Show Posts
Pages: 1 ... 3 4 [5] 6 7 ... 19
61  International / Generale / Re: quali certificazioni servono sulle elettroniche per venderle? on: January 31, 2014, 08:45:16 am
@BaBBuino: adesso è tutto più chiaro... Un'altra domanda: con quale criterio si scelgono le certificazioni da produrre per un dispositivo elettronico? Mi spiego meglio: se io dovessi realizzare un semplice dispositivo con un microcontrollore, una tastiera a matrice e un relè, quali certificazioni devo farmi produrre? C'è ne sono alcune da produrre sempre (vedi compatibilità elettromagnetica) e altre più specifiche? Oppure diversamente?

@ricdata, si credo sia proprio come dici tu! smiley
62  International / Hardware / Re: Alimentazione per Arduino on: January 31, 2014, 08:32:26 am
per l'alimentazione non vedo problemi, se è uan 220vac--> usb (5v, 500ma) non ci son problemi, anche se fosse 5.5v o più. (al piu misurala)

Concordo con Guglielmo...
State attenti quando date consigli... se non si è sicuri al 1000% si rischia di creare dei danni a chi legge i vostri consigli...
63  International / Generale / Re: quali certificazioni servono sulle elettroniche per venderle? on: January 31, 2014, 08:21:13 am
... che conosco da 1000 anni...
Non ti facevo così "vecchio"  smiley-sweat smiley-sweat smiley-sweat

Scherzi a parte la questione interessa anche me...
Mi domandavo, ma avere la certificazione di un dato dispositivo, in caso di danni, solleva il produttore da qualsiasi responsabilità?Perchè se fosse così e se fosse anche possibile autoprodursi queste certificazioni (ammesso che sia una cosa fattibile da un piccolo produttore) non sarebbe comunque rischioso per chi compra? Io potrei realizzare un qualcosa di non perfettamente funzionante e poi produrmi la certificazione; in questo modo i clienti si fiderebbero ma comprerebbero sempre un prodotto realizato a mi***ia... Inoltre, così come dice ricdata, non sarebbe possibile farsi firmare una qualche specie di liberatoria che in caso di danni solleva il produttore/venditore da qualsiasi responsabilità?
64  International / Generale / Re: Chiarimenti Zoccolo zif on: January 30, 2014, 05:11:54 am
Tenete conto però che non bisogna mai abusarne, altrimenti lo schema si disegna rapidamente ma poi diventa illeggibile, specialmente se è molto complesso, in quanto dovete stare a cercare le varie etichette per vedere i collegamenti.
A tale proposito un trucchetto, per chi non lo conoscesse già: nel menu laterale di Eagle c'è un pulsante "show", a forma di occhio, selezionando un segnale con etichetta e cliccando su questo pulsante, istantaneamente vengono evidenziati tutti i segnali con la stessa etichetta e questo ovviamente vi aiuta a rintracciare rapidamente i collegamenti; purtroppo l'evidenza non è ottimale ma se cliccate ad intermittenza sul pulsante creerete una specie di effetto blink sui punti interessati e li localizzerete più rapidamente smiley-wink Lo stesso vale nella vista PCB, in quel caso è eccezionale la possibilità di evidenziare le piste che riguardano un dato segnale smiley

@ Geppo: scarica Eagle free è il migliore ed il più usato

Questa non la sapevo! Grazie mille per il consiglio! smiley
65  International / Generale / Re: Chiarimenti Zoccolo zif on: January 30, 2014, 05:10:40 am
Credo che Eagle sia il più utilizzato, soprattutto tra gli utenti di questo forum. Ti consiglio di usare questo anche perchè è abbastanza facile e impari ad usarlo abbastanza in fretta...
66  International / Generale / Re: Chiarimenti Zoccolo zif on: January 30, 2014, 04:52:40 am
Ok. Ecco perchè i miei schemi Eagle sono complicati, io tiro tutti i fili !!!
Ne ho imparata un'altra.
Si anche io, nei miei primi schemi elettrici, tiravo tutte i collegamenti... Poi quando ho capito "la suonata" ho cominciato usare le etichette. E' comodo soprattutto con gli schemi composti da molti componenti...
67  International / Generale / Re: Chiarimenti Zoccolo zif on: January 30, 2014, 04:38:51 am
Scusate, non sono bravo a leggere gli schemi. Ho un dubbio però.
Come dici @michele, al pin 1 collego 5V (quindi da esterno verso il micro). Ma su quel pin 1  JP4 non vedo una riga verde che va al micro. Come la devo interpretare? Dove vedo VCC schema a sinistra sono tutti collegati insieme?
Certo il pin 1, anche se non vedi la linea verde completa, è collegato alla sorgente di alimentazione, quindi in questo caso 5V e ovviamente  tutti i simboli power supply (quella specie di freccia in su) dove c'è scritto VCC sono collegati insieme...
68  International / Megatopic / Re: Stampante 3d, come, quando, dove, e perchè on: January 30, 2014, 04:12:21 am
Quote
il problema è che non riesco al momento a capire quando una temperatura è troppo bassa.

quando il motore inizia a perdere passi estrudendo "a vuoto" (senza stampare), significa che la temperatura è troppo bassa.
Quando estrudento "a vuoto" la plastica si arriccia come la coda di un maialino, allora la temperatura è decisamente troppo alta.

Chiarissimo! grazie mille! smiley
69  International / Generale / Re: Arduino UNO e usb on: January 29, 2014, 04:06:56 am
No, è necessaria la Ethernet shield o la WiFi shield...
Poi dipende da cosa devi fare, se per esempio vuoi ottenere dei dati da internet ed inviarli ad arduino puoi sempre scrivere un'applicazione per windows (o qualsiasi altro OS) che faccia da "tramite" ottenendo i dati da internet ed inviandoli tramite seriale ad arduino...
70  International / Megatopic / Re: Stampante 3d, come, quando, dove, e perchè on: January 28, 2014, 02:04:43 pm
Si avete ragione, il problema è che non riesco al momento a capire quando una temperatura è troppo bassa... ad esempio ho provato ad estrudere del PLA nero a 200° e ho notato che venivano fatti troppi filamenti, successivamente, prove dopo prove, sono sceso fino a 175° e ho visto che i filamenti sono prossimi allo 0 e comunque gli strati sono ben saldi l'uno con l'altro (non vengono sfogliati cosi come si dice in giro per qualche forum)... Devo dire comunque che mi sto trovando particolarmente bene con la 3Drag, le stampe vengono molto rifinite, molto di più rispetto rispetto a diverse foto di oggetti visti su internet...
71  Community / Bar Sport / Re: [OT] PIC, 8051, MCU e CPU varie on: January 28, 2014, 01:09:24 pm
Non so se ne avete già parlato ma a metà dicembre sul sito mbed.org è comparsa una news dove veniva annunciato che presto anche le board STM32 con Cortex-M sarebbe state supportate dalle librerie mbed e questo vorrebbe dire unire la potenza e l'economicità delle board STM32 (vedi STM32F4) e la versatilità di mbed... Se parliamo di programmazione a basso livello e di manipolazione dei registri, sicuramente un microcontrollore basato su ARM Cortex, non è così semplice come potrebbe esserlo un micro AVR a 8bit (sottolineo potrebbe perchè personalmente la trovo comunque un'operazione macchinosa e articolata a prescindere dalla MCU) e quindi non è paragonabile ad un Arduino UNO, o almeno non lo è se viene messo in mano ad un principiante che va avanti a via di tutorial su youtube. Nonostante ciò trovo che potrebbe essere una valida alternativa all'Arduino DUE o al più costoso mbed con LPC1768, inoltre la quantità di librerie pronte disponibili sul cookbook mbed potrebbero anche dare filo da torcere ai più diffusi PIC... Cosa ne pensate? Pensate che possa competere con le attuali board concorrenti?
72  International / Generale / Re: Sondaggio: quanto consuma il tuo progetto? on: January 28, 2014, 09:03:06 am
Scusa ma non ne capisco l'utilità!  smiley-roll-sweat
73  International / Hardware / Re: Pulsanti speciali on: January 22, 2014, 04:52:17 pm
Ciao, puoi dare un'occhiata QUI... Come puoi vedere non sono proprio economici e in più credo che i prezzi siano IVA esclusa (questo è da verificare, non sono sicuro)...
74  International / Generale / Re: (OT)consiglio acquisti dalla cina on: January 22, 2014, 06:19:52 am
Puoi sempre prendere un Arduino duemilanove che costa quasi 7 euro in meno della UNO e che si differenzia solo in piccole cose e magari ti prendi della componentistica varia separatamente ispirandoti a quello che c'è dentro ai kit...
Comunque fai come meglio credi  smiley smiley smiley
Alla fine non tutti abbiamo lo stesso modo di pensare e magari la stessa disponibilità  smiley
In ogni caso sappi che il supporto del forum l'avrai sia che tu abbia un Arduino originale che un clone...  smiley

Dario.
75  International / Generale / Re: (OT)consiglio acquisti dalla cina on: January 22, 2014, 05:52:14 am
1)vorrei prendere l'advanced kit per arduino uno che "dovrebbe" contenerne il clone...qualcuno che l'ha preso sa dirmi se l'hardware corrisponde e se funziona?

Modestamente ti sconsiglio di prendere un clone cinese perchè non hai nessuna certezza sul suo funzionamento e soprattutto se sei un principiante rischi di uscire pazzo per un problema che effettivamente è dovuto al clone.
Proprio in questi giorni c'è stato un thread aperto da un utente che ha acquistato un arduino due clone e si è accorto che non funzionava nessun ingresso analogico. Tempo fa lessi il post di un utente che analizzando lo schema elettrico di un ethernet shield cinese si è accorto che c'erano led montati invertiti e altri vari problemini che ovviamente non trovi sui prodotti originali.
Poi, almeno personalmente, è anche una questione di orgoglio italiano, non comprerei mai un clone cinese di un prodotto interamente italiano, anche perchè se tutti noi utenti avessimo comprato cloni cinesi avremmo risparmiato si e no 5/6 euro a testa ma sicuramente il danno economico inflitto al team di Arduino sarebbe stato molto maggiore...
È vero che che il risparmio fa gola ma io ti consiglio di prendere un kit con Arduino originale (come questo) e magari la componentistica varia come resistenze, condensatori, led, display, strip, connettori, fili, ecc, ecc... la compri dalla cina (ci vorrà un mese circa prima che ti venga consegnata, ma potrai sfruttare questo tempo muovendo i primi passi con i componenti del kit)...
Pages: 1 ... 3 4 [5] 6 7 ... 19