Pages: 1 [2]   Go Down
Author Topic: Farsi pagare per uno sketch è etico o meno?  (Read 1542 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 325
Posts: 22498
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset


Forse è davvero il caso di usare GIT per evitare infamie e cedere ai veri appassionati il lavoro senza avere troppi "gabbiani" intorno.
Grazie a tutti di questa piacevole discussione,
Gianni

Anche GIT o simili non sono sicuri. Basta un solo disonesto che scarica il codice e poi lo ridistribuisce ad altri o che ci lucra sopra che già il tuo castello è saltato. Non è una cosa di semplice soluzione.

Logged


Riva del Garda, TN / Forlì
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 8
Posts: 2246
Il piu' modesto al mondo
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

io credo che i lavori vadano retribuiti comunque perchè ci perdi tempo.

ovvio cerca di fare un qualcosa di equo: se a me chiedessero un sito stile blog per capirci non lo scriverei da 0 ma prenderei wordpress e ci creerei un mio tema, questo non può costare come creare da 0 wordpress ovviamente.

forse i CMS e l'opensource è un poco una ghigliottina sui prezzi che puoi imporre più che altro per etica.

io programmando siti in PHP lavoro sulle mie classi e quando mi chiedono di fare un sito web faccio un copia e incolla e poi programmo seguendo le classi che mi sono creato e nel caso in cui mi rendo conto che una funzione è superflua la elimino.

se vuoi farti pagare devi però anche tenere conto dei tuoi "limiti", capisci che un hobbysta come sono io non riuscirà a creare uno script o programma o altro tanto ottimizzato quanto un ingegnere informatico che lavora presso famose aziende in california...

ho preso in considerazione principalmente siti web perchè mi trovo nel campo..
Logged

Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

0
Online Online
Shannon Member
****
Karma: 130
Posts: 10449
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non ricordo i termini della GPL, ma credo che in caso di utilizzo di codice altrui basti la citazione dell'autore, è vero?

Assolutamente NO!! Qualsiasi programma incorpori codice GPL DEVE essere a sua volta in licenza GPL o compatibile. Quella che invece funziona come dici te è la LGPL

Quote
La principale differenza tra la GNU GPL e la LGPL è che quest'ultima permette al software di essere "linkato" ad altro software con licenza diversa.
http://it.wikipedia.org/wiki/GNU_Lesser_General_Public_License
http://it.wikipedia.org/wiki/GNU_General_Public_License

Il programmatore è una figura professionale, e nessuno vieta di improvvisarsi programmatore od elettronico. Poi fortunatamente per l'elettronica, prima che venga messa in commercio, ci sono dei rigidi (e costosi) test da superare, la stessa cosa non esiste dal lato programmazione e quindi viene a nascere il problema dei finti esperti. Certo esistono varie (e spesso costose) certificazioni, ma nulla di simile ad un albo.


Forse è davvero il caso di usare GIT per evitare infamie e cedere ai veri appassionati il lavoro senza avere troppi "gabbiani" intorno.
Grazie a tutti di questa piacevole discussione,
Gianni

Anche GIT o simili non sono sicuri. Basta un solo disonesto che scarica il codice e poi lo ridistribuisce ad altri o che ci lucra sopra che già il tuo castello è saltato. Non è una cosa di semplice soluzione.

sei sei coperto da licenza, fai causa. La GNU (ma anche la apache ed altre) non si è fatta problemi ad affrontare i colossi come microsoft e affini, e non si fa problema a difendere il tuo codice, d'altronde queste licenze son nate apposta. cerca bene e vedrai che ci sono licenze che permettono anche l'open-source ma con sfruttamento economico da parte dell'autore e persone/associazioni a cui l'autore dà il permesso.

certo se copiano solo il tuo codice c'è poco da fare. Mi ricordo che quando ero giovane (quindi 5 o 6 anni fà  smiley-mr-green) si usava mettere apposta degli errori (di sintassi) nel codice di esempio, proprio per evitare il copia-incolla stupido, ma forzare a capire almeno che ci vuole il ; o dove mettere il }



se fai veramente una cosa e la cedi completamente è obbligatorio farsi pagare,

se scopiazzi e modifichi 2 virgole e tre parole contate, in  6 minuti   e chiedi 1000 euro   mi sa che stai facendo la mamma del vitello

approvo il concetto, ma come tutto dipende: se quelle due righe te le devo cambiare perchè ti piace di più così e per farlo mi dai 5 minuti alle 4 di notte, oppure il codice da cui ho "scopiazzato" era un signor codice di 40 anni fà per cui ho impiegato una settimana per capirci che fà anche il caffè... bhe allora 1000 son pure pochi
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Genova
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 38
Posts: 3282
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Bhe di questi tempi poter arrotondare un po' ci sta bene smiley. é vero che la maggiorparte del software è libero in rete, ma ci sono persone che non sanno quale pezzo prendere come legarlo a un altro e farlo funzionare, non sanno dove cercarlo o  non hanno voglia di "sbattersi". Ognuno ha le sue capacità. Io facevo script in SecondLife qualche anno fa, ero li solo per quello, la moneta virtuale del gioco può essere convertita in $ sul conto paypal da un bancomat all'interno del mondo virtuale (figata), lo facevo di sera per passione non avevo bisogno di que 400-500 $ al mese, ma può dare anche grandi soddisfazioni, anche li ci sono le licenze e i free open, ma le ore impieagate è giusto che siano retribuite.  
ciao
« Last Edit: May 21, 2012, 11:23:14 am by pablos » Logged

no comment

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 30
Posts: 2905
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

superlol forse diciamo la stessa cosa, anche se non sono daccordo con questo pensiero:
Quote
forse i CMS e l'opensource è un poco una ghigliottina sui prezzi che puoi imporre più che altro per etica.

Questi sono strumenti che tu non paghi vero, ma tieni conto che tu potresti anche lavorare a questi strumenti rendendoli migliori, segnalando gli errori, spedendo patch e questo richiede tempo e sudore. Nel caso tu usi solo questi strumenti devi considerare anche il tempo che dedichi per mantenerti aggiornato, quindi l'etica non c'èntra nulla a mio modo di vedere, invece c'èntra il tempo che dedichi al sito incluso il tempo che ci vuole per far dire al cliente come vuole.

Io non ho mai realizzato un sito e sono totalmente estraneo all'argomento quindi tu rispetto a me hai maggiori competenze e queste ti permettono di realizzare ciò che io non so fare. Certo potrei studiare e arrivare a fare quello che fai tu con PHP ecc, ma ci vuole tempo e questo non posso certo farlo pagare al cliente perchè rientra tra le competenze che io dovrei avere se mi prendessi un lavoro del genere. Ora io non so quanto ci può volere per realizzare un sito anche facendo il "copia/incolla" ma posso ipotizzare una settimana piena e non puoi dirgli dammi 100€ ma almeno 250€, se ti vuoi tenere basso.

Quote
se vuoi farti pagare devi però anche tenere conto dei tuoi "limiti", capisci che un hobbysta come sono io non riuscirà a creare uno script o programma o altro tanto ottimizzato quanto un ingegnere informatico che lavora presso famose aziende in california...
Un momento, chi ti chiede di fare il sito non si è rivolto all'azienda californiana ma a te e non ti ha detto io voglio che fai il sito come lo farebbe quell'azienda californiana, anche perchè quell'azienda non un singolo soggetto pensante come te e per quanto bravo puoi essere non è sensato mettersi in competizione con 30 o più teste pensanti.

Quote
Anche GIT o simili non sono sicuri. Basta un solo disonesto che scarica il codice e poi lo ridistribuisce ad altri o che ci lucra sopra che già il tuo castello è saltato. Non è una cosa di semplice soluzione.

Non è che importi tanto cosa ci fa il furbetto con quel codice, quello che mi rompe sono le conseguenze a lungo termine. Se il furbetto dicesse come stanno le cose, "tipo il software lo trovato su internet ho sistemato alcune cose e in mezza giornata ho risolto, dammi 50€", la cosa mi starebbe anche bene. Il problema e che si fa pagare 15€ e dice al cliente "queste non sono cose complicate per me" e allora la cosa comincia a darmi fastidio, perchè il messagio che passa è, che lo sviluppo del codice è cosa semplice o perfino banale e questa è una pesante distorsione della realtà.

Ciao.
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 105
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Io aggiungo da installatore di impianti di sicurezza che dopo svariate volte che ho prestato il mio sapere su come programmare prodotti "chiusi" come centrali d'allarme,prodotti per controlli accessi...etc..etc un bel giorno ho parlato con un ingegnere informatico con due p---e enormi che collabora con un marchio casa madre nel mondo della sicurezza e mi ha detto queste testuali parole:

-Tutto ciò che viene prodotto dalla tua mente con strumenti alla portata di tutti diventa Proprietà Intellettiva...e quindi è mia di diritto e pertanto un programma in php,un programma in C o C++,un sito in Java,una cariola fatta da me con una ruota speciale,uno sketch per Arduino...etc..etc le citazioni sarebbero infinite ma poi è la persona umana che decide quale sia il prezzo di quella proprietà...chiaro che per uno sketch dove ci hai lavorato giorni e giorni sinceramente anche io avrei cura del padroneggiare quel codice ma là dove il codice è di poco conto ben venga che persone disponibili come te aiutino la comunità dell'open source e dell'elettronica...Ciao...
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 29
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Da una domanda che può sembrare "banale" siamo finiti in una piacevolissima disquisisizione direi filosofica, capitemi non nel senso deteriore della parola.
Lavoro in un azienda che spesso si avvale delle prestazioni di consulenti esterni, data la carenza del settore IT, vi garantisco che i vari dott. commercialisti, Ing., P.I.,  Avv. e via così  dei mie colleghi, che non si vergognano a farsi pagare per un 740 o altro, ogni volta che si parla di programmi sono convinti che una volta scritto e pagato il sw il povero cristo che ha avuto la disavventura di farlo, sia alle dipendenze gratuite dell'azienda, non solo per correzioni o malfunzionamenti, ma per qualsiasi ampliamento, variazione o carenza di informazioni fornite da loro al malcapitato. Mi capita spesso di avere discussioni anche molto accese con loro su questo argomento, non vogliono capire che un sw è scritto per fare quel per cui è stato pensato e non qualsiasi cosa loro avessero immaginato e non detto all'atto dell'analisi. In tanti anni di "Mestiere" ho imparato che durante le fasi di analisi è meglio fare la parte del "FESSO" e chiedere spiegazioni su ovvietà piùttosto che arrivare alla fine e consegnare una procedura che già alle prime prove non soddisfa chi l'ha commissionata. Per cui ritengo che ogni minuto speso con un "cliente" vada retribuito anche per la figura da fesso che spesso sei costretto a fare.
Un altra cosa fondamentale è dare all'acquirente un idea precisa di quello che dovrà pagare e quello che otterrà per evitare recriminazioni e mancati pagamenti. Il resto, quello che sviluppa per propio "PIACERE" be quello è già pagato dal gusto della sfida e dalla soddisfazione dell'averlo realizzato e a mio avviso non và pagato.
Ciao a tutti.
Logged

0
Online Online
Shannon Member
****
Karma: 130
Posts: 10449
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

charlye52 quello di cui parli è l'ottenimento requisiti, e per esempio nella mia azienda ci sono persone che fanno solo quel lavoro, detti analisti. E i programmi sono "scritti" a quattro mano da programmatore (che scrive) e analista (che "detta")
Però è vero che spesso la figura dell'analista vene data per scontata, magari anche per risparmiare, e poi ci si ritrova con le classiche incomprensioni "da principianti"
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 29
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sono solo trent'anni che faccio l'analista per mestiere ed il programmatore per necessità ma non ho perso il gusto a svolgere ne l'una ne l'altra attività. Il problema è convincere alcuni se dicenti programmatori, che a volte capitano, a svolgere il lavoro così come specificato e a non eseguire  voli pindarici che non portano a nulla se non a sprecare tempo e risorse sia macchina, e siccome il tempo non so per quale motivo non c'è mai (è risaputo i lavori commissionati oggi vanno sempre consegnati ieri se non l'altro ieri) si cannano i progetti. Purtroppo oggi si lavora in un modo che è solo aberrante, riponendo tantissime aspettative nella tecnologia e nell'informatica, dicendo alla fine di ogni incontro di lavoro tanto che ci vuole, schiacci due bottoni ed è fatto, normalmente cerco di girarmi ed andarmen perchè sedovessi ribattere metterei a serio rischio le mie malandate coronarie.
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 28
Posts: 2031
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset


Anche io lavoro nell'IT da qualche anno(programmatore) ma piu che problemi di comunicazione fra analisti e programmatori noto seri problemi nella comunicazione primaria ovvero clienti - analisti se un cliente non ha chiaro quello che vuole e' ovvio che poi il dubbio si intensifica nei vari passaggi fino al programmatore,
inoltre aggiungo che purtroppo in italia il programmatore non ha il rispetto e la dignità che dovrebbe avere, e' visto come una scimmietta che preme 4 pulsanti ad un pc.
Sono solo trent'anni che faccio l'analista per mestiere ed il programmatore per necessità ma non ho perso il gusto a svolgere ne l'una ne l'altra attività. Il problema è convincere alcuni se dicenti programmatori, che a volte capitano, a svolgere il lavoro così come specificato e a non eseguire  voli pindarici che non portano a nulla se non a sprecare tempo e risorse sia macchina, e siccome il tempo non so per quale motivo non c'è mai (è risaputo i lavori commissionati oggi vanno sempre consegnati ieri se non l'altro ieri) si cannano i progetti. Purtroppo oggi si lavora in un modo che è solo aberrante, riponendo tantissime aspettative nella tecnologia e nell'informatica, dicendo alla fine di ogni incontro di lavoro tanto che ci vuole, schiacci due bottoni ed è fatto, normalmente cerco di girarmi ed andarmen perchè sedovessi ribattere metterei a serio rischio le mie malandate coronarie.

Logged

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 29
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Per me in tanti anni non si sono presentati problemi di incomprnsione con i programmatori, anche perchè è bene verificare con tutto il tim di lavoro che gli obiettivi siano chiari e soprattutto condivisi, i problemi sorgono nelle deviazioni dalla retta via, che se è vero che a volte portano a risultati ottimi è anche vero che tante volte protano a risultati, detta all'inglese, impredictable. Facendo parte ed essendo nato come programmatore (anche se non lo faccio più per lavoro, ma solo per diletto) non mi sento una scimmietta, affatto anzi mi sento il meglio che ci sia ed è per questo che predico sempre ai miei di, brutta parola che qundo programmavo abborrivo, comformarsi agli standard nei progetti di lavoro importanti e sbizzarrisi quanto vogliono nelle attività meno delicate. Sono convito che le vie strane e non percorse da altri possono portare a risultati strabilianti, ma purtroppo nel novanta percento dei casi portano a perdere molto più tempo di quelle consolidate, con buona pace delle scadenze. Lo so sono un vecchio che è passato dall'altra parte della barricata, ma vi garantisco che quando poi devi rendere conto dei risultati e dei tempi, cominci a capire perchè quel rompi...... del tuo capo ti contestava ogni volta che partivi per la tangente e garantivi che i risultati si sarebbero visti. Moralismi a parte sono sicuro che per divertimento nel IT tutto vada seguito e provato ponendosi nei confronti dell'hw e del sw nell'ottica del perchè c.... devi fare come dici tu e non come dico io????
Ciao a tutti
Logged

Riva del Garda, TN / Forlì
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 8
Posts: 2246
Il piu' modesto al mondo
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

sinceramente a costo di perdere un cliente (visto che per me la programmazione è più un diletto) e mi dicesse "ma tanto basta schiacciare 4 tasti" risponderei: "mi scusi, ma se basta schiacciare 4 tasti, perchè non lo fa lei?"
Logged

Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

Pages: 1 [2]   Go Up
Jump to: