Show Posts
Pages: 1 ... 8 9 [10] 11 12 ... 24
136  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: My 1st Home Automation system on: June 30, 2013, 04:12:49 pm
Very nice, have you considered how expand your network if you would like to have more than one Arduino node. Lets say that you would automate something into another room.

I'm been working on this and I've the code and the app, it could be nice have some try togheter. Have a look at this post http://forum.arduino.cc/index.php?topic=80589.0

Regards,
Dario.
137  International / Generale / Re: Uso professionale di Arduino on: June 30, 2013, 07:57:11 am
Mi intrometto nel discorso licenze per segnalare una notizia (forse già nota) sicuramente curiosa, tra i principali contributori allo sviluppo del kernel Linux c'è Microsoft, perché scoperta ad utilizzare parte di codice rilasciato sotto GPL, con conseguente rilascio di tutto quanto sviluppato al corredo.

Onestamente non so come sia nata questa vicenda, ne come si sia scoperto ciò (ammesso che Microsoft non ne abbia fatta pubblica ammenda), ma ciò dimostra che le licenze hanno un loro valore e potere giuridico.

http://www.dday.it/redazione/5790/Microsoft-tra-i-20-top-contributor-di-Linux.html

Saluti,
Dario.
138  International / Generale / Re: Progetto: Arduino + Ethernet Shield + IR Remote per condizionatore on: June 30, 2013, 07:43:29 am
Non è che non va bene, semplicemente c'è l'inconveniente di non avere una sincronizzazione tra i dispositivi di comando.
In linea generale, le impostazioni del condizionatore non credo che varieranno così spesso, quindi il problema non degenera nell'impossibilità di utilizzare questa soluzione.

Ovviamente, se utilizzi Arduino per effettuare dei comandi temporizzati o di altro tipo e nel frattempo utilizzi il telecomando, parte delle impostazioni potrebbero andare perse.

Il mio consiglio è di utilizzare solo Arduino come dispositivo di comando, interagendo attraverso un'applicazione per smartphone, un webserver oppure un pannellino di controllo. In questo modo, aggiri il problema.

Saluti,
Dario.
139  International / Generale / Re: Progetto: Arduino + Ethernet Shield + IR Remote per condizionatore on: June 29, 2013, 01:55:59 pm
Domanda: Se io aumento di un grado la temperatura che passa da 24° a 25°, il segnale inviato dal telecomando è imposta 25°, oppure aumenta di un grado la temperatura ? Non vorrei che si creasse conflitto con Arduino !

Ciao,

ogni volta che invii un comando la stringa contiene tutto lo stato (ventole, deumidificazione ed altro) quindi se hai due punti di comando, ad esempio il telecomando ed arduino, potresti creare dei conflitti in quanto il telecomando non sarà mai allineato ai comandi inviati da arduino e viceversa.
Diverso il discorso se hai più comandi (ad esempio tutti basati su arduino) sincronizzati tra loro.

Se guardi il video che ho inserito in precedenza, noterai come all'inizio la temperatura impostata sul condizionatore e quella mostrata su Android siano diverse e risultino allineate solo dopo aver inviato un comando.

Saluti,
Dario.
140  International / Generale / Re: Progetto: Arduino + Ethernet Shield + IR Remote per condizionatore on: June 26, 2013, 04:29:45 pm
Potrebbe interessarti anche questo, dal minuto 0:35

http://youtu.be/VuqOFjQTVYg

Saluti,
Dario.
141  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: Sparrow - a 2.4GHz prototyping node for a mesh network on: June 26, 2013, 04:25:18 pm
Looks interesting, what about running this over?

Regards,
Dario.
142  International / Hardware / Re: Moduli Ethernet ENC28J60 on: June 13, 2013, 08:13:16 am
Riesci a fare un ping da W5100 verso un dispositivo esterno? Questa mi è nuova, vado a riguardare il manuale.

Saluti,
Dario.
143  International / Hardware / Re: Foto prototipi ReleDuino on: June 12, 2013, 03:47:00 pm
Ho visto il tuo progetto con Souliss .... interessantissimo.
Avevo pensato a max485 per la comunicazione ma la possibilità di trasportare spi su ethernet mi alletta molto (se ho capito bene è questo che farebbe).
Onestamente mi piacerebbe fondere il tuo software con le mie schede e avere il tuo apporto.
Ho visto le soluzioni Olimex ... incredibilmente economiche però ........ i miei relè supportano fino a 16 ampere, bistabili e tutti protetti da fusibile; non è proprio la stessa cosa.

Il MAX485 è un transceiver USART/RS-485 e lavora esclusivamente al livello PHY, non so se esistano versioni con in ingresso SPI, ma dubito.

Purtroppo non puoi usare Souliss con RS-485, in linea generale con i transceiver RS-485 non puoi effettuare il read-back durante una scrittura sulla linea, di conseguenza non è possibile implementare un collision-detection neanche in software. Il che si traduce nell'impossibilità di realizzare una comunicazione peer-to-peer, su cui si basa Souliss. Lo standard 10BASE-2 (Ethernet su cavo coassiale) era sostanzialmente una RS-485 con collision detection.

Saluti,
Dario.
144  International / Hardware / Re: Foto prototipi ReleDuino on: June 12, 2013, 03:19:30 pm
Non conosco questo integrato ma lo guardo subito, grazie.
Hai visto il video su youtube? Cerca "Progetto ReleDuino".

E' un trasceiver SPI-Ethernet (PHY-MAC), un altro che può interessanti potrebbe essere il NRF24L01+ (2.4 GHz wireless), a mio avviso realizzi il tutto in meno tempo e con risultati interessanti.

Saluti,
Dario.
145  International / Hardware / Re: Foto prototipi ReleDuino on: June 12, 2013, 03:08:19 pm
Tuttavia, facendo riferimento a quanto detto da astrobeed e vesto, poichè non posso negare che è giusto che l'I2C non è la soluzione "elettricamente" più idonea a far comunicare device su lunghe distanze in presenza di possibili disturbi, sto studiando un modo per creare delle ReleDuino che comunichino interamente tramite RS485 o CAN (probabilmente RS485); vista la particolare resistenza ai disturbi che hanno i protocolli "differenziali" sarebbe sempre un valore aggiunto da attribuire al sistema domotico.

Belle  smiley

Hai pensato ad un buon ed economico ENC28J60?

Saluti,
Dario.
146  International / Hardware / Re: Moduli Ethernet ENC28J60 on: June 12, 2013, 02:56:23 pm
Eh sì, quello lo avevo visto e sarebbe perfetto ma monta un ENC28J60 purtroppo.. esiste una versione analoga ma con wiznet e siamo almeno sui 40$

Devi usare un ENC28J60.
147  International / Hardware / Re: Moduli Ethernet ENC28J60 on: June 11, 2013, 11:48:03 pm
http://code.google.com/p/avr-uip/
148  International / Hardware / Re: Moduli Ethernet ENC28J60 on: June 11, 2013, 04:04:47 pm
Grazie mille dei consigli, il mio progetto è semplicissimo e deve solo pingare ad intervalli regolari un server e qualora la connessione venga a mancare per un tot di tempo riavviare il router.

In questo caso è d'obbligo l'ENC28J60, perché gestendo lo stack IP in software puoi gestire direttamente anche ICMP (ping). Con il W5100 puoi gestire solo le socket, il ping è ovviamente supportato (in risposta), ma essendo gestito nel chip non hai alcun modo per lavorarci, ne puoi inoltrare richieste.

In rete c'è un porting dello stack uIP per AVR ed ENC28J60, non è la libreria normamente citata, ma è nettamente migliore.

Saluti,
Dario.
149  International / Hardware / Re: Richiesta consigli per domotica con Arduino on: June 11, 2013, 03:56:32 pm
Finchè si continua a chiamare domotica qualcosa che viene governata attraverso un terminale per opera dell'uomo si perde il termine stesso.
Questo è il principale motivo del perchè essa non ha preso piede e mai lo prenderà con questo principio.

Tralascio di spiegare nei dettagli le motivazioni e le esperienze raccolte in 20 anni di installazioni che hanno richiesto adeguamenti alle tecnologie e alle richieste più perverse dei clienti che spesso sono indiscutibili, il nucleo famigliare all'interno di una casa cresce, le esigienze cambiano, le tecnologie cambiano, anche gli umori e le voglie cambiano, la gente cambia,  i domicili cambiano ecc.... in sintesi l'utente finale cammina a 1 metro da terra dalla gioia di vedere un sistema così e tutto va scemando nel giro di mesi (mica di anni), semplicemente perchè l'entusiasmo è finito, tutti gli amici e parenti lo hanno visto, si è gongolato abbastanza, orgoglioso di aver speso 60.000 E, ha le bave alla bocca ........ e ora? si ma che palle !!!! devo andare in fondo al corridoio per accedere al pannello thouch attaccato al muro, vabbè ho il tablet si ma devo accenderlo e aprire l'app per poi cercare tra i menù che palle, sta sera è lento il mio tablet come mai? ... cavoli ma in questo punto dell'appartamento ho una tacca e quasi sparisce ... che palle mi devo spostare .... azz ho le batterie scariche, ecco è morto!! Ma non c'è un sistema più rapido o meglio ...  automatico?
Vabbè pigio il pulsante sul muro che faccio prima, mi sono rotto e non ciò voglia di sbattermi ancora!!!
Poi non parliamo della moglie che non capisce niente, manco riesce a capire come rispondere al telefono dal cordless smiley o come far partire una jacuzzi .... e si incaxxa perchè il marito gli ha fatto una casa così complicata loool
Cara dovremmo fare manutenzione all'impianto megagalattico .... Stai scherzando? noooo, che fai .. mi porti ancora operai in casa che devo pure pagare?  Per me può morire tutto quì,  smiley, ma cara le batterie vanno cambiate ogni 2-3 anni e le schede sono piene di polvere si surriscaldano!!!
Mannaggia è partito l'allarme perchè quel cagnaccio ha messo la testa sulle barriere perimetrali.... e ora come faccio a fermare la chiamata gsm ai carramba? dove ho messo il codice? smiley ... porcamiseria ... presto sto rompendo le palle a tutto il vicinato e sono le 11 di sera!!!!
Caro sta sera abbiamo una cena in giardino, non è che parte l'irrigatore? Si cara!!! vai sul programma e arrestalo per sta sera io sono fuori torno domani .... ma io non sono capace come si faaaa!!! mannaggia a te e il tuoi impianto intelligiente, che ti venisse un colpo!!!!
Vogliamo parlare dei figli che quelli fanno ancora più casini del dovuto che magari vogliono dormire fino a mezzogiorno e gli alzi le tapparelle centralizzate?

Comunque tutte le esperienze raccolte (e 1000 motivi non spiegati perchè ci vorrebbero 15 pagine) hanno trovato purtroppo una valida ragione anche da parte mia in campo, questo ha fatto si che non facessi mai un impianto in casa mia di questo tipo  nonostante avessi le possibilità e conoscienze.

Concludo: un impianto domotico è un qualcosa che deve essere intelligiente e nello stesso tempo semplice.... ma da solo!... non con te e il tablet in mano condiviso da altre teste che sbraitano per la casa al minimo intoppo, se tu diventi l'unico tecnico e gestore sei rovinato a vita, dovrai smantellarlo per non separarti smiley.

ciao

Come non condividere smiley-lol smiley-lol smiley-lol

Io personalmente credo che l'attenzione vada spostata sugli oggetti, permettendo di aggiungere oggetti controllati in modo semplice e sopratutto una soluzione per essere valida deve essere facilmente espandibile e con costi scalabili.

Saluti,
Dario.
150  International / Hardware / Re: Richiesta consigli per domotica con Arduino on: June 11, 2013, 03:51:35 pm
Se ancora non hai acquistato l'hardware, prova a considerare le schede Olimex.

Saluti,
Dario.
Pages: 1 ... 8 9 [10] 11 12 ... 24