Go Down

Topic: Acceleromentro, Gyroscopio e Magnetometro (Read 3 times) previous topic - next topic

Xfox

Ragazzi, da poco mi sono arrivati dei nuovi componenti, fra qui questo: http://www.sparkfun.com/products/10724
Sono riuscito ad interfacciarlo correttamente con l'Arduino e riesco perfettamente a leggere i dati!

Solo che mi sorge una domanda alla quale non ho avuto riscontro ricercando su internet!
Qual'è la differenza fra l'accelerometro e il gyroscopio?


Per quanto riguarda i valori dell'accelerometro, capisco come fa a variare il valore per l'asse delle X e delle Y ma non riesco a comprendere quello della Z.
E non ho capito bene cosa "misura" l'accelerometro. Dovrebbe misurare l'accelerazione giusto? Dunque una volta che il corpo si ferma, l'accelerazione dovrebbe essere 0 e invece non lo è! Misura l'accelerazione dovuta alla forza di gravità?

E il gyroscopio allora cosa misura?

Per quanto riguarda il magnetometro, dovrebbe "misurare" la differenza d'angolazione per indicare il nord (ma si intende il magnetico o il polare?)?
Xfox's Blog, Elettronica, informatica e tant'altro: http://www.xfox.it

paolometeo

Dunque l'accelerometro misura le variazioni di velocita' cioe' le accelerazioni. Tutti gli accelerometri sentono la forza di gravita' e quindi l'accelerazione di gravita' che vale circa 9,8 m/s2, oppure si misura in g: un g = 9,8 m/s2 ( metri su secondo quadro). La gravita' agisce lungo la verticale, quindi se gli assi x e y dell ' accelerometro sono su un piano orizzontale, tutta l'accelerazione di gravita' te la trovi sull'asse z e negativa perche' diretta verso il basso. Quando il sensore e' inclinato, la gravita' si ripartisce anche sugli altri assi, a seconda di come e' inclinato. Per questo motivo questi sensori si usano come sensori di tilt cioe' di inclinazione.
Il magnetometro sente invece il campo magnetico terrestre e quindi dovrebbe indicarti la direzione del polo N magnetico.

Xfox


Dunque l'accelerometro misura le variazioni di velocita' cioe' le accelerazioni. Tutti gli accelerometri sentono la forza di gravita' e quindi l'accelerazione di gravita' che vale circa 9,8 m/s2, oppure si misura in g: un g = 9,8 m/s2 ( metri su secondo quadro). La gravita' agisce lungo la verticale, quindi se gli assi x e y dell ' accelerometro sono su un piano orizzontale, tutta l'accelerazione di gravita' te la trovi sull'asse z e negativa perche' diretta verso il basso. Quando il sensore e' inclinato, la gravita' si ripartisce anche sugli altri assi, a seconda di come e' inclinato. Per questo motivo questi sensori si usano come sensori di tilt cioe' di inclinazione.
Il magnetometro sente invece il campo magnetico terrestre e quindi dovrebbe indicarti la direzione del polo N magnetico.

Ti ringrazio, hai soddisfatto pienamente la mia domanda.
E per quanto riguarda il gyro?
Xfox's Blog, Elettronica, informatica e tant'altro: http://www.xfox.it

superlol

allora i giroscopi leggono la velocità angolare, ovvero l'angolo spaziato nell'unità di tempo (sui vari assi).
gli accelerometri invece leggono l'accelerazione (che NON è la differenza di velocità, ma se proprio la variazione di velocità nell'unità di tempo) sui vari assi.

vuol dire che se ruoti un corpo questo avrà una velocità angolare (letta dal giroscopio) mentre se lo sposti generi un'accelerazione per un determinato periodo di tempo che ne modifica la velocità.

se l'accelerometro è fermo leggerà 0, non 1 questo perchè è in stato di quiete e i grafici spazio-tempo velocità-tempo accelerazione-tempo possono essere riassunti come una retta coincidente all'asse del tempo...
se vuoi leggere 1 sul tuo accelerometro lo devi lasciare cadere stando ad una latitudine di 45° e a 0m AMSL.

il magnetometro è invece un sensore che restituisce un angolo rispetto al nord magnetico.
è su 3 assi perchè serve a compensare l'errore prodotto dall'inclinazione (prendi una bussola, mettila su un tavolo e segnerà il nord magnetico e leggi l'angolo, inclinala di 90° e falla roteare su se stessa e dimmi che valore leggi  :P )
Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

Xfox


allora i giroscopi leggono la velocità angolare, ovvero l'angolo spaziato nell'unità di tempo (sui vari assi).
gli accelerometri invece leggono l'accelerazione (che NON è la differenza di velocità, ma se proprio la variazione di velocità nell'unità di tempo) sui vari assi.

vuol dire che se ruoti un corpo questo avrà una velocità angolare (letta dal giroscopio) mentre se lo sposti generi un'accelerazione per un determinato periodo di tempo che ne modifica la velocità.

se l'accelerometro è fermo leggerà 0, non 1 questo perchè è in stato di quiete e i grafici spazio-tempo velocità-tempo accelerazione-tempo possono essere riassunti come una retta coincidente all'asse del tempo...
se vuoi leggere 1 sul tuo accelerometro lo devi lasciare cadere stando ad una latitudine di 45° e a 0m AMSL.

il magnetometro è invece un sensore che restituisce un angolo rispetto al nord magnetico.
è su 3 assi perchè serve a compensare l'errore prodotto dall'inclinazione (prendi una bussola, mettila su un tavolo e segnerà il nord magnetico e leggi l'angolo, inclinala di 90° e falla roteare su se stessa e dimmi che valore leggi  :P )


Il problema non è leggere 1 o 0 nell'accelerometro, ma è leggere valori differenti in base all'angolazione rispetto all'asse di riferimento.


allora i giroscopi leggono la velocità angolare, ovvero l'angolo spaziato nell'unità di tempo (sui vari assi).

Significa che se io ho prima il sensore a 0° (esempio) e successivamente in un secondo lo sposto di 90° lui mi fornirà un valore proporzionale a quei 90°?

Xfox's Blog, Elettronica, informatica e tant'altro: http://www.xfox.it

Go Up