Go Down

Topic: Trasformatori bassa tensione e consumi (Read 3 times) previous topic - next topic

Brainkiller

Sono un maniaco dei consumi energetici. Ogni dispositivo che metto in casa, lo misuro relativamente ai consumi ed eventualmente i vecchi se troppo obsoleti o troppo energivori li cambio.
Ultimamente sto cercando di capire qualcosa sui trasformatori bassa tensione 3V-12V

Mi sono accorto che pur non avendo a valle nessun carico, comunque consumano qualcosina.... qualcosina che però per trasformatori collegati H24 in un anno diventano molti Kwh. Ad esempio ho preso un trasformatore del vecchio Switch e consuma da solo 9-10 W, un altro che uso per alimentare Arduino circa 6 W.
E' chiaro che un dispositivo così (9-10W) collegato alla rete H24 consuma circa 87 Kwh anno (20 carte!)

Se qualcuno mi può spiegare intanto perchè consumano anche senza carico collegato (forse la circuiteria interna che comunque necessità di un po' energia dissipata sotto forma di calore ?)

E in seconda istanza, conoscete trasformatori efficienti che abbiano un consumo (anche senza carico) più basso e magari adeguato all'effettivo prelievo effettuato a valle dall'eventuale dispositivo ? (ad es. un Arduino) Ho visto dei trasformatori con uscita Eco-Friendly e basati su specifice EcoDesign europee che sostengono di dare un risparmio fino al 90%, e con consumi in stand-by intorno agli 0,1-0,2 W

Qualcuno ne sa qualcosa di più ?

Grazie

paolo_fiorini3

Quote from:
Se qualcuno mi può spiegare intanto perchè consumano anche senza carico collegato (forse la circuiteria interna che comunque necessità di un po' energia dissipata sotto forma di calore ?)


Come puoi vedere dal circuito equivalente di un trasformatore c'è una impedenza parassita che assorbe corrente anche se il carico è scollegato, quindi la tua ipotesi è corretta è colpa dei parassiti.



Per la seconda domanda non so aiutarti.

Michele Menniti

Purtroppo temo che l'unico modo di evitare questi consumi sia quello di inserire degli interruttori a monte del trasformatore; per quanto ne so gli switching ad alta efficenza dovrebbero consumare qualcosa in meno rispetto ai trasformatori tradizionali, ma comunque c'è sempre componentistica attiva, la tensione continua viene generata a prescindere dalla presenza del carico e quindi c'è roba che lavora e consuma
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Johnny779

Per creare il campo magnetico all'interno del trasformatore ci vuole comunque energia.

Come dice il prof. Menniti occorrono switching, e' da considerare pero' il "rumore" elettronico che generano.

Brainkiller


Purtroppo temo che l'unico modo di evitare questi consumi sia quello di inserire degli interruttori a monte del trasformatore;


Grazie a tutti per le risposte. Ciao Michele, grazie anche a te. Eh si che li ho gli interruttori a monte, ma pensando di mettere qualche arduino per casa, e dovendo lasciarlo acceso H24 stavo pensando appunto se mettevo 3/4 trasformatori che mi succhiano 10-12W di cui il grosso sprecato avrò un costo in bolletta, se ho qualcosa di più efficiente, preferivo. Oppure posso mettere un solo trasformatore e portare il 12V dove mi serve.

Quote
per quanto ne so gli switching ad alta efficenza dovrebbero consumare qualcosa in meno rispetto ai trasformatori tradizionali, ma comunque c'è sempre componentistica attiva, la tensione continua viene generata a prescindere dalla presenza del carico e quindi c'è roba che lavora e consuma


Mi puoi dire qualcosa di più sugli "Switching ad alta efficienza" come funzionano ?

Tra l'altro recentemente ho prso in mano un trasformatore di un cellulare e ho scoperto che a Cellulare (non connesso) consuma zero, mentre inizia a consumare (6 W) solo nel momento in cui si collega il telefono.

Go Up