Go Down

Topic: Bitlash library - Chiarimenti sul suo utilizzo (Read 1 time) previous topic - next topic

niki77

Buongiorno a tutti,

Sto giocando un pò con bitlash seguendo con parsimonia la documentazione.

Non riesco però a capire se detta libreria si possa utilizzare non come shell, ma come semplice motore di scripting.

Vi faccio un esempio, a me non serve potermi collegare da terminale ed eseguire comandi e funzioni sull'arduino, vorrei avere la possibilità di eseguire del codice scritto su un file qualsiasi della sd.
Avere una shell non mi serve, perchè devo  utilizzarla per forza?
Esistono sennò alternative per poter eseguire blocchi di istruzioni da file esterni?
Grazie mille.
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Testato

- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

leo72

La shell è un esempio contenuto nella libreria non è la sola modalità.
Bitlash è un interprete di questo particolare linguaggio. Per farla funzionare come tale devi creare una tua macro e salvarla nella EEPROM.. Se crei una particolare macro di startup, ad ogni avvio Bitlash leggerà questa particolare macro, che avvierà come l'MS-DOS faceva con il file autoexec.bat. In questa macro puoi mettere dei comandi oppure il richiamo di altre macro come anche l'avvio di uno script da una memoria SD esterna.

niki77

Non sembra che sia come dici tu Leo.
Le prime due istruzioni da eseguire sono initializebitlash(velocità) e runbitlash.
Questo mi fa pensare che comunque sia lui si mette a fare i suoi comodi sulla seriale.
Vi è una spiegazione scientifica a tutto.
La fede è solo quell'anello che si porta al dito dopo il matrimonio.

Go Up