Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 823
1  International / Hardware / Re: Quale arduino on: Today at 01:41:46 am
L'uno vale l'altro, la bb è la soluzione economica ma presta il fianco a diversi tipi di problemi. Il secondo Arduino è il più immediata ma alla lunga rischi di rompere lo zoccolo. Un pcb fatto apposta è la soluzione ideale ma va fatto.... questi sono i difetti, i pregi sono che tutt'e tre funzionano  smiley-wink
2  International / Generale / Re: Mini Modulo Sensore Interruttore Inclinazione per Arduino: come funziona? on: July 28, 2014, 02:59:29 am
NID, per la prima volta su questo Forum hai trovato un utente disobbediente; la colpa è tutta di Cyb e Uwe che di fronte ad avvisi come il tuo non sarebbero dovuti intervenire fino a che il nostro nuovo amico non si fosse messo a posto col regolamento. Cartellino giallo a tutti! smiley-mr-green
3  International / Hardware / Re: Quale arduino on: July 27, 2014, 01:24:48 pm
a chi lo dici..... smiley-sweat
4  International / Software / Re: Display LCD scrive simboli strani on: July 27, 2014, 01:22:40 pm
Più correttamente dovresti indicare i pin con la loro denominazione "digitale", cioè A0=14, A1=15, ecc.
5  International / Hardware / Re: Quale arduino on: July 27, 2014, 01:10:06 pm
Certamente smiley-lol
Grazie  smiley-wink


PS: fai attenzione che la Guida è basata sulla vecchia IDE 0022, i collegamenti ed i principi sono quelli, poi però devi leggere BENE il capitolo che riguarda l'aggiornamento per l'IDE 1.0.x, riguardo la parte delle board virtuali e dei comandi, che sono leggermente diversi, ma quanto basta per non far funzionare nulla, se commetti qualche errore.
6  International / Hardware / Re: Quale arduino on: July 27, 2014, 12:50:46 pm
Caro Simone, quando riporti disegni fatti con Fritzing devi stare molto accorto. Quella realizzazione, replicata pari pari, non funzionerà mai; sembra una sciocchezza ma le due coppie di piste rosse e blu, destinate all'alimentazione, se usate entrambe, vanno poi collegate in parallelo tra loro, altrimenti metà circuito non risulterà collegato ad esse. smiley-wink

Alcune considerazioni di massima: la schedina rossa è un Convertitore USB-Seriale, in particolare lo Sparkfun FTDI-5V, basato sul famoso FT232RL; è eccellente per questo uso, tuttavia è giusto ricordare che, se si possiede una qualsiasi scheda Arduino con microcontrollore su zoccolo, è possibile risparmiare la spesa usando lo stesso Arduino come convertitore. Inoltre, se non c'è particolare ragione per la quale si debba aggiornare il firmware via USB, Vi ricordo che esiste la programmazione ISP, alternativa eccellente ed economica, in quanto è sempre sufficiente un Arduino (anche senza micro su zoccolo....purché operante a 5V) per la programmazione del micro stand-alone; il micro a questo punto potrebbe fare a meno del bootloader, risparmiando memoria flash, tutta a vantaggio del firmware operativo finale del circuito.
7  International / Hardware / Re: conta monete euro (gettoniera) on: July 26, 2014, 12:52:15 pm
Confermo, ho comprato la gettoniera di Futura ed è fantastica, dal poco che ho letto, per il momento è nel cassetto "ferie", dopo l'estate conto di metterci mano, si può programmare il riconoscimento di 6 monete differenti, nel nostro caso si perderebbero 1 e 2 cent o 1 e 2 €, insomma abbiamo 8 tagli e ne possiamo programmare solo 6 ma non penso sia un dramma, per la mia idea non lo è di sicuro; credo che il tempo/studio/prove per arrivare ad ottenere qualcosa di decente valga abbondantemente la spesa, ecco perché non c'ho pensato due volte.
8  International / Hardware / Re: Quale arduino on: July 26, 2014, 12:47:29 pm
Assolutamente sì, ti basta il quarzo da 16MHz con i due C da 22pF, la R da 10k sul reset,e poi la componentistica aggiuntiva del tuo progetto.
9  International / Hardware / Re: conta monete euro (gettoniera) on: July 26, 2014, 05:59:13 am
Mi sembri un po' confuso che c'entra la frequenza con l'adc?
10  International / Hardware / Re: Antirimbalzo hardware on: July 26, 2014, 03:20:45 am
Eh caro Uwe, che fai, pure tu ti metti a copiare gli interventi degli altri? oppure semplicemente non leggi cosa scriviamo? male in ogni caso.....smiley-grin
11  International / Hardware / Re: Antirimbalzo hardware on: July 26, 2014, 02:53:00 am
Il problema del ricorso alla R di pull-up interna del micro è che non ha un valore ben definito quindi bisogna trovare il valore del C esterno a tentativi, ma tale valore non può essere considerato uno standard nemmeno sullo stesso micro, figuriamoci su un altro chip.
Riguardo i primi due schemi:
a) qui serve un deviatore con ritorno automatico, forse non di facile reperibilità
b) in questo secondo caso si usa un normale pulsante in quanto il ritorno è garantito da un clock automatico; il principio sembra complesso ma non lo è; il multivibratore astabile non è altro che un comune oscillatore a bassissima frequenza, può essere un NE555 o un 74ls121 (o similari); quando premi il pulsante dai il SET e istantaneamente parte anche l'oscillatore che dà l'impulso di RESET solo dopo il tempo da te stabilito (100-200ms), fino a quel momento tutti i rimbalzi del pulsante sono ignorati. E' un po' complesso ma estremamente efficace, tant'è che è più o meno il principio sul quale si basano i moderni integrati di debounce (ne esistono a 1-2-4-6-8 vie) come p.es. quelli della Maxim (MAX6816-7-8 rispettivamente 1-2-8 switch) o l'esa-switch MC14490 della Motorola.
Il flip-flop lo puoi realizzare in modo "artigianale" con due comunissime porte NAND (p.es. 74hc00), come nelle figure, personalmente ti consiglio il 74HC74 che è un FF nativo e sicuramente si comporta meglio.
Ciò detto però, se devi usarlo con un micro penso che la soluzione del debounce software sia insuperabile, poche righe di software e poi devi solo tarare la tempistica del debounce in base al tipo di pulsante che usi.
12  International / Hardware / Re: Antirimbalzo hardware on: July 25, 2014, 03:00:41 pm
Non conosco il metodo che stai citando, anche perché non spieghi come sarebbe collegato il pulsante; a mio modesto parere una R in parallelo al C non serve a nulla. Ti allego alcuni schemi, l'ultimo a destra è quello che ho adottato io con successo su un integrato TTL, come vedi la R è di pull-up ed il C va verso massa, il rapporto tra R e C dà il tempo di debounce, che puoi calcolare con la formula: T(msec)=R(kohm)*C(µF)*0,9
13  International / Generale / Re: andare all'università? informatica? on: July 25, 2014, 01:22:40 pm
Ecco, flz è proprio uno di quei casi di cui parlavo in positivo.  smiley-lol Da quanto ho constatato, oltre ad avere ottimi docenti, è uno che ama studiare ed approfondire, sommiamo il fatto che nel frattempo la pratica la fa da solo, per hobby, il risultato sarà un eccellente Professionista, se non farà la caxxata di perdersi per strada, ma non credo, conoscendo la sua determinazione.
14  International / Generale / Re: andare all'università? informatica? on: July 25, 2014, 12:36:06 pm
Le nostre Università sono purtroppo quasi tutte poco attrezzate, in tutti i campi di studio, fatta eccezione forse per Medicina e Chirurgia in cui negli ultimi due anni gli studenti hanno modo di fare tirocinio direttamente nei reparti degli Ospedali (lo stesso vale per Infermieristica & affini).
Purtroppo mi trovo in disaccordo col famoso detto che "la pratica rompe la grammatica".
Dobbiamo considerare che, se anche è vero che non tutto il corpo Docente è di livello elevato, la maggior parte è costituita da gente con molte paia di attributi.
Dobbiamo poi considerare anche la qualità&quantità dello studio dei ragazzi, molti purtroppo arrivano con la mentalità delle Superiori e quindi agli inizi prendono batoste notevoli, una percentuale minima è invece ben disposta a sacrificarsi.
Alla fine chiunque mette una decente buona volontà riesce a laurearsi, ma non tutti con la stessa preparazione, perché?
Perché c'è chi fa il minimo indispensabile per superare l'esame, come dall'altro lato c'è chi studia con passione e va molto oltre l'esame, e poi innumerevoli sfumature di grigio in mezzo.
Chiaro che in tutto ciò conta anche l'intelligenza del singolo ed anche il metodo di studio che si porta come bagaglio dai percorsi precedenti.
Restando nel tema, un ragazzo intelligente che sa studiare e che ne ha tanta voglia, se anche l'Università non gli fa fare pratica (parliamo di hardware, molto diverso invece è il software), alla fine esce con un titolo ma anche con una preparazione che (seppur con qualche rarissima eccezione) difficilmente potrà avere uno che non ha fatto lo stesso percorso di studi, fermandosi a livello di Istituti Tecnici o Professionali. Chiaro che gli mancherà la pratica ma con quelle basi e quelle caratteristiche basterà molto poco per raggiungere livelli eccellenti.
Io ho qualche dubbio sul fatto che Uwe sia uscito dall'Istituto che ha frequentato con la preparazione attuale; in fondo nemmeno i nostri Istituti sono così attrezzati anche se spesso sono messi meglio delle Università; sono portato a credere che, da persona seria ed intelligente quale dimostra di essere, abbia continuato spontaneamente il suo percorso teorico ed abbia poi maturato grande esperienza nel campo del lavoro; ovvio che poi si prende dei punti con gente laureata ma con competenze modeste.
Ora vista la mia lunga premessa, ti consiglierei di valutare la possibilità di una Università ON-LINE, ho sentito parlare molto bene della Nettuno di ROMA, ma esistono molti Forum di studenti iscritti, quindi puoi documentarti da solo; l'importante è EVITARE quelle che ti forniscono solo dispense in pdf, senza video-lezioni, alla larga!!! L'UOL costa di più rispetto ad una sede fissa però la segui da casa e ti sposti solo un paio di giorni per ogni esame; spesso hanno sedi distaccate quindi non devi per forza recarti a quella centrale.
Scusate se mi sono dilungato, ma penso che queste informazioni possano risultare utili a molti giovani che stanno decidendo se andare o meno all'Università. Oggi una laurea dà molte più possibilità di lavoro di un diploma, almeno per chi cerca livelli di posizione e guadagno superiori alla media.
15  International / Generale / Re: Componenti elettronici on: July 25, 2014, 11:58:20 am
Tre ITALIANI:
Futura Elettronica
Robot Italy
di cui uno molto serio su EBAY:
EBM Store, venditore GaetanoF
Pages: [1] 2 3 ... 823