Show Posts
Pages: 1 ... 442 443 [444] 445 446 ... 661
6646  International / Generale / Re: Qualcuno sa qualcosa di Arduino Due? on: January 18, 2012, 09:03:43 am
Io se fossi Massimo lascerei perdere con la Raspberry pronta, in vendita al costo di un duemilanove... non so quanto mercato ci possa essere.

Sono due prodotti diversi e con un diverso target, comunque alla raspberry al prezzo che dicono loro non ci credo finché non la vedo sul mercato e anche se arriva realmente a quella cifra tocca vedere la reale qualità e affidabilità del prodotto.


6647  International / Generale / Re: Servo+potenziometro: perchè vibra? on: January 18, 2012, 04:41:53 am
Astrobeed da cosa deduci che il servo usato da robyr11 é digitale?
Ciao Uwe

Dal modello che ha indicato, un Gaui GS502  smiley
6648  International / Generale / Re: Servo+potenziometro: perchè vibra? on: January 18, 2012, 04:29:40 am
si muove tanto, sembra impazzito!

Allora è proprio un problema di alimentazione, non appena il servo inizia a muoversi il picco di corrente è molto alto, quasi il massimo possibile anche se è senza carico meccanico, questo comporta un calo della tensione che ti fa "impazzire" il servo, addirittura dovrebbe resettarti Arduino in queste condizioni.
6649  International / Generale / Re: Qualcuno sa qualcosa di Arduino Due? on: January 18, 2012, 04:27:01 am
Ma sono io rincogl.... oppure la scheda era stata data disponibile per dicembre?  smiley-roll-sweat

In teoria avrebbero dovuto essere disponibili entro breve tempo dall'annuncio delle DUE developer edition, cioè dei prototipi, e entro fine anno la definitiva.
Per me la DUE arriverà dentro l'uovo  smiley-mr-green
6650  International / Generale / Re: Come spegnere Arduino on: January 18, 2012, 04:01:53 am
Soluzione alternativa low cost è questo hub USB dotato di power switch per ciascuna porta.
6651  International / Generale / Re: Come spegnere Arduino on: January 18, 2012, 03:56:47 am
Un comando specifico non so se esiste, puoi sempre crearti uno script che va a modificare il file /sys/bus/usb/devices/[PORTA USB]/power/level

A livello porta USB c'è un comando low level specifico per togliere l'alimentazione, però è indispensabile che l'host controller supporti questo controllo e anche se è previsto potrebbe essere in modalità "ganged", cioè vengono spente tutte le porte USB e non solo quella che ci interessa.
Non ultimo il fatto che in realtà su i pc le porte USB vere sono in numero limitato, poi ci sono degli hub integrati da due/quattro porte che non è detto gestiscano l'interruzione dell'alimentazione sulla singola porta.
Insomma la cosa è abbastanza complicata e non di facile gestione a livello software, questo vale sia per Windows che per Linux indistintamente.
Per Windows esistono varie utility, purtroppo tutte a pagamento, che analizzano le porte USB e dicono tutto quello che possono fare, inclusa la modalità controllo alimentazione e la corrente massima che possono erogare, non è detto che siano i 500 mA massimi previsti dallo standard, per Linux non conosco nulla di equivalente.

Il modo più semplice per risolvere il problema proposto è prendere un cavo USB, spellarlo superficialmente in un punto comodo, isolare il cavo rosso che porta il +5V interromperlo e mettere in mezzo uno switch.

6652  International / Generale / Re: Progetto torre di hanoi on: January 18, 2012, 03:02:48 am
Quale board mi consigliate di comprare, prima per imparare, e poi per realizzare questo progettino (o anche qualcos'altro se cambiassi idea smiley-roll)?
Mi stavo orientando su Arduino UNO rev.3 ma, mi servirebbe un consiglio da qualcuno con esperienza  xD

Dal punto di vista potenza di calcolo la UNO basta e avanza, la torre di Hanoi è un problema semplice da risolvere dal punto di vista informatico.
Quello che è difficile da realizzare per il tuo progetto è la parte meccanica che sposta fisicamente i piatti, il modo più semplice per risolvere è utilizzare un piccolo braccio robot commerciale come quelli di Lynxmotion, però tra braccio e servocontroller vai a spendere qualche centinaio di Euro, anche con altre soluzioni meccaniche la spesa è sempre abbastanza alta.
Una soluzione alternativa è utilizzare un rappresentazione grafica della torre, con relative animazioni, su un pc collegato via usb (seriale virtuale) ad Arduino, in pratica Arduino risolve il puzzle mentre il pc muove i pezzi in base ai comandi impartiti da Arduino.
6653  International / Generale / Re: Servo+potenziometro: perchè vibra? on: January 18, 2012, 02:48:06 am
Premetto che sono alle primissime armi, ma collegare un servo e un potenziomentro è stato banale. Ho provato la libreria del servo e funziona, quindi riesco a muovere il servo correttamente, ma in alcune posizioni, il servo vibra, e devo per forza muovere il potenziomentro!! a fine corsa va bene...ma verso il centro vibra tremendamente!! cosa sbaglio?

Cosa intendi esattamente per vibrare ?
Con i servo digitali è normalissimo sentirli fischiare anche quando sono fermi.
Ricordati di alimentare il servo tramite una batteria dedicata, 4 o 5 celle NiMh, perché quel modello arriva a chiedere fino a 2A di corrente quando va sotto sforzo e/o comincia a muoversi, Arduino non è in grado di fornire tutta quella corrente.
6654  International / Generale / Re: quale Arduino scegliere? desktop cockpit on: January 18, 2012, 02:37:08 am
Quale Arduino mi consigliate di acquistare?

Se non vuoi avere problemi di input disponibili sicuramente una MEGA2560, con quale simulatore vuoi interfacciarti ?
6655  International / Generale / Re: Panduino/easyduino problema on: January 18, 2012, 02:35:28 am
Sììì, doccia di donna, gli orologi fan colonna, buonanotte ragazzi,

Tra i due post di Daniela sono passati solo 54', un vero record di rapidità  smiley-mr-green
6656  International / Generale / Re: Panduino/easyduino problema on: January 18, 2012, 02:33:13 am
Tutto in attesa del 1284, astro vero che avrà il connettore ICSP compatibile? smiley-razz

Tutto lo sbattimento che è venuto fuori sul relativo topic è proprio per garantire la massima compatibilità con le varie shield, ETH inclusa.
Purtroppo non sarà possibile garantire al 100% le funzioni secondarie e terziarie di tutti i pin per via di come sono distribuite fisicamente su i vari port del 644/1284, però sono garantite tutte le funzioni primarie, inclusa la possibilità di avere l'I2C su A4 e A5 tramite dei jumper di selezione, la TWI sul 644/1284 si trova su pin diversi dal 328, e tutti i segnali pwm al giusto posto e con la giusta corrispondenza software.
Tutte le schede sviluppate da altri, almeno quelle che ho visto, basate sul 644/1284 hanno problemi di compatibilità con le shield, io e Leo stiamo lavorando per realizzare una scheda decisamente superiore alla media, anche come hardware, e con la massima compatibilità possibile.
Purtroppo in questi giorni sono straimpicciato col lavoro e ho pochissimo tempo da dedicare allo sviluppo della scheda, ho già una prima release alpha dello schema, c'è ancora del lavoro da fare, ma non manca molto per avere la versione 1.0 definitiva.
6657  International / Generale / Re: Qualcuno sa qualcosa di Arduino Due? on: January 18, 2012, 02:23:19 am
Come da titolo, qualcuno sa qualcosa riguardo Arduino Due?

Questo è quanto scrive Massimo sulla ml developer relativamente al suo ambiente di sviluppo (IDE per la DUE), trai le tue conclusioni da solo.

Code:
the Due is in private alpha at the moment.
There will be a public beta in january
6658  International / Generale / Re: Panduino/easyduino problema on: January 17, 2012, 04:15:39 pm
Il connettore ICSP non mi serve, sul Panduino/EasyDuino nemmeno c'è smiley

C'è un piccolo problema, l'ETH shield usa quel connettore per accedere al bus SPI tramite il quale comunica con Arduino, se non lo colleghi l'ETH Shield non funziona.

6659  International / Generale / Re: [Risolto] - arduino 2009 e pcf8563 on: January 17, 2012, 01:52:19 am
Per il discorso precisione pero', se e' come dico io siamo giusti ad 8pF, quindi il giusto. che poi sono dichiarati 5min/anno magari con quello esterno migliori, ma puoi anche peggiorare. Si dovrebbe mettere DSO su clockout e verificare

Se Cl non è 8 pf la frequenza di oscillazione risulta alterata e di conseguenza perdi precisione, ovviamente non parliamo di errori enormi, però sono sensibili.
6660  International / Generale / Re: Hardware debounce in pull-down on: January 17, 2012, 01:47:56 am
Certo che siete veramente bravi a complicare le cose semplici  smiley-mr-green
Tanto per cominciare lo stato normale del pulsante può essere sia 1 tramite pullup che 0 tramite pull down, è preferibile usare la pull up perché già integrata nella mcu mentre le pull down andrebbero montate esternamente.
Il debounce software è la cosa più semplice di questo mondo, all'interno del main loop si chiama ad ogni ciclo una funzione che controlla lo stato dei pin su cui sono collegati i pulsanti e se rileva la pressione di uno, o più di uno, non fa altro che settare un flag, da gestire nel main loop, che conferma l'avvenuta pressione del tasto e si memorizza l'istante temporale, basta utilizzare un intero su cui scrivere il valore di millis(), per effetto del casting implicito vengono scritti solo i 16 bit bassi.
Al ciclo successivo della funzione di debounce si verifica il tempo trascorso dalla pressione del tasto/i, ovviamente tenendo conto anche dello stato degli altri tasti, e una volta passati 100 ms, più che sufficienti per qualsiasi rimbalzo, si ripristina lo stato iniziale se il tasto risulta rilasciato, se invece risulta ancora premuto ci si comporta di conseguenza, cioè si può considerare come autorepeat oppure come singolo azionamento con il tasto che è ancora premuto, in questo caso si applica la logica opposta, cioè si fa il debounce per il rilascio attendendo ogni volta 100 ms dopo aver rilevato la condizione di rilascio.
Descritto a parole sembra complicato, in realtà sono poche righe di codice che pesano pochissimi cicli macchina e risolvono il problema alla radice senza utilizzare hardware esterno.

Pages: 1 ... 442 443 [444] 445 446 ... 661