Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 24
1  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 08, 2012, 02:45:15 am
@Leo: grazie smiley C'è stato un periodo che questa cosa di fare il synth mi aveva entusiasmato smiley-grin
Il nebulophone, con quella sua mini keyboard rende proprio bene l'idea di ciò che avevo in mente, con la differenza che nel mio caso volevo dare la possibilità di emettere suoni in stile pianola per suonare qualche melodia.

@tonid: Ancora complimenti, soprattutto per la cura nei particolari estetici; in confronto il case per il berlin clock è da considerare poco più di una scatola di cartone... ma una domanda: la "sorpresa" è solo coreografica o permette di fare qualcosa? Mi sembra di aver visto una tastiera e un display LCD, o sbaglio?

2  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 12:30:51 pm
smiley-red 1.0; stavo semplicemenet vedendo quanto è grande; non stavo compilando per nulla
Devi necessariamente selezionare la board corretta (in questo caso l'ATtiny84) altrimenti è normale che ti dia errori di compilazione.
3  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 12:28:32 pm
Programmarlo è semplice se si conosce un minimo di base musicale.
Un esempio scritto fresco fresco che inserisce lo sweep (o il vibrato) solo su alcune note lasciando "pulite" le altre.
Code:
char *song = "PFM:d=16,o=5,b=120:W1,8d,16d,V1,4d+,W0,V0,c+,b,a,g,b,a,g,f#,e,f#,g,a,g,f#,e,f#,g,W1,8d,16d,V1,4d+,W0,V0,c+,b,a,g,b,a,g,f#,e,f#,g,a,g,f#,e,f#,g,V1,W1,2d";
Chi non ricorda questo riff della PFM? (ah, vecchi ricordi   smiley-roll-sweat)

Ok, ora basta però, devo proprio lavorare.
4  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 12:23:58 pm
Che IDE usi? Stai compilando per ATtiny84?
5  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 11:56:04 am
Quote
Be il concetto l'ho capito, siccome cercavo qualcosa di simile provo a cimentarmi . Volevo inserire in un progetto che sto ancora facendo (non mi manca molto ormai) una musichetta quella di Stargate ti metto il link (ci ho fatto un piccolo video)del mio lavoretto così capisci https://picasaweb.google.com/107718368268354247555/Filmati?authkey=Gv1sRgCMXD-L7qqrmF5gE#5762027946376146866
la volevo far suonare solo quando si apre..........

Bellissimo...complimenti davvero.
6  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 11:51:35 am
Nota: a causa dell'elevato consumo di RAM (e non di FLASH) è possibile suonare solo melodie non lunghe; ad esempio la song "Vangelis" non verrà suonata perchè manda in overflow la RAM (anche se compila perfettamente), si potrebbe, invece, suonare perfettamente su una MCU più generosa in fatto di memoria.
Lasciato su tiny, quindi, è ideale solo nel concetto della "pianolina".
Se volete fare un concerto, invece, potete flasharlo cosi com'è su un ATMega1284 e allora...avete voglia di scrivere note  smiley-grin
7  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 11:44:01 am
Quote
uan sorta di mini pianola? smiley
Si, esatto, un gadget da portare dietro per ingannare il tempo durante le code alla posta. smiley

Posto il codice.
E' destinato a un ATtiny84, anche se, con le opportune modifiche, potrebbe essere "portato" su qualunque MCU di caratteristiche pari o superiori (quindi un ATMega328).
Lo sketch è abbondantemente commentato, proprio in modo da non lasciare nessun dubbio a chi volesse continuare il lavoro smiley-wink
(Compilato con IDE 1.0 o 1.0.1, ma dovrebbe andare benissimo anche con gli IDE precedenti)
8  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 11:35:31 am
Beh, avevo trovato tempo fa un programma per tiny85 (ringtone) che suonava una melodia imposta tramite una stringa usando le note anglosassoni. Io ho ripreso quell'idea (riutilizzando e ampliando la parte di decodifica della stringa) e implementato il sistema di generazione delle note, che nel mio programma sfrutta la frequenza generata da un timer in modo molto simile a quello che usa Arduino per generare la frequenza di PWM (infatti la modalità si chiama FAST PWM con TOP limit). Parallelamente, un'altro timer è dedicato a processare i vari effetti in real time "modulando" (come nel caso del vibrato o dello sweep) in modo opportuno la frequenza di generazione della nota tramite una routine interrupt.

Al di là di queste descrizioni tecniche, in realtà avevo in mente di fare una piccola scatola musicale portatile "scacciapensieri", alimentata con una batteria da 9V, che si potesse suonare semplicemente agendo su una "pseudo-tastierina" ricavata tramite lo stesso circuito stampato e attivando gli effetti tramite dei piccoli switch e/o potenziometri con cui regolare la velocità o profondità del vibrato o sweep.
Seguendo questa idea non sarebbe più necessaria tutta la lunga parte relativa alla decodifica della stringa musicale, e si potrebbe lasciare più spazio RAM per altri effetti da implementare.


9  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 11:02:46 am
Quote
Ciao dalubar ho sentito i file ....ne hai scritti di C,D ecc !!  smiley-eek-blue
A parte gli scherzi è interessante ,il mio problema è che devo ancora masticare bene arduino ,   tu credi si possa fare una specie di sintetizzatore vocale senza utilizzare integrati tipo sparkfun (ora non mi ricordo il nome ma se non erro era qualcosa di simile) ??
Ah, ah...e invece la cosa bella è proprio che ho scritto davvero poco, gli effetti "complicati" che senti sono realizzati in background e necessitano solo di semplici comandi, ad esempio la stringa per suonare StarWar è questa:
Quote
"StarWars:d=4,o=5,b=45: T1,32f#,32f#,32f#,8b.,8f#.6,32e6,32d#6,32c#6,8b.6,16f#.6,32e6,32d#6,32c#6,8b.6,16f#.6,32e6,32d#6,32e6,8c#6";
Quel T1 che vedi serve proprio per "accedere" il tremolo e poi il programma fa il resto, la stessa cosa vale prer gli altri effetti.

Per rispondere alla tua domanda, a mio modesto parere se non "mastichi" ancora bene Arduino allora direi che la scrittura di un sintetizzatore vocale è decisamente da sconsigliare. Io credo che fino a un certo limite (dettato principalmente dalla memoria e dal clock) non ci siano problemi a realizzare un piccolo synt vocale a bassa qualità, (ho anche visto degli esempi in rete), ma la domanda è: ne vale la pena? Direi che una MCU è, per attitudine naturale, destinata ad altro, magari sarebbe più opportuno fargli pilotare un synt esterno.
10  International / Generale / Re: Creazione di toni musicali con un buzzer on: July 07, 2012, 10:39:05 am
Scusate se mi intrometto nella discussione, che a quanto pare si è ormai allontanata dall'argomento "toni musicali con buzzer".
Torno sull'argomento perchè questa cosa di toni e buzzer mi ha fatto ricordare un progettino che avevo iniziato per studiare i timer mesi addietro e poi ho abbandonato.
Si trattava di far suonare delle note ad un ATtiny84 tramite il classico sistema a stringa "C=Do, D=Re, etc" ma aggiungendo degli "effetti" semplici gestiti in tempo reale dai timer. In particolare ero arrivato a questo punto.
- Timer1 (16 bit) in FAST PWM dedicato a "suonare" le note direttamente sul pin OC1A (scelto a 16 bit per avere maggiore accuratezza nell'estensione della frequenza
-Timer 0 (8 bit) modo CTC per elaborare gli effetti.

Gli effetti che avevo scritto erano:
a) Vibrato (regolabile in velocità ed estensione)
b) SWEEP, ovvero passaggio graduale da una nota a un'altra
c) Tremolo, ogni nota è alternata con la sua ottava superiore
d) Arpeggio, si possono preimpostare arpeggi di qualunque tipo e farli suonare specificando una singola nota.

Vi allego degli esempi audio per provare i vari effetti.
L'audio è registrato in modo "grezzo" collegando un piccolo altoparlantino tramite una R da 220 direttamente al pin 7 (OCRA) di un attiny84.
Il problema di farlo con un ATtiny non è tanto la scarsità di memoria Flash, quanto quella RAM (che così è praticamente finita)...in effetti molto è scritto solo per decodificare i comandi e ottenere un editor flessibile. Avevo già iniziato a usare 2 Timer da 16bit su un 1284 per fare un coppia di voci...poi ho lasciato perdere.
Se a qualcuno interessa continuare da qui, sono bel lieto di postare il lavoro fatto fin qui.
11  International / Megatopic / Re: Misuratore di corrente AC con ATtiny84. (ora SO quanto mi costi!) on: July 05, 2012, 11:15:24 am
Ciao giangi,
dopo le 20.00 contattami su Skype e vediamo una buona volta di risolvere.
12  International / Megatopic / Re: Misuratore di corrente AC con ATtiny84. (ora SO quanto mi costi!) on: July 04, 2012, 11:29:12 am
Uhmm, direi che non ci siamo...sei ancora lontano dai valori che dovrebbe fornire il misuratore.

Quote
comunque ho portato il misuratore su una presa da 16A ... misurata la tensione 225V sotto carica 223 circa la cosa e' migliorata infatti ora segna 1200 1300w ma ancora stiamo lontani dalla precisione di quello di dalubar .....
...
il problema secondo me non bisogna acquisire solo la CORRENTE ma e' legato il tutto anche alla TENSIONE ....
Che la TENSIONE sia importante è certo, ma una differenza di pochi volts (223 su 230) non giustifica però il valore da te rilevato (1300 su 2000W) che è più del 35% in meno del valore dovuto.
Il misuratore è fatto per un uso "casalingo", da collegare a una utenza domestica a 230V e non l'ho mai definito "di precisione", ma devo dire che in condizioni normali la differenza tra il valore reale e quello misurato è davvero poca... una differenza di 50 o 100W su oltre 2000W fanno una precisione migliore del 5%, per me più che accettabile.

Ad esempio, su un tostapane da 500W l'errore è dello 0% (ho anche il video ma stavolta ve lo risparmio smiley).


E posso assicurare che questa volta la misura rimane praticamente stabile su quel valore.

Quote
Domani al LIDL SUPERMERCATI vendono un attrezzo del genere con display a lcd con misure varie V - I - W e consumi mensili e giornalieri  con settaggio delle fascie orarie ... alla modica spesa di ????????????? 11 € ....
me sa che me lo compro e recupero i pezzi ...... ho speso diverso tempo ma mi  ha fatto imparare molte cose ....
NON TE LA PRENDERE DALUBAR ....
E di che? Non devi assolutamente pensare che me la possa prendere in alcun modo, di certo con un semplice acquisto risolvi definitivamente il problema. Io sono uno di quelli "vecchia scuola" che prendono ancora una certa soddisfazione da questi progetti totalmente DIY, soprattutto quando li vedono funzionare, anche a costo di notti insonni (fortunatamente in questo caso non è stato così smiley-sweat).
Dispiace a me, invece, che tu sia incappato in tutte queste problematiche, ma magari chissà, se insisti un altro po' magari riesci a trovare l'arcano.  smiley-grin
13  International / Megatopic / Re: Misuratore di corrente AC con ATtiny84. (ora SO quanto mi costi!) on: July 04, 2012, 06:21:37 am
una cappellata .............. la tensione in uscita con un nassorbimento in AC non e' continua ma alternata (vista con l'oscilloscopio)

E' ovvio che la tensione in uscita dal sensore sia alternata, se ne è parlato parecchio nei primi post del topic.
Il segnale non viene "raddrizzato" ma bensì "calcolato" secondo la relazione che, in supposto regime sinusoidale, vuole la corrente RMS essere il suo valore MAX diviso la radice di 2.
Per ottenere questo MAX, il programma esegue un campionamento della sinusoide in 100 punti per 12 periodi ogni mezzo secondo, ecco perchè un cattiva tempistica dei campionamenti potrebbe portare a valori non corretti. E questo sempre ammesso che i valori letti da AnalogRead siano corretti.

Quote
dal tuo video l'audio dell'allarme non e' cosi' bello pulito ... forse e' il cicalino diverso ???????? poi provero' di nuovo
cmq ho visto il tuo prototipo e funzia alla grande ............
Non capisco cosa vuoi dire esattamente, è un semplice cicalino di quelli da PCB...nel video non si sente granchè ma "live" si sente bene.
A proposito di questo, una curiosità: il fatto che il cicalino abbia una cadenza da "codice morse", ovvero  "3 punti/linea/3 punti[spazio]" è dovuto proprio al fatto che a intervalli regolari, che capitano esattamente durante la "linea" e lo "spazio", lo stretto ciclo for che esegue il campionamento dei valori del sensore è "bloccante" nei confronti della normale esecuzione del programma.


14  International / Megatopic / Re: Misuratore di corrente AC con ATtiny84. (ora SO quanto mi costi!) on: July 04, 2012, 05:18:25 am
questa mattina ho fatto delle prove con il solo sensore .........
2.510v di riferimento  phone 1200W primo scatto 2.530v, secondo scatto piena potenza 2.510v
Ma è proprio questo il punto. Con un carico da 1200W il sensore dovrebbe rilevare una tensione Vmax = 2.77 / 2.78 volt, corrispondenti a una corrente rms di circa 6,60A .
Ho recuperato un vecchio ferro da stiro da 1200W:


E collegandolo al misuratore ottengo questo:
http://www.youtube.com/watch?v=KMXgxajyiFU&feature=youtu.be

A questo punto mi viene da pensare che tu abbia un problema di campionamento delle misure, ipotesi che potrebbe essere avvalorata dai corretti valori che ottieni in CC (e qui tornerebbe nuovamente lo "spettro" della corretta velocità di clock della MCU); oppure problemi nell'AnalogRead .
15  International / Megatopic / Re: Misuratore di corrente AC con ATtiny84. (ora SO quanto mi costi!) on: July 03, 2012, 05:20:21 pm
Quote
Detto questo, puoi fare una foto del circuito di programmazione con tutti i fili collegati fra l'Arduino ed il Tiny84?
In realtà a questo punto io non credo più si tratti di un problema che abbia a che fare con la programmazione in senso "stretto", nè fuse nè tantomeno versioni di IDE. Se ha provato il file hex che gli ho passato e tutto è a posto DEVE funzionare. E poi che senso avrebbe che lo sketch gira bene per quanto riguarda le scritte sul LCD e i menù (che si vedono perfettamente) e non legge correttamente SOLO i valori del sensore?

Quel che credo, invece, è che bisogna fare qualche specifica ricerca sulla parte hardware, ovvero piste, collegamenti, saldature e quant'altro.
Se puoi, posta una foto dove si vedano bene le saldature del pCB e soprattutto del sensore, perchè i pin hanno un passo più stretto del normale e potrebbe esserci qualche problema.

Se ho capito bene hai misurato con un multimetro direttamente l'uscita del sensore, e non hai riscontrato variazioni oltre il 2.54 anche in presenza di carico. Se è cosi, basterebbe questa prova per escludere il tiny e la programmazione tutta.

Domani ci sentiamo su skype.
Pages: [1] 2 3 ... 24