Go Down

Topic: progetto casa domotica da zero. (Read 4937 times) previous topic - next topic

TIXIANO75

Innanzitutto ciao a tutti i forumisti, posto su questo forum perchè sono in procinto di iniziare a costruire la mia nuova casa  per la quale avevo pensato in futuro di implementare un sistema domotico basato su arduino. Premetto che di arduino e della sua relativa programmazione ne so poco o niente ( e questo non mi spaventa perchè penso che fino al punto di morte c'è sempre tempo per imparare ) a parte concetti astratti che ho avuto modo di leggere qui e in altri siti. Inizierò a costruire le fondamenta della casa fra circa 3/4 mesi e vorrei iniziare a porre le basi , a livello di tubazioni elettriche, per un impianto domotico che poi svilupperò direttamente quando vi abiterò. Ho intenzione di predisporre tutti i tubi e avevo pensato di affiancare assieme al classico corrugato nero un altro corrugato di un altro colore che poi utilizzerò per l'impianto domotico. Ogni scatola per prese e interruttori e ogni scatola di derivazione elettrica avrà praticamente il doppio dei tubi. Per esempio il tubo nero che porterà la corrente alle tapperelle elettriche, sarà affiancato da un tubo blu ( per esempio ) che poi utilizzerò per portare un cavo per il relè che comanderà arduino.
La casa verrà realizzata su due livelli e ho intenzione di creare una sorta di centro di comando collegato in rete ( anche internet ) dove da palmare, tablet e pc possa comandare  i dispositivi casalinghi e magari anche del giardino.
Ripeto questa è un idea che mi sono fatto  per realizzare una predisposizione che in futuro potrò utilizzare per cercare di automatizzare la mia futura casa e in fase di posa dei tubi, preferisco metterne sotto traccia uno in più che uno in meno.
Ho un amico che probabilmente mi aiuterà in questo progetto, ma mi piace anche ragionare con la mia testa e prepararmi prima, magari anche con il vostro aiuto e sono aperto a tutti i vostri consigli e proposte che potrebbero arrivare. Mi piace l'idea del progetto di casa mia domotica "open source" in tutti i sensi, ovviamente vi terrò sempre aggiornati sullo stato di avanzamento dei lavori anche con foto e progetti vari.
Secondo voi mi conviene dividere l'impianto per piani e poi collegare i due diversi arduino a un arduino centrale o avere un unico arduino per entrambi i piani? 
Nel caso in cui dovessi poter mettere un arduino unico per entrambi i piani, dovrò far convergere tutti tubi del colore diverso dal nero in un unico punto di casa, quello che poi sarà il mio ufficio/studio?
Ho tante idee e avrei bisogno del vostro aiuto per metterle in pratica, intanto vorrei iniziare dalle tubazioni. Grazie!

cyclone

#1
Sep 12, 2012, 06:35 pm Last Edit: Sep 12, 2012, 06:43 pm by cyclone Reason: 1
TIXIANO75,
il tuo impianto domotico vuoi che sia centralizzato o distribuito... ovvero vuoi una sola centrale di comando dove arrivano i segnali provenienti ad esempio dai pulsanti e interuttori o vuoi che ogni punto luce (int o power) sia dotato di un controllore autonomo indirizzabile e raggiungibile attraverso un mezzo trasmissivo che attraversa tutta l'abitazione ?
la scelta parte da qui.... poichè da qui si decide il tipo di architettura e soprattutto il mezzo trasmissivo.

Quanti punti luce prevedi nella tua nuova abitazione?
Altro valore che ti porterà a scegliere tra vari tipi di connessione .... e protocolli.

ciao

m_ri

quante cose prevedi di domotizzare?o soprattutto cosa?solo clima,tapparelle..o anche ogni interruttore luce?
potrebbe bastare un arduino mega x piano,oppure serve/vuoi mettere un arduino per stanza?

pablos

#3
Sep 12, 2012, 11:21 pm Last Edit: Sep 14, 2012, 12:55 am by pablos Reason: 1
Sono 140-150 punti su una villetta a 2 piani + giardino (80-90 mtq a piano), ma ti passerà la voglia, valutando prezzo, sbattimento e qualità, utilità soprattutto, in ogni caso non usare arduino come unità centrale è insufficiente come elaboratore di informazioni ricevute, usa gli atmel per intercettare gli stati raccogliere i vari dati ma non per elaborarli nel suo insieme.
Realizza uno o due bus che girano i 2 piani con 10-15 chip. Per quanto riguarda le guaine sbizzarisciti come ti pare, ma non sei obbligato a mettrle di colori diversi e 2 per ogni punto anche perchè quelle di colore diverso dal nero costano molto di più, con i soldi che spenderai solo per la predisposizione ci fai 2 case. E' possibile utilizzare nella stessa guaina cavi con isolamento adeguato rispettando le normative CEI 20-22 (magari usando guane da diam. 25-32 invece che 20). Se non hai problemi di money allora il problema non sussiste, ma allora comprati un sitema PLC della siemens. Valuta bene quello che intendi fare, perchè non è tanto una questione di materiali, ma quanto le opere murarie e posa delle stesse che incideranno, i muratori e gli elettricisti non hanno pietà su questi tipi di impianti per non parlare del fatto che vai a compromettere anche le opere idrauliche visto che in costruzione tutto verrà passato a pavimento.

ciao
no comment

Go Up