Go Down

Topic: 100W LED Epistar dispersione in UV (Read 178 times) previous topic - next topic

Yaxit

Ciao, ho da poco comprato un chip LED da 100W molto economico, credo di marca Epistar. Mi sono imbattuto in questo documento che mi ha fatto venire qualche dubbio.

Se notate al fondo di pagina 3 c'è un grafico sulle lunghezze d'onda. A quanto riesco a capire sembrerebbe che questi led abbiano un emissione molto intensa nella fascia 325-375 nm, quindi giusto al di sotto della fascia visibile canonica (400-700).
Ora mi chiedo se la luce possa essere in qualche modo dannosa per gli occhi in quanto ultravioletto, oppure se essendo così vicino alla fascia del visibile non sia un problema.
E in ogni caso un emissione in una fascia così poco visibile comporta un discreto spreco di potenza, o sbaglio?

Etemenanki

Be', il "bianco" dei led bianchi non e' altro che l'emissione dei fosfori di copertura, miscelata a quella dei led blu/viola che vengono usati per eccitarli ... mi sembra strano che ci sia un'emissione di quel tipo se sul datasheet dichiarano "no UV" ... non e' che quello e' il grafico dell'emissione "totale" di fosfori piu led, ma poi quello dell'emissione ambiente e' diverso ?
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

cyberhs

#2
Sep 23, 2016, 12:00 pm Last Edit: Sep 23, 2016, 04:40 pm by cyberhs
Il grafico indica un picco a 350nm che appartiene ala fascia dei raggi UV-A presenti nella radiazione solare.

Sono da considerarsi relativamente innocui, considerando una esposizione limitata nel tempo e livelli di irraggiamento inferiori a 4 (esposizione moderata nella scala internazionale).

Considera che l'indice UV dovuto alla radiazione solare in gran parte dell'Italia arriva in media a 3.

I raggi UV-A UV-B hanno degli effetti benefici in quanto servono a sintetizzare la vitamina D, sostanza coinvolta nello sviluppo dello scheletro e in grado di proteggere le ossa da malattie quali il rachitismo, l'osteomalacia e l'osteoporosi.

astrobeed

I raggi UV-A hanno degli effetti benefici in quanto servono a sintetizzare la vitamina D,
Sono gli UV-B quelli necessari per la sintesi della vitamina D.
Usare il GOTO in C è ammettere la propria sconfitta come programmatore

cyberhs

Giusto Astro, per l'esattezza sono più efficaci quelli nella fascia 290-315nm.

Tuttavia del 100% della radiazione UV solare che arriva al suolo, la UV-B rappresenta solo 1% ed il resto è UV-A.

uwefed

Sai che Ti serve una alimentatore corrente continua da 3,5A e almeno 36V? oltre a un dissipatore che porta via quasi 100W e tiene il lEd a una temperatura sotto 80°C (parlo del chip non del dissipatore).

Ciao Uwe

Yaxit

Ciao a tutti e grazie!
Se non c'è da preoccuparsi per gli UV ottimo. Tra l'altro quel datasheet l'ho trovato su internet ma non ho garanzia che si riferisca proprio al mio chip.
Interessante l'osservazione di Etemenanki, in effetti è possibile si tratti di questo.

Per quanto riguarda l'alimentazione, ho comprato un booster DC che dovrebbe garantirmi 35V se alimentato con 12. In realtà non è così performante, anche perché a sua volta lo alimento con una LiPo 3S (nominale 11.1V), quindi è decisamente sottoalimentato... Infatti sto valutando se è il caso di mettere magari due di quei booster economici in serie (visto che sembra reggano fino a 150W non dovrebbe essere un problema esagerato, os baglio?)
Ho un vecchio dissipatore AMD che dovrebbe fare al caso mio e della pasta termica da mettere tra il chip e la superficie. L'unico problema che trovo adesso è il come attaccare fisicamente il chip al dissipatore in modo che resti aderente... Qualche idea?

Etemenanki

#7
Sep 27, 2016, 03:05 pm Last Edit: Sep 27, 2016, 03:08 pm by Etemenanki
Occhio che quello e' un booster di TENSIONE ... a te invece serve un'alimentatore a CORRENTE costante, oppure un booster che possieda la regolazione della corrente, non solo della tensione ...

EDIT: una cosa tipo ad esempio questo coso o qualcosa di simile (va aggiunto un dissipatore incollato al retro del PCB)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

uwefed

#8
Sep 27, 2016, 10:49 pm Last Edit: Sep 27, 2016, 10:49 pm by uwefed
Attenzione se vuoi prelevare 120W (100W e perdite) dalla LIPO allora quella deve reggere almeno 10A.
Ciao Uwe

Yaxit

Io ero convinto che il LED in qualche modo prelevasse la corrente che gli serve e non di più. Per cui a 36V dovrebbe prelevare 100W/36V = 2.8A circa... E' un ragionamento sbagliato? Comunque per ora dovrebbe essere un problema relativo perché come dicevo è sottoalimentato (non arrivo a 36V).

La LiPo è una da modellismo, 2200mah 35/70C quindi dovrebbe reggere tutto l'amperaggio che vuole :)

Etemenanki

No, un led, anche quelli di potenza, e' un componente che "funziona in corrente" ... in pratica e' l'equivalente di una resistenza nonlineare con soglia di tensione, al di sotto della soglia di conduzione presenta una resistenza abbastanza alta, quando la tensione la supera ed il led inizia a funzionare, la resistenza interna (per la parte di tensione in eccesso rispetto alla soglia) si riduce moltissimo, per cui se non limiti tu la corrente che circola, e' come se (detta in modo molto semplificato) per la parte di tensione "in piu" rispetto alla soglia di conduzione, avessi quasi un corto circuito ... esempio con il tuo led, se la soglia fosse a 34V, soglia media tipica di quei led, e tu lo alimentassi a 40, per i 6V in piu si comporterebbe come una resistenza bassissima, tipo uno o due ohm (valore che fra l'altro cambia anche con l'aumento della temperatura), facendoci scorrere dentro 4 o 5 Ampere (se l'alimentatore li puo dare) e bruciandolo ...

Per questo con i led di potenza si usano sempre dei driver a corrente costante, invece di normali alimentatori, in modo da regolare la corrente in maniera continua ed in tempo reale ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Yaxit

Molto interessante, non lo sapevo. Per ora sperimento con tensioni basse comunque, e sempre per pochi secondi.
Così giusto per dire la sciocchezza del giorno, se eventualmente mettessi una resistenza (da calcolarsi) in serie al LED (una adatta a correnti così elevate, a patto che esista)?

Etemenanki

Potresti, in teoria ... ma servirebbe da un casino e mezzo di Watt (:D), e finiresti per cuocerci sopra le uova o la bistecca ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Yaxit

Già ahah... Grazie degli utili consigli, presto prenderò quel "coso" consigliato.

Go Up
 


Please enter a valid email to subscribe

Confirm your email address

We need to confirm your email address.
To complete the subscription, please click the link in the email we just sent you.

Thank you for subscribing!

Arduino
via Egeo 16
Torino, 10131
Italy