Show Posts
Pages: 1 [2] 3 4 ... 18
16  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: October 13, 2013, 04:42:20 pm
Quote
Ciao Giuseppe,
riprendo il discorso fatto da testato sulla carica della batteria..Ho provato a caricarla ciclicamente come detto da te, per esempio prendiamo i 2 intervalli iniziali e cioè <12.9V e <13.2V (in questo range ci si arriva subito quando stacco il transistor) la carica scende sotto i 12.9V immediatamente con risultato-> la carica non si muove da quel range (ho provato per un'ora continua). Siccome la batteria da 12V 7A vuole una tensione di standby tra 13.5 e 13.8, noi ai capi della batteria andiamo con una tensione massima di 13.5V, perchè non lasciamo la tensione continua?possiamo avere qualche problema?

Ciao jack-vc09,
Semplice !!! Se hai intenzione di alimentare in modo continuo la batteria, sei libero di farlo, ma come fai a testarne la presenza e l'efficienza?
Il fatto di interrompere periodicamente l'alimentazione, fà si che si possa testarne lo stato.  smiley-wink

Questo, come ho detto nei post precedenti, dipende dalla marca della batteria che si usa, quindi, quel 12,9V, potrebbe essere il valore alto compreso tra 12,9 e 13,5V di batteria "OK", lasciando sempre il controllo periodico.

Da tenere presente però che in caso di mancanza o guasto della batteria, il valore dovrà salire di qualche decimo di volt (Es. 13,7V) ed in questo caso, segnaare il guasto batteria.

Per far sì che questo accada, occorrerebbe aumentare un pò la tensione, inserendo un diodo 1n4148 in serie a quello esistente con il led sullo stabilizzatore, in maniera da aumentare di circa 0,5 / 0,6V la fornitura di alimentazione/carica batteria.

Le batterie al piombo funzionanti, anche se cariche, sopra una certa soglia non andranno mai, anzi, tendono a scendere un pelino, quindi se guaste, si.
Ripeto, dipende dalla marca di queste, e dalle caratteristiche della VMax e corrente di carica applicabile.
Attenzione però a non esagerare con la tensione e quindi corrente di carica, causa danneggiamento della batteria stessa.

PS.: alcune possono arrivare a 14,4-14,5VMax e normalmente, hanno una tolleranza che varia dal 5 al 15% della tensione nominale di carica con certe temperature.

Consiglio di verificare la carica effettiva della propria batteria, simulando una scarica costante, pari al 50 % della corrente nominale (circa 3A con carico  formato da 3 resistenze di potenza in parallelo da 10 ohm 15-20W  o meglio ancora, con una o più lampadine da 10-20 W 12V tipo quelle delle automobili) con temperature ambiente costanti e sempre uguale per tutti i test, caricando la batteria prima con 13,5V, poi con 13,8V e poi con 14V  per un tempo minimo di 24 o meglio 48 ore, e verificare i tempi di scarica (con valore letto ai capi, inferiore a 11,5V = scarica).
Se i tempi di scarica non cambiano, abbiamo fatto centro, mentre se cambiano, occorre utilizzare quello più adeguato.

Questo è il famoso test che avrei dovuto fare io, se non avessi avuto impegni di lavoro.  smiley-mr-green
17  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: October 04, 2013, 01:21:54 am
Ciao  jack-vc09,
io ho risolto eseguendo un refresh 1l secondo, utilizzando la libreria time.
Se guardi l'ultimo sketch che ho postato, puoi notare che verifico se il secondo attuale è diverso dalla memoria di quello precedente. In tal caso, aggiorno il display e memorizzo il secondo attuale, e così via.

Ho già parlato di questo problema più di due week fà, e nessuno mi ha dato spiegazioni, presumendo che quello che ho detto, sia corretto.

Buona giornata.  smiley-wink
18  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 22, 2013, 12:58:41 pm
 smiley-roll-sweat
Quote
Anche scollegando tutto dagli arduini quindi solo con la porta usb l'uno funziona correttamente dicendomi che non ha trovato nessun I2C (giustamente) mentre il mega non va avanti. Mentre ho provato tipo lo sketch blink e questo funziona è come un problema hardware sui pin SCl e SDA. Sarà difettoso..
Ma usi i pin 20 e 21 del Mega?

PS.: Qui sotto, un'idea dei dissipatori da usare.
NB.: Se lo usi anche per il 7809, ti serve il kit di isolamento sul 7812 per evitare di portare a massa il pin centrale che è collegato al metallo.

Quote
Ho controllato l'entrata e invece di 220Vac entrano 240Vac direttamente dalla rete di casa (in questi giorni hanno staccato la corrente non so se sia dovuto a questo)
Da qualche anno, l' ente di fornitura energia elettrica, ha aumentato del 5% la tensione nominale, che se calcolata, potrebbe arrivare a 220 + 5% = 231V. Se tu misuri 240Vac, assicurati della certezza del valore che leggi sul tester, ed eventualmente informati su questa percentuale, percè 240V potrebbero danneggiarti diversi apparati.

Ciao.
19  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 21, 2013, 03:30:20 pm
 smiley-roll

1)
Quote
e all'accensione ho tensione sul buzzer sulla backlight sul led ecc...questo perchè i PCF8574 all'accensione partono HIGH giusto?
Se hai usato lo sketch postato da me, devi mettere nel setup un azzeramento delle uscite che pilotano il PCF8574, altrimenti ci dovresti far vedere lo sketch che hai usato.
Attento, perchè il comando del backlight a disposizione, è  di tipo negato (0 per accendere e 1 per spegnere), quindi il transistor che hai usato, è di tipo NPN, mentre negli schemi di riferimento originali della libreria è PNP.

2)
Quote
inoltre tramite questo circuito non riesco a comandare nulla ho il led che visualizza 4 quadrati e nulla..
Verifica i collegamenti e prova a staccare l'alimentazione della retro illuminazione LCD. Manca comunque una resistenza in serie da 47 - 100 ohm, a meno chè, si trovi su LCD.
Se questa non c'è, il circuito di protezione del Mega, interviene per l'eccessivo assorbimento.

3)
Quote
inoltre mi è capitato che il trasformatore in uscita invece di dare 15V ne ha 20V quindi di conseguenza ho una tensione maggiore su tutto il circuito (Arduino, Service, PCA9600 ecc...) ci si può proteggere in qualche modo da questo?
Se vai a vedere il circuito di alimentazione che ho provato io (http://www.arduoalarmmega.blogspot.it/p/blog-page_10.html), ho inserito un eventuale stabilizzatore da 9V dedicato ad arduino perchè il suo stabilizzatore cominciava a scaldare un pò troppo.
NB: Il 7812 và alettato e non deve erogare più di 14v. Se questo avviene, vuol dire che hai sbagliato qualche cosa.
I 20Vac che misuri a vuoto, in realtà diventano poi 28.2Vdc (20x1.41), ed è normale senza carico.
Man mano che il carico aumenta, questi scendono. Se comunque usi uno shunt in serie all'alimentazione alternata da qualche ohm (2-3) e da 5W, ma senza esagerare, questa scende ancora.

Ciao.
20  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 18, 2013, 02:40:54 pm
Quote
Ciao,
che routine utilizzi per la gestione del tempo di uscita, del tempo di ingresso e per assicurarsi che l'ingresso sia effettivamente aperto per un certo periodo di tempo? (per evitare falsi allarmi)

Ciao Bertu65,
come dice jack-vc09, dipende dal tipo di ingresso che si usa.  smiley-roll-sweat
Ci stiamo lavorando.  smiley-sweat
Per l'ingresso analogico, dove si possono gestire più ingressi, serve un circuito composto da più contatti nc in serie, dove ad ogni contatto, vi è in parallelo una resistenza specifica. Occorrerà leggere quindi il valore di tensione sul pin di ingresso per stabilire quale contatto viene aperto.
Quindi, se si hanno 2 contatti in serie, ci saranno 4 combinazioni di tensione, con 3, 8 combinazioni e così via.
Mentre, dedicando un ingresso ad un sensore, basta vedere 0 o 1 con il pull-up sul pin.
Il filtro HW sarà di tipo R-C analogico con cavo schermato, mentre il filtro digitale sarà stabilito da un tempo di apertura sulla lettura del pin, che se non verrà superato, si resetterà automaticamente.

Esempio: se apro il contatto dell'ingresso per un tempo inferiore a 100ms, non tengo conto della segnalazione e di conseguenza alla chiusura resetto questo conteggio, mentre se lo supero si.
Pensavo di usare la funzione millisec presente su Arduino, l'unica pecca è che le variabili da utilizzare per la memorizzazione di apertura, potranno essere a 8 bit e quindi la lettura la dovrò fare solo sugli ultimi 8 bit di millisec. Naturalmente, ci saranno n. variabili, quanti saranno gli ingressi.
Credo che 255ms di ritado massimo siano sufficenti.  smiley-wink

Se l'ingresso invece arriva dal PCF8574A singolarmente, allora cambia il filtro digitale, che a questo punto, arrivando già in ritardo per la lettura "lenta" della I2C, basterà leggere lo stesso dato per n.volte consecutive.

Quindi.... dipende dal dipo di stadio di ingresso fisico che si vorrà utilizzare.

Occorre stabilire perciò come andare a leggere l'ingresso, prima di realizzare la routine che gestisce il filtro digitale anti disturbo.

Di sicuro, 4 fili (+12V, GND, RX, TX) su cavo schermato che girano per tutta casa ed in tutti i punti che si vogliono proteggere, compreso sirene ed attuatori vari, sono meglio di n.fili quanti sono i sensori.

Probabilmente, appena testato il circuito di alimentazione, sarà argomento delle prossime discussioni qui sul forum.

Occorre un' accurata valutazione su come procedere.  smiley-roll
21  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 16, 2013, 12:48:22 pm
 smiley leo72
Hai ragione, non mi ricordo mai di usarla.

 smiley-roll-sweat testato
Il fatto di interrompere la carica, permette di monitorare costantemente la ricarica in volt effettiva. Se la battera e carica, i 13.8v teorici, tenderanno a mantenere il valore. Questo e' quello che normalmente succede sulle batt al piombo e poi il tempo di interruzione e' talmente corto che non credo venga percepito dalla carica stessa. Comunque verifichero' in campo con una batteria da 12v 7ah e Vi faro' sapere.
22  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 15, 2013, 02:33:58 pm
 smiley-razz
Ecco il primo sketch di test per il controllo del carica batteria, gestione display e tastira I2C.

Ciao.
23  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 10, 2013, 04:46:03 pm
 smiley-roll
Ciao Jack-vc09,
puoi sempre inserirlo tu se vuoi, ma il C2 da 100nF filtra eventuali picchi sul pin dello stabilizzatore durante la ricarica on/off temporizzata, ed evita eventuali innalzamenti o abbassamenti di tensione in regolazione.
Normalmente questo non lo si verifica, ma ti assicuro che quando si prova un circuito con il test di compatibilità elettromagnetica, questa entra da pertutto se non si filtrano bene i segnali, specie quelli deboli e sensibili come questo.

Ho modificato/aggiustato il tuo listato per il controllo carica batteria per farlo funzionare, c'era qualche errorino sulla void IntervalliCaricaBatteria al comando while, mentre mancava completamente l'incremento del secondo, dove ho usato la libreria Time.h che continuerò ad usare per gestire la data e l'ora con la shield RTC.

Nei prossimi giorni posterò il listato funzionate con HW postato. Nel frattempo ho aggiornato il sito di appoggio con schemi e datasheet. (http://arduoalarmmega.blogspot.itsmiley-wink

Se hai qualche feedbak di verifica sketch, segnalalo. Come vedi, non butto nulla, anzi quella parte di programma risulta corretta nel concetto, quindi l'ho usata.

Per quanto riguarda la libreria "MenuBackend.h", è interessante se si usa il monitor seriale, mentre come monitor, io uso la pagina web della ETH o in primis il display da 20 colonne x 4 righe.

Proprio su questo, occorre far attenzione al refresh, che non può essere molto repentino, altrimenti non si vedrà visualizzare nulla, causa la lentezza del protocollo I2C. La CPU fà sicuramente il suo dovere, ma i tempi d rispettare per LCD ed il PCF8574, diventano troppo veloci perchè possano essere interpretati e quindi eseguiti correttamente.

Ciao e buon lavoro.
24  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 10, 2013, 04:55:40 am
 smiley
Aggiornamenti HW realizzati e testati.

Appena sistemato, posterò lo sketch di verifica per controllo sistema di alimentazione e test display 20x4 + tastiera 4x4 via I2C.  smiley-sweat

Sotto gli schemi.
25  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 07, 2013, 11:38:27 am
 smiley-draw
Ecco la prima versione funzionale dimostrativa, comandata via ETH tramite browser dello sketch ArduoAlarmMega 1.0.

La password verrà inserita in chiaro nella barra del link in questo modo: http://192.168.1.177/?P=1111
dove 1111 = Admin e 2222 = Operator.

Il refresh è automatico, impostato a 5 secondi, o manuale con il tasto "REFRESH".

Una volta attivato o disattivato l'antifurto, basterà richiamare la pagina precedente per cambiare lo stato, senza ridigitare la password.
(ricordarsi di attendere 5 secondi o premere il tasto REFRESH per aggiornare la pagina)

Al momento sono attivi gli ingressi 11 e 12, istantaneo e ritardato, dove è funzionante solo l'istantaneo.

Vengono tracciati su seriale, tutti i passaggi e lo stato dell'antifurto.

A Voi i commenti ed eventuali consigli.  smiley-sweat


26  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 04, 2013, 03:52:42 pm
 smiley-wink
Grazie Guglielmo per l'info. Andrò a verificare credo la wiring, che dovrebbe fare al caso nostro.


 smiley-roll
Quote
mentre ho fatto un piccolo sketch per caricare la batteria che ne pensi?
Be.... penso che vada bene, natuuralmente da provare. Mancano solo i famosi bit di adj per correggere eventuali differenze in lettura.
Bel lavoretto !!!  smiley-mr-green
27  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 04, 2013, 09:39:53 am
 smiley-roll

Ma hai per caso modificato la libreria ? 

Nello zip postato da te, risulta una versione del file .h più recente del 06-2013 nella tua, mentre in quella scaricata da mè, una più vecchia, del 05-2010.

Mi piacerebbe sapere dove l' hai trovata !!!

Anche per non avere sorprese in compilazione. Cerchiamo di partire con gli stessi strumenti, onde evitare problemi.

Cominciando dal compilatore da utilizzare.

Qualcuno ha consigli a riguardo ? Meglio IDE 1.0.4 o 1.5.3 ?
28  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 04, 2013, 08:33:33 am
 smiley-sweat

Io ormai uso l' IDE 1.5.3, ma il problema è la libreria che ho caricato, credo la prima versione.
Ora con la versione giusta non mi dà errori.

Ok.

Bisogna ben definire le librerie che si usano e le versioni, con eventualmente il link di dove scaricarli.

Inizierò a lavorare con questa: http://www.arduino.cc/playground/uploads/Profiles/MenuBackend_1-0.zip

che credo sia la stessa che usi tu.  smiley-roll-sweat

29  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 04, 2013, 08:11:38 am
 smiley-eek
 Ma hai provato a compilarla ? E' piena di errori legati al "MenuItem".

La libreria è un pò datata, ma che IDE usi ?
30  International / Software / Re: ArduoAlarmMega / ArduoMegaAlarm on: September 04, 2013, 06:03:19 am
 smiley-roll
Quote
questo e' interessante, non so se e' facilmente fattibile su arduino, cmq resta il problema che non poyendo usare https la password sara' sempre trasmessa in chiaro, e quindi facilmente hacabile. certo sempre meglio di niente, ma parlando di antifurti e' un elemento importante.
E' sempre dura decidere se e come connettere una cosa cosi' delicata ad internet

Diverso il discorso se lo si vuole usare solo internamente alla Lan, un router in wpa2 difende molto bene da accessi indesiderati

Bene Testato, cominciamo con la protezione wifi WPA2 che è già presente nel modem-router, così si può comandare l'antifurto con terminale android o telefono con connessione wifi. La stessa opzione, la si potrà utilizzare per configurare e supervisionare lo stato dello stesso via rete da PC.  smiley-wink



Quote
Ciao Giuseppe,
se ti può interessare io il menu lo sto sviluppando con la libreria MenuBackend (molto comoda)..

Darò un'occhiata, hai già una parte del listato funzionante ?


Quote
Per verificare se la batteria è carica (quindi intorno ai 13,8v) bisogna leggere dal pin analogico di arduino, dove si può leggere al massimo 5v come faccio a leggere il range da 12,6 a 13,8 per caricare la batteria?

Il segnale che esce dal partitore R4 e R3, CHK_B è già corretto e verificato per l'ingresso a 5V. Occorre aggiustare eventualmente di qualche bit il valore, che dipende dalla precisione delle resistenze utilizzate. (io ho usato le 1%).
Il calcolo sembra corretto, basta inserire l'offset in bit (+ o -) di adj.  smiley-yell
Pages: 1 [2] 3 4 ... 18