Go Down

Topic: Capire quando ci vuole o non ci vuole una resistenza? (Read 2 times) previous topic - next topic

flz47655

Ho letto in fretta e ho visto che non era stato risposto esplicitamente a quel punto, ho provveduto, per il resto il buon Menniti ti ha detto tutto

Ciao

Bisbulle

Ciao toti94.
Lo vuoi un consiglio da uno che studia in un itis con lo stesso indirizzo?

Non aspettare ad imparare l'elettronica solo a scuola, prova anche a studiarla e, soprattutto, a praticarla a casa (è vero che non tutti hanno gli strumenti, ma con alimentatore, qualche componente, breadboard e un po' di voglia, e magari Arduino, potresti impare molto).

Io studio in una 3^ (e sono passato!) e ti posso garantire che i professori (anche quelli che ci mettono tanta passione) il più delle volte non possono spiegare al meglio tutti gli argomenti perché il programma di ogni anno è lungo e qualche intoppo nella stagione può capitare. Già in terza media sapevo cosa era la legge di ohm (non lo dico certo per vantarmi) e, entrando in terza mi sono accorto di quanto mi trovavo avvantaggiato rispetto ai miei amici che affrontavano per la prima volta questi argomenti.

Ti do un'altro consiglio poi chiudo la fogna: io ho letto "Imparare l'elettronica partendo da zero" (regalato dal mio babbo che non ringrazierò mai abbastanza) e con quello ho imparato le basi e i componenti più importanti.

PS:DIVERTITI!

toti94

Grazie Bisbulle hai ragione , mi cercerò qualche libro che parla proprio delle basi, come il tuo. I miei libri di scuola parlano solo dei componenti, di come sono fatti e cosa fanno :\

Bisbulle

Se ti interessa quel libro che ti ho detto sopra:

E' suddiviso in due volumi ma il primo ti basta(forse avanza anche, non so!).
Mi pare che quando lo regalai ad un mio amico costasse circa 25€ (ben spesi).

E' un volume speciale della nota rivista Nuova Elettronica (lessi in un intervista su "elettronica In" a massimo banzi (che ringrazio per le sue idee) che anche lui ha imparato con Nuova Elettronica.)

gingardu


Ciao raga grazie per essere entrati nel post prima di tutto.
Un problema che mi da molto fastidio da sempre è quello di non sapere quando c'è bisogno di una resistenza e quando no e soprattutto dove.
Vi spiego, studio all'itis informatico e studi anche elettronica, me la cavo abbastanza bene, e ora che sta per arivvare la mia prima Arduino (sono felicissimo :D) con tanto di kit, vorrei colmare questo mio dubbio.
So a cosa serve una resistenza, più o meno so calcolare quanti Ohm deve avere quella resistenza (ma se lo volete dire magari è meglio perkè forse lo so male), ma il problema più grosso è che non so dove e quando mettere una resistenza.
Esempio: sto facendo un semplice circuito sulla breadboard con 3 led che farò accendere grazie ad arduino, ci vuole qualche resistenza? si no? e dove? prima del voltaggio o dopo? oppure all'uscita del componente che va verso massa?


Sono confusissimo e credo che se non so mettere una resistenza non posso fare neanche un circuito ad un led :s
Vi prego AIUTO  =( =( :~


non decidi tu se mettere una resistenza o no ma quello che vai ad usare  ti devi basare sullo schema che devi replicare  o le informazioni tecniche del componente che intendi usare,
anche su una semplice resistenza ed un led   ci sarebbe da leggere quasi un ora

una resistenza puo essere di svariati tipi (ceramica, a strato di carbone, di potenza, normale, di precisione 1%,
variabile, ecc...
il led comune ed economico se si alimenta con un voltaggio superiore a quello consentito (1,5 volt) si brucia subito e per questo che si deve mettere una resistenza di valore tanto piu grande quanto è il voltaggio che lo alimenta  altro sistema es se vuoi alimentare dei led senza resistenza con 5 volt  puoi mettere 4 led in serie e si dovrebbero accendere tutti senza troppi problemi
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

Go Up