Show Posts
Pages: 1 ... 17 18 [19] 20 21 ... 24
271  International / Generale / Re: Domotichome con arduino e android on: April 04, 2012, 09:06:59 am
Ciao Michele,

Souliss supporta diverse interfacce di comunicazione, astratte attraverso vNet. Per questo motivo c'è un indirizzamento unico, indipendente dal fatto che si usi ethernet o altro.

Se stai usando uno degli sketch di esempio (io faccio riferimento all'esempio 2), nella parte iniziale trovi delle istruzioni di configurazione:

Quote
   *************************Definitions*************************
   Configuration file      Parameter
   vNet_Config.h         #define VNET_SUPERNODE     0
   vNet_Config.h         #define VNET_MEDIA1_ENABLE  1
   vNet_Config.h         #define VNET_MEDIA2_ENABLE  0
   vNet_Config.h         #define VNET_MEDIA3_ENABLE  0
   vNet_Config.h         #define VNET_MEDIA4_ENABLE  0
   vNet_Config.h         #define VNET_MEDIA5_ENABLE  0

   MaCaco_Config.h         #define Json_MAP_EN         1
   
   ethUsrCfg.h            #define ETH_CLASS         1   
   ethUsrCfg.h            const uint8_t DEFAULT_BASEIPADDRESS[] = {...}
   ethUsrCfg.h            const uint8_t DEFAULT_SUBMASK[]       = {...}
   ethUsrCfg.h            const uint8_t DEFAULT_GATEWAY[]       = {...}
   ethUsrCfg.h            const uint8_t MAC_ADDRESS[]           = {...}      
   
   It's important define the proper MAC address for each board, two nodes
   that share the same MAC address will not communicate. You can found a
   proper MAC address on the sticker behind the board.

All'interno del file ethUsrCfg.h trovi le definizioni dell'indirizzo IPBASE e le altre configurazione di rete, il file è nella cartella della libreria vNet.

L'indirizzo IP è configurato in due parti, la base è nel file ethUsrCfg.h e consiste nell'indirizzo di base della rete (si ottiene filtrandolo per la subnet mask), ad esempio:

Se la tua configurazione di rete è 192.168.1.17 e la subnet mask 255.255.255.0, l'indirizzo IPBASE da inserire in ethUsrCfg.h è 192.168.1.0 con relativa subnetmask e gateway. L'ultimo ottetto (17) dell'indirizzo IP va definito come indirizzo del nodo all'interno dello sketch, dove trovi:

Quote
#define network_address_1   0x0011

Questo è l'indirizzo del nodo, che espresso in decimale è 17, puoi usare indifferentemente

Quote
#define network_address_1   0x0011 (esadecimale)
o
#define network_address_1   17        (decimale)

A questo punto, il nodo nel tuo sketch sarà identificato solo con il suo indirizzo vNet (0x0011 o 17dec).

Nell'intestazione dell'esempio ci sono anche altri settaggi da configurare prima della compilazione, ad esempio devi indicare quale media usare (ethernet nel tuo caso VNET_MEDIA1_ENABLE  1) e l'abilitazione dell'interfaccia JSON (#define Json_MAP_EN    1).

Fatto questo il tuo nodo dovrebbe rispondere alle richieste HTTP fornendoti lo stato dei dispositivi controllati e permettendoti di inviare comandi, oltre che accettare comandi da pulsanti hardware.

Per controllare che il tutto funzioni ci sono due passaggi da fare: il primo effettuare un ping all'indirizzo IP; il secondo è aprire il browser internet e chiamare http://INDIRIZZOIPNODO/status al quale dovresti ricevere una risposta del tipo:

Quote
({"id" : [{"hlt" : "255", "slot" : [{ "typ" : "12", "val" : "1"},{ "typ" : "12", "val" : "1"},{ "typ"
: "11", "val" : "0"},{ "typ" : "0", "val" : "0"},{ "typ" : "0", "val" : "0"},{ "typ" : "0", "val" :
"0"},{ "typ" : "0", "val" : "0"},{ "typ" : "0", "val" : "0"}]}]})

Raggiunto questo punto potrai passare all'utilizzo dell'interfaccia web di esempio (inclusa nella directory dello sketch) oppure al client Android.

Considera che l'esempio che stai utilzzando è scritto per una rete con due nodi, dove entrambi possono inviare comandi sullo stesso carico elettrico.

Saluti,
Dario.

272  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: (Library) Souliss Home Automation / Android client on: April 02, 2012, 07:57:10 pm
Is now available the project website at www.souliss.net, this topic still will be used for updates and news.

English is not my main language, so sorry if any grammatical error will be in the site.

Regards,
Dario.
273  International / Megatopic / Re: (Libreria) Souliss Home Automation / Aggiornamento: Android Client on: April 02, 2012, 07:55:21 pm
E' online il sito del progetto all'indirizzo www.souliss.net, continuerò ad utilizzare questo topic per riportare gli aggiornamenti.

Saluti,
Dario.
274  International / Generale / Re: Comunicazione wireless lowcost on: April 02, 2012, 05:46:18 pm
In attesa delle risposte sono ben accetti altri consigli (sui moduli già citati o su altri) smiley-wink

Ciao,

un buon mix tra funzionalità e costi è dato dalle schede Freakduino Chibi, il controller gestisce la comunicazione a livello MAC (ack, carrier sense, ...) senza dover realizzare funzionalità analoghe in software con conseguente limite all'applicazione utente.
Lavorano a 2.4 GHz ma dovrebbe essere in cantiere anche una versione con la radio a 900 MHz per una maggiore copertura.

Saluti,
Dario.
275  International / Generale / Re: Make4Cash: al progetto migliore 1000 euro! on: April 02, 2012, 06:25:14 am
Ciao Emanuele,

quali sono i limiti di tempo per presentare il progetto ed in quale data si chiude la votazione?

Grazie.

Saluti,
Dario.


Chiedo venia, avevo saltato l'ultimo paragrafo.
276  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: Some ideas for a domestic antitheft system... and probably more. on: March 30, 2012, 01:18:58 pm
A nice idea could be the support for RFM22 as in sparkfun shield. Could be a solderable option in order to add multiple frequencies support. It will allow wireless extension or radio remotes support.

Regards,
Dario.
277  International / Megatopic / Re: (Libreria) Souliss Home Automation / Aggiornamento: Android Client on: March 30, 2012, 09:15:09 am
Nuova documentazione disponibile al seguente link http://sourceforge.net/projects/veseo-souliss/files/User%20Guide/
278  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: (Library) Souliss Home Automation / Android client on: March 30, 2012, 09:12:37 am
Updated documentation available at http://sourceforge.net/projects/veseo-souliss/files/User%20Guide/
279  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: Some ideas for a domestic antitheft system... and probably more. on: March 27, 2012, 06:16:08 am
Hi Marco,

nice hear your interest in Souliss. If you want your board can became supported by the project, we have just to define the required time deadlines.

In these days we are starting to plan the hardware, we plan to have supported and official boards. Now we are starting the supporting for KMTronic DINo boards.

From the layout looks that your board allow a stackable shields, the most important is the Ethernet one, that will allow direct interaction with the User Interfaces, now an Android client, one for iPhone and the integration with Freedomotic are in working.

Some question on your boards:
1) Does the inputs are insulated?
2) Does the inputs allow powered and not powered mode?
3) Which is your target price?

As you prefer, we can start to discuss on the forum or via email.

Regards,
Dario.
280  Topics / Home Automation and Networked Objects / Re: Some ideas for a domestic antitheft system... and probably more. on: March 19, 2012, 05:50:58 am
Hi Marco,

nice idea, at now there is one project that I've started that provide a framework for communication and logic interaction. Is an home automation framework and from the next release will include also logic for the anti-theft.

The project is called Souliss, using this framework a network of nodes that share data and execute distributed logics is build in 50 lines of code. A JSON interface allow interaction with user interfaces client (the Android one at this link) or external supervisioning system (like Freedomotic).

As now, the communication is supported via 2.4 GHz (AT86RF230) and Ethernet (W5100) but new drivers are in development, actually Ethernet via EN28J60 and a tocken ring via RS485 are in working. One target hardware is this board.

One of the main goal of the project is build a dedicated board, for cheap and easy home automation and so also for anti-theft. It would be nice start a collaboration on this.

To read somenthing about
Topic in Home Automation forum
Topic in Italian forum
Source code on SourceForge
281  International / Generale / Re: Articolo su Ethernet shield client on: March 15, 2012, 07:55:46 am
Se si vuole fare della domotica decente arduino può essere configurato come server ma deve rispondere ad un solo client che gira su un pc e che coordina tutte le utenze e serve le pagine web di controllo.
Con questa configurazione a stella si possono gestire anche centinaia di arduini e anche molti utenti simultanei.

In realtà, ci sono due considerazioni che permettono di ovviare alle limitate socket del W5100:
- Completata la trasmissione dati, la socket può essere chiusa;
- Le trasmissioni non sono contemporanee

In questo modo, anche utilizzando una sola socket, si ottengono connessioni multiple. Tali concetti si prestano ancora meglio se si implementa una connessione P2P e la trasmissione dati è basata su eventi.

Saluti,
Dario.
282  International / Generale / Re: Articolo su Ethernet shield client on: March 15, 2012, 07:50:49 am
Tu pensa a progetti come quello di Vaseo (domotica con arduino, rete di arduino) che sono basati su wiznet per avere tcp/ip in hw e che la Enc, per quanto esente dai difetti della wiz5100, queste cose non le fa, e che richiede un sacco di risorse che erano proprio uno dei criteri per i quali Vaseo si e' messo all'opera facendo le scelte implementative che ha fatto: mi sa che come minimo sara' intristito anche lui.

Oppure usera' anche lui il reset (appena compare sul forum glielo chiedo), al limite un cane da guardia NE555 o piu' avanzato, e tirera' avanti anche lui cosi', convivendo col baco fino a che non comparira' un chippettino in cui hanno spruzzato abbondantemente del DDT per debellare tutti quei bugarospi che ci alloggiano.

Ciao,

io uso delle librerie derivate da quelle standard, ma diverse nella gestione complessiva delle socket e parzialmente del chip, superata la fase di debug non ho mai riscontrato i problemi descritti qui. Però non ho mai provato l'interazione con SD.

Saluti,
Dario.
283  International / Megatopic / Re: (Libreria) Souliss Home Automation / Aggiornamento: Android Client on: March 15, 2012, 06:32:08 am
Mi ero dimenticato di rispondert
http://arduino.cc/forum/index.php/topic,94572.0.html

Dove hanno presentato l'articolo e dove abbiamo ricordato i vari problemi.
In quel topic sono citati un pio di link di altri topic dove i sono discussi anche workaround.

Tnk.
284  International / Generale / Re: Robustezza EtherShield per EN28J60 on: March 15, 2012, 06:08:19 am
Siamo un po tanto OT  smiley-slim

Per me la robustezza hw e' fondamentale dopo tutte le rogne che son venute fuori sul bus spi della wz5100 di cui ancora non si e' capito al nocciolo dove stia il problema quando SPI condivide il bus spi con la SD. Teoricamente ogni dispositivo SPI ha il suo CS per una mutua esclusione, se accadono problemi in concorrenza significa che c'e' qualcosa che non va da qualche parte, e non si puo' nemmeno intervenire nel firmware perche' e' embedded con il chip. Potrebbe essere una rogna delle lib di arduino, pero' ho avuto rogne anche con altri apparati NON arduino quindi per me la wiz3150 e la wi5100 sono un discorso del tutto chiuso.

Perche' a me non va bene non sapere cosa c'e' dentro al firmware non perche' sia fissato con l'opensource quando per il fatto che per questo lavoro non posso rendere piu' deterministica la fsm del tcp/ip, cosa che e' l'obbiettivo principale d itutto il lavoro.

Vabbé, ma questo non sposta di molto la bilancia, se hai un problema con l'SPI non puoi farci nulla, indipendentemente dal chip. Visto che il W5100 condivide il bus senza problemi con altri chip che richiestodono un'interfaccia SPI, non vorrei che il problema sia da imputare ad altre cause.
Però non ho seguito il problema, quindi non ne sono al corrente.

Nel tuo caso, o ti adatti uno stack tcp/ip, oppure fai un paio di sessioni di test dove prendi il pezzo cosi' com e', fai integrazione blanda, e lo provi. Se soddisfa lo tieni, se non soddisfa lo rigetti.

Si, non voglio reinvetare la ruota, ed è pre questo motivo che mi interessava capire quali fossero le esperienza degli utenti con quella libreria, più che con il chip in se.
Se il chip non va, posso farci poco, se la libreria non va, ho qualche margine in più.

Lo dico in modo mooooolto speculativo perche' non lo so come stanno le cose, pero' a naso secondo me lo stack usato nella Enc shield e' parente di quello Microchip dove avranno sicuramente alleggerito il tutto per consumare molte ma molte meno risorse.

Per come è fatto, direi di no. Però è sufficiente per le mie esigenze.

Boh, facci sapere. Quanto ti posso dire e' che volendo al latoo kernel driver per linux la Enc ha supporto per SPI e una volta supportato il driver linux ha gia' il suo bravo stack tcp/ip, mentre nel caso di firmware per kernel embedded .... beh o te lo compri e poi comunque lo devi adattare, oppure te lo scrivi e ne approfitti per farlo su misura per la tua scheda di rete: non dovendolo astrarre ottieni molte meno righe, quindi molti meno bachi, e molte piu' prestazioni e flessibilita'.

Non si applica tanto al mio caso. I risultati saranno inclusi nelle prossime release di Souliss, non so se riuscirò già dalla prossima, prevista per fine Aprile, o se dalla successiva.

Saluti,
Dario.
285  International / Generale / Re: Robustezza EtherShield per EN28J60 on: March 15, 2012, 05:03:58 am
ciao Vaseo
ti posso dire che con lo stack rivisto e corretto di Microchip, sottoposto a vari interventi di source code analysis, sanity & purify, ho un nodo domotico con ENC28J60 acceso da 12 giorni, 24h al giorno, pesantemente torchiato da tool di analisi di rete, e non ho riscontrato fino ad oggi alcun problema.

Certo non ti saprei dire come si comporta lo stack tcp/ip originale, anche perche' ho dovuto modificarlo non poco per farlo entrare nel sottobosco drivers & protocols del kernel che gira sul nodo domotico, pero' ribadisco che l'hardware e' ottimo e a livello firmware, rispetto alla WIZ5100 dove hai le mani legate, la ENC28J60 ti offre la possibilita' di farti e rifarti tu lo stack tcp/ip a tuo piacimento, di cambiare le politiche di intervento in caso di problemi sulla rete, di congestione ad esempio, oppure di scegliere tu come gestire le tue finestre e  i tuoi livelli di digest interno commisurati alla lunghezza dei tuoi buffer (che sono corti su Enc) ai tempi che vuoi garantire.


In realtà più che alla robustezza dell'integrato, mi interessava la robustezza dello staco TCP/IP utilizzato nella libreria EtherShield, che non è derivato dallo stack Microchip o se lo è ha subito profonde modifiche.

Il punto non è tanto quello di rifare il TCP, fondamentalmente superfluo, ma utilizzato al fine di avere una struttura di comunicazione facilmente replicabile su dispositivi comuni (ad esempio PC, Tablet, Smartphone) dove mi piacerebbe replicare il framework.

Grazie.

Saluti,
Dario.
Pages: 1 ... 17 18 [19] 20 21 ... 24