Show Posts
Pages: [1] 2 3 ... 132
1  International / Software / Re: Funziona "static" durante Interrupt? on: August 29, 2014, 02:13:02 pm
Si, di solito uso "volatile", ma non ho mai avuto necessità di conservare il valore tra le diverse ISR. Cmq mi serve solo dentro la ISR per contare gli interrupt. Non la uso "fuori".

Allora mi assicuri che volatile tiene il suo valore tra una ISR e l'altra eh! Dopo cena provo...

Thanks!  smiley-mr-green
2  International / Software / Funziona "static" durante Interrupt? on: August 29, 2014, 01:19:30 pm
Devo conservare il valore di una variabile durante diversi Interrupt hardware sul Pin2. In pratica devo contare gli Interrupt, e ad ognuno di essi il contatore diminuisce di una unità, ma ovviamente il contatore deve conservare il valore tra un Int e l'altro (e non azzerarsi continuamente).

Dichiarare static la variabile del contatore, funziona se infilato dentro una ISR? No eh...?
3  International / Hardware / Re: Arduino Tre on: July 31, 2014, 05:44:59 am
Beh Astro... c'è da studiare molto anche con Arduino se vuoi fare qualcosa di complesso che non siano i soliti giochetti-LED.
4  International / Hardware / Re: Consigliatemi un MOS a logic level on: July 31, 2014, 04:06:44 am
Ottimo, vado subito su Farnell!  smiley-mr-green
5  International / Hardware / Re: Arduino Tre on: July 30, 2014, 11:24:35 pm
Simpatica l'Arietta. Come fai a farla pagare solo 20e?

Qualcuno dice che a questi prezzi si danno solo materiali pubblicitari in perdita, cosa che solo i colossi dei semiconduttori si possono permettere!

Sei anche tu un colosso dei semiconduttori in perdita?  smiley-roll  smiley-lol
6  International / Hardware / Re: Consigliatemi un MOS a logic level on: July 30, 2014, 11:18:22 pm
Lo davo per scontato, roba piccola giusto per accendere un piccolo relè.

In realtà mi serve per costruire un autospegnimento del circuito tramite la MCU stessa.

Si innesca un bootstrap tenendo premuto un pulsante, che accende il MOS, il quale alimenta il circuito (Source su sorgente di  alimentazione e Drain verso il circuito utilizzatore) e faccia partire il Firmware almeno fino al main() (o Setup()) e poi il Firmware si occupa di tenere acceso il MOS fino all'evento che deve spegnere completamente il circuito, poi si cambia stato logico al Pin che gestisce il Gate e si sgancia il MOS. Diciamo che con 100-200mA c'è n'è d'avanzo.

Il mio problema è che nei cassetti ho tutta roba superpotente e con tensioni  threshold di Vgs tutte superiori ai 5V, robe minuscole non ne ho mai usate.
7  International / Hardware / Re: Quale trasmettitore / ricevitore utilizzare? on: July 30, 2014, 11:08:07 pm
Funzionano in SPI, e non sempre si riesce a farli funzionare. Auguri!
8  International / Hardware / Re: Quale trasmettitore / ricevitore utilizzare? on: July 29, 2014, 08:56:39 pm
Queste sono le soluzioni che ho adottato io:

Costosa:  

APC220



Economica:

LC1000R



Trasmettono dati seriali TX-RX a livello TTL, quindi serve  sempre una MCU lato sensore, che legga/interpreti  il sensore e spedisca i dati sulla seriale con i soliti Serial.print().

I primi funzionano molto bene anche in strutture in muratura, con distanze relativamente grandi. I secondi qualche decina di metri, senza però avere troppe interferenze nel percorso.
9  International / Hardware / Re: Arduino Tre on: July 29, 2014, 08:51:36 pm
Arduino TRE altro non è che l'unione sullo stesso pcb di una BeagleBone e una mcu ATmega 32u4, è un progetto che nasce già obsoleto, se ti serve un sistema Linux embedded è meglio che ti orienti verso prodotti più recenti come la CubieBoard V2 o V3.

Azz che delicatezza!  smiley-mr-green

Cmq andiamo bene, è dalla DUE in poi che escono solo prodotti obsoleti, già sorpassati da altri competitors!  Gli Italiani non si smentiscono mai!  smiley-lol
10  International / Hardware / Consigliatemi un MOS a logic level on: July 29, 2014, 08:49:00 pm
Di solito lavoro con MOS ad alta potenza, che conosco a memoria, però adesso avrei bisogno di qualche MOS, sia a canale P che N, che lavorino direttamente con Vgs a 5V o anche 3,3V, da collegare direttamente alla MCU, senza driver quindi. Nei data sheet vengono definiti Logic level MOS-FET.

Qualcuno ha già qualche sigla in mente?
11  International / Generale / Re: Arduino ZERO ... nuova board ... on: May 24, 2014, 10:14:39 pm
Intel 4004 a 4 bit...

La maggior parte delle applicazioni dove vengono impiegati 8 bit, funzionerebbero ugualmente, senza calo i prestazioni, anche con un 4 Bit.
In pratica 8 Bit sono ridondanti.
12  International / Generale / Re: Arduino ZERO ... nuova board ... on: May 23, 2014, 07:37:37 pm
La scheda è naturale evoluzione verso i 32Bit. E oramai ci vuole un ARM, se no sei out..

Il Cortex-M0+ è la scelta migliore per sostituire - con il minimo trauma possibile - la vecchia UNO, che naturalmente penso continuerà a campare indisturbata per altri anni.

Di 32 bit in DIP credo esistano solo i PIC32MX dei poveri, che sono 32 bit castrati.



La scelta verso un LQFP a 48 pin era il minimo comune denominatore. Speriamo solo che ci sia una compatibilità vera e non piena di pezze.
13  International / Generale / Re: Arduino ZERO ... nuova board ... on: May 23, 2014, 06:55:31 am
Ciao Massimo,
IDE 2,0 è stato presentato anche all'ultimo Arduino day (a Roma da Vanzati) e l'ho trovato molto molto interessante, sicuramente un bel passo in avanti rispetto a quello attuale...
Faccio solo un paio di considerazioni da utente hobbista finale di basso livello:
  • I pin a 3,3V e 7mA fanno pensare, ma di sicuro un Arduino Basic Connection dedicato a questi nuovi parametri darebbe una bella spinta anche alla Arduino 2 e a chi come me in prima istanza diversamente scarterebbe queste schede, in pratica dico che se si vuol fare avvicinare anche i principianti a schede così performanti ma "difficiline" volendo il modo c'é.
  • Uno dei motivi per cui la Uno ha successo è anche il formato dip disponibile per il 328, ma un'altro dei motivi per cui spesso la Uno viene scartata è la poca flash (non i pochi pin per cui c'è la mega), io come molti e come tanti nel tempo hanno chiesto e non solo sulla board italiana, come mai non si pensi ad un'evoluzione della Uno con processore ad esempio 1284, anche questo si trova in DIP e non è cosa da poco. So che ci sono già schede di altri belle e pronte, ma perché non farne una ufficiale e supportata ufficialmente come si deve?

Riccardo  smiley



Qua devo difendere le scelte progettuali. La migrazione verso i 3,3 V oramai, più che opinabile, è doverosa. Inoltre continuano ad esistere le schede (UNO e MEGA) a 5V.

La UNO non è limitata, è PERFETTA per quel che deve fare e 32K non sono pochi (chi ha programmato in Assembly cosi da 1k di Flash, sa cosa voglio dire). Con meno di 32K ho fatto progetti di automazione che muovono macchinari di complessità inaudita.

La UNO doveva-deve rispondere all'esigenza della massima semplicità, e flessibilità sottostante alla sua semplicità.

La UNO ha una parabola di utilizzo, poi è ovvio che sta stretta, ma non è lei ad non essere adeguata, sono le necessità che si devono rivolgere ad oggetti con scopi diversi. Bisogna sempre tenere a mente che la UNO è uno strumento didattico, non una MCU con velleità di sofisticazione.

Il problema non è la UNO, il problema è di chi, dopo 6 mesi di "traffici", sta ancora attaccato alla UNO!

Stesso discorso per la questio DIP Vs SMD. C'è l'evoluzione della Specie ed anche dell'Elettronico.
Dopo tot che si maneggiano i DIP bisogna evolversi verso l'SMD (e imparare a  trattarli-saldarli). Non siamo più ai tempi dell' SN7400 e NE555...
14  International / Generale / Re: Arduino ZERO ... nuova board ... on: May 23, 2014, 06:42:44 am

Comunque se secondo alcuni di voi ci vogliono 20EUR per progettare una scheda , offro 200EUR a  chiunque vuole farsi due soldi e progettare una scheda per noi (ovviamente rilasciata in OSHW) smiley

fatemi sapere

m




Accetto la sfida! Scegli il processore, e Lunedì mattina hai Schema elettrico, elenco componenti, manuale descrittivo tecnico in PDF e Gerber con pin-strip Arduinico!  smiley-lol

Ovviamente il master progettato con tutti i crismi, masse a punto stellare, percorsi alimentazione razionali  con studio di condotte e radiate (misure alla mano) ti faccio perfino tutte le piste dati di uguale lunghezza per evitare qualsiasi skew!  
15  International / Generale / Re: Arduino ZERO ... nuova board ... on: May 23, 2014, 06:39:08 am
Si tratta di dollari, sdoganamento, e tasse il costo sale.
Inoltre è nella fase iniziale affrontata anche da raspberry, quindi ancora i distributori non hanno scorte.

Per questi motivi io eviterei di prendere questa board come paragone, anche se ha richiesto molto più ore di lavoro di Arduino Zero.

Sicuramente in euro si attesterà sulle 120-150 € iva inclusa, ma c'è da vedere verrà distribuita in Europa.

Ciao.

Mauro,  mi scendi sotto i piedi...
Pages: [1] 2 3 ... 132