Pages: [1]   Go Down
Author Topic: Sistema di ambient intelligence  (Read 852 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Fidenza (PR)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 3
Posts: 143
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao, sto per laurearmi alla triennale in ingegneria informatica a Parma e volevo condividere con voi il mio progetto di tesi (che spero sia interessante).

Lo scopo del mio lavoro di tesi consiste nella progettazione di un sistema di ambient intelligence in un contesto lavorativo attraverso l’utilizzo della piattaforma Arduino.
La prima parte del lavoro è stata quella di progettare e sviluppare con l’hardware e il software fornito da Arduino le schede che saranno utili per il sistema:
•   Una scheda Arduino UNO che servirà per il monitoraggio ambientale, attraverso la lettura di quattro sensori (temperatura, umidità, luce, gas);
•   Una scheda Arduino UNO che servirà per la presenza all’interno della stanza attraverso un lettore di tag RFID e NFC, un sensore di movimento PIR e un sensore di suono ad alta sensibilità che comunicheranno i loro dati con un modulo ZigBee;
•   Una scheda Arduino UNO per la comunicazione ZigBee;
•   Una scheda Arduino MEGA ADK per gli attuatori e per il riconoscimento di dispositivi Android attraverso un USB Host.

Queste schede saranno convoglieranno in una Wireless Sensor Network (WSN) e comunicheranno con un server creato ad hoc attraverso sia le tecnologie wireless (un modulo RN-XV) ma anche wired (Ethernet shield). Il server avrà il compito di elaborare i dati grezzi che arrivano dalle schede, salvarli in un database, renderli disponibili a un client web che li possa visualizzare attraverso un’interfaccia (saranno rappresentati i dati letti delle ultime ore attraverso dei grafici) e di mettere a disposizione servizi utili per interrogazioni da parte di dispositivi Android.

Un ulteriore servizio implementato è stato quello di un modulo con il quale, attraverso una rete di Bayes appositamente creata per il progetto, è possibile prevedere lo stato della stanza in basa alla lettura dei sensori/dispositivi sopra esposti: se c’è un incendio, se c’è un intrusione, ma anche se c’è attività lavorativa di una singola persona o se c’è una conferenza oppure se c’è una condizione anomala per cui bisogna azionare determinati attuatori. Attraverso la lettura di eventi di basso livello (lettura di sensori, tag di utenti entrati nel locale, ecc), il modulo riuscirà a prevedere con discreta probabilità quale sarà lo stato della stanza in quel momento.

L’interfaccia utente invece è raggiungibile, come già detto, via web attraverso una pagina presente sul server oppure attraverso un’applicazione Android creata ad hoc che permette di visualizzare i dati letti dai sensori, di ricevere notifiche push in caso di eventi di alto livello (rilevati dalla rete di Bayes sopra descritta), attraverso il servizio Google Cloud Messaging, o azionare gli attuatori in remoto.

Seguiranno prossimamente ulteriori dettagli! smiley

Nel frattempo, cosa ve ne pare?
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 28
Posts: 2031
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

carino come progetto ti do alcune considerazioni sia software che hardware giusto per chiarirti un pò le idee,
tu vorresti comprare 4 arduino in totale e sinceramente mi sembra uno spreco prendi un arduino uno,e costruisci 2 standalone prima su breadboard poi su millefori fa piu effetto e un arduino standalone(cerca un pò sul web per le info) ti viene a costare 5 euro.
i zigbee sono carucci potresti usare i nrf24l01+ sono facili da usare si trovano esempi online e costano 4 euro a coppia puoi usarne 1 come master e collegare fino a 5 slave niente male eh?
per rilevare gli ingessi dipende dallo spessore di una porta se è abbastanza piccola bastano 2 led ad infrarossi se è un pò più grande ci sono gli ultrasuoni.
per i sensori di movimento all'interno della stanza c'è il pir che è perfetto.
temperatura un lm35 dovrebbe fare a caso tuo,umidità luce e gas ti lascio ai più esperti.
l'ethernet shield va indubbiamente bene per un webserver,la mega adk per l'android e abb buona ma tieni conto che il cellulare deve supportare l'accessory mode e quasi nessuno la supporta(almeno cosi si vede in giro) potresti optare per il bluetooth(dal costo di pochi euro,vedi guida di pitusso in megatopic)e creare un sistema che dopo aver scaricato idati lo rende disponibile per nuovi accoppiamenti o altrimenti un piccolo webserver hostato con wi fi shield.
per il resto ti serve una bell app android per legger il tutto è una bella app per pc per gestire i dati,che dirti buona fortuna se hai domande chiedi pure smiley-grin
Logged

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

Fidenza (PR)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 3
Posts: 143
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

No ma non devo comprare nulla! è già tutto pronto..la laurea è tra un mese! smiley-grin
ho dovuto comprare 4 schede perchè servivano in 4 posti differenti allora ho optato per questa scelta. Poi metterò tutta la lista del materiale poco alla volta
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 90
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao, progetto molto interessante.
Se ti interessa qualche spunto per il sistema di supervisione dai un'occhiata al nostro framework domotico
freedomotic.com
Saluti
Logged

Freedomotic Domotica Open Source
http://freedomotic.com
We need your help. Please contact us for contributing

Pages: [1]   Go Up
Jump to: