bene l'effetto super grandangolare nelle riprese da lontano e poi si vede alla fine del video dove fanno vedere il multi.
Per quanto riguarda il rumore un esa è relativamente rumorosetto però è un suono a frequenza alta che non da molto fastidio e comunque già a qualche decina di metri di distanza si sente poco, a differenza dei modelli con motori a scoppio che fanno un sacco di rumore e si sentono a grande distanza.
Da quanto ho letto in giro i multi sono usatissimi per le riprese di animali selvaggi perché non li percepiscono come cibo o come una minaccia, il primo pare che sia dovuto all'odore che non è certo quello di una succulenta bistecca o dei teneri germogli, il secondo perché probabilmente il multi viene visto come un grosso volatile e nessun animale di grossa taglia lo ritiene una minaccia.
Se ci fai caso nella scena con la iena che trascina la carcassa il multi viene totalmente ignorato fino a che non gli arriva molto vicino, direi non più di un metro, solo in quel momento l'animale gli fa una brutta faccia perché lo ritiene un possibile avversario per il cibo.

Quote
E' isso?  link

Si, a quel prezzo devi aggiungere l'elettronica, come minimo una Wookong che costa oltre 800 Euro, il gimbal per la GoPro che sono altri 200-400 Euro a seconda del modello scelto, le batterie da almeno 10.000 mAh per garantire una autonomia di volo decente, altri 100 e rotti Euro a pacco.
Poi ci vuole pure il Tx per ricevere il video a terra altrimenti quelle riprese non riesci a farle se vuoi stare a distanza di sicurezza dagli animali, insomma tanti Euro smiley

47  Community / Bar Sport / Re: [OT ITA] Lo spamm bar on: February 03, 2014, 07:51:21 am
con i multicotteri qualcuno prova con l'iniziativa imprenditoriale!

Non è certo una novità, sono anni che c'è gente che usa i multirotori in ambito professionale per fare riprese video altrimenti impossibili con i sistemi tradizionali o troppo costose usando un elicottero.
Altro uso professionale dei multirotori è l'ispezione visiva di punti difficilmente raggiungibili come i tralicci alta tensione, campanili, tetti, etc.

Tanto per gradire ecco un video stupendo realizzato in Africa utilizzando un Esarotore DJI EVO 800, un giocattolo da quasi 4000 Euro completo di elettronica smiley


48  International / Generale / Re: [OT][Eventi] 1° Salone Droni e Multicotteri - Roma on: February 03, 2014, 07:44:01 am
Per il momento sembra che la data sia il 17-18 Maggio alla fiera di Roma, però prendila con le molle questa notizia perché la fonte non è verificabile.
Comunque si tratta di una mostra orientata al settore professionale e non al mondo del modellismo, ovvero ci saranno droni da millemila Euro già omologati Enac o in via di omologazione.
Sicuramente vale la pena farci un salto per vedere in volo multicosi molto sofisticati che si portano a spasso delle reflex senza problemi.
49  International / Generale / Re: prove con piccoli mosfet on: February 03, 2014, 06:04:15 am
Un'altra cosa: come posso calcolare le varie resistenze dello schema che ho allegato? qui ho lavorato empiricamente e vnno bene, ma vorrei fare qualcosa di più serio.

Il mos non richiede obbligatoriamente un pre polarizzazione del Drain, questo viene alimentato attraverso il carico che andrai a collegare, in pratica devi vedere il mos come un interruttore che chiude verso GND.
Sul gate è bene prevedere una pulldown da 100k per tenerlo chiuso quando non è connesso a nulla, nel caso dei micro all'avvio per qualche decina di ms i GPIO sono sempre in condizione di alta impedenza, vale per tutti micro salvo casi particolari, pertanto se il Gate non è tenuto a GND c'è il reale rischio che vada in conduzione.
Il Gate assorbe correnti quantificabili nella scala dei nA, però quando lo polarizzi/depolarizzi è necessario caricare/scaricare la capacità parassita presente tra Gate e Source e questo richiede di far fluire una certa corrente che può essere anche di centinaia di mA, solo per pochi us, a seconda del tipo di MOS e dalla velocità di commutazione richiesta.
Per un uso come semplice switch di potenza, ovvero viene commutato solo occasionalmente (no PWM), è sufficiente mettere in serie al Gate una resistenza per limitare la massima corrente che fluisce in modo da non danneggiare i GPIO del micro che lo controlla, tipicamente 150-220 ohm è un valore sicuro con gli AVR dove il pin può fornire 40 mA.
La presenza della resistenza in serie al Gate assieme alla sua capacità parassita, il suo valore è indicato sul data sheet, consentono di stimare il tempo di apertura completa del gate e quanta potenza deve dissipare mentre lavora in zona lineare (Gate non saturato).
Solitamente con i piccoli mos, pochi Ampere come corrente massima, non è un problema se per qualche centinaio di us lavorano in zona lineare, la cosa non comporta problemi di surriscaldamento in quanto l'effetto complessivo è minore di quello dovuto alla massima corrente prevista con il Gate in saturazione.
50  Community / Bar Sport / Re: [OT ITA] Lo spamm bar on: January 29, 2014, 04:22:57 am
Allora diciamola tutta, è caduto in uno dei canali pieni di acqua che gli antichi marziani avevano costruito per portare l'acqua dai poli alle zone più aride ma la NASA se la vuol bere tutta lei e non ce l'ha detto  smiley-yell

No è finito dentro una foresta marziana e si è perso nel dedalo degli altifusti tipici di quel pianeta  smiley-mr-green
51  Community / Bar Sport / Re: [OT ITA] Lo spamm bar on: January 23, 2014, 08:32:03 am
Non ho al momento un 3D per fare una prova, perciò ti chiedo di coricare su un lato la tua 3Drag e provare a stampare un piccolo pezzo.

Questo non è fattibile perché se da un lato la gravità non importa per quanto riguarda l'estrusione dall'altro lato ha un rilevanza importante per quanto riguarda la movimentazione del tutto, non a caso le stampanti 3D devono stare perfettamente in bolla, in assenza di gravità la posizione della stampante non è rilevante.
Forse non ti è chiaro come funziona la fase di stampa, il filamento di plastica fusa non scende dall'estrusore per gravità, viene espulso a forza e pressato immediatamente dall'estrusore, che si trova a solo 0.25 mm dal pezzo, la plastica raffredda quasi istantaneamente quanto basta per renderla quasi solida, oltre che "incollata" al pezzo, non c'è pericolo che se ne va a spasso per i fatti suoi.

52  Community / Bar Sport / Re: [OT ITA] Lo spamm bar on: January 23, 2014, 07:50:42 am
anzi, a ben vedere in mancanza di gravità puoi sfruttare di più la densità delò materiale estruso per fare parti sospese

Le parti sospese si fanno anche con la gravità, la stampante, o meglio il suo software, crea delle apposite strutture di supporto che permettono di stampare "in aria", senza gravità dovrebbe essere possibile farlo senza strutture di supporto.
53  Community / Bar Sport / Re: [OT ITA] Lo spamm bar on: January 23, 2014, 07:23:56 am
Secondo me a bassa gravità non è possibile. Il materiale estruso se ne andrebbe da tutte le parti.

Non credo sia un problema, il materiale viene estruso a forza, c'è un motore dedicato che lo spinge, e pressato dall'estrusore stesso sul pezzo, la gravità non ha alcuna importanza nel processo di stampa 3D.
54  International / Generale / Re: aiuto quadricottero??? on: January 23, 2014, 05:38:41 am
Alla tua domanda trovi tutte le risposte nei due topic dedicati ai multicotteri.
Per quello che devi fare ti sconsiglio Arduino come elettronica, usa una NAZA M v2 (circa 230 Euro completa di GPS) che ti garantisce grande stabilità e affidabilità abbinata ad una grande facilità di pilotaggio, inoltre è un elettronica semplicissima da installare e settare.
55  International / Hardware / Re: accelerometro ad alta rislozione on: January 23, 2014, 05:32:05 am
A cosa può essere dovuta secondo te la differenza di prezzo rispetto ad altri prodotti con precisioni di circa 1mg piu comuni?

Phidget si fa pagare il nome e il fatto che si tratta di un modulo con integrato una MCU che gestisce il sensore e offre una connessione USB con relativo software per pc, tutte cose che hanno un costo aggiuntivo rispetto ad una board con sopra solo il sensore.
56  International / Hardware / Re: Forza di un servomotore on: January 23, 2014, 05:18:08 am
vorrei utilizzare un servomotore per tirare una leva tipo quelle che ci sono nei biliardini:

La vedo molto difficile da realizzare con un servo, sia per la corsa necessaria che per la forza.
Molto meglio usare un semplice motoriduttore con una chiocciala che fa muovere un barra dentata attaccata alla leva, due switch per il fine corsa e il problema è risolto senza usare nessuna elettronica di controllo, basta un relè deviatore.
57  International / Megatopic / Re: Stampante 3d, come, quando, dove, e perchè on: January 23, 2014, 05:14:44 am
questa domanda è faziosa smiley
Ogni plastica ha la sua temperatura di estrusione (che varia anche di 40* tra una e l'altra), e i sensori analogici usati per misurare la temperatura variano da pezzo a pezzo (seppure di poco).

Confermo, addirittura la temperatura ottimale cambia anche con il colore del PLA pure se dello stesso produttore, non è possibile fornire dei parametri univoci, si può solo dare un range di temperature poi tocca fare delle prove per determinare il valore ottimale per la propria 3D e PLA/ABS.

58  International / Hardware / Re: accelerometro ad alta rislozione on: January 23, 2014, 05:11:48 am
Eppure questo prodotto:
http://www.phidgets.com/products.php?category=5&product_id=1043_0
promette un Acceleration Measurement Resolution di 76.3 μg......mi sfugge qualche cosa o c'è l'inganno?

Non confondere la risoluzione con la reale precisione, inoltre dichiarano un white noise di 300ug, ovvero se va bene la reale precisione è sempre attorno ad 1mg.
59  International / Generale / Re: Elenco Quadricotteri Autocostruiti Realmente Funzionanti on: January 23, 2014, 04:55:21 am
Ora vorrei solo capire quanti ne sono poi stati realmente portati a termine  e realmente funzionanti..

In occasione del raduno che abbiamo fatto a Firenze quasi due anni se non mi ricordo male ci stavano almeno quattro quadri realizzati da gente del forum, quasi tutti ancora da mettere a punto e con vari problemi da risolvere.

Quote
Cioè fare una specie di rassunto di chi è arrivato a terminare il suo progetto, a come lo ha costituito, quale Arduino, quale software, quali

Le cose sono un pochino cambiate, non si usa più Arduino per realizzare un multicottero, si usano schede denominate AIO che includono un processore ATmega2560 ( l'ATmega 328 è troppo limitato come memoria per contenere gli attuali software), sensori della IMU, vario hardware di servizio e tutti i necessari connettori dedicati alle varie necessità tipo radio, esc, etc.
Anche il software che si utilizza su i multi ormai ha ben poco a che vedere con Arduino, anche se è possibile compilarlo tramite l'IDE, in certi casi tramite una versione appositamente modificata, e caricarlo sulla scheda tramite questo i programmi sono totalmente realizzati in ANSI C e non viene usato quasi nulla delle librerie di Arduino, anzi sono state realizzate apposite librerie mirate per l'hardware utilizzato e viene bypassato il core di Arduino in fase di compilazione.
Da notare che lo sviluppo su Atmega 2560 è praticamente terminato per un paio di software, APM e MegaPirateNG, dato che sono stati raggiunti i limiti di flash e tempo cpu, lo sviluppo di questi programmi continuerà esclusivamente su piattaforme a 32 bit (mcu con core ARM  Cortex M4) come la VRbrain (prodotto open source 100% italiano).
60  International / Hardware / Re: accelerometro ad alta rislozione on: January 23, 2014, 04:42:11 am
Esatto, e quei valori di mg/LSB sono troppo elevati, ho bisogno di almeno un ordine di grandezza in meno.

Scordatelo con prodotti a basso costo, tocca andare su sensori che costano cifre a tre zeri.
Pages: 1 2 3 [4] 5 6 ... 635