Pages: [1]   Go Down
Author Topic: Arduino come ESC  (Read 638 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 7
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Si parla in 1000 modi di come controllare gli ESC modellistici, ma c'è modo di realizzare un ESC brushless (sensorless) con Arduino?

Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 123
Posts: 9297
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Si parla in 1000 modi di come controllare gli ESC modellistici, ma c'è modo di realizzare un ESC brushless (sensorless) con Arduino?

Risposta semplice no.
Risposta meno semplice, con un ATmega328 puoi realizzare un ESC però scordati di scriverne il software tramite wiring, inoltre serve molta elettronica analogica di contorno per rilevare i movimenti del rotore e tutta la parte di potenza per pilotare le fasi, se ti fai due conti costa molto meno un ESC commerciale.
Logged

0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 130
Posts: 10461
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

giusto per sapere, l'arduino generebbe le 3 fasi... secondo che logica?
insomma sarebbero 3 segnali PWM, credo, ma a che frequenza, con che sfaso tra loro?
c'è anche un segnale di feedback?

gli esc che possiedo hanno un atmega a bordo, sarebbe possibile riflesharli
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 123
Posts: 9297
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

giusto per sapere, l'arduino generebbe le 3 fasi... secondo che logica?

Il problema è proprio quello, le tre fasi, a 120°, devono seguire il movimento del rotore perché vanno ad emulare il funzionamento del commutatore meccanico dei motori brushed.
In pratica occorre sapere la posizione dei magneti, che sono sul rotore, rispetto a quella delle fasi, che sono sullo statore, e in base a questa si decide a quali fasi dare tensione e con che polarità, il profilo di azionamento delle fasi è di tipo trapezoidale.

Quote
insomma sarebbero 3 segnali PWM, credo, ma a che frequenza, con che sfaso tra loro?
c'è anche un segnale di feedback?

Il PWM serve solo per fare vedere al motore una tensione equivalente in funzione del duty cycle, esattamente come su un brushed, e in funzione di questa si varia il numero di giri, i famosi kv.
La frequenza del pwm dipende da diversi parametri, in linea puramente teorica più è alta e meglio è, in pratica intervengono vari fattori limitanti quali la reattanza degli avvolgimenti, la frequenza di taglio dei finali di potenza, etc., quasi tutti gli ESC commerciali low cost al massimo lavorano a 8 kHz, quelli migliori arrivano a oltre 40 kHz.
Il segnale di feedback è obbligatorio per i BLDC, o è di natura hardware tramite tre sensori (uno ogni 120°) hall che indicano il punto dove avviene il cambio di fase oppure rilevando la b.e.m.f. nei modelli sensorless, più economici, ma non possono girare a bassi regimi e richiedono molta più elettronica per ricavare il feedback.

Quote
gli esc che possiedo hanno un atmega a bordo, sarebbe possibile riflesharli

Con alcuni ESC è possibile, sopratutto con quelli cinesi low cost, ci sono in giro vari tutor che spiegano come modificare alcuni modelli per dotarli di I2C con relativo nuovo firmware.
Logged

0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 130
Posts: 10461
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

infatti avevo visto che qualcuno lo aveva già fatto con i miei modelli, ma se lo facessi sarebbe sull'esc che mi avanza e per scopo didattico, per capire come funziona il tutto.
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Pages: [1]   Go Up
Jump to: