Go Down

Topic: Primo progetto: contatore IR per una porta (Read 1 time) previous topic - next topic

Michele Menniti


Ho una domanda, esistono degli interruttori (cose tipo relè immagino) controllabili con Arduino (insomma con le uscite generabili da Arduino). Per esempio se volessi controllare un interruttore delle lampade di casa (220 V) con un consenso di Arduino (5 V) che cosa mi servirebbe?

esistono i relé reed che consumano abbastanza poco da essere pilotabili direttamente con Arduino ma non vanno bene per carichi 220, o almeno quelli che ho io riportano 110V, e comunque sopportano carichi bassi; la cosa più corretta sarebbe usare, per ogni comando da pilotare, un fotoaccoppiatore ed un rele comune oppure meglio ancora sarebbe un relé a stato solido o più semplicemente un TRIAC; insomma soluzioni ce ne stanno tante, si tratta anche di capire cosa devi fare esattamente, che carichi devi pilotare e per quanto tempo, ecc.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

IngHooch

Grazie, la domanda era sorta nella remota ipotesi che il contatore sulla porta funzioni in maniera robusta, potrei spegnere (il generale luci?) le luci della stanza quando nessuno è dentro e riaccenderle quando entra qualcuno.
Ci tengo a precisare che (almeno per il momento) non intendo usare il progetto per questo scopo, era giusto una curiosità per capire le potenzialità di Arduino.
The brightest flame burns quickest

Michele Menniti


Grazie, la domanda era sorta nella remota ipotesi che il contatore sulla porta funzioni in maniera robusta, potrei spegnere (il generale luci?) le luci della stanza quando nessuno è dentro e riaccenderle quando entra qualcuno.
Ci tengo a precisare che (almeno per il momento) non intendo usare il progetto per questo scopo, era giusto una curiosità per capire le potenzialità di Arduino.

Spegnere il generale luci significherebbe montare il componente in serie al magnetotermico, se ti riferisci all'intero appartamento, mi pare un po' complessa come soluzione, dal punto di vista realizzativo; se invece parli della famosa stanza allora ti basta interrompere il filo che va al lampadario, ma così il controllo sarebbe totale da parte del tuo circuito, oppure dovresti realizzare uno schema a doppio interruttore (hai presente il corridoio che ti permette di accendere e spegnere una lampadina con due o più intetturroi separati?) di cui uno sarebbe quello originale della stanza e l'altro il tuo componente, mi sembra più elegante.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

IngHooch


oppure dovresti realizzare uno schema a doppio interruttore (hai presente il corridoio che ti permette di accendere e spegnere una lampadina con due o più intetturroi separati?) di cui uno sarebbe quello originale della stanza e l'altro il tuo componente, mi sembra più elegante.


Mi piace questa soluzione, posso realizzarla con un TRIAC?
The brightest flame burns quickest

BrainBooster

#14
Apr 10, 2012, 03:58 pm Last Edit: Apr 10, 2012, 04:01 pm by BrainBooster Reason: 1
si, il circuitino è semplice, tipo questo:

questo però è optoaccoppiato

Go Up