Show Posts
Pages: 1 2 [3] 4 5 ... 19
31  International / Generale / Re: OBD-II con ELM327/STN1110 on: February 21, 2014, 03:11:00 am
Ciao campe, scusa se non ti ho risposto via pm ma per adesso sono molto impegnato.
Qualche post indietro avevo postato una libreria che va benissimo e secondo me é pure fatta bene.
La parte circuitale che vedi fra il pin 17 e il pin 18 é un semplice convertitore da rs232/ttl a rs232. Nel tuo modulo non la trovi perché c'é collegato direttamente il modulo bluetoorh. Per quanto riguarda il baud rate generalmente é impostato di default a 38400 ma bada bene che spesso i produttori modificano questi parametri secondo le loro esigenze.
32  International / Generale / Re: Segnalazione di problemi legati al forum on: February 18, 2014, 02:35:43 am
Problema mattutino, fateci caso e ditemi se succede solo a me.

Guardate le seguenti parole:

aàeèeéiìoòuù

Io vedo come le lettere accentate ì, ò e ù siano più grosse delle altre. Siccome non so se lo fa solo a me, vi allego uno screenshot.

Confermo, sono visibilmente più grandi. Non ci avevo mai fatto caso, magari è un problema causato dagli ultimi aggiornamenti?
33  International / Hardware / Re: Scelta optoisolatore on: February 16, 2014, 09:46:55 am
Ciao Leo,
avevo pensato al partitore semplice, ma in questo caso sembrava appunto "troppo" semplice..
È vero che le tensioni superano anche i 14V ma in questo caso credo che non avvenga in quanto queste tensioni variabili di cui parlo vanno a controllare gli indicatori analogici a lancette che in teoria si aspettano segnali abbastanza veritieri. Ovviamente prima di montare il tutto verifico accuratamente le tensioni.
Hai ragione, forse è più adatto uno zener da 3.6V, in particolare il BZT55C3V6 ha come tensione di zener minima 3.4V il che vuol dire che a 3.3V non è ancora in conduzione e quindi non si crea il corto circuito.
34  International / Hardware / Re: Scelta optoisolatore on: February 16, 2014, 08:21:35 am
Sbagli nel mettere lo zener così ... è giusto dove lo hai attaccato sul partitore, ma ... l'altro capo va a GND (in parallelo a R2) ... così, se si superano i 3.3V, va in "effetto valanga" (... entra in conduzione) e praticamente fa da corto verso massa (... tranquillo, la corrente è limitata dalla R1) tagliando il limite superiore a 3.3V smiley-wink

Il pin di Arduino è direttamente collegato al partitore smiley

Guglielmo
Chiaro al 1000%, così è perfetto!
Ancora una volta grazie!  smiley-mr-green smiley-mr-green smiley-mr-green
35  International / Hardware / Re: Scelta optoisolatore on: February 16, 2014, 08:07:03 am
Ah, scusa, non avevo capito che avevi ingressi a 3.3V ...
... allora ... R1=15K, R2=4.7K e hai per 0 .. 13V in ingresso, 0 .. 3.1V in uscita, aggiungi lo zener da 3.3V e stai tranquillo smiley-wink

Guglielmo
Scusa Guglielmo ma mi sfugge qualcosa.
Se io lo zener lo collego polarizzato direttamente questo si comporta come un normale diodo mentre se lo collego polarizzato inversamente ho bisogno di una tensione maggiore della tensione di zener fra catodo e anodo in modo da avere l'uscita stabilizzata a 3.3V. Se usassi ad esempio un diodo BZX85C3V3 avrei bisogno di una tensione fra catodo e anodo Vz compresa fra 3.1V e 3.5V e quindi col partitore da te consigliato avrei i 3.3V garantiti al pin Arduino. Se invece lo collegassi polarizzato direttamente credo che non risolverebbe il mio problema perchè a questo punto l'unico effetto che otterrei sarebbe la sola caduta di tensione dovuta alla giunzione e nient'altro. Se il mio ragionamento fosse corretto allora non capisco come potrebbe, lo zener, servirmi per la tensione variabile da 0 a 12V in quanto quando la tensione prelevata dal partitore è inferiore a 3.1V, lo zener si comporterebbe come un circuito aperto... Cos'ha che non va il mio ragionamento? Dove sbaglio? Grazie per la pazienza!  smiley-mr-green
36  International / Hardware / Re: Scelta optoisolatore on: February 16, 2014, 06:02:37 am
Io farei un semplice partitore ... magari considerando la massima un po' più altra di 12V, così stai tranquillo e, comunque, mettendo sull'uscita del partitore un bel diodo zener da 5.1V che ... ti taglia qualsiasi cosa sopra questo valore e ti protegge il pin di ingresso smiley-wink

Metti ... in ingresso 0 .. 13V, partitore con R1 = 15K, R2 = 8.2K ... hai in uscita 0 .. 4.6V ... ci metti pure lo zener ... direi che stai tranquilo smiley-wink

Guglielmo

Ok ma l'Arduino Pro Mini lavora a 3.3V quindi forse è meglio mettere uno zener da 3.3V?  smiley-sweat
37  International / Hardware / Re: Scelta optoisolatore on: February 16, 2014, 05:41:32 am
Ciao Guglielmo, grazie per la risposta così veloce! smiley
Effettivamente sono dispositivi abbastanza semplici che credo vadano benissimo per la mia applicazione.
Ma per la tensione variabile cosa posso fare?
38  International / Hardware / Scelta optoisolatore on: February 16, 2014, 05:08:34 am
Buongiorno e buona domenica a tutti.
Devo interfacciare un Arduino Pro Mini a 3.3v con il quadro strumenti di una moto che funziona a 12V, in particolare voglio leggere l'accensione di alcune spie e vorrei separare completamene i due livelli di tensione. Avevo pensato ad un partitore di tensione per portare i 12V a 3.3V, ma pensavo che se per qualche strano motivo ci dovesse essere uno sbalzo di tensione potrei danneggiare l'Arduino. Ho visto che molto spesso consigliate degli optoisolatori ma non ne mai visto ne usato uno. In base a cosa devo sceglierlo? Inoltre se volessi leggere un tensione variabile da 0V a 12V su un pin analogico si può sempre usare qualche optoisolatore oppure no?
39  International / Hardware / Re: Resistenze led on: February 14, 2014, 02:44:51 am
revolver995, cortesemente evitiamo di dire cose se non conosciamo esattamente di cosa parliamo ...
... rischiamo solo di insegnare cose sbagliate a chi legge !

+1
40  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 09, 2014, 06:10:52 am
Penso si possano trovare in mercati neri tipo questo o da qualche ferramenta in incognito!  smiley-sweat smiley-sweat smiley-sweat

EDIT:
OPS, post contemporanei smiley
41  International / Generale / Re: Simulazione circuiti on: February 09, 2014, 04:31:36 am
A scuola un mio prof ci fece vedere la simulazione di un dispositivo basato su arduino con Proteus Isis. Io non l'ho mai utilizzato ma sembrava abbastanza valido.
42  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 08, 2014, 01:33:02 pm
L'avevo detto, che non erano economici smiley-razz smiley-lol

Per quanto riguarda la metalizzazione chimica, dimenticavo di precisare che viene eseguita PRIMA di incidere le piste, e che poi l'incisione non si puo realizzare con i normali acidi (tanto per aggiungere un po di difficolta' al tutto, come se ce ne fosse bisogno smiley-razz smiley-lol)
hahahahaha  smiley-sweat smiley-sweat smiley-sweat

Stavo pensando che si potrebbero utilizzare dei chiodini da modellismo in metallo. In casa mi sono ritrovato qualche centinaio di chiodini di 8mm di altezza per 1mm di spessore ed hanno la testa piana che aderirebbe perfettamente al PCB sporgendo di forse mezzo millimetro... Ho fatto una prova col multimetro e ho visto che conducono perfettamente... potrebbe essere un'idea...
43  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 08, 2014, 12:23:39 pm
Grazie a tutti per le risposte!  smiley-mr-green
1) non saprei, a livello casalingo (tranne forse qualche vernice polimerizzante con gli UV da "incidere" usando un master per fotoincisione che riporti solo i pad ... ma e' tutta da vedere, come risultati pratici)

Ho cercato queste vernici su google e ho trovato qualcosina: il risultato finale non sembra proprio il massimo ma bisognerebbe provare e vedere se si riesce ad ottenere qualcosa di meglio rispetto al risultato del link...

2) ci sono i rivetti, che si fissano con una pressetta apposita (piuttosto costosa smiley-razz) e che rimangono piu bassi del filo, anche se pur sempre rialzati ... http://bungard.de/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=65&lang=english ad esempio ...

Questo sarebbe proprio l'ideale per me! Magari in accordo col consiglio di Michele si potrebbero ottenere risultati ottimi...
Avevo già letto qualcosa sulla metallizzazione chimica e immaginavo fosse costoso e complesso...

poi dipende molto dalla complessità del circuito.

In realtà non realizzo molti PCB, ma mi sto preparando a realizzarne uno un po' più complesso dei miei precedenti e denso di componenti ed è quello per la mia dashboard OBDII...

EDIT: Ho trovato la rivettatrice e i rivetti... Peccato però che costano uno sproposito!    smiley-confuse smiley-confuse smiley-confuse
44  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 08, 2014, 08:11:48 am
Salve a tutti, volevo sapere due cose:
1) conoscete o avete mai provato qualche buon metodo per realizzare il solder mask in un PCB?
2) qual é il metodo meno invasivo per poter metallizzare i vias? Vorrei evitare il pezzo di filo saldato in quanto vorrei poterci posizionare degli integrati sopra quindi dovrebbero essere a raso del PCB e ovviamente non sarebbe possibile con un pezzo di filo.
Grazie a tutti.
45  International / Hardware / Re: Interrompere alimentazione sotto una soglia (12 volt) on: February 06, 2014, 07:54:16 am
Attento che per far funzionare l'Atmega328 con un clock di 16MHz, devi alimentarlo necessariamente con una tensione compresa  4.5V e 5.5V. Se vuoi alimentarlo con una tensione più bassa compresa fra 2.7V e 5.5V dovrai settare il micro in modo da funzionare a 8MHz ovvero con l'oscillatore interno.
Pages: 1 2 [3] 4 5 ... 19