Go Down

Topic: Arduino Standalone (Read 3183 times) previous topic - next topic

flz47655

Ciao a tutti
Vi presento l'arduino standalone che avevo costruito qualche tempo fa:




Come si può vedere è una manciata di componenti in uno spazio molto piccolo:
regolatore di tensione 78L05, cristallo 16 Mhz, condensatori 22uF, condensatore 10uF, pulsante, resistenza 10K e condensatore 0.1uF

I due pin femmina sotto al regolatore sono l'ingresso per il regolatore di tensione che può fornire circa 150mA, direi più che sufficienti per il solo chip nella maggior parte dei casi.

Cosa ne pensate? Il cristallo è troppo lontano dai pin? Le saldature ed il layout vi convincono?

Per il momento mi sono trovato abbastanza bene, la programmo tramite i pin Rx e Tx con un convertitore USB->Seriale e le piccole dimensioni la rendono inscatolabile facilmente all'evenienza (è pensata per essere inscatolata e di conseguenza non ha neanche un led).

Un problema che ho notato però è la mancanza di più pin di gnd e vcc (al momento ce ne sono solo 2 di ogni tipo come sul chip atmega328p) che in molte occasioni farebbero comodo per collegare altri moduli senza dover costruire nuove apposite board.

Ho notato anche la mancanza di pin header maschi per facilitare i collegamenti tramite cavi dupont (quelli femmina-femmina) con altri moduli che offrono pin header maschi in uscita.

Un ulteriore problema che ho notato è che i pin header femmina del tipo dell'immagine tendono a sfilarsi abbastanza facilmente, questo li rende utili per la prototipazione ma un pò meno per "prototipi finiti".

Ora visto che vorrei interagire con logica a 3.3 volt vorrei creare un nuovo arduino standalone che mi risolva questi problemi e mi faciliti allo stesso tempo anche il collegamento con un modulino bluetooth che ho dotato di connetore JST-XH a 5 vie (nella foto successiva è quello bianco).

Visto che mi deve arrivare un programmatore con cavetto ISP a 10 pin avrei pensato anche ad inserire qualche pin header per poterlo collegare direttamente ed evitare di utilizzare il convertitore usb-seriale (più che altro perchè devo collegare tanti jumper e non ho un cavo unico per attaccarlo) per la programmazione con bootloader.

Per risolvere questi problemi avevo pensato a creare uno standalone ancora più flessibile di cui ecco un prototipo su millefori non saldato ne finito (mancano i condensatori, le resistenze, ed il socket dip)



In pratica inserirei per ogni pin del micro due connettori, uno maschio uno femmina per ogni evenienza e alcuni pin femmina aggiuntivi per GND e VCC (magari solo 2 in più per ogni tipo, nell'immagine ho messo una sorta di pin femmina 4x2 per rendere l'idea), i pin sarebbero di un tipo che "tiene maggiormente" ed evita che i jumper si sfilino a sollecitazioni meccaniche.

Questo però potrebbe rendere arduo la prototipazione con la schedina, secondo voi sarebbe esagerato inserire una terza fila di pin con header femmina come quelli di arduino?

Vorrei rendere flessibile il nuovo standalone anche nella tensione e nella frequenza, pensavo quindi di non inserire un regolatore di tensione e prendere da un'alimentazione esterna la corrente ed aggiungere anche due pin header per inserire il quarzo che sarebbe opzionale, è possibile? Sarebbe bello poter inserire il quarzo della frequenza desiderata o non inserirlo.

Per l'ISP facendo i collegamenti giusti non dovrebbero esserci problemi

Cosa ne pensate del nuovo prototipo?

Ciao e grazie a tutti

medimax

Bello, semplice ed essenziale...

Quanto hai speso in totale??

Hai uno schema ed elenco componenti??

gcblack

Io avrei inserito uno zoccolo.. Un'eventuale sostituzione non ti costerebbe fatica.. :P

flz47655

Grazie per i complimenti, avanti con le critiche anche però

Il nuovo prototipo (foto grande) non è ancora funzionante, sono solamente i pezzi appoggiati su millefori per dare un'idea (come descritto nel post), lo zoccolo è già previsto ma non avevo voglia di inserirci il micro dentro per fare la foto :)

Lo standalone attuale (ovvero le foto piccole all'inizio) non mi è costato molto di componenti e sostanzialmente ho seguito questo schema che è abbastanza classico togliendo il led e la relativa resistenza e il condensatore sul reset (faccio il reset manuale col pulsante quando lo programmo :) )

Facendo una stima dei costi sugli 8 euro (5 euro atmega, 1 euro millifori, 0.5 euro cristallo, 0.5 euro distanziali e viti, 1 euro a forfet il resto preso qua e la in discrete quantità) ma volendo si può fare anche senza cristallo e relativi 2 condensatori, anche i distanziali non sono essenziali ma rendono più pratica la schedina sul tavolo

Ciao



anatol

..scusa l'ignoranza, l'altro capo dell condensatore da 0.1 uF connesso sul pin 1 (reset) dove và connesso?
grazie

IngHooch

Mi piacerebbe poterti essere d'aiuto, ma purtroppo per te ho solo dei complimenti da farti  :.
The brightest flame burns quickest

flz47655

@anatol: il condensatore da 0.1uF va sul pin1 da un lato e tra il pulsante e la resistenza dall'altro

astrobeed


@anatol: il condensatore da 0.1uF va sul pin1 da un lato e tra il pulsante e la resistenza dall'altro


Quello è l'ingresso per il segnale DTR proveniente da una porta seriale per l'autoreset del micro durante la programmazione, ovvero è giusto che un capo del condensatore è apparentemente appeso in aria.

Madwriter

#8
Apr 13, 2012, 01:23 pm Last Edit: Apr 13, 2012, 01:26 pm by Madwriter Reason: 1
Bellissimo complimenti :)
So che avevi aperto il topic per avere dei consigli/critiche invece io vorrei approfittarne per chiedere io un consiglio a te.
Se volessi costruirmi anche io il mio arduino stanalone avrei tante difficoltà?
diciamo che in teoria il pezzo principale da acquistare e solo l'atmega giusto?
Grazie in anticipo.

PS un Atmega168 costa circa 4 euro 6 dollari.
http://www.ebay.com/itm/Microcontroller-Atmega328-PU-Arduino-compatible-/280857130030?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item416463b42e

Non e che hai una guida completa dalla A alla Z per la costruzione?
PS Grazie mille in anticipo.
"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

flz47655

Si, purtroppo avevo evidenziato in grassetto le domande ma nessuno mi ha risposto... starò antipatico a tutti, sigh  =(

@Madwriter: Si, in teoria il pezzo principale è l'atmega
Per iniziare ti consiglio di costruire su breadboard il circuito e poi portarlo su millefori
Un buon link è http://arduino.cc/en/Main/Standalone e la guida del professore Menniti per l'upload degli sketch e la scrittura dell'eventuale bootloader http://www.michelemenniti.it/VHD/Elettronica/GPAT_v3.pdf

Ciao

charlye52

Ciao a tutti il giochino è molto bello, forse un altra serie di pin è sovrabbondante.
Io spendendo un po' di più avrei utilizzato uno zoccolo Zif per eventuali rimozioni senza danni, lidea dei piedini per il quarzo è bella, ma siamo sicuri non crei problemi?
Ciao Carlo

leo72

@charlye52:

Il nuovo prototipo (foto grande) non è ancora funzionante, sono solamente i pezzi appoggiati su millefori per dare un'idea (come descritto nel post), lo zoccolo è già previsto ma non avevo voglia di inserirci il micro dentro per fare la foto :)

Ha solo "presentato" i componenti sulla basetta. ;)

charlye52

Avevo capito solo che non mi sembra tu abbia parlato di zoccoli zif per l'atmega, o sbaglio?

leo72


Avevo capito solo che non mi sembra tu abbia parlato di zoccoli zif per l'atmega, o sbaglio?


Eh?

charlye52

Scusa Zero Insertion Force, sono quegli zoccolini con levetta a fianco, tipo quelli dei processori sulle piastre madri, sono molto comodi perchè non rischi di rovinare il chip. Ovviamente come tutte le belle cosde costano più di quelle normali.

Go Up