Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 25
1  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: July 22, 2014, 07:50:07 am
Riccardo, a mio parere, visto il successone di questo Topic e del tuo progetto in particolare, forse dovresti pensare a fare il passaggio successivo:

Intanto il progetto sarà visibile alla Maker Faire a Ottobre.
Giusto Riccardo?

Inoltre le schede sono ordinabili dal sito di oshpark.com. Però servono i link diretti che deve fornire Rici.
Con la funzione "cerca" non li ho trovati.
Ciao PaoloP
Grazie per il tuo aiuto, i link  per  i PCB non ci sono, ma è sufficiente caricare i file che ho condiviso nei primi topic, per fare l'ordine a giorni in ogni caso renderò disponibili anche dei link diretti, purtroppo sono in ferie e con poche rete per la connessione, oggi è già un miracolo che riesca a postare  smiley-sad

Inoltre confermo che sarò al Maker Faire  smiley-grin ,
Approfitto anzi per condividere con voi tutti che mi aiutate supportate e sopportate, i link alle presentazioni del progetto in italiano poco forbito ed in inglese decisamente discutibile.
Senza chiedere a nessuno ho voluto citare spero "tutti" coloro che che mim hanno aiutato, se ho dimenticato qualcuno spero non me ne voglia...

https://docs.google.com/file/d/0Bx2GzeM3ZZu4anFERGVJLU5yYWM/edit?usp=docslist_api

https://docs.google.com/file/d/0Bx2GzeM3ZZu4Z3ZSNHlWblNPeDg/edit?usp=docslist_api

@ Testato,
Grazie anche a te per l'aiuto che stai cercando di dare a Michele73, per me da qui sarebbe impossibile...

@ Michele73,
Cerca di essere più chiaro, perché nemmeno io ho capito cosa vuoi dire...

@ Tutti Grazie!!!

Riccardo
2  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: July 12, 2014, 05:02:41 am
@ Vinciolo  Grazie per i link, me li studio....

@Chicco83
E' difficile risponderti, tutto dipende da quanto paghi tu le cose e se ti fai i pcb da solo o li ordini, per ciò che riguarda il display e tasti integrati, se il display è 20x4 ed i tasti sono 6 direi che è già un buon inizio, se poi sono pilotabili con le stesse librerie dello sketch sei a cavallo, diversamente, sempre verificate le prime 2 condizioni, dovrai riadattare lo sketch al tuo hardware.
Grosso modo consideando il costo secco dei singoli componenti + i pcb fatti fare, il costo attuale del progetto è intorno ai 120€, poi però ripeto quantità minime obbligatorie per i componenti ed i costi di spedizione, possono far salire parecchio i costi...
Di più non saprei dirti.

Riccardo.
3  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: July 03, 2014, 04:08:03 am
allora il circuito non l'ho ancora realizzato,non ho avuto tempo e fin qualche giorno fa non avevo neanche la sonda
lo sketch  te lo allego sotto ma non so se va bene perchè non ho provato il circuito
si quello dell'atlas l'ho gia provato ed è una bomba è molto ma molto preciso
è facilissimo da usare in quanto ha gia dei comandi preimpostati che ti rendono la vita molto più facile
basta inviare questi e il ph-meter ti risponde in qualche millisecondo in oltre la compensazione automatica della temperatura
basta che gli invii il comando che la temperatura e fa tutto lui
hai sia la modalità in continuo che la modalità su richiesta ovvero se metti in continuo ogni secondo circa(anche meno) ti prende
il valore del pH altrimenti invii tu un comando e lui ti risponde con il valore del pH
se riesco a montare il circuito e a provarlo ti faccio sapere;)
edit:
il circuito funziona ma non l'ho provato con la sonda appena riesco a montarlo su una millefori provo e ti dico come va

Ciao, scusa se non ho risposto subito, ma sono un pò nei casini, ho guardato il tuo schema ed il tuo sketch, lo schema l'ho decifrato ma dello sketch, devo ammettere che non ci ho capito molto, usi delle costanti e delle formule che faccio fatica a digerire, nerst poi mi fa venire l'orticaria, sono un autodidata e da solo non riesco a venirne fuori  smiley-sad  smiley-red
In ogni modo arrivare a dover usare addirittura tre pin analogici, mi sembra eccessivo, considerando anche che da quel poco che so, le letture sui pin analogici, andrebbero lavorate un pochino prima di usarle cosi a "crudo" come fai tu, ripeto sono un principiante e probabilmente scrivo una riccardata delle mie...
Ad ogni modo ti chiedo se possibile e se ne hai voglia, di spiegare meglio cosa fai, se non puoi ti ringrazio ugualmente per aver condiviso il tuo lavoro  smiley

ciao a tutti mi servirebbe un aiuto come sempre e grazie in anticipo
la mia domanda  sono riuscito a inserire una temperatura in un menù ma però e soltanto la stampa di quello che ha letto prima di entrarci come posso visualizzarlo mentre lavora in tempo reale in questo menù?
spero di essere stato molto chiaro forse spero

Code:
void InfoTempPlafoLed()
            {
if (initfunc == true) //predispongo la schermata del display
{ lcd.clear();
lcd.setCursor(0,0);
lcd.print(F("  INFO TEMP. PLAFO  "));
lcd.setCursor(0,2);
lcd.print(F("Temp.: "));                       
                                lcd.print(t4);
                                lcd.write(0b011011111);
initfunc = false;
conferma = false;
}

                if (tasto == ok)
                      { Home = true;
                initfunc = false;
conferma = false;               
                      }
              }

Michele, per risolvere il tuo problema, è sufficiente che sposti la stampa al difuori della prima if, che se noti si autodisattiva, una volta che ha inizializzato il display, prova il codice che segue:
Code:
void InfoTempPlafoLed()
            {
if (initfunc == true) //predispongo la schermata del display
{ lcd.clear();
lcd.setCursor(0,0);
lcd.print(F("  INFO TEMP. PLAFO  "));
lcd.setCursor(0,2);
lcd.print(F("Temp.: "));                       
                                lcd.print(t4);
                                lcd.write(0b011011111);
initfunc = false;
conferma = false;
}

                lcd.setCursor(6,2);
lcd.print(t4);
                lcd.write(0b011011111);

                if (tasto == ok)
                      { Home = true;
                initfunc = false;
conferma = false;               
                      }
              }

Non ho modo di provarlo, ma dovrebbe funzionare...

Ciao Riccardo.
4  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: June 21, 2014, 05:45:49 am
Ciao,
grazie per le info, ma riesci ad essere più dettagliato?
Hai realizzato il circuito postato?
Funziona?
Che sketch hai usato?
Hai messo in funzione quello di Atlas?
Se si come ti sei trovato e qual'è la tua impressione?
Io di Atlas ho preso solo la sonda, ho evitato il circuito perché funziona via seriale e mi ruga introdurre un nuovo protocollo/libreria nello sketch del controller, ho paura di saturare la Sram, poi sto cercando anche io di realizzarmi un circuitino tutto mio, http://forum.arduino.cc/index.php?topic=237008.0 sto studiando un pò di cose e aspettando alcuni componenti, spero di riuscire, in modo da realizzare un misuratore ph easy  smiley-roll-sweat

Facci sapere cosa riesci a fare, magari combiniamo le esperienze.

Ciao Riccardo.
5  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: June 18, 2014, 10:58:59 am
Bene bene,
mi fa piacere leggere che ti funziona tutto, per il problema di cui mi parli, continui ad evere i simboli sul display perché hai la funzione rabbocco che continua a funzionare in background, dovresti riscriverla in modo che mentre sei nel menù continui a monitorare il galleggiante, ma senza stampare i simboli  smiley

-i relè sono direttamente collegati al pcf

Fai molta attenzione, non so che tipo di relè tu stia usando, ma il PCF riesce ad erogare poca corrente, potresti trovarti in condizione che non riesca ad eccitarli quando sono più di tre o quattro contemporaneamente o meno addirittura a seconda del tipo di relè che usi, l'IC inverter che tu hai saltato serve proprio ad evitare questa cosa, quindi occhio  smiley-wink

Ciao e buon lavoro.

Riccardo
6  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: June 11, 2014, 11:42:48 am
Ciao,
il programma è scritto in modo che entri nel menù solo premedo il tasto OK, da quello che scrivi, il tuo sembra più un problema di cablaggio errato della breadboard, perché ti assicuro che ci sono persone che stanno attualmente usando il circuito pubblicato, me compreso, che non riscontrano nessun problema con i tasti, quindi ti invito a rivedere i collegamenti fatti, oppure a provare un'altro SN7414, magari quello che stai usando è guasto....

Fammi sapere  smiley
7  International / Megatopic / Re: Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1 on: June 09, 2014, 10:22:46 am
Ho riletto tutti i topic della prima pagina.
A parte il mettere il discorso in terza persona, almeno per la parte della spiegazione dei pulsanti e display, il resto è OK.

Ciao PaoloP, grazie per il consiglio, provvedo al più presto!  smiley

@maxxmaxim

Ciao, Michele ti ha già risposto e con grande competenza come sempre, io ho provato quello della sigla che non trovi e HC e HCT, ma come vedi puoi spaziare in tranquillità.

@Michele

Grazie infinite  smiley

Ciao Riccardo.
8  International / Megatopic / Re: Ardu-Acquarium Controller v. 3.3.1 on: June 07, 2014, 04:20:28 pm
Il 9 il 10 e l'11...
Perché?

Riccardo
9  International / Megatopic / Re: Ardu-Acquarium Controller v. 3.3.1 on: June 07, 2014, 01:18:24 pm
ciao riciweb,
 come sempre mi fai stupire del lavoro che stai portando avanti, io sono riuscito a modificare il datario mettendo i giorni della settimana al posto dei secondi in forma numerica e aggiungendo nel menù i dosatori e info dosatori e accendere i (led del pcf) ma l'inserimento della procedura no la mia esperienza di programmatore e molto scarsa ma continuo a studiare il codice.
riciao e grazie per il tuo tempo che dedichi a tutti noi

Ciao Michele, mi fa piacere leggere i tuoi progressi, vedrai che piano piano arriverai a fare tutto!!!

ciao... che componenti sono D-AO e S-AO???
è uguale l'integrato SN74AC14DB?

D (Display)-A0 A1 e A2
S (Switch)-A0 A1 e A2
sono le piazzole per definire l'indirizzo di interrogazione dei PCF usati appunto per display e tasti, non sono veri e prppri componenti, li ho volutamente fatti a tre piazzole con centrale da saldare o verso 0 (GND) o verso 1 (Vcc), per non lasciare spazio a dubbi, se leggi il datascheet del PCF5874 http://www.ti.com/lit/ds/symlink/pcf8574.pdf, capisci di cosa sto parlando.
Si SN74AC14DB, va bene ugualmente, almeno io ho fatto prove anche con quello ed è andato tutto bene.

Ciao Riccardo.
10  International / Megatopic / Re: Ardu-Acquarium Controller v. 3.3.1 on: June 04, 2014, 11:44:36 am
Contaci  smiley smiley smiley
11  International / Megatopic / Re: Ardu-Acquarium Controller v. 3.3.1 on: June 04, 2014, 11:30:02 am
Ciao,
ho aggiornato i post iniziali con le ultime novità, e cambiato anche il titolo del topic.
Sono cose che molti hanno già letto e che ho potuto realizzare e correggere anche grazie a molti di voi che mi leggete, aiutate, supportate e soprattutto sopportate  smiley

@ Paolo: grazie sempre per la tua attenzione  smiley

Riccardo.
12  International / Megatopic / Re: Ardu-Acquarium Controller v. 3.0 on: June 04, 2014, 04:27:32 am
Ciao maxxmaxim,
ti scrive quei valori, perché di default le celle di memoria della eprom di Arduino sono tutte memorizzate con quel valore (255) che manda in blocco il software del controller a causa dei controlli sui limiti degli orari, per sistemare tutto, fai girare questo semplice sketch:

Code:
#include <EEPROM.h>

void setup()
{
  for (int i = 0; i < 255; i++)
    EEPROM.write(i,0);
}

void loop()
{
}

Ti sembrerà che non succeda nulla, in realtà, non fa altro che scrivere appunto 0 in ogni cella della eprom.
Poi ricarica lo sketch del controller.
Fammi sapere.

Ciao Riccardo.
13  International / Megatopic / Re: Ardu-Acquarium Controller v. 3.0 on: May 26, 2014, 10:45:27 am
vorrei sapere se con arduino posso controllare i ballast elettronici per l'effetto alba tramonto con i neon.
Ovviamente i ballast sono dimmerabili
Grazie

Ciao Mario77, non ho mai avuto ballast elettronici, ma so che hanno un ingresso per il pwm/dimmer a 10v, quindi "Teoricamente" usando un alimentatore da 10v opportunamente collegato al modulo Lights PWM dovresti riuscire.
Ripeto "Teoricamente", perché di prove non ne ho mai fatte.

Ciao.
14  International / Generale / Report Rai 3 on: May 26, 2014, 06:20:56 am
Ciao a tutti,
questa sera a Report su Rai 3, sembra che ci sarà un servizio che parlerà di Open source e Arduino.
Qui il link al video delle anticipazioni:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-12e59f4c-37f4-4713-be47-b80bd6b87bb8.html

Ho pensato potesse interessarvi.

Ciao Riccardo.
15  International / Generale / Re: Arduino ZERO ... nuova board ... on: May 23, 2014, 11:20:33 am
Qua devo difendere le scelte progettuali. La migrazione verso i 3,3 V oramai, più che opinabile, è doverosa. Inoltre continuano ad esistere le schede (UNO e MEGA) a 5V.

Non c'è nulla da difendere, io mica ho attaccato le scelte progettuali di chicchessia. Ti confesso invece che non vedo l'ora di averla in mano la Zero. Ma mi chiedo se non sia auspicabile una Uno che sia la via di mezzo tra le entry-level attuali. Ben vengano poi tutte le altre, ci mancherebbe.

La UNO non è limitata, è PERFETTA per quel che deve fare e 32K non sono pochi (chi ha programmato in Assembly cosi da 1k di Flash, sa cosa voglio dire). Con meno di 32K ho fatto progetti di automazione che muovono macchinari di complessità inaudita.

Proviamo a fare un sondaggio al prossimo Maker e vediamo quanti aspiranti acquirenti di Arduino hanno mosso macchinari di complessità inaudita con programmi in Assembly da 1k. Perdonami, ma personalmente trovo azzardato misurarsi i Kb addosso e dall'alto delle proprie conoscenze: "Accetto la sfida! Scegli il processore, e Lunedì mattina hai Schema elettrico, elenco componenti, manuale descrittivo tecnico in PDF e Gerber con pin-strip Arduinico!  smiley-lol
Ovviamente il master progettato con tutti i crismi, masse a punto stellare, percorsi alimentazione razionali  con studio di condotte e radiate (misure alla mano) ti faccio perfino tutte le piste dati di uguale lunghezza per evitare qualsiasi skew!"  


La UNO doveva-deve rispondere all'esigenza della massima semplicità, e flessibilità sottostante alla sua semplicità.

Pienamente daccordo, tranne sul "doveva", credimi, lo farà ancora per molto e la chiave del suo successo sta proprio lì, è chiaro che poi si deve andare oltre, che bisogna crescere, ma è dalla Uno che si comincia.

La UNO ha una parabola di utilizzo, poi è ovvio che sta stretta, ma non è lei ad non essere adeguata, sono le necessità che si devono rivolgere ad oggetti con scopi diversi. Bisogna sempre tenere a mente che la UNO è uno strumento didattico, non una MCU con velleità di sofisticazione.

Ridurre la Uno unicamente ad uno strumento didattico mi sembra nuovamente azzardato, non che non lo sia, ma che sia solo quello lo trovo veramente riduttivo se penso a migliaia di progetti che ne scaturiscono tutt'oggi. Che poi diventi stretta ci sta pure, ma molto dipende da dove si vuole o si riesce ad arrivare.

Il problema non è la UNO, il problema è di chi, dopo 6 mesi di "traffici", sta ancora attaccato alla UNO!

Ancora una volta secondo il mio modesto parere non tieni presente completamente il l'intero popolo dei maker, difficilmente chi compra una Uno ha complete basi sia di elettronica che di programmazione, spesso si conosce a vari livelli uno dei due campi e spesso nessuno dei due, in ogni caso da autodidatta in sei mesi riesci forse ad usare la Uno ma non abbastanza da poterne sfruttare le sue effettive potenzialità.

Stesso discorso per la questio DIP Vs SMD. C'è l'evoluzione della Specie ed anche dell'Elettronico.
Dopo tot che si maneggiano i DIP bisogna evolversi verso l'SMD (e imparare a  trattarli-saldarli).

Eppure proprio l'anno scorso ad una conference di Atmel al Maker Faire, Lo stesso Banzi sottolineava la volontà di Atmel stessa di continuare la produzione dei 328 in formato dip (e loro lo sanno di sicuro quanti ne vendono), perché anche questo è uno degli aspetti che hanno contribuito al successo della Uno, tu sei sicuramente in grado di farlo, ma non raccontarmi che sia una passeggiata fare uno standalone di una Mega.
Ci sta tutta l'evoluzione dell'elettronico, ma da qualche parte bisogna sempre iniziare, non ti pare?

Concludo dicendoti che mi ha fatto piacere tastierare con uno come te che leggo spesso col piacere di chi sa che c'è da imparare dai tuoi interventi, perdonami se ho scritto inesattezze, anzi correggimi te ne prego.

Ciao Riccardo.
Pages: [1] 2 3 ... 25