Show Posts
Pages: 1 2 3 [4] 5 6 ... 20
46  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 08, 2014, 01:33:02 pm
L'avevo detto, che non erano economici smiley-razz smiley-lol

Per quanto riguarda la metalizzazione chimica, dimenticavo di precisare che viene eseguita PRIMA di incidere le piste, e che poi l'incisione non si puo realizzare con i normali acidi (tanto per aggiungere un po di difficolta' al tutto, come se ce ne fosse bisogno smiley-razz smiley-lol)
hahahahaha  smiley-sweat smiley-sweat smiley-sweat

Stavo pensando che si potrebbero utilizzare dei chiodini da modellismo in metallo. In casa mi sono ritrovato qualche centinaio di chiodini di 8mm di altezza per 1mm di spessore ed hanno la testa piana che aderirebbe perfettamente al PCB sporgendo di forse mezzo millimetro... Ho fatto una prova col multimetro e ho visto che conducono perfettamente... potrebbe essere un'idea...
47  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 08, 2014, 12:23:39 pm
Grazie a tutti per le risposte!  smiley-mr-green
1) non saprei, a livello casalingo (tranne forse qualche vernice polimerizzante con gli UV da "incidere" usando un master per fotoincisione che riporti solo i pad ... ma e' tutta da vedere, come risultati pratici)

Ho cercato queste vernici su google e ho trovato qualcosina: il risultato finale non sembra proprio il massimo ma bisognerebbe provare e vedere se si riesce ad ottenere qualcosa di meglio rispetto al risultato del link...

2) ci sono i rivetti, che si fissano con una pressetta apposita (piuttosto costosa smiley-razz) e che rimangono piu bassi del filo, anche se pur sempre rialzati ... http://bungard.de/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=65&lang=english ad esempio ...

Questo sarebbe proprio l'ideale per me! Magari in accordo col consiglio di Michele si potrebbero ottenere risultati ottimi...
Avevo già letto qualcosa sulla metallizzazione chimica e immaginavo fosse costoso e complesso...

poi dipende molto dalla complessità del circuito.

In realtà non realizzo molti PCB, ma mi sto preparando a realizzarne uno un po' più complesso dei miei precedenti e denso di componenti ed è quello per la mia dashboard OBDII...

EDIT: Ho trovato la rivettatrice e i rivetti... Peccato però che costano uno sproposito!    smiley-confuse smiley-confuse smiley-confuse
48  International / Megatopic / Re: PCB: problematiche sulla realizzazione domestica on: February 08, 2014, 08:11:48 am
Salve a tutti, volevo sapere due cose:
1) conoscete o avete mai provato qualche buon metodo per realizzare il solder mask in un PCB?
2) qual é il metodo meno invasivo per poter metallizzare i vias? Vorrei evitare il pezzo di filo saldato in quanto vorrei poterci posizionare degli integrati sopra quindi dovrebbero essere a raso del PCB e ovviamente non sarebbe possibile con un pezzo di filo.
Grazie a tutti.
49  International / Hardware / Re: Interrompere alimentazione sotto una soglia (12 volt) on: February 06, 2014, 07:54:16 am
Attento che per far funzionare l'Atmega328 con un clock di 16MHz, devi alimentarlo necessariamente con una tensione compresa  4.5V e 5.5V. Se vuoi alimentarlo con una tensione più bassa compresa fra 2.7V e 5.5V dovrai settare il micro in modo da funzionare a 8MHz ovvero con l'oscillatore interno.
50  International / Generale / Re: cosa bisogna sapere per programmare con arduino on: February 06, 2014, 07:11:02 am
Diciamo che in generale, così come accennato da CASPA, dipende dalle previsioni che uno fa sul proprio percorso. È ovvio che se uno utilizza Arduino solo per hobby o per piccoli progetti sporadici potrebbe evitare di scendere nei meandri del C dato che la maggior parte delle volte utilizzerà sempre gli stessi pochi strumenti imparati sul campo... Se invece stiamo parlando di uno studente che grazie ad Arduino si è avvicinato all'elettronica non più amatoriale ma proprio sotto forma di studio e pensa che in un lontanissimo futuro (soprattutto in italia) potrebbe diventare un mestiere allora è sicuramente meglio prendere i libroni e cominciare a studiare dalle basi. Mi sono sentito di consigliarti un buon libro in quanto io credo di essere più sul secondo tipo di utente medio Arduino...

In ogni caso considera che avere delle buone basi di C acquisite con un dato criterio è molto utile per entrambi i tipi di utenti e ti permette di essere un po' più indipendente dal punto di vista software...
51  International / Hardware / Re: Interrompere alimentazione sotto una soglia (12 volt) on: February 06, 2014, 04:43:47 am
leggevo ieri sera che arduino considera 1 da> 2,5V a 5V 0 da 0V a<2,5V.

Non è così, secondo il datasheet dell'Atmega328 le tensioni fra -0.5V e 0.3V vengono considerate come livello logico basso, mentre le tensioni fra 3V e 5.5V vengono considerate come livello logico alto: queste tensioni valgono in caso di VCC = 5V.
Le tensioni comprese fra 0.3V e 3V non fatto variare lo stato logico, mi spiego meglio: se su un pin leggi attualmente 5V e quindi un livello logico alto e successivamente lo porti ad una tensione compresa fra 0.3V e 3V il suo livello logico resterà invariato. Stessa cosa partendo da un livello logico basso.
52  International / Generale / Re: cosa bisogna sapere per programmare con arduino on: February 05, 2014, 06:44:52 pm
Non confondiamo il fatto che molte guide per il C sono fatte per imparare un linguaggio che è usato anche (anzi, inizialmente) su computer ma è comunque un linguaggio che, tole le lib per un sistema operativo e messe quelle per gestire un microcontrollore, è tale e quale a quello usato sull'Arduino. Sempre di C si tratta. Che poi uno lo usi per aprire un file o per leggere un dato dalla seriale, non cambia nulla.

Concordo.
Inoltre credo che spesso i principianti, prendono un po' sottogamba la questione software, come se nei microcontrollori fosse una cosa secondaria. In realtà secondo me l'approccio giusto sarebbe cominciare a studiare il C con un buon libro, realizzando i primi programmi che apparentemente sembrano stupidi e scontati ma che in realtà ti aiutano a vedere le cose sotto un altro punto di vista. Io cominciai a studiare il C con il Kernighan & Ritchie e mi sono trovato abbastanza bene anche se all'inizio sembra un po' criptico. Un altro ottimo libro che mi sento di consigliare è "Linguaggio C - Bellini & Guidi" che trovo sia più chiaro per chi si affaccia per la prima volta alla programmazione. Trovo inoltre che cercare di imparare a programmare modificando sketch di progetti trovati in rete senza capirne una virgola sia molto fuorviante e non fa altro che confondere le idee a chi già probabilmente ce le ha confuse. Detto questo mi unisco a chi ti ha già suggerito di prendere un buon libro e vedrai che alla fine i risultati arriveranno più in fretta di quanto non possano arrivare scopiazzando codice in giro per la rete...
53  International / Generale / Re: Consiglio acquisto arduino on: February 05, 2014, 05:26:25 pm
Credo di aver finalmente trovato uno starter kit con arduino ufficiale ad un prezzo adatto a me:

http://www.ebay.it/itm/230784113801?ssPageName=STRK:MEWNX:IT&_trksid=p3984.m1497.l2649

56€ compreso di spedizione con corriere. Non vedo l'ora che arrivi per tartassarvi di domande smiley-razz

Guarda io ho già acquistato da quel venditore e devo dire che è molto affidabile ed ha merce di buona qualità, per quanto riguarda il kit penso che vada bene e l'arduino sembra autentico!
54  International / Hardware / Re: Aiuto scelta potenziometro on: February 05, 2014, 01:15:04 pm
Se dichiari il pin come output  e lo setti come HIGH avrai un corto circuito se lo colleghi fisicamente a massa, mentre se lo setti come LOW avrai un cortocircuito se lo colleghi fisicamente a 5V...

In caso di corto circuito accidentale per pochissimi secondi credo che non bruci niente, ma se dovesse succedere credo che si bruci il singolo pin... in ogni caso per essere sicuri al 1000‰ attendi la conferma di qualche esperto elettronico (non vorrei crearti danni)! smiley-grin
55  International / Generale / Re: Consiglio acquisto arduino on: February 05, 2014, 09:21:49 am
Si quel kit contiene sia l'Arduino Uno rev 3 che il cavo per programmarlo...
Considera che comunque il prezzo è iva esclusa...
56  International / Generale / Re: [OT] Quando un ritardo e' "RITARDO" (PPTT) on: February 05, 2014, 06:28:52 am
...
e se spedissi tutto dall'italia passando il confine?

Si chiamerebbe ... CONTABBANDO, evasione del DAZIO, evasione dell'IVA ... ce ne sarebbe per qualche anno di galera  smiley-mr-green smiley-mr-green smiley-mr-green

Guglielmo

hahahaha sucsa non lo sapevo!! Non voglio farti rischiare la galera!!  smiley-sweat smiley-sweat smiley-sweat
Mi sa che non c'è altra scelta che... trasferirsi all'estero!
57  International / Generale / Re: [OT] Quando un ritardo e' "RITARDO" (PPTT) on: February 05, 2014, 06:09:45 am
Guglielmo potresti offrire un servizio di triangolazione per l'italia ricavandoci le giuste percentuali! Io sarei il primo ad utilizzarlo!  smiley-sweat

Facendolo legalmente ... non so se risolverebbe il problema ...

Dalla Cina a me 7 gg. ... io lo spedisco a voi in Italia ... finisce in dogana in 24 ore e ...
... dalla dogana a voi i soliti SEI MESI !

Guglielmo

e se spedissi tutto dall'italia passando il confine?

@leo: si il corriere sicuramente è la soluzione migliore, ma molto spesso mi capita (a me come a molti altri credo) di comprare da siti come aliexpress che ha diversi venditori, quindi anche quando faccio un ordine di 150€ alla fine dovrò pagare più corrieri quindi non mi conviene più!
58  International / Generale / Re: [OT] Quando un ritardo e' "RITARDO" (PPTT) on: February 05, 2014, 05:40:48 am
Ora faccio incaxxxre Etem .... 

Tie' ... beccate questa ...
... guarda il pacchetto che ho appena ricevuto ... spedito dalla Cina il 23.01.2014 ... senza la via a cui recapitarmelo ... e ... questa mattina (13 gg. perché mancava la via) ... il postino me lo ha consegnato  smiley-mr-green smiley-mr-green smiley-mr-green

Efficienza ....

Guglielmo

 smiley-eek Io aspetto ancora del materiale comprato dalla cina il 12 novembre!
Guglielmo potresti offrire un servizio di triangolazione per l'italia ricavandoci le giuste percentuali! Io sarei il primo ad utilizzarlo!  smiley-sweat
59  International / Hardware / Re: Aiuto scelta potenziometro on: February 05, 2014, 05:33:29 am
Mi associo a Dario Gogliandolo che ha scritto dopo di te in quanto non capisco cosa vuoi dire quando dici che se cambio lo sketch ed il pin è impostato come input/output potrebbe danneggiarsi.

Per collegare un potenziometro ad un'entrata analogica va benissimo come fai già ovvero è sufficiente collegare i pin estremi uno a massa e uno a 5V e il centrale al pin analogico.
Quando un pin è impostato come input, questo viene messo in uno stato di alta impedenza il che vuol dire che (idealmente) viene visto dal carico come un circuito aperto ma in realtà viene vista una resistenza molto alta (credo dell'ordine dei megaohm). Questo stato di alta impedenza fa si che quando il cursore si trovi a 5V o massa non si crei un cortocircuito.
Quello che voleva dire elrospo è che mettendo una resistenza  (probabilmente fra il cursore ed il pin analogico) eviti il problema del cortocircuito nel caso in cui, caricando un altro sketch, il pin da te utilizzato venga impostato come output. A parte il fatto che chi scrive lo sketch deve anche prestarci attenzione, non si può pretendere che non succeda niente cambiando lo stato di un pin da input ad output senza riadattare l'hardware, credo anche la questione della resistenza sia proprio sbagliata dal punto di vista elettrico (almeno secondo me, potrei anche sbagliarmi) in quanto probabilmente, spostando il cursore posizionandolo su 5V in realtà l'ADC non otterrà mai realmente i 5V, non raggiungendo quindi il valore massimo...
60  International / Hardware / Re: Aiuto scelta potenziometro on: February 05, 2014, 03:31:54 am
una resistenza è sempre consigliabile,  perché se cambi o provi un  altro  sketc   ed  il potenziometro si trova a fine corsa hai il pin a massa o 5 volt,
e  se lo sketc    imposta il pin  come autput/imput  si potrebbe danneggiare

scusa elrospo ma non ho capito la tua risposta...
Pages: 1 2 3 [4] 5 6 ... 20