Show Posts
Pages: 1 ... 594 595 [596] 597 598 ... 823
8926  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 26, 2011, 01:52:24 pm
Controlla nelle prese dove hai attacati i 2 alimentatori se tra terra e neutro ci siano alcuni V e tra terra e fase ci siano quasi 230V.
Se non é cosí manca la terra nella presa.
Ciao Uwe
No, devi controllare se la messa a terra sta scaricando regolarmente.
Metti il tester su misura Volt AC
Misura tra i due estremi del cavo alimentazione che stai usando per l'alimentatore, dovresti avere circa 220Vac
Misura ora tra il centrale del cavo (terra) ed ognuno dei due laterali, in un caso dovresti avere una tensione prossima a 0V (in questo caso il laterale è il neutro), nell'altro una tensione prossima a 220Vac (in questo caso il laterale è la fase).
Se questa situazione non ce l'hai allora hai un problema sull'impianto di terra
Anche a Natale la Calimero's Syndrome colpisce ancora, Uwe cattivo, cenere e carbone per te smiley-sad-blue
8927  International / Megatopic / Re: ArduinoStandAlone 328 - EASYDUINO on: December 26, 2011, 11:17:18 am
Mancano 1+1 C da 100nF (ormai li hai in odio, ma ti devi rassegnare) in parallelo ai due elettrolitici sul 7805
I due condensatori sul quarzo sono inguardabili, per dimensioni (diverse) e posizione; considerando che sono ceramici, quello più "largo" sembrerà una "tenaglia nella roccia" una volta montato.
Questo al primo sguardo, appena ho tempo lo riguardo, la versione "ortiginale" è ovvio che è stata fatta con una risoluzione molto elevata da uno che forse non sapeva come "abbassarla".
8928  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 26, 2011, 09:54:28 am
No, devi controllare se la messa a terra sta scaricando regolarmente.
Metti il tester su misura Volt AC
Misura tra i due estremi del cavo alimentazione che stai usando per l'alimentatore, dovresti avere circa 220Vac
Misura ora tra il centrale del cavo (terra) ed ogunono dei due laterali, in un caso dovresti avere una tensione prossima a 0V (in questo caso il laterale è il neutro), nell'altro una tensione prossima a 220Vac (in questo caso il laterale è la fase).
Se questa situazione non ce l'hai allora hai un problema sull'impianto di terra; se invece è OK allora è quello che ti hanno già spiegato riguardo gli alimentatori switching, ma in questo caso alimenta anche Arduino con l'alimentatore a 12V, tramite la presa jack japan e vedrai che tutto si normalizza.
8929  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 26, 2011, 06:51:00 am
Intanto puoi aumentare il partitore a 1K (R di base) e 4k7-10K (R di pull-down), ti serve molta meno corrente per alimentare il 337.
A questo punto credo che qualche problema sulla terra tu lo abbia, 115V significa un bilanciamento totale, comunque controlla.
Io alimenterei, come tu dici, Arduino con l'alimentatore esterno, questo ti scollega automaticamente la tensione della USB e ti unifica le masse, secondo me risolvi il problema delle scintille, ma prima verifica bene l'impianto di terra, altrimenti va a finire che gli spari l'alternata ad Arduino.
8930  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 26, 2011, 06:03:30 am
@ Uwe: ok, grazie.

@ paolo: forse dovresti postare lo schema elettrico delle connessioni che hai effettuato, ciò che racconti indica chiaramente degli errori, non insistere perché ci rimetti l'Arduino.
8931  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 26, 2011, 04:09:16 am
@menniti
120mV é un valore normale per un alimentatore switching.
Fammi un esempio di un sensore alimentato a 12V
Ciao Uwe
Certo, mica ho detto che è "anormale", io sensori a 12V non ne ho mai usati, ho letto di tanto in tanto qualcosa, credo, potrei sbagliarmi, ma il punto che sto evidenziando non è questo; il punto è se questo ripple è in grado di infastidire o meno l'ADC, che poi non lo si usi è un altro discorso; ancora non mi state dicendo se 120mV di ripple possono falsare una lettura ADC a bassi valori.
8932  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 25, 2011, 02:51:12 pm
Ciao Uwe, forse bisognerebbe specificare meglio; io mi riferisco al fatto che se usasse quei 12V come fonte di alimentazione di qualche sensore analogico funzionante a 12V, secondo me avrebbe problemi con le letture analogiche, quindi non parlavo dei 5V ottenuti dallo stabilizzatore interno ma dei 12V usati direttamente. Leggo che tu ti riferisci esclusivamente a carichi, ma il modo in cui dici di non farsi problemi forse potrebbe indurlo in errore, sempre se ciò che affermo io sia corretto, poi potrei sbagliarmi.
8933  International / Hardware / Re: Alimentatore 12V on: December 25, 2011, 01:35:31 pm
Beh, non credo sia attrezzato per misurare il ripple, diversamente non avrebbe aperto il Topic, nel senso che avrebbe le competenze sufficienti per sbrogliarsela da solo.
120mV=0,12V se li ha davvero (ma certo sarebbe da capire in che condizione) gli potrebbero dare parecchio fastidio con i pin analogici.
8934  International / Generale / Re: Map() on: December 24, 2011, 02:17:19 pm
Buon Natale anche a te! smiley-lol
8935  International / Generale / Re: comoda alternativa ad arduino ISP on: December 24, 2011, 02:16:18 pm
Purtroppo però non funziona con la uno perchè avendo l'atmega8u non vi è l'interfaccia del connenttore x3

Anche con la 2009, o altra scheda con l'FTDI, funziona malissimo, riesci a programmare una volta su cinque quando va bene.

Ma lui dice che gli funziona benissimo, forse ha la Diecimila e con quella va bene. Cos'è, un'altra tecnica stile VUSB, di quelle che tutti dicono che funzionano, ma che nessuno riesce a farle funzionare? smiley-sad-blue
8936  International / Generale / Re: ATMEGA1284P è compatibile con Arduino on: December 24, 2011, 10:16:49 am
Hi Steve, thank you very much and Merry Christmas to you smiley-lol
8937  International / Generale / Re: ATMEGA1284P è compatibile con Arduino on: December 24, 2011, 06:32:31 am
Bene, finalmente ci siamo capiti, infatti io non vedevo le vostre stesse connessioni e volevo capire dove andavate a parare smiley-lol
E' proprio il mio dubbio iniziale: si riferisce alla posizione fisica del connettore?
8938  International / Generale / Re: Transistor NPN/PNP per pilotare led RGB on: December 24, 2011, 05:50:19 am
Ok, questo è chiaro.
Difatti se vedi il mio circuito avevo previsto il collegamento insieme dei 3 canali identici: quindi rosso-rosso-rosso, verde-verde-verde e blu-blu-blu, quindi il caso dei 3 led RGB si poteva ricondurre ad un caso di 9 led singoli a gruppi di 3 colori proprio per scegliere una R di limitazione che mi desse una corrente adeguata che poi si sarebbe dovuta dividere equamente. Quindi, nel caso del canale rosso, ipotizzavo la presenza di 3 led singoli da 2V1 e 20 mA cad., per cui avevo dimensionato la R in modo da avere 60 mA sul canale: con i led in parallelo, ogni led doveva ricevere 20 mA.

Però dice giustamente bene Uwe che ogni led ha una sua tolleranza, per cui può essere che un led fosse più debole di altri ed ha ricevuto una corrente superiore a quanto poteva reggere, fulminandosi e facendo quindi bruciare anche gli altri che poi si sono dovuti dividere 60 mA in 2, quindi 30 mA a testa.
il problema in genere nasce dal fatto che si tende a tirre il collo ai led rifilandogli una corrente prossima alla massima, personalmente, in questi particolari casi, mi tengo sul 50-60%, invece con R singola arrivo all'80%, questo diminuisce un po' la luminosità ma garantisce lunga vita ai led, anche quelli meno robusti.
8939  International / Generale / Re: ATMEGA1284P è compatibile con Arduino on: December 24, 2011, 05:29:51 am
Scusate ragazzi, ma miso, mosi ed sck sono segnali intrinseci del micro, quindi vanno collegati obbligatoriamente quelli all'ICSP, e sul datasheet leggo:
(PCINT13/ICP3/MOSI) PB5
(PCINT14/OC3A/MISO) PB6
(PCINT15/OC3B/SCK) PB7

che sono rispettivamente i pin fisici 6-7-8. Come potrebbe usarne degli altri?
8940  International / Generale / Re: Transistor NPN/PNP per pilotare led RGB on: December 24, 2011, 05:25:12 am
Ciao Leo, nel mio lampeggiante era spiegata questa cosa: ogni LED ha bisogno di una propria resistenza di limitazione, ANCHE se sono identici; però se sono identici puoi ricorrere al trucchetto di una R sola (dimensionata correttamente) avendo consapevolezza che se li piloti singolarmente (p.es. con xx pin del micro ed un solo TR con unha sola R di limitazione), la luminosità varierà in funzione del numero di led accesi contemporaneamente, in quando la corrente si "divide" tra i led accesi; se invece li piloti tutti assieme devi considerare la corrente come la somma delle correnti assorbite da tutti i led e quindi dimensionare la R.
Nel caso di led di tipo diverso vale quanto spiegato chiaramente da Uwe.
Pages: 1 ... 594 595 [596] 597 598 ... 823