Go Down

Topic: Schema mini alimentatore pic 220v 5v (Read 6437 times) previous topic - next topic

aventrax

Ciao a tutti, per un progetto che sto facendo con un arduino mini, avrei bisogno di un circuito che mi desse 5v con la 220v come imput.


I 5v dovrebbero essere "stabilizzati" : posso intuire la differenza fra uno stabilizzato e uno no, ma all'atto pratico cosa succede? E quali parti del circuito mi "stabilizzano" l'uscita? I non-stabilizzati che oscillazioni hanno?

L'arduino mini ha anche un entrata 9v definita "RAW", vuol dire che la tensione lì può essere diversa da 9v e quindi non stabilizzata? Anche qui, quanto può variare?

Nel circuito ho comunque bisogno dei 5v per un relay, e inoltre ho bisogno dei 3.3v stabilizzati. Mi conviene alimentare l'arduino a 9v "raw", e poi inserire due circuiti per il 5v e 3.3v oppure mi conviene costruire una cosa direttamente per 5v e 3.3v stabilizzati?

Ciliegina sulla torta: sto coso deve essere piu piccolo possibile. Devo dare sta 9v raw o 5v stabile all'arduino nel minor spazio possibile partendo dalla 220v. Potete aiutarmi visto che di elettronica non ci capisco niente e mi limito a vedere schemi e realizzarli su millefori?

Grazie tantissime,
M

PaoloP

Potresti cercare un vecchio carica cellulare. Di solito hanno l'uscita a 5V.

aventrax


Potresti cercare un vecchio carica cellulare. Di solito hanno l'uscita a 5V.


Ci ho provato, in effetti sarebbe ottimo, ma ho visto che su 3 alim che ho uno mi fa 5.35v, l'altro 5.47v e l'altro ancora (nokia) 6.16v, l'arduino mini vuole 5.0v (da qualche parte ho letto di 4-8-5.2).

Ho visto che un alimentatore  VAC 220v -> VDC 5v si può fare in poco spazio (vedi allegato).

Dei due alim, quello grande è 250mA, quello piccolo è il nokia 800mA. Prendendo in esame il grande (250mA), si vede che i componenti non sono molti e nel circuito in foto c'è un led inutile e lo spazio fra un componente e l'altro si potrebbe ridurre di molto.
Non dico che guardandolo potrei riprodurlo in altra forma, ma quasi. A me serve un circuito così ma piccolo, diciamo che l'alimentatore nokia sarebbe perfetto come dimensioni. Possibile che a nessuno sia mai servito avere un mini alim con pochi ampere???

A me servirebbero neanche 200mA...

M


liso

Per avere 5v puoi utilizzare un 7805, non mi ricordo di quanto deve essere superiore l'ingresso (devi guardare nel datasheet)
Quasi sicuramente puoi prendere l'uscita del Nokia (6v) e mandarli come in ingresso allo stabilizzatore che ti dà in output 5v precisi
Se non sei soddisfatto dell'uscita magari ti viene 5,05 o 4,92 puoi ricorrere ad un LM317. la tensione di output la regoli!

un 7805 ed un lm317 con un consumo di 200mA lavorano tranquillamente a fronte di input di 12 V

P.S. gli alimentatori dovresti provarli con un carico, altrimenti le tensioni sono più alte!

aventrax


Per avere 5v puoi utilizzare un 7805, non mi ricordo di quanto deve essere superiore l'ingresso (devi guardare nel datasheet)
Quasi sicuramente puoi prendere l'uscita del Nokia (6v) e mandarli come in ingresso allo stabilizzatore che ti dà in output 5v precisi
Se non sei soddisfatto dell'uscita magari ti viene 5,05 o 4,92 puoi ricorrere ad un LM317. la tensione di output la regoli!

un 7805 ed un lm317 con un consumo di 200mA lavorano tranquillamente a fronte di input di 12 V

P.S. gli alimentatori dovresti provarli con un carico, altrimenti le tensioni sono più alte!


Grazie ma l'input ce l'avrei a 6.16v nel caso migliore e con il dropout del 7805 sicuramente non starei a 5.0v. O sbaglio?

leo72

I regolatori della serie 78xx introducono un dropout di circa 2V per cui per avere 5V stabili devi fornirgliene almeno 7.

Segui un consiglio. Prendi l'alimentatore da 5,35V che hai e metti all'ingresso un diodo Schottky, che abbassa la tensione di circa 0,3V e sei a posto. I 5V non devono essere precisi al centesimo di volt, sono accettate delle tolleranze, ed il funzionamento è identico sia a 4,9 che a 5,1V.

Se non hai esperienze con la corrente alternata, io non mi metterei a giocare con i 230V di casa...

liso

ho letto i datasheet i 78xx hanno una caduta di 2v circa, i lm317 di 3
Quindi o cerchi un alim più alto e poi lo riduci...oppure usi quello da 5,3 V che quando lo attacchi vedrai cala a 5V! tanto non è che le tensioni devono essere precise al millivolt

aventrax


Segui un consiglio. Prendi l'alimentatore da 5,35V che hai e metti all'ingresso un diodo Schottky, che abbassa la tensione di circa 0,3V e sei a posto. I 5V non devono essere precisi al centesimo di volt, sono accettate delle tolleranze, ed il funzionamento è identico sia a 4,9 che a 5,1V.


Grazie leo72, il diodo per abbassare la tensione l'ho sentito varie volte ma non ho mai visto uno schema (sarà che è troppo semplice da fare?). Devo metterlo sull'uscita fra un polo e l'altro e con catodo verso il negativo e anodo verso il positivo? Che diodo poi? Se usassi l'alim da 6.16 (che è piu piccolo) e un diodo di quelli che droppano 0.7v? In casa ho dei 1N4007 e 1n4148 mi pare...


Grazie a tutti
M

leo72

6,16-0,7=5,4V è un po' troppo vicino al limite max dei 5,5V supportati dall'Atmega.

Meglio fare come ti ho detto, 5,35-0,3=5,05V
Devi usare un diodo Schottcky, un 1N5819 va benissimo. A differenza dei normali diodi al silicio che introducono una caduta di tensione di 0,7V, gli Schottky ne introducono solo 0,3V.
Basta montarlo in serie sulla linea positiva dell'alimentazione: anodo verso il trasformatore, catodo (il lato dove c'è la linea bianca sul corpo del diodo) verso il tuo circuito. In questo modo sei protetto anche da inversioni di alimentazione.

aventrax


6,16-0,7=5,4V è un po' troppo vicino al limite max dei 5,5V supportati dall'Atmega.

Meglio fare come ti ho detto, 5,35-0,3=5,05V
Devi usare un diodo Schottcky, un 1N5819 va benissimo. A differenza dei normali diodi al silicio che introducono una caduta di tensione di 0,7V, gli Schottky ne introducono solo 0,3V.
Basta montarlo in serie sulla linea positiva dell'alimentazione: anodo verso il trasformatore, catodo (il lato dove c'è la linea bianca sul corpo del diodo) verso il tuo circuito. In questo modo sei protetto anche da inversioni di alimentazione.



Grazie mille .. purtroppo l'alim da 5.35v non lo posso usare perché è di un centimetro troppo grande e anche come forma nn va bene.
Quindi ho provato il 6.16 con 2 diodi  come mi hai indicato e sono a 5.3v (non ho idea del perché riducono così poco, non dovevano togliere 1.4v in due?).Riguardo alla tensione max dell'atmega, vi dico solo che l'alim intermedio (quello da 5.47v), l'ho usato dando per scontato che se c'era scritto 5v fosse veramente 5.0v.. e l'arduino mini non ha fatto una piega.. avrà funzionato 24h direi..


Ah ultima cosa leo, questo piccolo "tarocco" del diodo può funzionare costantemente? Questo mio progettino sarebbe attivo 24/7, che ne dici?

BrainBooster


aventrax


può funzionare h24/7


Grazie, allora procedo.


ps: Scusate la cocciutaggine ma uno non può proprio farselo sto circuitino? Mi piacciono le cose pulite e se avessi le conoscenze per farmi un circuito invece di usare un alim già pronto... lo farei. Specialmente perché come ho detto lo spazio è un problema e mettere tutte le componenti sullo stesso pcb sarebbe ottimo...

Madwriter

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

leo72


Quindi ho provato il 6.16 con 2 diodi  come mi hai indicato e sono a 5.3v (non ho idea del perché riducono così poco, non dovevano togliere 1.4v in due?).

Dipende anche dalla corrente che scorre: più aumenta e più aumenta il dropout. Poi ci sono le tolleranze, non tutti i diodi sono uguali.


Quote

Ah ultima cosa leo, questo piccolo "tarocco" del diodo può funzionare costantemente? Questo mio progettino sarebbe attivo 24/7, che ne dici?

Non è un "tarocco", i diodi si usano anche per evitare inversioni di polarità. Certo che può funzionare 24/24.  ;)

aventrax



Dipende anche dalla corrente che scorre: più aumenta e più aumenta il dropout. Poi ci sono le tolleranze, non tutti i diodi sono uguali.


Infatti ho visto che col il carico del relay la tensione sta a 5.08.
Ho usato il nokia 6.16v con un diodo 1n4148 =)
La creatura sta prendendo forma, ho finito il lato alimentazione 5v, ora sono allo studio del "piano" (fisicamente parlando) superiore, dove ci sarà l'arduino.

Tornando in topic però, volendo ottenere anche la tensione 3.3v che faccio? Altri diodi oppure mi conviene un lm1117? Ho sempre il problema dello spazio ma se non ne posso fare a meno userò quello... Sto affare ha una concentrazione di componenti allucinante in uno spazio ridottissimo :p

Tnx

Go Up