Go Down

Topic: ethernet shield r3 su board con alimentazione esterna (regolatore scalda ) (Read 652 times) previous topic - next topic

niki77

Buongiorno a tutti.

Mi sono accorto per caso ieri che se collego alla mega 2560 la shield ethernet r3 e alimento la mega con un alimentatore esterno tramite il connettore circolare, il regolatore della mega già dopo due secondi scalda paurosamente (non si riesce a toccarlo).
La cosa strana e che funziona regolarmente e se tolgo la ethernet shield non accade.
Ho provato anche a mettere la shield su un Arduino uno e manifesta lo stesso problema.
E' normale?
Grazie a tutti
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

uwefed

È normale. Gli integrati e le schede possono sopportare temperature non sopportabili dal Tuo dito. Se vuoi fare qualcosa di buono cerca un alimentatore da 7,5VDC e usa quello. La diffrenza di tensione per arrivare ai 5V e anche la potenza da dissipare dello stabilizzatore é minore. Questo lo fa riscaldare di meno.

Con che tensione lo alimenti?

Ciao Uwe

niki77

Intanto grazie.
Dapprima lo alimentavo con un alimentatore switching da 12v , ma poi visto che qualche rudimento di elettronica ce l'ho sono passato proprio a 7.5v ma il punto di temperatura è sempre molto alto.
Ma quanto eroga il regolatore a bordo della mega? E soprattutto quanto assorbe la shield?
Perchè anche se assorbisse 1A in totale (e mi sembra cmq molto)

7.5v - 5v = 2.5v * 1A = 2.5 w

Visto che il regolatore radia sulla Board mi pare strano che il corpo scaldi cosi tanto.
Cmq se mi dite che è normale e anche a voi scalda tanto la rimetto a lavorare la schiava che ha già fatto troppo riposo!
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Michele Menniti

Se, come credo, è uguale a quello di Arduino (ma controllati le sigle sui rispettivi schemi), il regolatore eroga al massimo 500mA. Se lo shield che stai usando è originale penso che i progettisti abbiano valutato l'ipotesi dell'alimentazione esterna.
Quando ho progettato la mia barriera ad infrarossi ho usato un 78L05, che scaldava paurosamente pur erogando una corrente di 80mA (contro i 100mA previsti da datasheet), anche perché in ingresso c'erano ben 12V.
Allora ho fatto una cosa semplice, non potendo fidarmi di un dito usato come termometro, ho misurato la temperatura sul corpo dell'IC e l'ho confrontata col datasheet, visto che era nella norma, l'ho lasciato lavorare per 72 ore di seguito, tutto ok.
Quindi se non sei in grado di misurare la corrente assorbita dalle due schede l'unica è fare il controllo della temperatura. Il fatto che scaldi paurosamente, come detto, è legato alla temperatura coprorea di riferimento, 37°C, chiaro che 80-90° non riusciamo a toccarli, ma non è detto che non siano normali per quell'IC.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

PaoloP


ho misurato la temperatura sul corpo dell'IC

Come? Hai poggiato un sensore di temperatura a contatto con l'integrato?

niki77



ho misurato la temperatura sul corpo dell'IC

Come? Hai poggiato un sensore di temperatura a contatto con l'integrato?


No per ora solo con il dito.
Adesso seguo il consiglio di menniti e lo misuro col termometro digitale.

@menniti - è tutto originale ed il regolatore che scalda è quello sulla scheda Arduino, non quello sulla ethenet shield.
Come accennato prima provvederò a misurare la T con un termometro digitale.
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

niki77


Come? Hai poggiato un sensore di temperatura a contatto con l'integrato?


Ho fatto anche questa prova, il termometro dopo 5 minuti segna circa 60 gradi centigradi con la ethernet infilata sulla mega ma sconnessa dalla rete.
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Michele Menniti


Come? Hai poggiato un sensore di temperatura a contatto con l'integrato?

Sì, non ho quello a infrarossi; chiaro che non è una misurazione fisica efficace ma un conto era per me misurare 80°C ed un conto era riscontrare 140°C, nel caso mio ed anche quello di Nicola, anche un valore ±10°C non cambia nulla se sei abbondantemente nei limiti di datasheet.


Ho fatto anche questa prova, il termometro dopo 5 minuti segna circa 60 gradi centigradi con la ethernet infilata sulla mega ma sconnessa dalla rete.

Fai la prova con l'ethernet in attività e misura dopo circa 5 minuti; misura sia il corpo plastico che l'aetta metallica sul PCB e riferisciti al valore più alto che riscontri.
Hai controllato sugli schemi che il regolatore sia uguale (per me era chiaro che ti riferissi al regolatore di Arduino :)) per la mega e la UNO?
Se mi fornisci la sigla di quello che è sulla tua mega, posso provare a cercare il datasheet e confrontiamo le temperatire operative con quelle che rilevi, ma se 60° sono una misura fatta bene puoi farle lavorare 100 anni di seguito quelle schede ;)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Michele Menniti

Sei riuscito ad avere info e/o a fare le ulteriori misure di temperatura?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

niki77

No purtroppo ho avuto anche qualche linea di febbre pertanto non ho avuto molta voglia di spostarmi dal divano.
Comunque oggi che torno al lavoro indago, per ora alimento tutto tramite un cavo usb collegato ad un alimentatore da muro (caricabatteria del galaxy tab) da 5v 2A.
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Go Up