Go Down

Topic: "residuati bellici" (Read 3 times) previous topic - next topic

leo72

Ci sono un sacco di link in rete, il primo che ho trovato in italiano è questo:
http://www.dinoxpc.com/articolo/Dischi+SSD%253A+la+tecnologia_949-3.htm

In pratica funziona così: all'interno del MOSFET è presente un secondo gate che funge da condensatore, capace di mantenere le cariche a lungo. Questo condensatore influisce sul transito della corrente tra source e drain: se contiene cariche, interdice il passaggio di corrente, e la lettura della memoria è "0". Se non le contiene, permette il passaggio della corrente e la lettura è "1". Per accumulare le cariche nel condensatore bisogna applicare una tensione di 12V e iniettare le cariche al suo interno, mentre per toglierle si sfrutta l'effetto tunnel. Capisci che l'assenza di cariche è una condizione di "riposo", quindi la memoria "vuota" è ad 1.

superp

Capisco, grazie delle info.
N.
"The question is not whether intelligent machines can have emotions, but whether machines can be intelligent without any emotions"

gingardu



@Mike:

Ma questo è un dettaglio, basta adattarsi.

non riesco nemmeno a capire l'ostinazione di GING a mettere tutti questi 0, dopo le abbondanti spiegazioni che ha ricevuto,


mettiamo che "publico un software"  prima o poi lo faro  per un qualcosa   :)

che contenga nel set up  questo 

    regolazione1complm = ((unsigned long)(EEPROM.read(11)) << 24) |
  ((unsigned long)(EEPROM.read(12)) << 16) | ((unsigned long)(EEPROM.read(13)) << 8) | (unsigned long)(EEPROM.read(14));

ovviamente regolazione1complm   prendere il numero che sta nelle momorie,

ora (mettendosi nei panni di chi carica il programma la prima volta)  se ha le memorie che sono gia "sporche"    non riuscira mai scriverle  con i valori giusti  che poi si ritrovera sempre ogni volta che riavvia l'arduino, 
non posso mettere il comando nel set up   di cancellare le memorie perche se no cancellerebbe anche le regolazioni corrette una volta effettuate,   e le nuove regolazioni che si andra a memorizzare sono influenzate dalle regolazioni precedenti purtroppo

certo una soluzione potrebbe essere un pulsante che se premuto cancella le memorie usate
ma questo significa perdere un pin, mettere un pulsante in piu ecc


e solo una specie di sicurezza  per evitare che chi userà quel codice non gli si blocchera tutto,
solo perche nelle sue memorie aveva gia memorizzato 3.567.432.611

magari quando diventerò piu pratico risolvero in altro modo senza impegnare pin e pulsanti
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

Michele Menniti


Ci sono un sacco di link in rete, il primo che ho trovato in italiano è questo:
http://www.dinoxpc.com/articolo/Dischi+SSD%253A+la+tecnologia_949-3.htm

In pratica funziona così: all'interno del MOSFET è presente un secondo gate che funge da condensatore, capace di mantenere le cariche a lungo. Questo condensatore influisce sul transito della corrente tra source e drain: se contiene cariche, interdice il passaggio di corrente, e la lettura della memoria è "0". Se non le contiene, permette il passaggio della corrente e la lettura è "1". Per accumulare le cariche nel condensatore bisogna applicare una tensione di 12V e iniettare le cariche al suo interno, mentre per toglierle si sfrutta l'effetto tunnel. Capisci che l'assenza di cariche è una condizione di "riposo", quindi la memoria "vuota" è ad 1.

+1 ma di volt dovrebbero bastarne anche 1,8÷5 altrimenti ogni micro dovrebbe contenere uno step-up
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72

@Gingardu:
la soluzione te l'ho già data con tanto di codice. Metti un valore di controllo in una cella, se quel valore c'è significa che i valori sono già stati salvati e basta leggerli; se non c'è significa che è il primo avvio e devi salvarli.
Opzionalmente puoi mettere nel codice una procedura per salvare i dati su richiesta dell'utente, in modo che egli possa sovrascrivere quelli di fabbrica, così da esser sicuro di partire con i valori desiderati.
Altri problemi non ne vedo.

@Mike:
i 12V sono usati per creare l'effetto tunnel o per iniettare la carica, la normale lettura avviene a tensioni più basse. Credo comunque che ci sarà uno step-up microscopico nella circuiteria per fornire quella tensione solo quando effettivamente serve. Ma le mie sono solo illazioni. Non conosco l'HW in oggetto molto a fondo.

Go Up