Show Posts
Pages: 1 ... 23 24 [25] 26 27 ... 46
361  International / Generale / Re: Dove iniziare per programmare SAM3U on: May 09, 2012, 03:14:36 am
Proprio principiante non sono ma quello che so l'ho imparato all'università dove ci hanno spiegato gli ATmega. Questa sarebbe la prima MCU che imparo da solo, quindi preferisco andare su un prodotto dove trovo un po' più di documentazione...

Grazie mille per le dritte.
362  International / Generale / Re: Dove iniziare per programmare SAM3U on: May 09, 2012, 03:05:06 am
Ok, grazie mille. Vedrò un po' quale strada scegliere ma il stm32f4 francamente mi ispira... =)
363  International / Generale / Re: Dove iniziare per programmare SAM3U on: May 09, 2012, 02:18:31 am
Ma per fare software un po' più complessi la programmazione ad oggetti risulta comodissima... Preferisco spendere 1€ in più su un hardware più potente che diventare matto per programmare senza oggetti.

Un progetto che ho realizzato per dove lavoro è composto da 4 lame indipendenti, se realizzo una classe la uso 4 volte e sono a posto...

Ma è molto diverso il Cortex-M3 dalle ATmega come gestione delle periferiche e programmazione? Ad esempio gli I/O sono ancora gestiti dai registri DDRx, PORTx e PINx? Inoltre, a parte la convenienza, non mi hai detto se è possibile programmarlo in C++ o no...  smiley-lol
364  International / Generale / Re: encoder rotativo recuperato da mouse on: May 09, 2012, 12:47:17 am
Si, io... =) Ho letto un encoder rotativo incrementale a due canali su 4 fronti ad una frequenza dell'ordine del KHz, non mi ricondo di preciso...
365  International / Generale / Re: encoder rotativo recuperato da mouse on: May 08, 2012, 06:20:49 pm
Prova a postare lo schetch, vediamo se riusciamo a darti una mano.

P.S. Uwe, come mai così acido? Hai mangiato jogurt scaduto per cena? Scusami, se è nuovo dell'ambiente magari non gli è venuto in mente che il problema potesse essere lo schetch...
366  International / Generale / Re: Dove iniziare per programmare SAM3U on: May 08, 2012, 06:15:29 pm
Salve a tutti. Visto che l'Arduino Due il 32 dicembre del duemilamai avrei intenzione di iniziare a lavorare da solo sul SAM3U. Qualcuno mi può dare qualche dritta su qualche libro, guida o quello che è

Sul SAM3U non troverai altro che la documentazione ufficiale Atmel, cioè il data sheet e qualche application note, sul core Cortex M3 utilizzato da questa MCU si trova molta documentazione e manualistica in lingua inglese, un ottimo testo è questo, se lo prendi in formato elettronico (Elsevier non usa DRM) non hai spese di spedizione.


E quindi mi conviene studiarmi separatamente il processore e poi applicarlo alla MCU?

AH, un'altra cosa: posso programmarlo in C++, vero? Ovvero almeno le classi...
367  International / Generale / Dove iniziare per programmare SAM3U on: May 08, 2012, 05:00:35 am
Salve a tutti. Visto che l'Arduino Due il 32 dicembre del duemilamai avrei intenzione di iniziare a lavorare da solo sul SAM3U. Qualcuno mi può dare qualche dritta su qualche libro, guida o quello che è (a parte l'ovvio datasheet) su dove studiarmi questo microcontrollore?
368  International / Generale / Re: Generatore di tensione sinusoidale su portante continua on: May 04, 2012, 06:14:05 pm
Hai ragione, io pensavo al quarzo a 32.768KHz per gli RTC e pensavo ci fossero anche a 22KHz, invece mi sbagliavo...  smiley

Comunque chiedo venia, non pensavo che la tua preparazione fosse a livello universitario...  smiley-roll-sweat
369  International / Generale / Re: Generatore di tensione sinusoidale su portante continua on: May 04, 2012, 02:44:17 pm
Per il fatto dell'accoppiamento fra tensioni alternate e continue ci mettiamo un condensatore, e ora ti spiego come e perché. Guarda questo link:
http://it.wikipedia.org/wiki/Amplificatore_(elettronica)
e per la precisione guarda lo schema dell'amplificatore in classe A. Il condensatore è assimilabile ad un cortocircuito per le alte frequenze e a un circuito aperto per le basse (questo solo con una grossolana apporossimazione, in realtà lo puoi assilimare ad una resistenza che è tanto più piccola quanto è più grande la frequenza). Il condensatore Cin serve appunto a far entrare la tensione sinusoidale nell'amplificatore senza che la tensione continua necessaria a polarizzare il transistor (ovvero a portarlo in una condizione dove può lavorare) entri dentro Vsin. Ovviamente il valore di Cin deve essere calcolato e non può essere a caso, ma qui entreremmo in un carpineto che non ne usciamo più.

Per la condizione "the oscillation criterion" si stà parlando delle condizioni di barkhausen, ovvero le condizioni da rispettare in modo tale che l'oscillazione si inneschi (condizioni di innesco) e che si mantenga (condizioni di regime). Spiegare cosa sono queste condizioni, però, è abbastanza complicato se non hai dimestichezza con i numeri complessi, col concetto di modulo e fase di tensioni e correnti (fasori) e con i concetti di retroazione. Nell'oscillatore a ponte di Wien queste condizioni si riassumevano nell'avere R2 > 2R1 per l'innesco e R2 = 2R1 per il regime (oltre che il calcolo delle capacità per la determinazione della frequenza, anche quel calcolo deriva dalle condizioni di barkhausen). Nell'oscillatore a sfasamento, invece, la condizione da rispettare è che Rfb sia uguale a 29*R (per il regime).

Nella pratica nessun oscillatore funzionerà mai se non con un altro circuito di ausilio che tenga costantemente sotto controllo le condizioni di barkhausen.

Io proverei a cercare qualcosa sugli oscillatori al quarzo, forse sono quelli dove è più semplice che tu abbia successo...

Prova a dare una letta qui: http://www.itiscopernicofe.it/itis/didattic/matdid/5H/05%20-%20generatori%20d'onda%20sinusoidale.doc.
370  International / Generale / Re: Generatore di tensione sinusoidale su portante continua on: April 30, 2012, 08:36:03 pm
Si alimenta semplicemente alimentando l'operazionale.
L'amplificatore operazionale, quando lo compri, lo trovi in un package che ne può ospitare 1, 2 o 4 a seconda delle dimensioni dello stesso. Due pin dell'integrato sono l'alimentazione.

Posso dirti però che creare una sinusoide non è per niente semplice e che quell'oscillatore nella pratica non funziona (almeno non per creare una sinusoide) perché una volta innescato tende a saturare senza un circuito di controllo che ne limiti l'ampiezza. Per fartela breve lui inizia ad oscillare alla frequenza per cui è progettato la con una sinusoide piccolissima. Questa piano piano (non così piano da vederlo ad occhio nudo  smiley-wink ) aumenta di ampiezza e quando arriva al valore richiesto in teoria bisognerebbe portare il valore di R2 ad essere esattamente uguale a 2 volte R1 (mentre all'innesco R2 deve essere maggiore di 2 volte R1). Senza un circuito di controllo che abbassi R2 o che alzi R1 la sinusoide continua ad aumentare fino a che non diventa un'onda quadra perché raggiunge il valore dell'alimentazione.
371  International / Generale / Re: digitalRead() e ciclo if on: April 13, 2012, 04:59:18 pm
Penso che più che un problema software sia hardware, ovvero di collegamento e di attivazione (anzi, di non attivazione) dei pull-up. Per farla breve, devi collegare i dip fra il pin e la massa e poi su ogni pin fai digitalWrite(xxx, HIGH). Facendo così, quando switch è su ON sul pin trovi livello logico basso e viceversa.

http://arduino.cc/en/Reference/DigitalWrite
http://arduino.cc/en/Tutorial/DigitalPins
http://it.wikipedia.org/wiki/Resistenza_pull-up
372  International / Generale / Re: ECG con arduino on: April 08, 2012, 07:03:12 pm
 smiley-lol smiley-lol smiley-lol smiley-lol smiley-lol
373  International / Generale / Re: ECG con arduino on: April 07, 2012, 08:12:23 am
scusate ragazzi ma non ho ancora capito se alimentando tutto a batteria posso risolvere sto problema di correnti attraverso il corpo umano!

Sono 15 post che ti diciamo di no! Prova a prendere una batteria da 9V e falla toccare sulla lingua e senti come frizza. Bene, adesso pensa di dare quella scossa al cuore......
374  International / Generale / Re: Optoisolatore alla seriale.. on: April 06, 2012, 05:32:13 pm
Bhe, allora tanto per iniziare dimenticati la rs232, specialmente con i livelli logici TTL. Devi passare alla RS485. Con la 232 (e parlo di quella vera, con i livelli logici +12V -12V) superi a fatica qualche metro.

Potresti usare dei max485 e isolare l'arduino dal max485 con gli optoisolatori.

Sennò, opzione n° 2, un bel paio di shield wireless... =)
375  International / Generale / Re: Optoisolatore alla seriale.. on: April 05, 2012, 06:08:48 pm
@Janos: ma il chip da te citato è o no optoisolato?

Non c'è un vero e proprio isolamento galvanico ma comunque sia una protezione dell'arduino ed in più ti permette di avere una maggiore immunità ai disturbi...

Ma ha un motivo particolare la necessità di avere l'isolamento galvanico?
Pages: 1 ... 23 24 [25] 26 27 ... 46