Show Posts
Pages: 1 [2] 3 4 ... 145
16  International / Generale / Re: Dissolvenza led: il pin PWM varia la tensione o è effetto ottico ? on: September 18, 2014, 06:00:20 am
Aggiungo :
Quote
Nel mio caso, credo che il periodo totale del segnale sia di 100 ms.
Quindi la mia onda dovrebbe avere una frequenza di 10hz.

la frequenza e' fissa e data dal valore di prescaler usato. In questo caso sul pin9 abbiamo 490Hz
http://playground.arduino.cc/Main/TimerPWMCheatsheet
17  International / Megatopic / Re: ABC - Arduino Basic Connections on: September 18, 2014, 05:09:26 am
c'e' ancora qualcke problema nell'uso dei moltiplicatori (es. K,M)

Code:
?O1000 & 2A       V=(I*R) V=(2A*1kΩ)                 V=2kV
?O1k & 2A             V=(I*R) V=(2A*100Ω)             V=200V

?PR1000 1000         = 500
?PR1k 1k                     = 50

?PR1M 1M                  =50K
18  International / Generale / Re: Arduino e Domotica on: September 17, 2014, 02:11:36 pm
Versione Standalone con Attiny e Telecomando RF

E' stato ampliato il progetto del Deviatore aggiungendo un Attiny, in modo da renderlo indipendente , e la possibilità di gestire il tutto tramite telecomando ( manuale o gestito da Arduino ).

Questo é lo schema eletttrico di questa versione



E' sostanzialmente identico al precedente, con la sola variante che c'è un Attiny a gestire il tutto ed è stato inserito il modulo ricevente di un telecomando. Nel prototipo è stato usato un Attiny85, ma va benissimo un Attiny45 visto che il programma occupa poco più di 1200 Bytes.
L'Attiny è stato impostato con Oscillatore interno a 8Mhz, ma si può tranquillamente portare a 1 Mhz

Telecomando
Visto che il motto del bravo DIY è quello di arrangiarsi e spendere poco, ho preso un telecomando e relativo ricevitore Link Telecomando , se si ha fretta c'e' anche Questo .



Nelle foto ( cliccate su visualizza immagine per vederla tutta ) vedete come va modificato il telecomando per poterlo collegare ad Arduino. Si collegheranno dei cavetti nei punti indicati dalle frecce ( le linee rosse indicano che i due punti sono collegati, quindi potete usare uno qualsiasi di quei punti ) e si monterà un connettore all'altro capo dei cavi. La batteria a 12V va lasciata inserita. Una volta finito i collegamenti e richiuso il tutto avrete questo risultato.



A questo punto, per collegare il telecomando ad Arduino, dovrete usare dei foto_accoppiatori  per simulare la pressione dei pulsanti, seguendo lo schema seguente.




Sostanzialmente abbiamo due foto_accoppiatori pilotati da due uscite di Arduino le quali messe su HIGH faranno accendere il led interno del foto_accoppiatore, il quale metterà in conduzione il transistor interno in modo da far arrivare il +12V ( quello della batteria all'interno del telecomando ) a uno dei cavetti collegati con i pulsanti.
( Nel disegno sono inseriti dei 4N35, ma potete usare quelli che volete, personalmente ho usato sempre i PC817)

Di seguito alcune foto di un prototipo. In quello sulla destra è stato montato anche un alimentatore Switching da 5V. ( Un' alimentatore con presa USB a cui ho tolto contenitore e connettore USB )


Di seguito la foto del prodotto finito e inscatolato in una scatola da parete.
Nella foto non si vede la placca con il pulsante


Seguirà a breve Sketch per l'Attiny , che in più allo sketch precedente gestisce i due canali usati dal telecomando per l' On e Off
19  International / Generale / Re: corrente 220 volt a 5 volt per arduino on: September 16, 2014, 04:18:48 pm
Certo che e' semplice........
e' semplice per chi lo sa' fare.
Come diceva @Pablos, non saresti il primo che si e' infilato un cacciavite in una mano cercando di aprire il guscio di un alimentatore.
Poi devi saldare due fili sui contatti AC e Spero tu voglia mettere una morsettiera, mica vorrai metterci solo un po' di nastro adesivo. Poi, problema non indifferente e' come fissare questo circuitino all'interno della tua scatola. Mica puoi lasciarlo volante... c'e' il 230Vac .  e guarda caso nel circuito non ci sono fori dove piazzare una vite. Anzi, spesso uno c'e', proprio vicino all'ingresso del 230vac. Giusto giusto per fare una bella fiammata appena tiri su' il generale
20  International / Generale / Re: invio sms shield gsm on: September 15, 2014, 04:17:59 pm
hai spostato quella roba sui pin 2 e 3 ?
facci vedere lo sketch
21  International / Hardware / Re: Collegamento elettrovalvola per gas 220V on: September 15, 2014, 01:43:11 pm
se ti limiti a comandarci l'elettrovalvola da 20VA va bene pure quella
22  International / Hardware / Re: Collegamento elettrovalvola per gas 220V on: September 15, 2014, 11:59:39 am
Al momento che colleghi un alimentatore da 9V, automaticamente Arduino viene alimentato esternamente
23  International / Generale / Re: corrente 220 volt a 5 volt per arduino on: September 15, 2014, 11:58:08 am
Quote
per me sbuchi nella stanza accanto

Meglio, visto che ci deve mettere un Bluetooth, cosi' gli funziona in tutte e due le stanze
24  International / Generale / Re: Stirrer con arduino on: September 15, 2014, 11:56:36 am
NO.

Tramite i pulsanti presumo che tu vari il PWM. Non e' che vari la tensione di uscita, ma la percentuale di acceso/spento  e di conseguenza si varia la velocta'.
Questo PWM ( che in pratica e' un'onda quadra con duty cycle variabile ) lo metti sulla base del Darlington ( con una resistenza di limitazione corrente da ...... ? ) e in pratica fai funzionare detto transistor come se fosse un interruttore ad alta velocita' ( Ah, in questi usi e' bene aumentare la frequenza di PWM vedi. ),

Quindi tu non hai 6V , e' il tester che ti dice 6V perche' non riesce a misurarla e ti fa' una media

E' un motore a 6V e quindi devi alimentarlo a 6V. Poi, come hai gia' detto, usa un Mosfet. E' piu' adatto per le correnti in gioco, il collegamento e' simile, varia solo la reistenza sul Gate che sara' da 100 Ohm.
E guarda che quel motore quando va' sotto sforzo arriva a consumare anche 25A, quindi servirebbe un alimentatore adeguato, dato che normalmente quei motori si collegano ad una batteria LiPo che di corrente ne eroga.

Ora una domanda: Ma sei sicuro di stare realizzando un "agitatore magnetico" ?
25  International / Generale / Re: Arduino e Domotica on: September 15, 2014, 11:32:58 am
un po' quello che vuoi, in questo caso BTB08
26  International / Hardware / Re: Collegamento elettrovalvola per gas 220V on: September 15, 2014, 11:07:14 am
puoi benissimo usare un alimentatore da 9V e collegarlo alla presa jack di Arduino.
Due rele' il regolatore interno li regge

Semmai metti una resistenza da almeno 120 Ohm in serie al buzzer. Non so' che modello sia, ma meglio limitargli la corrente
27  International / Generale / Re: invio sms shield gsm on: September 15, 2014, 11:03:15 am
perche' non riesce a dialogare con la scheda GSM e quindi rimane bloccato sul while(
28  International / Generale / Re: corrente 220 volt a 5 volt per arduino on: September 15, 2014, 11:01:16 am
vedi tu......

Alimentatore Dimensioni 159x97x38 mm
Batteria Dimensioni  : 178x60x35 mm
29  International / Generale / Re: invio sms shield gsm on: September 15, 2014, 06:49:37 am
Quote
Comunque i pin 2 3 gli uso per dei led . Devo cambiargli?

Se la shield GSM usa quei due pin, mi pare ovvio che Tu non debba utilizzarli per altri scopi
30  International / Generale / Re: Stirrer con arduino on: September 15, 2014, 06:06:54 am
Ma se il motore e' un 6V 4A, perche' lo alimenti a 12V ?

Quote
Caratteristiche Tecniche:
Peso g    73
Dimensioni    Ø 27,7x37,8 mm
Diam. albero    2,3 mm
Tensione nominale    6 V
Giri    18000
Assorbimento    4 A
Efficienza    70%

Poi non mi sembra un motore adatto per quello che vuoi fare, non e' meglio con un motoriduttore ?
Il TIP122 e' un 5A e sicuramente sta' lavorando fuori specifiche e senza un'aletta di raffreddamento adeguata prima o poi scoppia
Pages: 1 [2] 3 4 ... 145