Pages: 1 2 [3]   Go Down
Author Topic: Come misurare tensioni fino a 200V ?  (Read 3565 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 527
Posts: 12345
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non entro nel merito della questione, voglio solo aggiungere una informazione: esistono anche i diodi schottky, che non sono diodi al germanio e la cui soglia è variabile (in base ai modelli) tra 0,2 e 0,35V; sono molto usati in circuiti di alimentazione switching, non solo per la loro bassa soglia, ma anche perché sono molto veloci.
Logged

Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 97
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

OK adesso si ragiona.... certo che esistono i diodi Schottky questa è un'informazione utile dal punto di vista culturale, ma che esula dal progetto, tuttavia per completezza informativa OK nulla da eccepire.

"between 0.6–1.7 volts, while a Schottky diode voltage drop is between approximately 0.15–0.45 volts. This lower voltage drop can provide higher switching speed and better system efficiency".

Un utilizzo tipico di questi Diodi è nei circuiti a ponte delle shield di Arduino (Motor Drive) per proteggere i finali  del circuito a ponte dalle sovratensioni generate inevitabilmente dall'avvolgimento del motore (induttanza).
Una di queste schede è in mio possesso, viene prodotta dalla ben nota ditta Futura Elettronica ed è perfettamente funzionante.
Saluti.
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 97
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Attenzione a non scambiare comunque lucciole per lanterne questi diodi a correnti elevate praticamente si avvicinano moltissimo alla soglia di un comune diodo, fermo restando che possono  lavorare a frequenze ben più elevate ineguagliabile da un 4007 o simili.

Qui la tabella di uno di questi Diodi rilevata da un datasheet

Forward voltage drop Tj = 25°C IF= 10A 0.6 V

Tj = 125°C IF= 10A 0.48 0.56
Tj = 25°C IF= 20A 0.74
Tj = 125°C IF= 20A 0.62 0.7

Ma non è tanto per questo che integro... ma per sconsigliare VIVAMENTE ad utilizzare il mio schema così com'è per tensioni alternate (forse qualcuno ha frainteso) non va BENE! non è solo questione di diodo fosse per questo basta e avanza un 4007 (a 50HZ) la soglia infatti si conpensa via software o con il trimmer, non vi sognate nemmeno per scherzo di collegare la rete 230V direttamente in ingresso non si può fare rischio folgorazione inoltre andrebbe rimosso il condensatore da 1 micro Farad.
E' comunque una forzatura possibile (con un piccolo trasformatore rapporto 1 a 1 di isolamento) ma il circuito non nasce per questo utilizzo e non lo garantisco in tal senso, il rischio è totalmente vostro.
Saluti.
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 527
Posts: 12345
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ora sei tu che vai a cercare cavilli.
Io ho CHIARAMENTE scritto che non mi intromettevo nella questione del circuito che, peraltro, se ho ben capito, NON contempla l'uso di diodi. Tu sembravi escludere categoricamente la possibilità che un diodo potesse avere una soglia di 0,2V:
Quote
I diodi che si utilizzano nei circuiti di alimentazione sono del tipo al Silicio con soglia di conduzione compresa fra 0,6 e 0,7V (0,2V si riferisce ai diodi al Germanio che hanno impieghi ben diversi)
ed io ho inteso dire che esistono diodi, tuttora in commercio, non come quelli al germanio, che hanno questo tipo di valore. Io non ho parlato di elevate correnti né di uso con l'alternata per lo schema che proponi che, peraltro non ho visto i quanto non ho alcun interesse a misurare 200V con Arduino, come recita il Topic, che poi sono in continua, sempre se ho ben capito. INFATTI ho fatto riferimento a sistemi switching; da nessuna parte leggo che potrebbero essere in gioco correnti così elevate come quelle che ti sei andato a cercare.
Posso quindi tranquillamente sostenere che chi scambia lucciole per lanterne non sono certo io.
Sul resto continuo a non intromettermi perché, ripeto, non ho alcun interesse a realizzare qualcosa del genere; se un giorno questo interesse dovesse esserci mi ricorderò di questo topic, prenderò spunto dal tuo circuito e se funzionerà a dovere te ne renderò grazie, altrimenti ti farò delle osservazioni utili al suo EVENTUALE miglioramento.
Logged

Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 97
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il monito di non usare il circuito in alternata non è affatto rivolto a te, aver citato questi particolari diodi dal punto di vista culturale ha la sua validità e ho completato dicendo che ad alte correnti la soglia sale (mentre nei diodi al germanio è una costante) ma detto questo il tutto  è fuori tema la divagazione è nata  non da te ma da altro utente, che fra l'altro ha fatto affermazioni assurde sulle resistenze senza contare che sono svariati decenni che le comunissime e banalissime resistenze anche quelle tecnologicamente obsolete di una volta, vengono e venivano utilizzate ad alte tensioni su tutti gli apparati a valvole ad es. Radio / Tv e amplificatori a Valvole che ancora oggi vengono costruiti. A tempo e luogo opportuno e a correnti moderate sicuramente questi diodi speciali hanno la loro valenza fatto il "Quark" Amen.
Non ritengo io personalmente opportuno  continuare questa inutile discussione ognuno tragga le proprie conclusioni.Chi conosce concretamente l'elettronica pratica e non la fuorviante "teopratica" sa come operare e scegliere senza alcun problema i componenti giusti e utilizzarli nel migliore dei modi.
Per me è un discorso chiuso.
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 16
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ieri sera con qualche difficolta sono riuscito a finalmente a cablare e pilotare il display.
Stasera provo con il collaudo del circuito e del software.
Intanto ho pensato di inserire anche un'altra importante funzione...
E' possibile memorizzare il minimo valore di tensione rivelato e riportarlo sul display?
Mi tornerebbe utile per capire il drop delle batterie sotto carico e in condizioni di scarsa autonomia.
Ovviamente non ho idea riguardo il codice! smiley-wink Ma non demordo smiley-evil
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 16
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Nessun suggerimento?
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 16
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Funziona!!! smiley-yell
Ho provato la soluzione che ha suggerito Auriol e confermo che dopo la calibrazione via software ho ottenuto  un ottima precisione.
Non riesco capire quale comando lato software debba usare per loggare il massimo e minimo valore di tensione misurato.
Resto in attesa dei vostri aiuti!
Intanto sto implementando anche la misura della corrente tramite sensore, così facendo con una semplice moltiplicazione potrò avere anche la misura di potenza istantanea in watt.
Logged

Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 691
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il progetto è già fatto stampato e collaudato non ha senso creare confusione.Possiamo anche mettere 10 fusibili ma non servono a nulla! il circ
Sinceramente vorrei capire la psicologia di alcuni utenti di questo forum che hanno come unico obiettivo non di imparare  ma di criticare contestare e cercare cavilli di ogni genere mischiando nozioni teoriche con pseudo nozioni pratiche non supportate da concreta e tangibile esperienza (questo almeno si deduce dalla parole) sono solo un'accozzaglia di enunciazioni fine a se stesse e anche errate in alcuni casi.
La corrente non è alternata dove hai letto questa info? basta leggere bene l'utilizzo a cui è destinato il Voltmetro è solo in c.c..Infine ti informo che la tensione di rete in tutta Europa non è affatto 220V ma è 230V che moltiplicato 1.41 fa esattamente 324.3V gestita "benissimo e alla grande" da umilissime e comuni resistenze.I diodi che si utilizzano nei circuiti di alimentazione sono del tipo al Silicio con soglia di conduzione compresa fra 0,6 e 0,7V (0,2V si riferisce ai diodi al Germanio che hanno impieghi ben diversi).Se non ti piace il mio circuito non lo utilizzare, nessuna delle tue proposte può essere presa in considerazione perchè inutile e fuori luogo.
Nulla di quello che scrivi può essere utile all'autore del thread.
Io cerco di essere di aiuto erfettamente funzionante.
Incredibile.
Saluti ma probabilmente ADDIO!

mah..    anch'io cerco di aiutare,   se dico che le comuni resistenze non dovrebbero essere usate sull 220
lo dico perche ho le mie ragioni  poi bisogna vedere che intendiamo pe comuni resistenze,

in elettronica puoi fare piu o meno quello che vuoi  ma a   200 volt il rischio ci puo essere
e bisogna prestare massima attenzione
i fusibili da 20 milliampere sono come protezione  per "cercare di evitare di rimanerci fulminati"

i salvavita scattano a 30 milliampere  perche quello e il limite di pericolo di corrente per una persona in salute

poi se vuoi puoi superare tutti i limiti che vuoi, che so un condensatore elettrolitico da 12 volt lo puoi usare anche a 13 e quasi sicuramente non scoppiera per se si brucia non ti lamentare ,

stessa cose le piste ad alta tensione gli hobbisti devono tenere distanze adeguate se no in condizioni sfavorevoli (es umidita)  potrebbe scoccare un arco elettrico,

non ti illudere che se la maggior parte dei componenti rotti  si aprono, succedera sempre cosi, possono benissimo andare in corto da bruciare le piste

il messaggio principale che volevo dare sul 220 è quello sulla sicurezza personale poi anche se fuma l'arduino o qualche scheda non fa nulla
Logged


Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 251
Posts: 21279
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao GINGARDU
Per la precisione 30mA che passano direttamente attraverso il cuore sono letali !!!

Ti salvi quando tocchi i 230V della rete elettrica perché il salvavita (interuttore differenziale) scatta in tempi brevi e il flusso di corrente attraverso il Tuo corpo investe solo in piccola parte il quore.

Il limite per correnti su parti applicate sul paziente in apparecchi medicali sono 100µ se sulla pelle e 10µA se la pate applicata va sotto pelle (spiegata sintetizzando). Queste correntei sono considerate innoque.

Ciao Uwe
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 16
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

La mia batteria ha una tensione massima di 98v, quando lavoro con i vari contatti sono sempre protetto da guanti isolanti e sto molto attento alla mia sicurezza.
Ho testato il circuito in opera è funziona correttamente.
Adesso come detto nei post precedenti sto cercando di implemetare la memorizzazione del minimo valore di tensione misurato e la visulizzazione di quest'ultimo nel display.
Ogni aiuto è bene accetto!
Logged

Pages: 1 2 [3]   Go Up
Jump to: