Go Down

Topic: Resistenze Pull-Down e Pull-Up - Ingressi digitali (Read 6 times) previous topic - next topic

Michele Menniti

Visto che ti indigni tanto, sappi che io non intendo fare alcuna crociata pro pull di elevato valore, ma mi pare eccessivo il tuo atteggiamento. Potrei dirti di andarti a leggere il reference dell'ATmega e fornirti qualche citazione autorevole (io non sono "un tecnico"), oltre a spiegarti la differenza che passa tra un valore teorico ed un valore commerciale, se si trattasse di un dialogo costruttivo; ma da come scrivi è evidente che c'è poco da dialogare, quindi stai tranquillo che nessuno ti costringerà a riscrivere l'elettronica, anche perché significherebbe la chiusura di ATMEL e la fine del mio divertimento da hobbysta scadente.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

uwefed


300K è di gran lunga superiore alle impedenze di ingresso di dispositivi TTL tanto vale non metterla proprio, io "da tecnico" utilizzo le pull  solo nei casi realmente necessari (non in modo indiscriminato) e solo per mantenere limpedenza del dispositivo la più bassa possibile (compatibilmente con le correnti in gioco) se 300K è un' impedenza bassa dobbiamo riscrivere l' Elettronica 30 K è già alta figuriamoci 300K.
Poi se volete giocare con le pull fate pure l'importante è non diffondere messaggi errati  non confondiamo una pull con resistenze anche superiori a 300K ma che in un circuito non svolgono affatto funzione di pull.
Fai l'esperimento del 4011 con resistenze diverse e ti renderai conto che con valori alti l'effetto pull si annulla e toccando l'ingresso con un dito il Led tende ad accendersi, quì stiamo parlando di pratica dimostrabile e non di semplici parole.
Ripeto una Pull deve essere la più bassa possibile il valore orientativo spazia da 1 a 10K.
Il valore commerciale comunque è 330K e non 300K valori che non utilizzero MAI per una pull
Saluti.


Chi sta parlando in questa discussione di entrate TTL?
Se fai un corto con un dito tra un entrata e massa di un CMOS modifichi lo stato del entrata perché il Tuo dito funge da resistenza.
Quote
valori che non utilizzero MAI per una pull

Sei libero di fare quello che vuoi.

Ciao Uwe

astrobeed


300K è di gran lunga superiore alle impedenze di ingresso di dispositivi TTL tanto vale non metterla proprio, io "da tecnico"


Peccato che i dispositivi TTL non esistono più da diversi anni, semmai si parla di livelli TTL per indicare la compatibilità dei livelli di tensione dei moderni dispositivi logici con i vetusti, ed obsoleti da oltre 10 anni, integrati con tecnologia TTL.
Se per una vecchia logica TTL mettere una resistenza da 50 k come pull up era come non metterla con i moderni circuiti in tecnologia cmos una resistenza da 300k è ammissibile come pull up/down anche se è valore limite.
Il giusto valore della pull up/down va valutato caso per caso, non esiste un valore ideale in assoluto, p.e. per il reset degli ATmega 10k vanno benissimo, mentre sono troppi se devi mettere una pull up su un pin settato come out, ma che può andare in stato di alta impedenza durante il funzionamento, dove è meglio mettere almeno 50k.

p.s.
Per tua informazione le resistenze esistono in varie serie con step tra i valori sempre più ridotti, in particolare all'aumentare della precisione del valore aumentano anche i valori disponibili, la 300k esiste già nella serie E24 (5%) mentre non c'è nella serie E12 (10%) alla quale stai facendo riferimento.
Il motivo di base per lo step tra i valori è dato dalla tolleranza degli stessi, ormai si usano solo resistenze al 2% (serie E48), oppure resistenze al 1% (serie E96), chi è rimasto legato alla obsoleta serie E24 sono solo gli hobbysti.




Michele Menniti

Ecco, appunto, queste due sono alcune tra le principali fonti autorevoli a cui facevo riferimento nel mio post. A quanto pare non ho demolito l'Elettronica dalle fondamenta e nemmeno ho "diffuso messaggi errati", mi stava venendo una crisi di coscienza :smiley-sweat:
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

legolas93

Ragazzi grazie mille delle informazioni che mi avete dato. Tutte molto preziose e ci ho capito davvero molto. Solamente mi sono accorto che devo approfondire il funzionamento dei condensatori in quanto (maledetta scuola) conosco a mala pena solo la loro funzione di mmm..Si può dire "accumulatori"?

Comunque oggi mi è arrivato Arduino Uno e un bel po' di materiale  :) Non mi resta che iniziare ad imparare, dai..vediamo se riesco a far accendere un Led  :P

Sono un po' rimasto basito dalle dimensioni, non mi ero mai preso la briga di controllare le dimensioni ma dalle immagini pensavo fosse molto più grosso, mi sono quasi spaventato quando ho visto un pacco così piccolo  :*

Grazie a Tutti ragazzi!..Spero di non disturbare se capitasse di fare domande troppo semplici (Comunque provo sempre prima a cercare più possibile su Google che al 90% risolve molti dubbi)

"Sono convinto che l'informatica abbia molto in comune con la fisica...Dentro i confini del computer, sei tu il creatore. Controlli - almeno

Go Up