Pages: 1 [2]   Go Down
Author Topic: Eagle e componenti standard  (Read 2038 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 120
Posts: 9179
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Prova a dare un'occhiata a diptrace,

Diptrace è un giocattolo a confronto di Eagle, inoltre non ha una versione realmente free come Eagle, non gira sotto Linux in modo nativo, richiede Wine, non ha la ricchezza di librerie di Eagle e non ha gli ULP che sono l'arma segreta di Eagle.
Eagle è un cad per elettronica adatto sia all'amatore che al professionista, ovviamente ha dei limiti rispetto ad altri cad di alto livello, p.e. Altium, però dipende da quello che devi farci, se ti serve un cad come Altium sicuramente non hai problemi a spendere le svariate migliaia di Euro che costa visto il livello dei progetti che devi affrontare.
Sul fatto che Eagle sia nettamente superiore ai prodotti della stessa fascia, incluso prodotti open source come Kicad, non ci sono dubbi, e non sono io a dirlo, è la comunità internazionale degli sviluppatori dove Eagle è il cad più utilizzato in assoluto, lo stesso Arduino è stato sviluppato con Eagle.
Tanto per gradire vi allego l'immagine del pcb (80x100 mm), e dei primi prototipi montati, della RoboBoard Aria che ho appena realizzato con Eagle, è una carrier per la Aria G25 di Acme, nonostante l'enorme numero di piste da collegare sono riuscito a farlo in solo due Layer, i vias sono oltre 200 smiley






* RbApcb.png (143.4 KB, 1349x970 - viewed 68 times.)

* RBAria2.jpg (663.48 KB, 1280x1145 - viewed 69 times.)
« Last Edit: September 28, 2012, 01:43:31 am by astrobeed » Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 325
Posts: 22498
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@astro:
bella scheda, complimenti  smiley-wink

@cyberhs:
confermo, la lib c'è. Ho controllato ora, Eagle 6.2.0 Light per Linux.
Logged


Selvazzano Dentro - Padova
Online Online
Edison Member
*
Karma: 37
Posts: 1311
"Chi sa fa, chi non sa insegna"
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sì, è vero: mi era sfuggita.

Grazie!
Logged

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 20
Posts: 2359
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao ragazzi qualcuno ha per caso il libro "Build Your Own Printed Circuit Board" che tratta di Eagle?
http://www.amazon.it/s/?_encoding=UTF8&x=0&tag=ilblodileo-21&linkCode=ur2&y=0&camp=3370&creative=24114&field-keywords=Build%20Your%20Own%20Printed%20Circuit%20Board&url=search-alias%3Daps
Sarei tentato a comprarlo perché mi sono rotto di cercare a destra e a manca informazioni su internet..
Logged

Rome
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 1
Posts: 643
La mia prima bromografata!!
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Astro, una curiosità.. quando sbrogli le piste di una scheda del genere, la fai tutta a mano, o cominci dal fargliela fare in automatico e poi correggi?
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 523
Posts: 12333
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Astro, una curiosità.. quando sbrogli le piste di una scheda del genere, la fai tutta a mano, o cominci dal fargliela fare in automatico e poi correggi?
Nel mio piccolo ho fatto anch'io schede piuttosto complesse, posso risponderti pensando che Astro sia d'accordo con me. La prima cosa da vedere è se ci sono "vincoli particolari" sulle piste da realizzare, in questo caso prima disegni manualmente tali piste (ma sono situazioni abbastanza rare); poi ti affidi allo sbroglio automatico che ti fa tutto il lavoro di manovalanza. Se la scheda è semplice lo sbroglio arriva al 100%, quindi si tratta solo di migliorare qualche percorso e fare qualche variazione, spesso più estetica che altro. In casi più complessi lo sbroglio non viene completato ed arriva al 90-80, ma anche 60-70%, quindi ti restano un pò di piste da creare manualmente, e lì comincia il lavoraccio; non di rado ti trovi a dover cambiare disposizione di qualche componente e rifare tutto, perché il portare una pista da un punto all'altro può rivelarsi davvero un'impresa, ed a volte ti rendi conto che è preferibile "avvicinare" tra loro due componenti piuttosto che unirli con una pista lunga. Personalmente non ho mai usato piste vincolate, ho sempre fatto lo sbroglio automatico e poi il lavoro manuale, proprio oggi ho fatto un automatico al 78% e tutta stamattina l'ho passata prima a raggiungere il 100%, poi a correggere gli errori: piste troppo sottili o componenti troppo vicini, sovrapposizioni di piste (siuccede con lo sbroglio manuale), ecc. oltre 3 ore di lavoro. Una settimana fa ho fatto un pcb di media complessità ma mi sono imposto di realizzarlo in smd e monofaccia, ho impiegato un'intera giornata per una schedina di 8cm2, almeno 3 volte ho rivoluzionato la disposizione dei componenti, ma alla fine sono riuscito a fare il PCB senza nemmeno un ponticello, sudori e soddisfazioni, un mare di pazienza smiley-sweat
Logged

Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 120
Posts: 9179
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Astro, una curiosità.. quando sbrogli le piste di una scheda del genere, la fai tutta a mano,

L'autorouter è una grande comodità, però fa anche dei casini incredibili, quel pcb è sbrogliato a mano con una tecnica mista, ovvero prima si tracciano tutte le piste di alimentazione e poi quelle critiche quindi si lancia l'autorouter, previo salvataggio del lavoro, e si vede cosa combina, si aggiusta e si salvano le piste buone e si cancellano tutte le altre, si sistema ulteriormente si rilancia l'autorouter e così via.
Logged

Rome
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 1
Posts: 643
La mia prima bromografata!!
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Io avrò fatto finora una ventina di schede, tutte monofaccia e semplici (tutti arduini standalone, con RS485 o TxRx radio, o INA128 e qualcos'altro.. ogni volta che facevo lo sbroglio automatico veniva fuori roba orrenda! certo, immagino che c'è da cambiare di volta in volta le impostazioni per lo sbroglio, ma a mano lo trovo molto più divertente ed educativo!
Certo che però quando comincia la media complessità e la doppia faccia, magari ci sono delle regole che non so che andrebbero prese in considerazione.
Per esempio, in un circuito per un ponte H medio grande, con correnti tipo 24-36V e 80A, si devono distanziare di più le piste che portano corrente? e se queste piste stanno su una faccia, dall'altra parte (mettiamo 1,5mm di spessore) si possono far passare piste di segnale, tipo il PWM in uscita da un microcontrollore?
più in generale, si trovano delle tabelle per calcoli del genere? io ho trovato solo il dimensionamento delle piste rispetto alla corrente, ma per altri calcoli, immagino siano molti i fattori vincolanti.

Grazie, Davide.
Logged

Pages: 1 [2]   Go Up
Jump to: