Show Posts
Pages: 1 ... 433 434 [435] 436 437 ... 636
6511  International / Generale / Re: Raccolta Application Note AVR on: December 30, 2011, 05:22:41 am
Oppure dentro c'è anche doc non ufficiale su atmel?

Se hai il DVD hai già tutto quanto, la raccolta è solo materiale ufficiale Atmel, non c'è nulla di terze parti.

6512  International / Generale / Re: Raccolta Application Note AVR on: December 30, 2011, 04:57:11 am
nel datasheet dell'ATmega328 mi sembra che non ci sia spiegato tutto in dettaglio, ma penso esista un altro documento con le informazioni dettagliate sull'utilizzo dei vari componenti del micro.

Il datasheet del 328 spiega tutto quello che c'è da sapere sull'Hardware, ovviamente non spiega nulla sulla programmazione perché esula dal compito di un data sheet, poi esistono le Application Note che illustrano con esempi applicativi l'uso delle varie periferiche, o di come risolvere determinati problemi di programmazione, e quella che ho postato è una raccolta abbastanza completa di tutte quelle esistenti.
Se vuoi tutta la documentazione ufficiale di Atmel sugli AVR devi scaricare il DVD "AVR Technical Library" dal sito di Atmel, purtroppo viene giù molto lentamente, immagino per il grande numero di accessi simultanei, e ci vogliono molte ore per scaricarlo.

6513  International / Generale / Re: fotocamera collegabile ad arduino on: December 30, 2011, 04:43:18 am
Solo per pura informazione:
Canon EOS 1D, Canon EOS 1DMKII, 1DMKII N, 1Ds MKII erano provviste di porta firewire, poi abbandonata nei modelli successivi per sostituirla con la USB 2.0.
Macchine non certo recenti ma in grado di sfornare file ancora di altissima qualità.

In effetti non sono macchine recenti, e poi sono di fascia altissima che pochi possono permettersi, sopratutto dopo le ultime stangate fiscali  smiley-grin
6514  International / Generale / Re: Raccolta Application Note AVR on: December 30, 2011, 04:32:27 am
smiley-mr-green Ho dovuto tentare 6 volte il captcha, perchè uscivano cose assurde, stavo cominciando a pensare che fosse uno scherzo di fine anno smiley-grin

E' il classico problema dei captcha, li fanno talmente strani che pure un essere umano ha serie difficoltà per leggerli, per non parlare delle volte che usano caratteri di lingue non europee smiley-grin
6515  International / Generale / Re: fotocamera collegabile ad arduino on: December 30, 2011, 03:15:55 am
wsistono vari protocolli; con una breve ricerca ho trovato VISCA e firewire http://it.wikipedia.org/wiki/Telecamera_FireWire

Hai cercato molto male  smiley-grin
Il bus Firewire si usa solo sulle telecamere perché permette di trasferire i video, anche HD, in tempo reale, e comunque ormai è stato superato dalla USB 3.0, non mi risulta che sia presente su nessuna macchina fotografica e pure sulle telecamere tocca andare su quelle di fascia alta per trovarlo.
Rimanendo nel settore fotografia solo le Reflex hanno connettori dedicati per lo scatto remoto, solitamente una coppia di contatti da chiudere o due diversi valori di resistenza da mettere in parallelo al contatto.
In alternativa è possibile dialogare con la macchina tramite un connettore dedicato e relativo protocollo, sulla macchine più recente si fa tramite USB e il protocollo ptp, il che richiede l'uso della shield USB Host su Arduino con relativo software, si trovano abbastanza applicazioni per Arduino già pronte.
Solo pochissimi modelli di compatte/bridge, e tutte di fascia alta (>300 Euro), hanno il connettore per lo scatto remoto o supportano il ptp, con le compatte economiche esistono solo due modi per scattare una foto tramite Arduino.
Modo non invasivo, usare un microservo per premere il tasto di scatto.
Modo invasivo, e con alto rischio di fare danni, aprire la macchina per portare in esterno i contatti del tasto di scatto da chiudersi tramite microrelè o foto accoppiatori.
Basta fare una ricerca sul forum con oggetto "intervallometro" o "intervalluino" per trovare diverse discussioni dove la questione viene affrontata in tutti i suoi risvolti.
6516  International / Generale / Re: IO expansion shield e collegamento RS485 on: December 30, 2011, 01:47:39 am
non riesco a capire quale siano i pin per il collegamento rs485 sullo shield che ho preso (forse quei quattro a vite verde? e la disposizione dei pin?)

Il connettore per la RS485 è quello grosso a vite con quattro contatti, dallo schema risulta che i primi due sono di alimentazione, +5V e GND, e gli altri due sono le linee A e B della 485.
La connessione sul bus RS485 avviene esclusivamente con i segnali A e B, non è necessario collegare GND, anzi può essere controproducente farlo nel caso di linee tra macchinari collegati a sistemi di alimentazione diversi, ovviamente se l'alimentazione viene da Arduino si sfruttano anche i due contatti +5V e GND per portarla ai device da collegare al bus.
Sempre dallo schema risulta che è presente la resistenza di terminazione bus da 120 ohm tra A e B, non vedo un jumper per disattivarla, questo vuol dire che la shield deve sempre essere il primo, o l'ultimo, device collegato sul bus, al lato opposto è necessario chiudere A e B con una seconda resistenza da 120 ohm.
Tutti i device per bus RS485 vanno collegati in parallelo tra loro rispettando il nome del cavo, cioè tutti i contatti A vanno sul cavo del segnale A e quelli B sul cavo del segnale B, è consigliato l'uso di un doppino intrecciato come cavo per il bus.

Quote
Sullo standard rs485 non ho trovato moltissimo, ho capito che è possibile comunicare con più device utilizzando la stessa porta rs485, ma non ho trovato alcun esempio per Arduino nè sul collegamento da fare nè sul codice da impiegare.

La RS485 descrive solo il layer hardware, cioè solo la parte elettrica del bus, non prevede nessun protocollo specifico per la trasmissione dei dati che è a totale discrezione dell'utente, ha ben poco a che vedere con l'I2C, anzi nulla.
In pratica il transceiver per la 485 è collegato direttamente a Tx e Rx dell'UART, è solo un adattatore di segnale, e la comunicazione avviene come sulla normale seriale con la differenza che è necessario usare un pin per dire al driver se è in stato di ricezione oppure di trasmissione.
Il bus RS485 va trattato come half duplex, cioè non è possibile trasmettere quando si riceve, ed è necessario abbinare un address ai vari device se sono più di due.
6517  International / Generale / Raccolta Application Note AVR on: December 30, 2011, 01:13:11 am
Qui potete scaricare una raccolta di Application Note Atmel per gli AVR, sono 138 con relativo codice di esempio, in alcuni casi è in assembly, spaziano dalla gestione delle varie periferiche alla soluzione di problemi pratici di programmazione.
Ci tengo a precisare che è una raccolta che ho trovato tempo fa in rete alla quale ho aggiunto alcune AN che ritengo importanti per l'uso con Arduino.

edit: visti i problemi con i captcha di iFile ho caricato il file sul mio sito con accesso diretto ftp.
6518  International / Generale / Re: consiglio motore + encoder on: December 29, 2011, 01:28:57 pm
uhmm allora, dei servomotori sarebbero l'ideale, peccato che quelli che girino a 360° siano più costosi di quelli a 180°.

E' esattamente l'opposto.

Quote
però possiedono già i motoriduttori necessari, e l'encoder.

Ma assolutamente no, non esistono servo RC con l'encoder e quelli a rotazione continua perdono pure il potenziometro che fa da sensore di posizione.

Quote
I servo 180° possono essere modificati per andare a 360° ma perdi l'encoder sulla posizione e diventa encoder sulla velocità.

Non c'è nessun encoder, c'è un potenziometro che fornisce un feedback di posizione che devi eliminare per la modifica a 360°, ovvero il servo diventa un comune motoriduttore completo di elettronica di controllo e non hai nessun feedback.

6519  International / Generale / Re: dubbi sulla funzione millis() on: December 29, 2011, 06:21:59 am
Dal while non puoi uscire,

Per dirla tutta da una "while", ma anche da una "for", puoi uscire quando ti pare usando la "break" indipendentemente dal fatto che la condizione determinante del ciclo sia vera o falsa.
6520  International / Generale / Re: Ram Insufficente on: December 28, 2011, 04:27:23 pm
Quindi, un display 128x160 pixel sono 16*20 byte=320 byte,

128x160 sono 20480 pixel in totale, dividendo per 8 ( 1 byte) servono 2560 byte, tu hai fatto 128/8 * 160/8 e non va bene perché corrisponde a (128*160)/ (8*8 ) = 128*160/64  smiley
6521  International / Generale / Re: PCB lacquer on: December 28, 2011, 04:22:59 pm
Questo è un ottimo prodotto, è quanto di più simile al vero solder puoi trovare, fa anche da flussante durante la saldatura, non è indicato per pcb con componenti smd che richiedono la saldatura reflow.

6522  International / Generale / Re: Ram Insufficente on: December 28, 2011, 04:14:07 pm
provo a ridurlo e mi accontento di un array da 128x128, il compilatore lo accetta...

Prova a fare due conticini semplici, 128x128 interi sono 128*128*2 = 32768 byte di memoria, dove pensi di allocarli su una mcu che ha solo 2 k di ram di cui almeno 256 byte sono impegnati dal sistema ?
Anche se lo fai di solo 30*30 sono 1800 byte per valori interi e 900 per valori char, l'errore di fondo è usare un intero per un singolo pixel dello schermo, devi usare i singoli bit di ogni byte per definire 8 pixel, e comunque non ti basta lo stesso la ram perché 128*128/8 = 2048 byte.
Però non ti serve creare un array in memoria da trasferire sul display, semplicemente fai i calcoli scorrendo l'asse x e accendi il relativo pixel in y sfruttando la ram del display e non quella del micro.
6523  International / Generale / Re: bo on: December 28, 2011, 01:31:56 pm
smiley-surprise appena qualcuno mi aiuta a capire cambio il titolo del post

No, prima cambialo in modo corretto e poi ti spiego il motivo di questo comportamento apparentemente anomalo, ma in realtà normalissimo.
6524  International / Generale / Re: Voltage doubler on: December 28, 2011, 11:41:28 am
ma ho visto che è un SOT-23 largo 2,9mm  smiley-sweat

La distanza tra i pin è 0.95 mm, non è un problema saldarlo pin a pin come si fa con i normali componenti.

Quote
Piuttosto ho trovato un MAX757, DIP8, uno step-up che accetta una tensione minima di ingresso di 0V7, uscita selezionabile fra 2V7 e 5V5 e richiede una piccola quantità di componenti esterni.

Costa uno sproposito e richiede anche il diodo veloce che si costa poco però te li vendono solo in confezioni formato famiglia numerosa  e alla fine ti costa pure lui uno sproposito smiley-grin
6525  International / Generale / Re: Voltage doubler on: December 28, 2011, 07:37:56 am
Il tuo problema non puoi risolverlo con un voltage doubler, ti serve uno switching step up un grado di lavorare con basse tensioni in ingresso.
La soluzione si chiama MCP1623 di Microchip, costa meno di un NE555, è specifico per alimentare un micro tramite una singola cella NiMh o alcalina, è in grado di generare una tensione out fino a 5.5V, valore tipico 3.3V, ed erogare fino a 175 mA.
Pages: 1 ... 433 434 [435] 436 437 ... 636