Go Down

Topic: scaricare sketch da arduino (Read 6 times) previous topic - next topic

leo72

Se sono file sorgenti si può usare anche un server GIT, serve per la cooperazione e la distribuzione dei sorgenti ma questi server tengono anche le vecchie copie. L'unica rottura di scatole è che il server va sincronizzato manualmente con appositi comandi (o via GUI) a differenza dei sistemi di clouding che hanno client che sincronizzano in automatico.

Un'alternativa più economica è salvare il lavoro con numeri progressivi in modo da avere sì 10/20 copie dello stesso programma ma ognuna di esse contenente le modifiche via via apportate. Oppure commentare ciò che si cambia senza cancellarlo materialmente.

Io se devo cambiare radicalmente uno sketch uso la numerazione progressiva, dandogli il numero 2, 3, 4 ecc..

astrobeed


Io se devo cambiare radicalmente uno sketch uso la numerazione progressiva, dandogli il numero 2, 3, 4 ecc..


Murphy non perdona, puoi numerare i file come ti pare, ma la perdita totale e definitiva di tutto il tuo lavoro è solo questione di tempo  :smiley-mr-green:

Madwriter



Io se devo cambiare radicalmente uno sketch uso la numerazione progressiva, dandogli il numero 2, 3, 4 ecc..


Murphy non perdona, puoi numerare i file come ti pare, ma la perdita totale e definitiva di tutto il tuo lavoro è solo questione di tempo  :smiley-mr-green:

Dare nomi a caso alle cartelle in cui salvi i file non aiuta a ritrovarli tenetelo sempre bene in mente  :smiley-mr-green:
"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi..." Albert Einstein

astrobeed


Dare nomi a caso alle cartelle in cui salvi i file non aiuta a ritrovarli tenetelo sempre bene in mente  :smiley-mr-green:


Indubbiamente, io uso il versioning, in particolare subversion perché è supportato direttamente dagli ambienti di sviluppo che utilizzo, in locale proprio per non avere problemi con le modifiche fatte al volo che incasinano tutto  :D

uwefed


Se sono file sorgenti si può usare anche un server GIT, serve per la cooperazione e la distribuzione dei sorgenti ma questi server tengono anche le vecchie copie. L'unica rottura di scatole è che il server va sincronizzato manualmente con appositi comandi (o via GUI) a differenza dei sistemi di clouding che hanno client che sincronizzano in automatico.

Un'alternativa più economica è salvare il lavoro con numeri progressivi in modo da avere sì 10/20 copie dello stesso programma ma ognuna di esse contenente le modifiche via via apportate. Oppure commentare ciò che si cambia senza cancellarlo materialmente.

Io se devo cambiare radicalmente uno sketch uso la numerazione progressiva, dandogli il numero 2, 3, 4 ecc..


In teoria sí in pratica non avrai memorizzato quella copia che funzionava ma quelle prima che non avevi finito e quelli dopo nelle quali ai introdotto un nuovo errore. Ricorda la sfiga vede benissimo.
Ciao Uwe

Go Up