Show Posts
Pages: 1 ... 79 80 [81] 82 83 ... 218
1201  International / Generale / Re: Aiuto Codici per Contagiri ?!?! on: February 12, 2013, 06:06:35 am
potrebbe anche usare un int di  2047 = 11111111111 e poi leggere gli 11 bit con un for che corrispondono ai led
1202  International / Generale / Re: Aiuto Codici per Contagiri ?!?! on: February 12, 2013, 05:44:46 am
Che ne pensate di questo codice ?

cominciamo con le variabili
Code:
byte RPM = 12;
byte LED1 = 1;
byte LED2 = 2;
byte LED3 = 3;
byte LED4 = 4;
byte LED5 = 5;
byte LED6 = 6;
byte LED7 = 7;
byte LED8 = 8;
byte LED9 = 9;
byte LED10 = 10;
byte LED11 = 11;
hai già risparmiato 12 byte di memoria

Poi potresti creare un array dove sono raccolti gli stati degli 11 pin
byte pin_rpm[11] ;

loop()

if (RPM >= 500.00)   pin_rpm[0] = 1; else pin_rpm[0] = 0;
if (RPM >= 1000.00)  pin_rpm[1] = 1; else pin_rpm[1] = 0;
....
....
if (RPM >= 10000.00)  pin_rpm[10] = 1; else pin_rpm[10] = 0;
 
  for (byte i=1; i < 12; i=i++)
   digitalWrite(i, pin_rpm[i-1]);

fine loop()
 

1203  International / Software / Re: Accendere led con arduino da web on: February 11, 2013, 06:12:16 pm
Nello shetch che hai postato è questo che arduino legge per accendere il led
Code:
if(readString.indexOf("L=1") > 0)


per > 0 si intende "se "L=1" è presente nella stringa proveniente dal client, altrimenti indexof se int restituisce -1, se byte restituisce 255

devi solo aumentare i controlli nello sketch e aumentare i tasti nella paginetta web, tanti quanti sono i tuoi leds, si potrebbe inviare anche un solo byte dove è contenuto il numero del pin e l'informazione on/off, per ora studiati questo a semplificare il criterio c'è sempre tempo.

Quote
//if c == /n .... devo capire che significa
non è /n ma \n

\n ... Carattere di nuova riga è equivalente al carattere di avanzamento riga ASCII (hex 0A)
\r ... Ritorno a capo/avanzamento riga (13 o hex 0x0d)

ciao
1204  International / Software / Re: GET da WebServer arduino on: February 11, 2013, 05:44:49 pm
Code:
char c = client.read();
        Serial.write(c);
Il pezzetto di codice che cerchi, quel "char c" è una lettura sequenziale del carattere per carattere

ti basta caricarli in una stringa con ad esempio
Code:
readString += (char)c;

devi dichiarare readString all'inizio dello sketch o comunque fuori dalla funzione di lettura
String readString;  

finita la lettura devi svuotarla
readString = "";
pronta per un nuovo caricamento

Fatto ciò fai il parse della stringa (readString ) che risulterà avere un insieme di caratteri, all'interno ci sarà l'informazione che cerchi, la puoi estrapolare con un indexof ad esempio.

se cerchi invece un solo carattere (o byte) puoi usare semplicemente
Code:
if ( c == 'x') { //dove 'x' è il carattere o byte che ti interessa
      scrivi qui quello che deve fare;
    }


ciao
1205  International / Hardware / Re: Non riesco a programmare ATmega644P on: February 11, 2013, 05:03:35 pm
Ora mi incazzo... Non è possibile un'affare del genere! Sto smontando tutto e riparto da zero...
lol ...shhhh non saranno tollerate ste frasi, lo sai che abbiamo un nuovo imperatore ahahahahah
1206  International / Hardware / Re: Dubbio su dimmer lampadina con TRIAC on: February 11, 2013, 05:35:58 am
Un altro post OT e sono costretto ad intervenire.
Dove sarebbe l'OT scusa, l'argomento è sempre sui dimmer o no?
1207  International / Hardware / Re: Dubbio su dimmer lampadina con TRIAC on: February 11, 2013, 04:40:03 am
Che poi è la stessa identica solfa che hai detto a dicembre del 2011.

http://arduino.cc/forum/index.php/topic,80971.0.html
http://sound.westhost.com/appnotes/an005.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Dimmer

Secondo me fornire i link dove ci sono discussioni utili di pro e contro a quello che dici non farebbe male, se ne è già discusso con molti dettagli, perchè ripetere il tutto?

1208  International / Hardware / Re: Controllo luce 220v on: February 10, 2013, 06:36:04 pm
uff, mi sa che ho gioito troppo presto..
con il condensatore inserito e un carico resistivo nessun problema funziona tutto come dovrebbe, ma attaccando invece un carico induttivo il problema si ripresenta, arduino si "riavvia" come se non ci fosse il condensatore..
dove sbaglio??

Qui ci vogliono più informazioni altrimenti è difficile aiutarti.
Hai un arduino UNO e hai un relè che alimenta un carico 220v, fin qui chiaro, dovresti fare delle prove:
1) che escludano problemi software
2) che il solo pilotaggio del relè senza carico non crei problemi
3) fare prove con diversi carichi indicandoli

dovresti rispondere a queste domande:

Come alimenti arduino? tramite usb o il jack?
Che alimentatore stai usando?
Che tipo di relè stai usando?
Come piloti il relè? usi un Tr? un 2003A? diretto al pin?
Di quale tipo di carico 220v stiamo parlando? (faccio riferimento a quelli che creano disturbi)
Che condensatore hai preso alla fine?
Hai detto come l'hai collegato, ma non ho ben capito cosa intendi per uscita del relè.
Hai fatto delle prove a vuoto facendo scattare solo il relè senza carico? esito?

ciao
1209  International / Hardware / Re: Controllo luce 220v on: February 10, 2013, 04:00:44 pm
Quote
Hahahaha... Che idiozia!
A parte che non ti ho dato dell'idiota ne ora ne quando hai chiamato il tuo sistema domotico "babbuino", como posso prendere per veritiere le info da uno che chiama un sistema con quel nome ahahahaha.  

Quote
Vedo che sei sempre simpatico!
No, con te no smiley

Non ha più importanza comunque abbiamo detto la nostra, non è il caso di discutere e sfoggiare ancora, mettici quello che credi e io pure.
Buona serata
1210  International / Hardware / Re: Controllo luce 220v on: February 10, 2013, 03:00:33 pm
Non sono daccordo anche se hai copiato la descrizione di wiki http://it.wikipedia.org/wiki/Soppressore (non tutto quello che trovi su wiki è bibbia), quando li studiai e di R non se ne parlava, i circuti RC servono e hanno altre funzioni, ripeto io non ci metto nessuna R non ho trovato il sistema più efficace di un C solo, come sui pulsanti di comando l'antirimbalzo è un C puro sul pulsante senza R.

Quel 100nF a monte del 7805 non  serve per togliere il ripple quando usi un trasformatore e ponte di diodi?  metti una R in serie al C magari è più efficace.
1211  International / Hardware / Re: Controllo luce 220v on: February 10, 2013, 01:17:28 pm
è con sommo piacere che vi comunico che grazie al condensatore ho risolto il problema, vi ringrazio davvero  tanto non ci sarei mai arrivato senza il vostro aiuto.
Bene, mi fa piacere.

1) Metti una Resistenza in serie al condensatore. A naso posso indicarti un 100 Ohm 2-3Watt.
Non vedo perchè dovrebbe montare una R in serie al condensatore e complicare il circuito, non deve mica fare un debounce hardware,
A monte e a valle del 7805 ci hai messo una R in serie al condensatore da (100nF tra 1 e GND e tra 3 e GND) o ci va solo un condensatore?  questi circuiti sopressori sono puramente capacitivi, di solito si mettono sui primari dei trasformatori direttamente sull'alimentazione di rete, sulle prese dei frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie (sono solo un problema se si usano dispositivi a onde convogliate).

2) Significa che hai una alimentazione verso l'Arduino "schifida"!
Dovresti alimentare l'Arduino (gli AtMega ho visto che sono tutti molto sensibili)con un BUON alimentatore a 5V, separato da tutto il resto, e ben filtrato.
Questo glielo abbiamo già detto più e più volte, ormai lo ha capito, non sempre è possibile inserire un super alimentatore.

ciao
1212  International / Hardware / Re: Controllo luce 220v on: February 10, 2013, 04:30:14 am
Sei riuscito a resistere una settimana? Io piuttosto avrei smontato la tv, per prendere il pezzo e vedere se funzionava smiley-lol smiley-lol smiley-lol
1213  International / Hardware / Re: Controllo luce 220v on: February 08, 2013, 05:49:39 am
Strano, è proprio come il progetto che ho realizzato, vedi sempre ardupower, e non ho mai avuto problemi, ma non è che quando chiudi i relè c'è un assorbimento eccessivo e scende così tanto la tensione di rete a 220v causando all'Arduino problemi di alimentazione?
L'ardupower l'ho installato da due anni e mezzo senza problemi, lo uso per accendere e spegnere serve.
Avevo visto che costavano tanto le prese comandabili da lan, ma non pensavo così tanto!
Quasi quasi ci metto anche un'interfaccina web e le vendo!

Non sappiamo che alimentatore usa, non ha dato informazioni sufficienti per dare un parere, se usi un buon alimentatore questi hanno già i filtri, poi dipende dal tipo di carico che ci vai a mettere, il problema non ce l'hai con tutte le utenze che vai a pilotare.
Se azioni un pc è chiaro che il suo alimentatore non manderà in rete un disturbo tale da fare impazzire arduino, ma se arduino ha un alimentatore scadente e attivi poi un carico induttivo è molto probabile che dopo 2-3 volte arriva il picco fastidioso.

ciao
1214  International / Hardware / Re: sensore acqua rubinetto aperta on: February 07, 2013, 05:19:51 pm
Quote
escluderei in partenza un pressostato perché all'inizio dell' impianto   c'è già un regolatore globale di pressione  e quindi la pressione dovrebbe mantenersi abbastanza stabile se si apre un rubinetto qualsiasi,
Mi sa che fino a qui non ci hai capito nulla, il regolatore serve per non farti superare una certa pressione prefissata non a mantenerla costante all'interno dell'abitazione al fine di salvaguardare l'impianto idraulico, se apri un rubinetto è inevitabile .... la pressione diminuisce almeno dal 30 al 50% dipende da quanto apri le valvole.

Un flusso genera una perdita di pressione (prevalenza). Quando il rubinetto é chiuso hai la stessa pressione sia dopo il regolatore della pressione che sul rubinetto o dopo il boiler. Se apri il rubinetto la pressione dopo il boiler o sul rubinetto si abbassa.
Per fare una misura precisa devi fare una misurra diferenziale delle 2 pressioni perché il regolatore di pression ha una certa isteresi e percui la pressione non é stabile al 100%.
Ciao Uwe

quindi? dopo questa "misurra differenziale" si deduce che serve un...?
1215  International / Hardware / Re: sensore acqua rubinetto aperta on: February 07, 2013, 06:26:57 am
Si hai ragione ho sbagliato il termine
Flussostato: Stato del Flusso.
Flussometro: Misurazione del Flusso.

Ma nel caso come il suo in ambito civile, sperimentale, hobbystico per avere l'informazione che serve io metterei un pressostato e se ha un autoclave (dove lui non ha risposto) i componenti ci sono già senza chiamare idraulico e spendere inutilmente in componenti costosi, poi se parliamo di progettare un impianto sofisticato allora ci vanno i componenti suddetti senza badare a spese.
ciao
Pages: 1 ... 79 80 [81] 82 83 ... 218