Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 11
1  International / Generale / Re: Inviare dati temperatura su pagina web on: September 16, 2014, 02:10:23 am
Ciao, in PHP non riesci a farlo anche perché arduino R3 non è in grado di far girare un web server. Per fare ciò che vuoi fare tu magari ti basata seguire quest'esempio http://arduino.cc/en/Tutorial/WebServer
Ciao
2  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 12, 2014, 05:12:22 am
Ciao, per il debounce (che puoi sempre aggiungere dopo che il tutto funziona) guarda qui, c'è l'esempio con un pulsante che fa al caso tuo http://arduino.cc/en/Tutorial/Debounce
Non riesco a capire come mai le due cose da sole riescono e assieme no, basta che usi una digitalRead sul pin del pulsante e se è HIGH (ad esempio) fai la stessa cosa che fai da web. Magari posta il codice che si riesce a capire meglio cosa non va...
3  International / Generale / Re: Domotica con Arduino e BTicino -> vari dubbi on: September 12, 2014, 04:25:14 am
Onde evitare di andate troppo OT ti rimando a due altri miei topic dove sto costruendo una scheda d'interfaccia ai relè http://forum.arduino.cc/index.php?topic=264310.msg1874256#msg1874256
e un altro topic dove ci sono consigli e un link dei relè che sto pensando di usare http://forum.arduino.cc/index.php?topic=265410.msg1874232.
Manca ancora la parte d'interrogazione dello stato dei relè ma nel caso ne parliamo di là  smiley-wink
Ciao
4  International / Generale / Re: Domotica con Arduino e BTicino -> vari dubbi on: September 12, 2014, 03:26:17 am

Premetto che le mie conoscenze a livello elettrico/elettronico sono abbastanza scarse, tuttavia fino ad ora all'interno di un impianto domotico (almeno per quanto riguarda la gestione delle luci), ho sempre immaginato di dover utilizzare pulsanti e accoppiati ad una scheda con relè al posto dei normali interruttori/deviatori/ecc..

Seppur questa soluzione offra maggior flessibilità (da un giorno all'altro posso cambiare il comportamento di ogni singolo pulsante), soffre a mio avviso di un problema di solidità, infatti se si guasta il "cervello" (la scheda con i relè/arduino o chi al posto suo) si ferma tutto.

Quindi finita la mia premessa chiedo, com'è possibile integrare un sistema tradizionale con la domotica senza sostituire interruttori, deviatori e invertitori?

Ciao, se l'impianto è già predisposto chiaramente è più dura adattarlo alla domotica. Se si utilizzano pulsanti con relè al posto dei deviatori, invertitori e interruttori si può costruire un impianto standard e affiancarlo al sistema domotico, se si guasta il "cervello" non controlli luci e relativo stato da remoto/tablet/arduino ma la luce dal relativo pulsante la accendi eccome!
Se invece non si vuol sostituire gli interruttori già presenti allora le cose si complicano e non poco, ma su questa possibilità non ho sufficiente conoscenze per aiutarti a partire da zero
5  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 12, 2014, 12:11:48 am
Dando una rapida occhiata al codice che hai postato poco sopra (a proposito quando posti il codice usa l'apposito marcatore Insert code identificato dall'icona del # perché altrimenti si legge malissimo) ti manda di definire nel setup un pin a tua scelta come input
Code:
Es.
pinMode(12, INPUT);
e successivamente nel loop prima o dopo process connection devi verificarne lo stato con la digitalRead (con l'uso del debounce per evitare false rilevazioni), se è stato premuto (segnale a HIGH O LOW in base a cosa porti al pin di ingresso +5V o GND) se è stato premuto memorizzi lo stato in una variabile che poi usi per la creazione della pagina per notificare lo stato. Se non è un pulsante ma un interruttore poi verificare quando mandi la pagina lo stato (che sarà sempre HIGH o LOW in base se l'interruttore è chiuso o aperto ecosa hai portato al pin +5V o GND). Non scordarti la resistenza di pullup o pulldown.
[OT]
Io non sono molto esperto e molto spesso sono costretto a ripensare interamente i miei progetti perché non attuabili per limiti di arduino o simili o perchénon risulterebbero affidabili. Tu stai dicendo che stai partendo da zero, quindi se non hai ancora cablato l'impianto sei sempre in tempo a rivedere il tutto,e qui persone esperte e competenti (più di una) ti stanno avvertendo che le scelte che hai fatto sono opinabili,pericolose o più in generale vi sono alternative migliori, io personalmente (IMHO) ci penserei su bene bene valuterei pro e contro e poi ci rivedrei ancora almeno una volta il progetto  smiley-wink
Purtroppo la domotica costa e a volte (soprattutto se stai cablando da zero l'intera casa) vale la pena spendere un po' di più sezionando magari a step la domotizzazione (è quello che sto facendo io) anziché rischiare di trovarsi al buio di notte perchè la mega, l'hardware o il software da me scritto è andato in mer...a (un relè mezzo cinese che ho usato per un progetto di prova funzionava benissimo finchè era sul banco, messo in opera in verticale 1 o 2 volte su 10 non scollega i contatti, lo tocco e tac scatta... basta un niente per non far funzionare una cosa anche provata e riprovata)...
se non situazioni peggiori che ti hanno già illustrato
[/OT]
6  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 11, 2014, 05:15:31 am
Quote
prevede l'utilizzo di relè passo passo a due contatti
Puoi mostrare un link di quei relays?

ciao
Io li ho trovati qui http://it.farnell.com/finder/20-22-8-230-0000/rele-a-gradini-modulare-230-vca/dp/1169288
e qui http://it.rs-online.com/web/p/rele-bistabili/5111010/
Non ho ancora acquistato e non so se poi saranno davvero questi o se li trovo da un distributore locale.
Mi piacerebbe trovarne di compatibili magari SSR ma già questi costano una tombola e non oso immaginare il costo di un SSR doppio contatto (sempre che esista).
Per completezza devo ancora informarmi se a livello di sicurezza/regolamenti è possibile sfruttare un cantatto con 240V AC e l'altro con 5V CC o 24V AC o simile
7  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 09, 2014, 04:08:54 am
Per quanto riguarda il problema file EAGLE da passare al service, ti posso aiutare: ho una discreta esperienza in merito.
Quando avrò terminato lo sbroglio ecc. posterò il materiale e chiederò consigli/verifiche, e se mi aiuterai te ne sarò veramente grato!
Per il momento grazie di nuovo
8  International / Hardware / Re: Pilotare relay 24VAC da arduino on: September 09, 2014, 04:06:46 am
Ancora grazie, mi ero stupidamente concentrato sulla masima corrente d'ingresso degli opto senza considerare la cosa più importante... la massima corrente di output del 74HC595. Quindi ho seguito ambedue i consigli, aumentato a 820 le resistenze e sostituiti i MOC3020 con MOC3023 che prevedono correnti più basse per l'attivazione (tanto devo ancora comprare tutto)
9  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 09, 2014, 03:46:14 am
Grazie mille cyberhs, mi doterò di una mega e poi alla fine vedrò se poter passare alla uno o meno per lo stand alone, in passato ho già realizzato piccoli progettini con uno stand alone su millefori e è anadta alla grande, per questo invece essendo un poco più serio e duraturo pensavo di far fare ad un service un pcb due facce (con tutti i problemi che ne conseguiranno per inviare dei file corretti essendo la mia prima esperienza con un service) in modo che non si ossidi e abbia un aspetto più professionale e con maggior durata.
Da piccolo hobbista non credo che un mio progetto verrà mai commercializzato  smiley-mr-green
Quello che farò di sicuro (e che in passato ho già fatto) sarà mettere qui tutto il lavoro svolto (schemi, board, sketch, ecc.)
10  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 08, 2014, 04:45:38 pm
Non comprendo perché non passare ad una MEGA: oltre a più I/O, avresti maggiore SRAM utile per il programma.
Devo ancora documentarmi percè non sono molto esperto, ma da quello che ho trovato fin'ora è che la mega ha un formato che io non sono in grado di trattare per fare uno stand-alone come invece riesco a fare con la uno.
In passato ho visto che in generale il consiglio è quello di non usare un arduino intero per il progetto finale in quanto si eliminano un sacco di componenti innutili, comunque a parte il fatto che la uno l'ho già a disposizione non ho vincoli relai pen non passare ad una mega se è meglio in senso generale. Il mio progetto è ancora "sulla carta" in quanto spero di riuscire a realizare l'impianto di casa che ancora non è stato realizzato, il mio intento è quello di avere meno vincoli possibili sull'espandibilità, facilità di sostituzione dei singoli componenti del sistema (stavo pensando di mettere le uscite su una scehda, gli ingressi su un'altra) in caso di guasti si cambia solo una parte e il resto continua a funzionare e infine una complessità generale più bassa possibile (Es. vorrei lavorare solo in bassa tensione in modo che l'impianto di caso non sia sottoposto a rischi), i vostri consigli sono per me preziosissimi quindi mi documenterò meglio e vedrò se la mega sia la soluzione più adatta. In base a quanto espresso secondo te la mia idea è vantaggiosa o resta comunque meglio la mega?
Grazie ancora
11  International / Generale / Re: Controllo pulsante/rele impianto on: September 08, 2014, 05:28:05 am
Ciao, sto affrontando la tua solita casistica, al momento sono in fase di studio teorico per capire la soluzione migliore.
Il mio progetto prevede l'utilizzo di relè passo passo a due contatti, uso lo uso per pilotare il carico, l'altro per poter interrogare da arduino lo stato del carico.
In questo posto http://forum.arduino.cc/index.php?topic=264310.msg1864043#msg1864043 ho affrontato la parte circuitale dell'output dei relè.
Con il circuito così costruito ho virtualmente infinite uscite con l'uso di pochi pin semplicemente mettendo in cascata più 74HC595.
Per l'ingresso sto ancora pensando alla soluzione migliore, in prima battuta ho pensato di utilizzare un multiplexer 4067N che con 4 pin + uno analogico mi permette di leggere 16 ingressi analogici, mettendo più multiplexer in parallelo e andando a leggere di volta in volta il pin analogico desiderato averi fino a 64 ingressi (utilizzando un arduino uno). Da questo "limite" sono partito a pensare se non fosse meglio utilizzare un MCP23017 che  mi permetterebbe di espandere gli I/O fino a 128 che per uso domestico dovrebbe andare più che bene, ma è un'idea di stamattina e quindi la sto ancora verificando.
Per completezza d'informazione all'inizio pensavo di utilizzare l'interfaccia di rete montata su arduino ma mi mangerebbe troppi pin e sarebbe molto limitata, quindi sto seriamente pensando di passare all'uso di raspberry pi con apache+php+mysql installato e farlo dialogare via seriale (pin su GPIO di raspberry -> Convertitore di livelli -> pin 0 e 1 di arduino) con arduino.
Questa soluzione mi permetterebbe un web server più decente, con possibilità di ssl ecc.
Se vuoi posso condividere anche l'altra parte dello schema e valutare la soluzione migliore anche con l'aiuto tuo e del forum.
12  International / Hardware / Re: Pilotare relay 24VAC da arduino on: September 04, 2014, 07:10:58 am
Il condensatore così disegnato è in serie all'alimentazione, non in parallelo

Si, ho sbagliato il collegamento. Corretto in allegato.
Mille grazie
13  International / Hardware / Re: Pilotare relay 24VAC da arduino on: September 04, 2014, 05:36:52 am
Ok, ho apportato anche questa correzione, inoltre ho messo un condensatore in poliestere sull'alimentazione del 74HC595 che mancava
Grazie cyberhs!
14  International / Software / Re: Ricordo ultimo stato on: September 03, 2014, 07:20:37 am
Ciao, non so se è il tuo caso ma in questo post http://forum.arduino.cc/index.php?topic=264310.0 ho chiesto informazioni per pilotare dei relè esterni a 24V AC che sono di tipo passo passo per fare più o meno ciò che vuoi fare tu, ovvero comandarli da arduino.
Nel mio caso voglio comandarli "anche" da arduino, nel senso che i relè verranno pilotati da normali pulsanti da parete e anche da arduino, secondo me è una soluzione migliore perchè in caso di "hardware failure" l'impianto di casa continua a funzionare regolarmente semplicemente escludendo la parte domotica.
Nel post segnalato sopra ho riportato il solo schema che pilota le uscite, in realtà sto pensando di utilizzare relè passo passo a doppio scambio NO, uno pilota l'utenza, l'altro (alimentato in bassa tensione 24VAC o 5V CC non ho ancora ben chiaro cosa sia meglio) verrà utilizzato in modo tale da permettere ad arduino di sapere lo stato dell'utenza (accesa/spenta) a prescindere da assenze di tensione, interventi dell'utente o di arduino stesso sul relè.
Magari tu hai già l'impianto e non puoi permetterti una soluzione del genere o preferisci un'altra soluzione totalmente pilotata dal software/hardware.

Per il commento precedente intendevo dire che se scrivi ad ogni cambio di stato la uccidi sicuramente più velocemente (secondo i calcoli di astrobeed circa 13 anni che è comunque in buon tempo di vita) che non andando a scrivere solo quando manca corrente e quindi arduino si spegne. In questo caso come ti hanno consigliato occorre prevedere un piccolo gruppo di continuità che permetta ad arduino di restare acceso per il tempo necessario a completare le scritture
15  International / Software / Re: Ricordo ultimo stato on: September 03, 2014, 06:09:17 am

Quote
Circa 100.000 cicli.

a quanto corrispondono in maniera quantitativa 100.000 cicli? dopo di che bisogna resettare l'arduino affinchè torni questa possibilità???

I cicli di lettura7scrittura massima sono assoluti, non è che resettando tornano disponibili, dopo un certo numero di letture/scritture la cella di memoria arriva al termine della sua vita utile, quindi non è che è possibile leggere/scrivere ad ogni ciclo di loop (ad esempio) perchè uccideresti la cella in pochissimo tempo, diverso è se vai a leggere/scrivere solo quando è necessario (power down, power up di arduino) ma anche qui dipende molto da quante volte e in quanto tempo questi eventi si manifestano, ad esempio se l'alimentazione va giù ogni anno allora il problema non sussite, se va giù 5 volte al minuti allora  non è una soluzione percorribile.
Per l'esempio che hai fatto tu dovresti memorizzare ao ogni accensione spegnimento della luce e quindi la scrittura nella memoria interna è sicuramente da scartare
Pages: [1] 2 3 ... 11