Go Down

Topic: Finito prototipo (teoria) (Read 1 time) previous topic - next topic

Michele Menniti


L'Atmega8 è un DIP28 come gli 88/168/328. Anche la piedinatura è uguale, solo cambia a livello di microcode per cui compilando per Atmega88/168/328 non è detto che funzioni tutto come per Atmega8.
Non mi ricordo (ho tolto le voci inutili) se nel file boards.txt c'è ancora la presenza della prima board Arduino che usava l'Atmega8.

c'è ;)

@ erp: leggi la Guida e poi chiedi per i dubbi, le domande a singhiozzo non risolvono mai nulla :)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

pelletta

Aggiungo che gli atmega8 a differenza dei 168-328 hanno solo 3 pin pwm, per il resto con l'ide funziona praticamente tutto, seriale, i2c compresi.

erpomata

Si Michele però la guida non è propriamente un romanzo e la voglia di mettere in pratica le cose che si leggono è forte, quindi vorrei capire se mi basta comprare il solo atmega88 o anche condensatori, quarzo, ecc... visto che la mia intenzione è proprio quello di crarmi un arduino minimale.

In ogni caso grazie mille.

leo72


vorrei capire se mi basta comprare il solo atmega88 o anche condensatori, quarzo, ecc... visto che la mia intenzione è proprio quello di crarmi un arduino minimale.

Se vuoi che il tuo chip sia compatibile al 100% con l'Arduino l'acquisto del quarzo e relativi condensatori (oppure di un risonatore ceramico) è indispensabile perché non tutte le librerie e le funzioni di Arduino lavorano con chip che non sono cloccati a 16 MHz. Se invece "sai cavartela", puoi usare anche un semplice chip senza quarzo e C, usando l'oscillatore interno (1 o 8 MHz).

Go Up